Le dimissioni di Consalvo, per il Nuovo Psi: Ingerenze politiche

Per Cariello e i suoi le dimissioni dell’Amministratore Unico sono la dimostrazione della politica distruttiva dell’Amministrazione.

Nuovo Psi: “Consalvo accusa alcuni Assessori della Giunta Melchionda di gravi ingerenze politiche. Abbiamo chiesto a Lenza di convocare la Commissione Controllo e Garanzia. Per la Giunta Melchionda, non ci sono altre strade se non quelle delle dimissioni.”

Ginetti-Fido-Di Benedetto-Cariello

Ginetti-Fido-Di Benedetto-Cariello

EBOLI“Le dimissioni di Consalvo – scrive in una nota politica il gruppo consiliare del Nuovo Psi a firma di Massimo Cariello, Ennio Ginetti, Santo Venerando Fido, e il coordinatore cittadino Cosimo Pio Di Benedetto commentando le dimissioni dell’Amministratore Unico della Eboli Patrimonio l’ex Assessore ai Lavori Pubblici Vincenzo Consalvo, mosse da gravi ingerenze politiche – e le sue dichiarazioni sono la testimonianza della totale ingerenza politica distruttiva e clientelare della giunta Melchionda e del PD.

Le accuse in particolare ad alcuni assessori– dichiarano i nuovi socialisti – non possono passare sottotono, il debito e le non scelte politiche della Eboli patrimonio dimostrano purtroppo la nostra tesi, cioè quella, di utilizzare la società solo per sanare temporaneamente i debiti da loro creati ed oggi sulle spalle di 40 mila ebolitani.

Inaccettabile – proseguono i dirigenti del Nuovo Psi – il silenzio della maggioranza ma non ci fermiamo, come Nuovo PSI, abbiamo già chiesto al presidente della Commissione Consiliare di Controllo e Garanzia Lazzaro Lenza un’audizione: sia sul disallineamento dei debiti della multiservizi – ricordiamo che da circa 2 anni abbiamo presentato un esposto alla Procura della Repubblica sulle clientele denunciate dai sindacati ma ad oggi ancora nulla; sia della verifica della Eboli patrimonio; sia del silenzio sul park Adinolfi; dai PUA e dal PUC ancora in attesa; sia dal fallimento dell’area pip, dall’abbandono della fascia costiera; e potremmo scrivere per ore.

Ora basta – concludono Massimo Cariello, Ennio Ginetti, Santo Venerando Fido, Cosimo Pio Di Benedetto non ci sono altre strade se non quelle delle dimissioni.

Eboli, 21 febbraio 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente