Sul Difensore Civico Caprarella: Melchionda è senza maggioranza, liberi la Città dalla sua “banda”

Caprarella: Melchionda è senza maggioranza, ne prenda atto e liberi la Città dalla sua “Banda”.

EBOLI – Dopo la nomina del nuovo Difensore Civico, il Consigliere Carmine Caprarella ci ha inviato il seguente Comunicato, nel quale egli si chiede se esiste ancora una maggioranza che sostiene il Sindaco Martino Melchionda e se non sia il caso che lo stesso ne prenda atto e liberi la città dalla sua “banda”.

Carmine Caprarella

Carmine Caprarella

Caprarella da un giudizio politico pesante, nel momento in cui chiama “banda” chi senza nessun appoggio di partiti amministra la città, dietro ad accordi che passano attraverso altre vie che nulla hanno a che fare con la politica. Un giudizio altrettanto negativo dell’operato dell’attuale Giunta Melchionda e degli atti che essa produce. Atti che non hanno nessuna copertura politica ma che seguono solo accordi tra persone, che passano attraverso Varianti, Usi Civici, Aracne, Illuminazione, Revisori dei Conti, Immondizia, qualche strada a S. Andrea e qualche altra cosa di piccolo cabotaggio ad appannaggio di singoli Consiglieri Comunali, che POLITICAdeMENTE, questo Blog da mesi mette in evidenza.

Caprarella si preoccupa del “contenzioso” che non credo si aprirà, poiché il Consiglio Comunale indipendentemente dalle maggioranze che si compongono e che si esprimono, ha il diritto di nominare chicchessia, facendo qualsiasi tipo di valutazione. Cosa diversa, invece è la vicenda politica che si sviluppa o fatti che vi sono dietro questa scelta.

Del “contenzioso” Caprarella e gli altri Consiglieri Comunali, e più degli altri coloro i quali sono anche Avvocati come Cosimo Pio Di Benedetto e Vincenzo Clemente, da una parte e Mario Conte e Martino Melchionda dall’altra, si devono preoccupare, per la massa di incarichi e le somme spese e che dovranno spendersi per liquidare gli Avvocati, che come abbiamo visto sono contemporaneamente difensori e accusatori del Comune, che contribuiranno al dissesto finanziario, che di qui a poco se ne dovrà discutere, e del quale se ne occuperà la magistratura Contabile, indipendentemente poi da quello che c’è dietro questi incarichi. C’è un veccchio detto popolare che dice – “i fatt’ da cucchiara ‘i sap’ a pignat” -. Ma quando la “pignata” si scoperchia e li sapremo anche noi, li denunceremo.

COMUNICATO STAMPA

Esiste ancora una maggioranza politica al Comune di Eboli?

Ieri sera in Consiglio Comunale si è verificato l’ennesimo episodio a conferma del fatto che il Sindaco Melchionda non ha una maggioranza politica che lo sostiene.

Da aprile ad oggi (sono passati 6 mesi!) si è tenuto un solo consiglio in cui si è deliberato un argomento con la maggioranza “autosufficiente”.

Ieri sera, sulla vicenda del difensore civico, i consiglieri della maggioranza che hanno votato erano solo in 15. Dopo più di un anno di fallimenti di questa maggioranza per l’individuazione del difensore civico ieri, solo grazie al voto ed alla presenza di alcuni colleghi dell’opposizione, si è arrivati alla nomina di Gaetano Naimoli.

Quando il Sindaco prenderà atto di questa situazione? Quando il Sindaco libererà la città dalla sua presenza inutilmente ostinata e dalla sua “banda”?

Sulla vicenda del difensore civico io ho espresso in assise la mia opinione, nel rispetto delle posizioni degli altri, e non ho partecipato alla votazione Una opinione maturata in due anni di attesa inconcludente, durante i quali non si è mai riusciti a nominare un difensore civico, e nei quali mi sono attivato affinchè i cittadini ebolitani avessero la possibilità di avere un referente imparziale in Comune per le proprie istanze.

Ritengo che con la nomina del Commissario ad acta, il compito del Consiglio Comunale sia esautito. Il Consiglio ha avuto la possibilità di adempiere al proprio compito, ma è venuto meno per colpa di una maggioranza che definire sfilacciata è poco e che ha tutta la responsabilità politica di tale fallimento.

C’è la possibilità che si apra un contenzioso sulla vicenda, che gli altri aspiranti alla carica di difensore civico facciano ricorso. Questo comporterebbe un duplice danno per la comunità ebolitana: una spesa per le vicende legali ed un procrastinarsi dell’assenza della figura del difensore civico per una sospensiva data dalle competenti autorità giurisdizionali.

Spero che ciò non accada, alla luce di questa nomina, nell’interesse dei cittadini che sarebbero le vittime, ancora una volta, innocenti di Melchionda e della sua “banda”, la cui maggioranza è, oramai, inesistente.

Carmine Caprarella

4 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente