Elezioni a Campagna: Raffele Naimoli presenta le sue Liste

Giovedì 9 maggio 2013, ore 20.00, Piazza “Riviello Liberato”, Quadrivio di Campagna, Raffaele Naimoli presenta Liste candidati e programma.

La Presentazione delle Liste del Candidato Sindaco Raffaele Naimoli, avverrà solo dopo la pronuncia del Consiglio di Stato di ammissibilità o meno della Lista “Città in Comune”.

Naimoli-Liste

Naimoli-Liste

CAMPAGNA – Giovedì 9 Maggio, alle ore 20.00, in località Quadrivio di Campagna (SA), il candidato sindaco Raffaele Naimoli presenta alla cittadinanza liste e programma. L’appuntamento è in Piazza “Riviello Liberato”, la piazza antistante l’ ex Cassa di Risparmio Salernitana e l’ attuale Banca Carime.

La presentazione si svolgerà dopo che il Consiglio di Stato si sarà espresso in maniera definitiva sull’ ammissibilità o meno della lista “Città in Comune”. Prevista infatti per Mercoledì 8 Maggio, a partire dalle ore 8.00, la sentenza dell’ ultimo grado di giudizio amministrativo.

La coalizione civica “Città in Comune” ci tiene comunque a precisare che “a prescindere dall’ esito del giudizio del Consiglio di Stato, i 16 candidati della lista ammiraglia saranno compatti a sostegno di Raffaele Naimoli”.

Seppure con qualche giorno di ritardo, tutta la coalizione parteciperà dunque alla presentazione delle liste e si proporrà compatta al giudizio dell’ intera comunità.

Oltre a “Città in Comune” – nell’ attesa di un possibile reintegro – 4 sono le liste attualmente in lizza:

  • “135 km2 Siamo Campagna” con Capolista Franco D’ Ambrosio
  • “Giovani Progressisti” con Capolista Bruno Avagliano
  • “Campagna che Vogliamo Adesso” con Capolista Adele Amoruso
  • “Per Cambiare Campagna Imparzialità, Fermezza, Saggezza” con Capolista Giovanna Magliano.

Il programma, ponendo particolare attenzione alla solidarietà sociale, alla sicurezza e alla legalità, alle politiche del lavoro e all’ ambiente, è articolato in ben 13 punti e sarà presentato da Naimoli nei suoi tratti salienti, nell’ incontro del 9 Maggio.

……………………………  …  ……………………………

PROGRAMMA ELETTORALE
DEL CANDIDATO SINDACO
RAFFAELE NAIMOLI

Raffaele-Naimoli

Raffaele-Naimoli

PREMESSA
La sua storia, la bellezza del suo territorio, le tre medaglie d’oro, simbolo della capacità di essere una grande comunità, ne sono testimonianza.
Per questo motivo, tutti insieme dobbiamo essere capaci di migliorare ulteriormente le nostre risorse e fare di Campagna un territorio ancor più di qualità, un luogo accogliente e ospitale, una città per tutti.
Una visione della Città di Campagna e delle sue frazioni di comunità unita, solidale, a misura d’uomo, che guarda con fiducia al futuro, perché sa garantire qualità della vita, senso civico, partecipazione, servizi, vivibilità, sviluppo delle opportunità d’incontro.
Una Città che sa conservare la propria identità, valorizzando la sua storia e le sue tradizioni.
Una Città nella quale ciascuno possa sentirsi parte integrante e responsabile di un progetto comune, fondato su scelte politiche e programmatiche, finalizzate unicamente all’interesse del cittadino e alle vocazioni delle singole frazioni.
Una Città consapevole della propria storia che sia capace di proiettarsi verso le sfide del futuro, sapendo di poter contare sulle tante risorse del proprio tessuto sociale, culturale, sportivo ed economico.
Una Città aperta e moderna, capace di valorizzare le pulsioni e il protagonismo positivo dei propri giovani.

POLITICHE SOCIALI
Prevedere e attuare politiche a favore dell’inclusione sociale delle fasce deboli della popolazione, che necessitano di particolari attenzioni e tutele.
Anziani:
1. Realizzare l’assistenza domiciliare integrata (specialistica ed infermieristica).
2. Sostenere l’integrazione delle attività del volontariato all’interno della rete dei servizi, in particolare nelle situazioni di non autosufficienza parziale di anziani soli (trasporto protetto per visite e controlli medici; piccoli interventi domiciliari, consegna della spesa o dei farmaci; accompagnare gli anziani all’ufficio postale o dal medico). 3. Creare un Centro Diurno per gli anziani, ovvero una struttura che offra attività sia di natura socio-assistenziale, sia ricreativa. 4. Valorizzare gli anziani tramite attività che possono essere utili alla collettività, quali l’assistenza alunni all’uscita e all’entrata degli edifici scolastici, la promozione di azioni di recupero e sostegno scolastico, l’azione di salvaguardia e valorizzazione del territorio, la trasmissione delle proprie competenze per l’avviamento al lavoro artigiano.
Volontariato:
Favorire la nascita di gruppi di volontari per organizzare la raccolta presso i supermercati e la successiva distribuzione alle fasce più deboli dei cittadini del cibo in scadenza, anche in collaborazione con associazioni disponibili sul territorio.
Per raggiungere questa tipologia di volontariato, utile è il coinvolgimento del maggior numero di persone, soprattutto pensionati.
Fasce deboli:
1. Rimodulazione delle tariffe comunali per le fasce più deboli, in base a nuovi criteri di equità ed economicità
2. Progetto pilota per orti pubblici attraverso cooperative per contrasto alla povertà.
3. Contrasto alla povertà tramite l’inserimento in percorsi lavorativi e l’assegnazione di buoni spesa per prodotti alimentari per coloro che hanno perso il posto di lavoro.
Centri comunali della salute
Creazione di “Centri Comunali della Salute”: si metteranno, gratuitamente, a disposizione di medici e operatori sanitari di Campagna strutture di proprietà comunale, in cui poter raggruppare le professionalità, migliorare le prestazioni mediche e/o infermieristiche e rendere fruibile ai cittadini, per un orario più lungo possibile, l’accesso alle prestazioni sanitarie.

POLITICHE DEL LAVORO
Fondamentale per Campagna è definire un modello di sviluppo economico integrato, il cui fulcro sia il trinomio: beni architettonici e culturali / agricoltura / artigianato.
1. Recupero e rilancio delle attività artigianali, anche con eventuale apertura di antiche botteghe nel centro storico.
2. Realizzazione di percorsi turistici, finalizzati a far conoscere e commercializzare i prodotti tipici del territorio.
3. Agevolazioni fiscali per proprietari di immobili che valorizzano il commercio tipico locale e le attività artigianali.
4. Sostegno alle iniziative imprenditoriali, con la realizzazione di uno sportello di supporto, che possa orientare ed assistere coloro che vogliono organizzare imprese (microcredito o altre forme di sostegno).
5. Nuova interpretazione del settore agricolo, il cui cardine non dovrà essere più il singolo coltivatore, ma cooperative agricole, che, prevedendo uno scopo mutualistico, procureranno, tramite le attività sociali, vantaggi diretti e immediati all’economia dei singoli soci. A tale scopo, il Comune promuoverà ogni possibile iniziativa, di concerto con le associazioni di categoria, che dia impulso ad una politica che esalti la specificità dei prodotti agroalimentari locali (olio, vino, mela annurca), con la nascita di un marchio di qualità e di provenienza per tutte le ricchezze della nostra tavola.
6. Istituzione della Banca dati lavoro, strumento che permetterà al cittadino di inserire il proprio curriculum professionale, al fine di interfacciarsi con le imprese.

CULTURA
1. Promuovere e creare laboratori, luoghi e spazi per iniziative culturali, artistiche e sociali, ove i giovani possano esprimersi e confrontare le loro idee ed il loro impegno, estendendo tali possibilità a tutto il territorio comunale.
2. Istituire una cabina di regia (Consulta della cultura) composta da personalità di cultura, associazioni e comitati, per la valorizzazione dei talenti locali e per l’organizzazione degli eventi campagnesi, soprattutto quelli di maggiore attrattiva turistica (Fucanoli, Chiena), affinché si possano ulteriormente ottimizzare e potenziare.
3. Valorizzare, nella progettazione e realizzazione delle iniziative culturali, soggetti e personalità presenti sul territorio, con il supporto del Comune, il cui ruolo dovrà esser quello di coordinatore e facilitatore di eventi prodotti dalle agenzie culturali del territorio (associazioni, comunità religiose, operatori no-profit), per garantire il livello qualitativo degli eventi culturali.
4. Mantenere e migliorare le rassegne e le iniziative culturali esistenti, al fine di far conoscere gli aspetti peculiari di Campagna che, ancora oggi, hanno rilevanza storica e artistica.
5. Riorganizzare la Biblioteca comunale, finalizzata a valorizzare il patrimonio culturale della comunità, a diffondere la conoscenza, a promuovere l’informazione, la formazione, la crescita e lo sviluppo culturale e professionale dei cittadini. Si promuoverà, inoltre, una sinergia tra la biblioteca e le scuole operanti sul territorio.
6. Istituzione di un premio di civiche onorificenza da consegnare a tutti coloro che, con opere e azioni di alto profilo civile svolte nella Città di Campagna, si siano distinti nel campo culturale, economico, artistico, sportivo, ecc.
7. Istituire la “Settimana della memoria”, supportati dal Museo della Memoria di Campagna, con il coinvolgimento degli istituti scolastici del territorio di Campagna e del suo circondario; l’attività dovrà essere finalizzata alla promozione e diffusione dei valori dell’uguaglianza e della pace tra i popoli, contro ogni forma di razzismo e di discriminazione tra gli uomini.

ISTRUZIONE
1. Il Comune dovrà intervenire, in sinergia con le istituzioni scolastiche, realizzando un Piano di intervento scolastico e di diritto allo studio, che prevederà interventi che sono a fondamento del funzionamento delle scuole.
2. Organizzare e valutare attentamente la gestione del servizio mensa scolastica per le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado.
3. Organizzare il tempo pre e post-scuola per le famiglie, i cui orari di lavoro non rispecchiano quello scolastico.
4. Favorire e organizzare attività sportive, quali nuoto e attività motorie, per i bambini delle scuole primarie.
5. Migliorare il servizio di trasporto degli alunni.
6. Edilizia scolastica:
 realizzazione di nuove opere (soprattutto per la pratica sportiva e nuovo polo scolastico, comprensivo di scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado in località Quadrivio) e manutenzione delle strutture scolastiche esistenti;
 rimodulazione delle strutture scolastiche del centro storico di Campagna (chiusura dell’inidonea struttura per la Scuola dell’Infanzia e Primaria di Largo Maddalena; trasferimento della Scuola dell’Infanzia e Primaria nell’attuale sede dell’Istituto magistrale e trasferimento dello stesso nella sede di Piazza Melchiorre Guerriero);
 realizzazione e/o mantenimento di spazi verdi limitrofi alle strutture scolastiche; investimenti sulla sicurezza delle strutture e sulla loro adeguatezza alle esigenze didattiche; installazione, su ogni edificio scolastico, di pannelli fotovoltaici, finalizzati all’autosufficienza energetica di ogni struttura.
7. Riprendere, con maggior impegno, le attività del Consiglio Comunale dei Ragazzi, che saranno finalizzate a favorire nelle giovani generazioni il senso di cittadinanza, attraverso l’esperienza diretta di partecipazione e gestione delle “cosa pubblica”; occorre, inoltre, favorire la realizzazione dei progetti elaborati dai ragazzi e investire per assicurarne una buona conservazione.
8. Garantire l’organizzazione e il funzionamento qualitativo dei servizi legati all’extra-scuola e realizzazione di Centri Estivi, per l’intero periodo di sospensione scolastica, favorendone l’accesso in modo particolare ai minori portatori di svantaggio sociale.
9. Proporre e finanziare la realizzazione dei progetti educativi e formativi delle scuole.

POLITICHE GIOVANlLI
Realizzazione di Centro di Aggregazione Giovanile, dove tutti i ragazzi, di età compresa tra i 10 e 16 anni, potranno ritrovarsi e svolgere attività creative e socialmente utili e intraprendere azioni di sensibilizzazione e di promozione delle loro iniziative.
Soprattutto in zone del nostro territorio in cui non sono presenti luoghi di incontro per i giovani, sarà fondamentale tale strumento, per promuovere la partecipazione dei ragazzi alla vita sociale e culturale del proprio territorio, realizzando eventi, collaborazioni, incontri con la realtà fuori dal centro.
In questo senso sarà fondamentale:
1. Dare al Centro di Aggregazione Giovanile un indirizzo educativo, in collaborazione con studenti delle nostre scuole, e promuovere relazioni continuative con le agenzie formative esistenti sul territorio.
2. Incentivi fiscali e vantaggi economici per i giovani che intendono aprire nuove attività.
3. Migliorare il servizio InformaGiovani.
4. Coinvolgere le associazioni giovanili (FORUM dei GIOVANI) nell’animazione e organizzazione del Centro.

SPORT E TEMPO LIBERO
La nostra città deve proporre alle famiglie attività sportive non soltanto per perseguire la prestazione, ma soprattutto la tutela e il miglioramento della salute, il divertimento, la fruizione del tempo libero, la formazione continua dell’individuo, l’inclusione e la coesione sociale.
Le società sportive presenti a Campagna già permettono a un grande numero di cittadini di accedere allo sport e promuovono i valori dello sport educativi; in questo contesto, l’Amministrazione della Città, con la collaborazione delle società sportive, dovrà ulteriormente qualificare la loro missione educativa, finanziando progetti sportivi scolastici ed extrascolastici.
Gli obiettivi della politica per lo sport ed il tempo libero saranno:
1. Sostegno economico a tutte le società sportive che intraprendono iniziative.
2. Incrementare la pratica dello sport, anche tramite la realizzazione di spazi attrezzati in aree dedicate ai giochi e al tempo libero.
3. Concessioni gratuite di strutture sportive per incrementare i momenti di aggregazione dei giovani campagnesi.
4. Riqualificazione degli impianti sportivi.
5. Realizzazione di una piscina comunale.
6. Riqualificazione dei parco giochi.
7. Realizzazione di piste ciclabili.
8. Sala prove comunale.

SICUREZZA E LEGALITÀ
Polizia Locale e Sicurezza
I fenomeni di vandalismo, danneggiamento dei beni comuni e la microcriminalità colpiscono la comunità dal punto di vista finanziario, ma, soprattutto, fanno venir meno la fiducia dei cittadini nelle istituzioni. Questi fenomeni devono essere affrontati sia con misure di prevenzione, sia potenziando le iniziative di educazione alla legalità.
Fondamentale, comunque, è il maggiore controllo del territorio da parte della Polizia locale.
Bisognerà incrementare gli agenti di Polizia Locale, ridefinirne i compiti e realizzare/migliorare l’operatività e la collaborazione interforze tra Polizia Locale, Carabinieri e Polizia di Stato, per il presidio e il controllo del territorio.
Si dovrà incentivare il rispetto delle regole civiche quotidiane, con particolare attenzione alla repressione di comportamenti scorretti, quali la sosta al di fuori degli spazi consentiti, occupazione impropria dei parcheggi disabili, l’abbandono dei rifiuti, il rispetto tutto del codice della strada.
Si favorirà il riavvicinamento della Polizia Locale ai cittadini, attraverso la vigilanza a piedi e in auto per le strade e si potrà collaborare sia con l’Associazione Carabinieri a riposo, sia, dopo averlo riorganizzato/creato, con i volontari della Protezione Civile. Il ricavato delle sanzioni del codice della strada, come già previsto dalla legge, sarà usato al miglioramento della segnaletica e della sicurezza stradale.
Si attiveranno, inoltre, iniziative volte all’educazione stradale permanente non solo per bambini e ragazzi, ma anche per gli adulti, in sinergia tra cittadini, Comune, Enti del territorio e Scuola. A questo proposito, si promuoveranno corsi di educazione stradale, in collaborazione con gli agenti di polizia locale/Polizia stradale, le Associazioni del territorio e le scuole, e si istituirà, a cadenza annuale, e al termine dell’attività svolta nelle scuole, una “Settimana della Prevenzione e Sicurezza Stradale”.
Nelle zone periferiche del territorio, si installeranno punti luce di nuova generazione dotati di videosorveglianza al fine di contrastare i continui furti notturni.
Si migliorerà la sicurezza stradale con la canalizzazione delle acque piovane.
Si contrasteranno le azioni di chi attenta la sicurezza urbana, potenziando la sicurezza pubblica, mediante l’istallazione di Autovelox e pattugliamento notturno da parte della Polizia Locale

VIABILITÀ E PARCHEGGI
E’ noto a tutti i campagnesi che alla nostra città serve una riorganizzazione della viabilità per rendere più sicure e vivibili le strade.
Appare prioritario sia il miglioramento delle sedi stradali esistenti, sia la realizzazione di nuovi assi viari di collegamento, soprattutto nella frazione Quadrivio, privilegiando in modo deciso il pedone.
I punti essenziali sono: 1. Interventi al fine di diminuire la velocità di transito dei mezzi a motore, mediante la realizzazione di passaggi pedonali rialzati e dissuasori, utili a porre in sicurezza i pedoni (soprattutto frazioni). 2. Al fine di creare un centro di aggregazione, di ritrovo e di passeggio, pedonalizzare, con opportuni interventi per deviare il traffico automobilistico e per non penalizzare le attività commerciali ivi presenti, il centro del Quadrivio.
3. Graduale rifacimento dei marciapiedi, elemento di sicurezza dei cittadini più deboli (bambini, disabili, anziani), e progressiva eliminazione delle barriere architettoniche. 4. Razionalizzare il sistema di sosta e parcheggio, in modo da mantenere in ordine, soprattutto nel periodo estivo, le strade del paese. 5. Durante le manifestazioni coinvolgenti un gran numero di persone, istituzione di bus navetta per raggiungere il Centro storico di Campagna.
6. Squadra di pronto intervento per azioni urgenti di manutenzione (pubblica illuminazione, rete idrica, disagi alla viabilità), con risoluzione del problema entro 48 ore.

AMBIENTE E VIVIBILITA’ DEL TERRITORIO
1. Migliorare la qualità della vita nel centro storico, rendendolo vivo e vitale, durante tutto il corso dell’anno, con iniziative di intrattenimento e organizzando, ad esempio, mercati serali e notturni.
2. Promuovere l’istituzione di un premio per i negozi più belli e/o tipici; 3. Sostituire, gradualmente, l’illuminazione pubblica, mediante l’utilizzo della tecnologia a LED, secondo criteri di efficienza energetica e di contenimento dei costi.
4. Adesione al P.A.E.S. (Patto Dei Sindaci: Realizzazione dei piani di azione per l’energia sostenibile). Apertura Ufficio Energia. Riqualificazione energetica delle strutture comunali con risparmi fino al 40%.
5. Rafforzare il sistema di raccolta e differenziazione.
6. Inasprimento delle sanzioni amministrative per coloro che non rispettano le norme sulla raccolta differenziata e per chi abbandona rifiuti.
7. Introdurre una tariffa personalizzata per la raccolta differenziata, strutturata in base a quanto differenziato (più materiale differenziato si consegna all’isola ecologica, più diminuisce l’importo in bolletta).
8. Organizzare campagne di sensibilizzazione culturale, a partire dalle scuole, e pubblicizzare il servizio a chiamata per il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti.
9. Abbattimento degli eco-mostri urbani per la realizzazione di una villa comunale e di aree verdi e per una migliore qualità della vita. 10. Architettura per sottrazione con Progetti di Finanza (project financing), finalizzato a coinvolgere un privato in un progetto di pubblica utilità, offrendo una soluzione al deficit infrastrutturale attraverso l’impiego di risorse disponibili nel mercato dei capitali.
11. Realizzazione di una nuova rete idrica a servizio delle Frazioni, per sopperire alla mancanza di acqua soprattutto nei mesi estivi.
12. Metanizzazione delle aree periferiche del territorio.
13. Valorizzazione dell’Oasi del Polveracchio tramite visite guidate, percorsi naturalistici e possibilità di soggiorno in loco.
14. Apertura della Porta d’Ingresso per l’Oasi Fluviale di Persano sul versante di Campagna.
15. Adesione del Comune di Campagna all’Associazione dei Comuni Virtuosi: si dovrà minimizzare l’impatto ambientale sul suolo e sul verde; si dovranno privilegiare le ristrutturazioni alla nuove costruzioni; si dovrà ridurre l’impatto ambientale delle nuove costruzioni, anche attraverso quote obbligatorie di pannelli fotovoltaici o mini-eoliche per ogni m2 costruito.

PARTECIPAZIONE – INFORMAZIONE – TRASPARENZA
Bisogna assicurare un sistema di informazione semplice e trasparente, affinché il cittadino possa veder garantiti i propri diritti nei confronti dell’amministrazione pubblica. Si deve assicurare la massima circolazione possibile delle informazioni sia all’interno del sistema amministrativo, sia al suo esterno, condizione fondamentale su cui si costruisce il rapporto di fiducia tra l’amministrazione e i cittadini
Gli obiettivi da realizzare saranno i seguenti:
1. Bilancio partecipato, ossia presentare ogni anno, prima dell’approvazione da parte del Consiglio Comunale, il Bilancio di previsione ai cittadini, eventualmente in assemblee di frazioni, per confrontarsi con la città sulle proposte ed i tempi di attuazione.
2. Realizzare l’interazione tra cittadino ed amministrazione, creando un servizio online di segnalazioni di piccoli o grandi problemi quotidiani.
3. Portare il sito internet del Comune ad essere strumento di sempre più ampia trasparenza ed informazione, mediante la pubblicazione non solo di tutti gli atti, ma anche della pianificazione temporale delle opere pubbliche.
4. Trasmettere via internet le sedute del consiglio comunale e renderle fruibili in modalità on line.
5. Rendere partecipe la cittadinanza di tutte le iniziative che il Comune attua, attraverso la realizzazione di un servizio informativo gratuito. Il Comune, attraverso un SMS o e-mail, avviserà i cittadini interessati, che ne abbiano fatto richiesta, su eventi, manifestazioni, scadenze, convocazioni del Consiglio comunale.
6. Promuovere una città “connessa”, sviluppando e potenziando il sistema di rete wireless WiMAX nelle piazze e nei luoghi pubblici.
7. Organizzare riunioni periodiche con i cittadini, utilizzando la forma del “question time” con il Sindaco e la Giunta.

EFFICIENZA AMMINISTRATIVA
Riorganizzazione uffici comunali:
1. La macchina amministrativa comunale subirà un’immediata riorganizzazione entro i primi cento giorni, in nome della razionalizzazione della spesa pubblica e di un adeguato processo di formazione del personale.
2. Razionalizzazione e controllo della spesa pubblica, mediante l’eliminazione dello spreco delle risorse esistenti.
3. Riorganizzazione e dislocazione degli uffici amministrativi comunali sul territorio, in particolare nelle frazioni a maggiore densità abitativa.
4. Creazione di uno “Sportello intercultura”, a supporto dei cittadini stranieri.

TURISMO
1. Superare la frammentazione nella gestione di tutte le manifestazione che si svolgono sul territorio comunale, prevedendo un percorso di razionalizzazione, che comporti un’unica cabina di regia, a livello comunale, con ruolo di indirizzo e programmazione.
2. Favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici, con adeguati interventi che incentivino e sviluppino il turismo culturale, ambientale (ad esempio, turismo scolastico, grazie alla presenza di musei, punti di interesse storico-culturali e ricca storia della città, oasi naturale del Monte Polveracchio, oasi di Persano).
3. Elaborare politiche di sviluppo che mirino alla ulteriore qualificazione dell’offerta turistica in ambito urbano e territoriale, potenziando la ricettività del centro storico. 4. Creare iniziative commerciali e culturali nei periodi di stasi turistica (mercatini di Natale al centro storico), in sinergia con le realtà culturali presenti sul territorio e con le attività commerciali, e valorizzare maggiormente le manifestazioni già consolidate.
5. Valorizzare i contesti naturalistici, in funzione dello sviluppo di un turismo eco-compatibile, con particolare attenzione ai corsi d’acqua.
6. Realizzare un teatro della montagna.
7. Favorire il turismo religioso, con l’ausilio della Confraternite esistenti sul territorio.
8. Rivalutare le grotte dei briganti presenti sul territorio tramite percorsi naturalistici, convegni e materiale informativo. Istituire la Notte del Brigante.

FRAZIONI
1. Superare il rapporto di subalternità/conflittualità tra frazioni e centro storico e favorire tutte le azioni necessarie a recuperare unitarietà d’intenti ed equità nei rapporti con le istituzioni.
2. Potenziamento e maggior coinvolgimento delle Frazioni, con istituzioni di Comitati di frazione.
3. Creazione nelle frazioni di mini isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti.
4. Valorizzare tutte le Frazioni e le loro tipicità storiche, gastronomiche.
5. Prevedere, per una comunità che deve crescere ed espandersi, come è quella del Quadrivio, interventi di sistemazione delle piazze, cura ed attenzione all’arredo urbano.

Campagna, 8 maggio 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente