Petrone(PD) sui Piani di Zona e i Fondi europei: Un disastro

I Disastri dei Piani di Zona. Le sollecitazioni di Anna Petrone (Pd): Si spera nei fondi comunitari e nella responsabilità della Regione.

Il Consigliere regionale Petrone esprime la sua preoccupazione per l’utilizzo dei fondi comunitari programmazione 2014\2020 rispetto alla disastrosa situazione dei Piani di Zona. La Regione Campania prenda consapevolezza della crisi del terzo settore del volontariato sociale.

Anna Petrone

Anna Petrone

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – “Ormai sono anni che conviviamo con una situazione di mancato trasferimento di risorse nei tempi previsti, – Spiega il Consigliere regionale del Partito Democratico Anna Petrone particolarmente impegnata nel suo ruolo istituzionale specie nel settore della Sanità e dei servizi socio-assistenziali che eroga, specie quelli affidati ai Piani di Zona – di mancata sinergia in tema di programmazione, di interventi e di risorse con un peggioramento generale oltre che un indebolimento sempre più forte di coloro che sono deputati a programmare, gestire e attuare tali prestazioni.

In una situazione di drastici tagli sociali ai servizi, – prosegue Anna Petronealle persone, di mancato cofinanziamento alle cooperative, il Consigliere Regionale Anna Petrone afferma “l’urgenza di ridefinire le spese in termini di qualità e solidarietà in modo da ricostruire un tessuto sociale di accoglienza e di vita. Queste, sono le politiche sociali, uno strumento di inclusione e di sostegno di tipo universalistico a favore di tutti i cittadini”.

A tal proposito – aggiunge – confidiamo in  misure strutturali capaci di gestire in modo migliore  il prossimo ciclo di fondi comunitari 2014\2020 che in tema di trasferimenti sociali si raccomanda di rendere questi strumenti più efficaci indirizzando in maniera più mirata le prestazioni con particolari riguardo alle famiglie con basso reddito e con i figli.

– A tal proposito la Petrone segnala – l’urgenza di: comunicare ai Piani di zona il riparto relativo alle risorse per il 2014; di sbloccare il FNA al fine di poter continuare a garantire l’assistenza domiciliare ad anziani e disabili; di individuare  le indicazioni operative utili a non interrompere servizi essenziali per i cittadini per l’anno 2014.

la Regione Campania – afferma in conclusione il Consigliere Regionale Anna Petrone – prenda consapevolezza della situazione non più prorogabile in cui versa il terzo settore ed il mondo del volontariato sociale affinché adotti atti conseguenti in sinergia con i Piani di zona.

Napoli, 5 febbraio 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente