Francesca Del Mese è stata insignita dal Governo Britannico come donna da imitare

Francesca Del Mese ha varcato il mitico n. 10 di Dowing Street per ricevere il riconoscimento di Donna che “ispira”, per l’impegno che ha profuso nel mondo a favore dei diritti umani.

Insieme ad altre donne che si sono distinte nei vari settori della ricerca, scienza, spettacolo e arte Francesca è stata ricevuta dal Primo Ministro Inglese David Cameron. Al Momento è a Misurata in Libia di supporto dell’Associazione italiana NPSG (Non c’é Pace Senza Giustizia).

Francesca Del Mese

Francesca Del Mese

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

LONDRAFrancesca Del Mese il 6 marzo scorso in occasione della festivita della donna è stata invitata a Downing Street, dal Primo Ministro inglese David Cameron per essere insignita del riconoscimento di “DONNE CHE ISPIRANO” è difficile da tradurre alla lettera, masi capisce che si tratta di donne che sono un punto di riferimento da essere di ispirazione per le altre e gli altri fino ad imitarle. Francesca Del Mese è mia nipote e questo articolo è stato scritto in ritardo proprio perché lei non voleva, visto anche il ruolo delicato che svolge e ha svolto in questi anni.

Francesca è semplice e riservata, svolge il suo lavoro in giro per il mondo e si reca nei posti più pericolosi, immaginando la preoccupazione del Padre e di tutti noi, in quelle aree così dette di crisi, dove ci sono conflitti o dove sono cessati, o ci sono sommosse e regna il disordine, insomma dove i diritti non hanno cittadinanza. E’ temeraria e coraggiosa, è abituata a lavorare senza aspettarsi nulle se non il riconoscimento dei diritti umani, promuovendo azioni che siano di protezione nei confronti dei bambini, delle donne e di tutte quelle persone che nel mondo subiscono ogni forma di soprusi e di violenze, in nome di conflitti di potere, di religione o di popoli e di etnie diverse.

Francesca-Del-Mese-n-10-Dowing-Street-

Francesca-Del-Mese-n-10-Dowing-Street-

Per questo con molto garbo mi aveva pregato di desistere. Ma se in un primo momento ho accettato, in seguito ho pensato di contravvenire alla sua proverbiale discrezione e più per appagare il mio piacere e il mio orgoglio ho fatto le mie ricerche e mi sono deciso a comunicarlo ai lettori del mio sito.

Per ricevere il prestigioso riconoscimento è rientrata a Londra dal confine Turco-Siriano, nel quale si era recata per indagare su torture, stupri e violenze ai danni dei rifugiati siriani, in precedenza era stata ad Hamman in Giordania, per impartire, sempre per conto dell’ONU, delle lezioni in appositi corsi di diritti umani a Giudici siriani rifugiati in Giordania.

Il motivo di orgoglio si è moltiplicato e rafforzato nel momento in cui il Governo Inglese ha pubblicato la notizia sul suo sito ufficiale, che presenterà i suoi tre candidati a rappresentarlo nel Commissione Europea dei Diritti dell’uomo, che sarà nominato dai rappresentanti dei suoi 47 stati membri, e Francesca è stata indicata come uno dei tre candidati della Gran Bretagna. Gli altri due sono: Il dottor James McManus, l’attuale membro del Regno Unito del CPT (che generalmente non viene riconfermato); e il Rt Hon Lord David Trimble, un membro della Camera dei Lord, ex Primo Ministro dell’Irlanda del Nord.

La-Regina-Elisabetta-Gabriele-Del-Mese.

La-Regina-Elisabetta-Gabriele-Del-Mese.

I Ministri degli Esteri dei 47 stati membri del Consiglio d’Europa voteranno per gli inizi di aprile, e ognuno dei 47 rappresentanti non può votare per il candidato del suo Paese rendendo aperta la partita. Un circostanza straordinaria che mette in evidenza tante cose, prima fra tutte, che il Governo Britannico non si è curato che Francesca Del Mese aveva sia il nome che il cognome italiano, e non si è curato nemmeno che suo padre Gabriele Del Mese, fosse un immigrato Italiano, sebbene anche lui ha dato un grande contributo alla società britannica essendo uno degli Ingegneri più bravi e più famosi del Mondo, legando il suo nome alle strutture più complicate ed avveniristiche del Mondo, opere che sono già nei libri di storia e nei manuali di architettura e di ingegneria di tutto il Mondo.

Ebbene questa circostanza andrebbe appuntata al petto dei vari Bossi, Fini, Calderoli, Salvini e tanti altri che non hanno saputo affrontare il problema degli immigrati, ricorrendo ad artifici che solo gli stupidi e chi non sa accettare che la Società è cambiata, non riuscendo a comprendere che uno Stato diventa grande quando sa accogliere chi sceglie liberamente di viverci e con il proprio lavoro, la propria cultura e la propria morale, contribuisce all’economia e alla crescita civile e democratica della società di quel Paese nel quale si è scelto di vivere e che lo ha accolto. Gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e tanti altri Paesi, i più civili del mondo hanno saputo valorizzare e proteggere chi ha scelto di “essere” dei loro.

misurata-Francesca-Del-Mese-Lezione

misurata-Francesca-Del-Mese-Lezione

Al momento è in Libia a Misurata, di sostegno all’Associazione italiana NPSG (Non c’é Pace Senza Giustizia) per indagini sulla massicce violazioni dei diritti umani. A Misurata presso l’Università locale, insieme ad un’altra esperta, la signora Amel Ouachi, Giudice tunisino, Francesca Del Mese come esperto avvocato internazionale specializzato in diritti umani, sta svolgendo per conto dell’ONU dei corsi per 20 partecipanti, tra studenti di giurisprudenza, avvocati, pubblici ministeri e attivisti per impartire lezioni sui i diritti umani. Francesca Ha molti anni di esperienza di lavoro sui crimini di guerra e sui sistemi di giustizia nei Paesi in conflitto e in quelli post-conflitto. Il suo lavoro è quello di andare nelle carceri, fare delle indagini e naturalmente per rendere i paesi autonomi insegnare ai giudici, agli avvocati e ai poliziotti come prevenire la violenza sessuale, come giungere a processi equi e come agire nei casi di persecuzione.

Lei è stata premiata dal Primo Ministro Inglese e le è stato conferito il riconoscimento di “Inspirational Women” per il lavoro che instancabilmente e con successo ha svolto e svolge nel mondo, e sempre in ragione di quel suo impegno, dei ruoli che ha ricoperto per la sua esperienza professionale maturata, è stata indicata dal Governo Britannico nella terna comecandidata a ricoprire il ruolo dimembro della Commissione Europeo dei Diritti dell’Uomo. Le numerosissime organizzazioni che sostengono i diritti umani quando hanno appreso la notizia della sua candidatura si sono mobilitate e hanno suggerito, a quanti hanno a cuore la risoluzione dei diritti umani, di inviare al Consiglio d’Europa e a tutti i Ministri degli Esteri dei 47 paesi membri un email, indicando Francesca Del Mese per le sue competenze acquisite e per le sue capacità dimostrate sul campo* (a pié di pagina l’elenco dei Ministri)

……………………  …  …………………….

Ecco l’invito per il riconoscimento che ha ricevuto image001

The Prime Minister

requests the pleasure of the company of

Francesca Del Mese

at a reception to celebrate Inspirational Women

at 10 Downing Street

on Thursday 6th March 2014, from 5.30 pm to 7.30 pm

………………………… … ………………………..

Più di 20 partecipanti, tra studenti di giurisprudenza, avvocati, pubblici ministeri e attivisti per i diritti umani, hanno partecipato al corso di formazione, tenutosi presso l’Università Misurata. La formazione comprendeva contributi di due esperti stranieri, vale a dire la signora Amel Ouachi, un giudice tunisino, che è stato coinvolto in attività di NPSG, sia in Tunisia e in Libia, e la sig.ra Francesca Del Mese, un avvocato internazionale specializzato in diritti umani. – See more at: http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&prev=/search%3Fq%3Dfrancesca%2Bdel%2Bmese%2Blawyer%26hl%3Dit%26authuser%3D0%26biw%3D1332%26bih%3D588%26site%3Dimghp&rurl=translate.google.it&sl=en&u=http://www.npwj.org/ICC/Libya-NPWJ-supports-investigations-massive-Human-Rights-abuses-Misurata.html&usg=ALkJrhja715w1W2RPBGiJ18zGaJuAvb7kQ#sthash.3NQkKFM6.dpuf

Francesca Margherita Del Mese

Francesca Del Mese

Francesca Del Mese

è nata a  Harrow, Londra è Penalista Internazionale e specialista di Diritti umani. All’età di 21 anni conseguì con Lode  una prima Laurea in Letteratura Inglese ed Italiana all’Università Anglia di Cambridge. A questa fece seguito una seconda Laurea in Legge all’Università di York ed un corso di specializzazione all’Istituto di Legge di Londra.

Nel 2004 fu ammessa ad un Master della durata di due anni con tema la  “Risoluzione di conflitti internazionali” bandito dall’Università di Queensland, in Australia, master che completò in loco con pubblico Elogio.

Mentre completava i suoi studi prese parte a diverse missioni legali internazionali in Paesi lacerati da guerre al fine di tutelare i Diritti Umani delle varie popolazioni.

Tra queste missioni umanitarie figurano permanenze a Timor Est (2003), Sierra Leone (2004) ed  Uganda (2007).

Dal 2005 al 2007 fu residente in Olanda come Legale presso il Tribunale Internazionale dell’Aia per investigare crimini contro l’umanità perpetrati durante la guerra civile in quella che era la Yugoslavia.

L’attività più recente di Francesca include molte  missioni per conto delle Nazioni Unite o del Governo Inglese,  in vari Paesi devastati da guerre. Il suo coinvolgimento è  finalizzato alla tutela dei diritti umani delle popolazioni o ad eventuali investigazioni nei  casi di torture o violenze fisiche e mentali. Questa attività le richiede normalmente periodi di soggiorno in Paesi quali Siria, Libia, Vietnam, Sudan, Sud Africa.

In occasione del giorno internazionale della Donna, tenutosi il 6 Marzo 2014 a Londra, insieme ad altre donne che si sono distinte nei vari settori della ricerca, scienza, spettacolo e arte Francesca è stata ricevuta al n. 10 di Downing Street dal Primo Ministro Inglese.

David Cameron ha elogiato il contributo di queste donne dichiarandole un esempio per la Nazione e personaggi cui ispirarsi.

……………………….  …  ……………………….

UK proposes candidates for Council of Europe torture prevention committee

Published 21 November 2013

Three candidates have been nominated to be the next United Kingdom member of the Council of Europe’s Committee for the Prevention of Torture (CPT).

The CPT is an independent expert body that inspects prisons, police stations and other places where people are deprived of their liberty. It makes confidential recommendations to governments to prevent torture and inhuman and degrading treatment or punishment.

One member of the CPT is elected in respect of each of the 47 member States of the Council of Europe, from a list of three candidates nominated by that State. A CPT member never inspects their own country.

Following an open selection process, the United Kingdom candidates are:

  • Ms Francesca Del Mese, a barrister working on United Nations projects;
  • Dr James McManus, the current UK member of the CPT; and
  • The Rt Hon Lord (David) Trimble, the former First Minister of Northern Ireland.

One of these candidates will be elected in February 2014 for a four-year term of office.

……………………………  …  …………………………….

Notizia tradotta dall’Inglese in Italiano dalla pagina Ufficiale del Governo Britannico
https://www.gov.uk/government/news/uk-proposes-candidates-for-council-of-europe-torture-prevention-committee

UK propone candidati per il Consiglio d’Europa comitato per la prevenzione della tortura.

Tre candidati sono stati nominati per la Gran Bretagna come membri del prossimo Comitato del Consiglio d’Europa per la prevenzione della tortura (CPT).

Il CPT è un organo di esperti indipendente che controlla le prigioni, stazioni di polizia e altri luoghi dove le persone sono private della loro libertà. Rende raccomandazioni riservate ai governi per prevenire la tortura e pene o trattamenti inumani e degradanti.

Un membro del CPT è eletto in ciascuno dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa, da una lista di tre candidati nominati dallo Stato. Un membro del CPT non controlla proprio paese.

A seguito di un processo di selezione aperto, i candidati del Regno Unito sono:

  • Francesca Del Mese, un avvocato che lavora su progetti delle Nazioni Unite;
  • Il dottor James McManus, l’attuale membro del Regno Unito del CPT e
  • La Rt Hon Signore (David) Trimble, l’ex primo ministro dell’Irlanda del Nord.

Uno di questi candidati sarà eletto nel mese di febbraio 2014 per un mandato di quattro anni nell’Ufficio.

……………………………….  …  ………………………………….

Ministri degli affari esteri degli Stati membri del Consiglio d’Europa

25 Marzo 2014

Albania
Signor Ditmir Bushati, Ministro degli affari esteri
Andorra
Mr Gilbert Saboya Sunyé, Ministro degli affari esteri
Armenia
Edward Nalbandian, Ministro degli affari esteri
Austria (Presidenza del Comitato dei Ministri, 14 Novembre 2013 al 14 maggio 2014)
Mr Sebastian Kurz, il ministro per l’Europa, l’integrazione e degli affari esteri
Azerbaigian
Elmar Mammadyarov, ministro degli affari esteri
Belgio
Sig. Didier Reynders, Vice Primo Ministro e Ministro degli affari esteri, del commercio estero e degli affari europei
Bosnia-Erzegovina
Signor Zlatko Lagumdžija, Ministro degli affari esteri
Bulgaria
Signor Kristian Vigenin, Ministro degli affari esteri
Croazia
Sig.ra Vesna Pusic, Ministro degli affari esteri ed europei
Cipro
Sig. Ioannis Kasoulides, Ministro degli affari esteri
Repubblica Ceca
Signor Lubomír Zaorálek, Ministro degli affari esteri
Danimarca
Sig. Martin Lidegaard, Ministro degli affari esteri
Estonia
Sig. Urmas Paet, ministro degli affari esteri
Finlandia
Sig. Erkki Tuomioja, ministro degli affari esteri
Francia
Laurent Fabius, ministro degli affari esteri
Georgia
Sig.ra Maia Panjikidze, Ministro degli affari esteri
Germania
Sig. Frank-Walter Steinmeier, ministro federale degli affari esteri
Grecia
Sig. Evangelos Venizelos, ministro degli affari esteri
Ungheria
János Martonyi, ministro degli affari esteri
Islanda
Sig. Gunnar Bragi Sveinsson, Ministro degli affari esteri e del commercio estero
Irlanda
Sig. Eamon Gilmore, Ministro degli affari esteri e del commercio
Italia
Sig.ra Federica Mogherini, Ministro degli affari esteri
Lettonia
Mr Edgars RINKĒVIČS, Ministro degli affari esteri
Liechtenstein
La sig.ra Aurelia Frick, ministro degli affari esteri
Lituania
Signor Linas Antanas Linkevičius, Ministro degli affari esteri
Lussemburgo
Sig. Jean Asselborn, Ministro degli affari esteri ed europei
Malta
Sig. George Vella, Ministro degli affari esteri
Repubblica di Moldova
Sig.ra Natalia Gherman, Ministro degli Affari Esteri e dell’Integrazione Europea
Monaco
José Badia, Ministro del governo per le relazioni esterne
Montenegro
Sig. Igor Lukšić, Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri e dell’Integrazione Europea
Paesi Bassi
Mr Frans Timmermans, Ministro degli affari esteri
Norvegia
Signor Børge Brende, Ministro degli affari esteri
Polonia
Signor Radosław Sikorski, ministro degli affari esteri
Portogallo
Sig. Rui Machete, Ministro degli affari esteri
Romania
Mr Titus Corlăţean, Ministro degli affari esteri
Federazione Russa
Signor Sergey Lavrov, ministro degli affari esteri
San Marino
Signor Pasquale Valentini, ministro degli affari esteri
Serbia
Sig. Ivan Mrkic, Ministro degli affari esteri
Repubblica Slovacca
Sig. Miroslav Lajčák, Vice Primo Ministro e Ministro degli affari esteri
Slovenia
Karl Erjavec, Ministro degli affari esteri
Spagna
Sig. José Manuel García-Margallo y Marfil, Ministro degli affari esteri
Svezia
Sig. Carl Bildt, Ministro degli affari esteri
Svizzera
Sig. Didier Burkhalter, capo del Dipartimento federale degli affari esteri
“L’ex Repubblica jugoslava di Macedonia”
Signor Nikola Poposki, Ministro degli affari esteri
Turchia
Signor Ahmet Davutoğlu, ministro degli affari esteri
Ucraina
Signor Andrii Deshchytsia, Ministro ad interim degli affari esteri
Regno Unito
Mr William Hague, Segretario di Stato per gli Affari esteri e del Commonwealth

Londra, 25 marzo 2014

16 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Davvero un onore come pochi,complimenti alla Dr.ssa Del Mese,e alla sua famiglia!

  2. E’ davvero una grande soddisfazione avere una figlia “ebolitana” sebbene nata a Londra che si distingue all’estero.
    Dall’uva buona si ottiene sempre un grande vino.
    Complimenti all’avv. Francesca e a tutta la sua famiglia:
    In primis al suo papà Gabriele.

  3. Congratulazioni vivissime alla cara Francesca per il prestigioso riconoscimento!!! Degna figlia del padre Gabriele, nostro illustre concittadino che ha saputo trasmetterLe dei grandi valori umanitari. Mi emoziona molto sapere che ci sono giovani impegnati in questi campi. Devo dire che mi sono commossa nel leggere l’articolo, scritto benissimo e col cuore dallo zio Massimo per una nipote che merita ed a cui, si vede, è legato da profondo affetto!!!

  4. Visto che la dott.ssa Francesca Del Mese opera in aree di crisi, cosa ne dite se la candidassimo a sindaco proprio qui ad Eboli?

    Porcaccia miseria, gli altri si godono il meglio del nostro paese e noi ci dobbiamo ciucciare la fuffa!!!

  5. Sarebbe una idea interessante,ma non penso che la premiata nostra concittadina lasci le bianche scogliere albioniche per immergersi nei problemi del loco natio

  6. Bravissima e complimenti a una giovane donna che dimostra con la sua vita impegnata che i giovani italiani trovano spazio solo all’estero

  7. Marco, era una battuta!
    Penso anch’io che dopo aver visto catastrofi in ogni angolo del mondo non credo che Francesca riuscirebbe a sopportare quelle che hanno fatto ad Eboli questi amministratori. Lì si che ci vorrebbe uno stomaco di ferro!!!!

    • ebolitano,la tua osservazione è anche condivisibile per buona parte,piuttosto per lei che non è nata ad eboli,ma è soltanto originaria,ci sarebbe il gap di farsi conoscere rispetto a chi ha operato per anni sul territorio.
      Anche se son convinto che in Città ci siano valide persone che stanno lontane dalla politica un po per un senso di disgusto,di algido distacco da ciò che reputano “pericoloso” e fonte di grattacapi,da un altro,come tu ben sai, ci vogliono gli appoggi delle grandi famiglie,sia da un punto di vista numerico che metaforico, del resto puoi essere la persona migliore del globo,ma senza tali premesse,sarai condannato ahinoi, per dirla con Aristotele,una potenza che non diventa atto!
      saluti

  8. Complimenti a tutta la famiglia Del Mese. Buon sangue non mente. Ma anche noi dobbiamo essere fieri che una figlia di ebolitani si fa onore in Inghilterra!

    • ..e molto meno fieri di coloro che ci hanno distrutto !! Melchionda e yesman in primis !!

    • molti di coloro che criticano martino melchionda stavano con lui in amministrazione,gli yesmen sono ovunque e si trasformano,grazie a d una opposizione quasi risibile,che scodella libri dei sogni ma che ha contro i danni di napoli e salerno targati destra su eboli e la piana,una ipoteca sulla loro futura carriera!

  9. Eboli ha prodotto tanti buoni frutti i cui semi sono oggi sparsi per il mondo. Vuol dire che ci sono stati un buon terreno di coltura e un’accurata coltivazione … A Eboli le piante buone ci sono ancora, bisogna solo sgombrare il terreno dalle erbacce, se si vuole un buon raccolto. I nostri contadini questo lo sapevano, ma oggi quest’antica saggezza sembra smarrita e si sono fatte crescere troppe specie parassite. Fuor di metafora, complimenti a Francesca Del Mese e alla sua bella famiglia che gli ha dato l’”imprinting” giusto per farle maturare questi riconoscimenti.

  10. Grande. E’veramente una grande notizia. Possibile che ai giornali nazionali sia sfuggita una notizia del genere? Immagino proprio di si. I giornali in Italia li scrivono i padroni.
    Mi sento coinvolto a livello emotivo anche se non conosco Francesca, ma conosco di fama suo padre e suo zio Massimo (admin) perche’ e’ popolare e poi e’ l’animatore di questo blog straoedinario e libero.
    Se raggiunge questi risultati Francesca sono innanzitutto risultati di una famiglia eccezionale e per questo voglio condividere con loro la gioia.
    Brava Francesca

  11. LA DOTTORESSA FRANCESCA DEL MESE HA CREATO IL SUO SUCCESSO DA SOLA,COL BINOMIO NOBILE DI STUDIO & LAVORO,COME SI SUOLE NEGLI AMBIENTI ANGLO-SASSONI, E’ DUNQUE UNA “SELF-MADE-WOMAN” E LE FA ONORE, COME FA ANCHE ONORE ALLA NAZIONE-SOCIETA’ DOVE LEI VIVE E OPERA.
    ALTRI EBOLITANI,E ALTRI CONNAZIONALI IN GENERE,DI COSI DETTO PROVATO SUCCESSO, FORSE DEVONO LE LORO CARRIERE A TESSERE POLITICHE E PADRINAGGI DI SIGNORI DELLE TESSERE, NELLA PRIMA COME NELLA SECONDA COSI DETTA REPUBBLICA,ED E’ UNA SOTTOLINEATURA DI NON POCA IMPORTANZA.
    DUNQUE UNA GRANDE DIFFERENZA,A MIO UMILE AVVISO, DI FORMA DI SOSTANZA E DI ETICA SU TUTTO,QUELL’ETICA DI STAMPO PROTESTANTE CALVINISTA CHE HA FATTO SU 20 PAESI PIU’ POTENTI SOCIO ECONOMICAMENTE AL MONDO BEN 11 DI STAMPO,RIPETO,ANGLOSASSONE!
    PENSO CHE QUESTO RICONOSCIMENTO,E LA MIA MODESTA RIFLESSIONE,AUSPICO DI CUORE, SIANO VOLANO DI ANALISI SULLA NOSTRA MISERA SOCIETA’,CHE PRIVA I CAPACI PER PREMIARE I FURBI E I COOPTATI!

  12. Caro Massimo, condivido l’orgoglio tuo e della tua famiglia per i meritatissimi riconoscimenti a tua nipote Francesca. Diamo anche atto agli anglosassoni che, diversamente da noi, sanno valutare le cose nella loro reale consistenza,riconoscendo i meriti a chi merita. Tanto di cappello. Un abbraccio.

  13. condivido appieno gli ultimi due interventi,l’avv. f. del mese ha meritato in una nazione dove il merito è la causa primaria delle carriere,qui si è frustrati per una vita se non si trova il potentato di turno,il feudatario dei voti che ti da la “spinta” per poi tenerti al guinzaglio lustri e votazioni!
    beato colui che vive in un Paese civile

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente