Completato il Governo: Ora le cose concrete ma senza la Campania

Governo Renzi è al completo, ora si pensi alle cose concrete. Il Consiglio dei Ministri ha nominati 44 sottosegretari di cui 9 viceministri. Campania e Sud mortificati.

Alla Campania nessun Vice Ministro e tre sottosegretari: Del Basso De Caro, Alfano e Manzione. Salta all’ultimo momento la nomina di Vincenzo De Luca alla Coesione Territoriale. Uno schiaffo che preannuncia una “rissa”.

I-44-sottosegretari

I-44-sottosegretari

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

ROMA – Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’intervento di Ettore Rosato del Coordinatore di AreaDem la componente del Pd che fa riferimento a Dario Franceschini e Piero Fassino e che ha sostenuto Matteo Renzi all’ultimo congresso Nazionale del PD, che commenta favorevolmente la composizione del Governo e la sua ultimazione con la nomina dei sottosegretari e dei Vice Ministri, ritenendo che ora è il momento di dedicarsi ed in fretta, alle cose concrete. Ecco tutti i sottosegretari e i vice Ministri del Governo Renzi (clikkare per vedere le forto)

Sebbene si comprenda l’esultanza e nello stesso momento l’importanza che il Governo, così come si è prefisso, vada ad incidere in maniera significativa su alcune questioni ritenute indispensabili per avviare concretamente la ripresa del Paese, ma soprattutto anche la necessità di colmare il gap che non aiuta affatto e anzi rallenta la ripresa, che c’é tra il Paese e il Mezzogiorno. Gap che se non viene colmato e non si interviene energicamente e in fretta sarà la rovina per il mezzogiorno, tema oggettivamente per nulla trattato sia nell’agenda politica che nella composizione del Governo, confermando la tendenza alla esclusione anche nella nomina dei 44 sottosegretari e 9 dei quali Vice Ministri, di aree importanti del Sud ed in particolare della Campania, sottostimata in ogni circostanza.

Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca

Il governo Renzi ha assegnato alla Campania tre sottosegretari e nessun viceministro: il deputato sannita e consigliere regionale del Partito Democratico Umberto Del Basso De Caro, nominato al ministero delle Infrastrutture; dell’irpino Domenico Manzione al ministero dell’Interno; e di Gioacchino Alfano per Nuovo Centro Destra che viene riconfermato. Ha escluso il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, non riconfermandolo al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, ricordando come l’esclusione sia il completamento di un disegno che lo aveva visto già protagonista nel momento in cui non gli erano state mai assegnate le deleghe per fare pressione e ottenere le dimissioni da Sindaco.

Il Premier Renzi intanto ha tenuto per se la Delega della Coesione territoriale, proprio quella che era stata attribuita dalla prima ora al Sindaco di Salerno, alcuni pensano sia un’attenzione nei confronti di De Luca non assegnarla nessuna, altri dicono al contrario che Renzi ha provato fino in fondo a sostenere De Luca contro gli attacchi del NcD e dei lettiani, altri ancora vedono in questa esclusione un incarico prestigioso extra moenia, altri ancora, i più maligni ritengono sia l’inizio del declino del Sindaco di Salerno.

Sicuramente si è trattato di una esclusione che sottolinea come il Governo parti con il piede sbagliato e come in generale sia stato completato più che pensando alla reale risposta territoriale alla risposta geo-politica. E se da una parte si è ottenuto il risultato di abbassare la media degli anni con la introduzione di tanti giovani vecchi, dall’altra ha abbassato ogni attenzione per il mezzogiorno e per la Campania. Un manrovescio che preannuncia una rissa e che inesorabilmente peserà sul destino degli italiani in generali e soprattutto di quelli del Sud.

viceministri-governo-renzi

viceministri-governo-renzi

di Ettore Rosato
Coordinatore AreaDem

Dopo la fiducia di lunedì e martedì, e il completamento della squadra di Governo con la nomina dei sottosegretari oggi, l’esecutivo di Matteo Renzi può mettersi al lavoro a pieno regime. A lui e alla nuova compagine governativa, di cui fanno parte anche molti nostri amici e colleghi di AreaDem, vanno i nostri migliori auguri per questa scommessa che raccogliamo tutti assieme, che è soprattutto una sfida per l’Italia.

Da qui l’importanza di avere un Partito Democratico unito e forte, che consenta al Governo di poter lavorare con serenità e determinazione. Non possiamo permetterci il fallimento di questa ultima chance per cambiare l’Italia e per riformare la Carta costituzionale: non mi preoccupo del futuro del PD, ma del futuro del nostro Paese.

Al suo insediamento Renzi ha anticipato una stagione di riforme molto serrate: la legge elettorale, che martedì riparte dopo la crisi di governo, con la discussione in Aula; a Marzo il Jobs Act, la modifica del Titolo V e l’abolizione delle Province. Da Luglio, con una parte delle riforme già approvate ed altre avviate, l’Italia presiederà l’Unione europea con maggiore autorevolezza, potendo imporre sul tavolo priorità che riteniamo necessario affrontare: il vincolo del 3% sul deficit/Pil, prima fra tutte.

In Europa, il Partito Democratico è oggi ancora più protagonista, alla vigilia di questo importante e delicato semestre, con l’ingresso nel PSE deciso ieri in direzione nazionale del PD. E’ un’adesione che corona un lavoro iniziato con Dario Franceschini nel 2009 quando al Parlamento europeo abbiamo dato vita al gruppo dei Socialisti e Democratici, che diventa ora la nuova denominazione del partito europeo – a congresso a Roma oggi e domani – allargando la propria identità a tradizioni e culture diverse, come è stato per il Partito Democratico in Italia.

sottosegretari-campani-Manzione-Alfano-Del-Basso-De-Caro

sottosegretari-campani-Manzione-Alfano-Del-Basso-De-Caro

La Presidenza del Consiglio comunica che: Il Consiglio dei Ministri sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Graziano Delrio. Il Consiglio dei Ministri ha nominato 44 Sottosegretari, nei limiti imposti dalla legge. Dei nuovi sottosegretari, 9 assumono le funzioni di Viceministro.

Di seguito la lista dei sottosegretari nominati dal Consiglio dei Ministri: Luca Lotti, Sandro Gozi, Domenico Minniti detto Marco (Presidenza del Consiglio); Angelo Rughetti (Pubblica amministrazione e semplificazione); Maria Teresa Amici, Luciano Pizzetti, Ivan Scalfarotto (Rapporti con il Parlamento e riforme); Gianclaudio Bressa (Affari regionali); Filippo Bubbico, Gianpiero Bocci, Domenico Manzione (Interni); Lapo Pistelli, Mario Giro, Benedetto Della Vedova (Esteri); Enrico Costa, Cosimo Maria Ferri (Giustizia); Luigi Casero, Enrico Morando, Pier Paolo Baretta, Giovanni Legnini, Enrico Zanetti (Economia); Franca Biondelli, Teresa Bellanova, Luigi Bobba, Massimo Cassano (Lavoro); Riccardo Nencini, Umberto Del Basso de Caro, Antonio Gentile (Infrastrutture); Giuseppe Castiglione, Andrea Olivero (Politiche agricole); Silvia Velo, Barbara Degani (Ambiente); Francesca Barracciu, Ilaria Borletti Buitoni (Cultura); Gioacchino Alfano, Domenico Rossi (Difesa); Carlo Calenda, Claudio De Vincenti, Simona Vicari, Antonello Giacomelli (Sviluppo economico); Vito De Filippo (Salute); Roberto Reggi, Angela D’Onghia, Gabriele Toccafondi (Istruzione).

I 9 Vice Ministri. Tra i 44 sottosegretari succitati assumeranno l’incarico di viceministri: Filippo Bubbico (Interni), Lapo Pistelli (Esteri), Enrico Costa (Giustizia), Luigi Casero ed Enrico Morando (Economia), Riccardo Nencini (Infrastrutture), Andrea Olivero (Politiche agricole), Carlo Calenda e Claudio De Vincenti (Sviluppo economico). Il sottosegretario Domenico Minniti detto Marco assumera’ l’incarico di Autorita’ delegata per la sicurezza della Repubblica.

Roma, 2 febbraio 2014

6 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente