Salta il Consiglio sull’Ospedale: L’opposizione diserta

Salta il Consiglio Comunale monotematico sull’Ospedale cittadino. Assenze nella maggioranza. Le opposizoni disertano. Salta il confronto sull’Ospedale.

I consiglieri Rotondo (PD), Di Donato (Eboli Libera) Rizzo (IdV) Pasquale Lettera (API): “Comportamento vergognoso, almeno sulla Sanità locale ci si poteva sentire ebolitani, mettendo da parte le bandiere politiche”

Consiglio comunale-Martino-Melchionda

Consiglio comunale-Martino-Melchionda

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Ieri sera – si legge in un comunicato che ci è pervenuto dall’Ufficio Stampa del Comune di Eboli – è saltato il Consiglio Comunale monotematico convocato per discutere delle problematiche connesse alla sanità locale.

L’opposizione si è sottratta alla discussione,  trattenendosi nei corridoi del comune ed approfittando dell’assenza per motivi di lavoro e personali di alcuni consiglieri di maggioranza.

Difatti, erano presenti in aula, 14 consiglieri comunali di maggioranza e soltanto un consigliere d’opposizione, Gerardo Rosania.

Tutti gli altri consiglieri di opposizione hanno deliberatamente scelto di impedire la discussione facendo in modo che il consiglio non si insediasse. Difatti, al momento dell’appello, si sono allontanati dall’aula.

Esprimono grave disappunto per la mancanza di responsabilità mostrata dall’opposizione i consiglieri comunali Vincenzo Rotondo, Mario Di Donato, Francesco Rizzo e Pasquale Lettera: “E vergognoso che lopposizione si sia tirata indietro di fronte ad una tematica di così grande importanza per la nostra città. La sanità dovrebbe essere un problema di tutte le forze politiche.

Almeno in questa occasione si potevano mettere da parte le bandiere politiche e sentirsi ebolitani.

Anche su un tema di così grande interesse prevale lo sterile atteggiamento di parte, la voglia di opporsi a tutti i costi. Povera Eboli, che si è vista negare la possibilità di assumere una posizione politica unitaria a causa dellirresponsabilità mostrata da taluni consiglieri.

E chiaro il proposito di sfuggire alla discussione per sottrarsi allinevitabile atto di accusa verso la destra che governa la sanità locale.

Si è voluto maldestramente evitare di schierarsi contro chi governa la sanità locale,  soltanto perché ciò significava opporsi al proprio stesso schieramento politico, dimenticando di difendere linteresse collettivo.

Ringraziamo lunico rappresentante dellopposizione presente in aula, Gerardo Rosania, che non ha ritenuto di sottrarsi alla discussione.

Vergognosa la messa in scena consumatasi dinanzi allaula consiliare, che ha visto i consiglieri dopposizione, attentissimi alla presenza del numero legale, approfittare di alcune assenze giustificate da motivi di lavoro e personali di esponenti di maggioranza, per far saltare una discussione ed un confronto tanto importante.

Un comportamento questo che noi riteniamo gravissimo, di cui i cittadini devono tener conto.

Proprio colui che si erge a censore in ogni utile occasione, nonché medico e sapiente conoscitore dei problemi della sanità, il consigliere Lenza, è stato il più veloce ad abbandonare lemiciclo, opportunamente richiamato allordine dai suoi colleghi.

Evidentemente la sua posizione politica è particolarmente affine a quella di chi ha il potere di decidere le sorti della sanità locale.

Abbiamo perso – concludono i rappresentanti del Pd, Idv, Api e Eboli Libera unoccasione importante per affrontare il problema della sanità locale; ora ci auguriamo soltanto che questa ridicola messa in scena non abbia a ripetersi in occasione della prossima riconvocazione

Eboli, 18 dicembre 2013

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente