Amendola – Minaccia di espulsione per gli infedeli di Eboli

Riconvocato il Consiglio Comunale per il 3 novembre sotto la minaccia dell’espulsione dal PD per i Consiglieri che non voteranno il riequilibrio di Bilancio.

Amendola si interessi delle eventuali infiltrazioni camorristiche, piuttosto che disporre dei patrimoni personali dei Consiglieri.

La Corte dei Conti interviene sul recupero delle somme sui singoli Consiglieri
Enzo Amendola

Enzo Amendola

EBOLI– Le dimissioni del Sindaco di Eboli Martino Melchionda rischiano di diventare un caso politico Nazionale per lo scivolone che ha preso il Segretario Regionale.  Melchionda si è dimesso perché alcuni Consiglieri comunali del Partito Democratico hanno disertato il Consiglio Comunale nel quale si sarebbe dovuto discutere del riequilibrio di Bilancio per ripianare debiti fuori bilancio per circa 1 milione di euro.

Anche se tutti si aspettavano il peggio, nella giornata di ieri era sembrato che diverse anime del PD stessero per raggiungere un accordo che sarebbe servito per cercare di concludere il mandato e poter in qualche modo rilanciare l’Amministrazione e giustificare una ricandidatura di Melchionda.

L’accordo sul quale si lavorava prevedeva l’azzeramento della giunta e delle cariche più importanti ed il ridisegno di un nuovo organigramma a sostegno di un programma politico di spessore. Un organigramma composto da 5 assessori, lasciando aperta la possibilità di occupare le altre 5 caselle ai partiti che ne volessero far parte e alla società civile. Il sindaco con grande senso di responsabilità, riconoscendo l’importanza di una guida politica in un momento così delicato, aveva accettato e fatta sua la proposta di azzeramento totale.

Inopinatamente, e pare dopo un intervento di qualche regista che aveva tutto l’interesse affinché non si aggiustasse nulla,  si è cambiato rotta ed è volata via ogni speranza di ricomposizione politica del PD e della Maggioranza. Si è rotto il tavolo, il Consiglio è andato deserto, il Sindaco Melchionda si è dimesso, è stato investito il neo Segretario Regionale Enzo Amendola, il quale  in una nota minaccia di espellere i consiglieri comunali che non si sono presentati in Consiglio.

Il caso sicuramente approderà su altri tavoli e desterà scalpore per lo scivolone “guidato” del Giovane Amendola.

Premettendo che è stata una cosa saggia riconvocare il Consiglio per cercare una ulteriore via di uscita allo scioglimento, va ricordato che le posizioni dei consiglieri comunali assenti sono ben diversificate: quella dei così detti cuomiani, Vastola, Mastrolia e Gaetano Cuomo, da tempo non partecipavano alle sedute comunali, precisamente da quando il Sindaco cacciò letteralmente e senza nessuna motivazione politica apparente, se non quella di individuarli come non “allineati” gli assessori Consalvo, Morrone e Infante, e per lo stesso motivo spodestato da Capo gruppo Vastola, come aveva fatto in precedenza con Capaccio e ancora con Campagna e Consalvo, e da allora non hanno condiviso nè la gestione politica ne tanto meno quella amministrativo-gestionale; quella di Cillo, Rotondo e Trevisant fino ad ieri sostenitori agguerriti del Sindaco e della Giunta Melchionda ed evidentemente fino ad ieri condiviso scelte e gestioni politiche e amministrative.

Martino Melchionda

Martino Melchionda

Precisato questo è opportuno ricordare al giovane e neo eletto Segretario Regionale, che in questa vicenda ha mostrato tutta la sua inesperienza: I debiti fuori bilancio ammontano ad una cifra vicino al MILIONE di euro e sono spese fatte senza copertura finanziaria e senza essere state preventivamente programmate; Il riequilibrio è un atto contabile e a fronte di una relazione negativa dei revisori dei conti, i quali va ricordato al giovane Amendola, vengono eletti dalla maggioranza e dalla opposizione, i consiglieri comunali votandolo si assumono tutte le responsabilità amministrative e per questo ne rispondono con i patrimoni personali; la reprimenda che lo stesso segretario vuole portare in essere con una eventuale sospensione confligge con il principio della lealtà politica, in quanto l’approvazione di quel documento già macchiato da una relazione negativa del controllo revisionale, è una esaltazione della immoralità, sostenendo e premiando la cattiva amministrazione e le spese estranee ai bilanci preventivamente approvati, per i quali chi ha inteso spendere quel MILIONE di euro ha evidentemente soddisfatto pratiche di urgenza non previste ma nella totalità dei casi a pratiche clientelari.

In tutta sostanza, può il segretario, imporre ai singoli consiglieri di votare un atto contabile su debiti per i quali la Corte dei Conti potrebbe condannarli, e per questo disporre del patrimonio personale dei singoli Consiglieri?
Il segretario viene dalla scuola di Antonio Bassolino, evidentemente si è distratto in quella scuola quando si è trattato questo argomento.

Il Segretario Regionale Amendola farebbe bene ad occuparsi di Castellammare di Stabia e delle infiltrazioni camorristiche riscontrate nel tesseramento, e farebbe bene ad interessarsi del tesseramento di Eboli e di tutte le denunce fatte circa probabili infiltrazioni di soggetti poco raccomandabili, o di dipendenti di tutte le Società che operano nel territorio comunale e che hanno vinto appalti con il Comune. Ha che titolo si sono iscritti, chi li ha sollecitati, perchè si sono iscritti proprio al PD.

Il Segretario Regionale Amendola si interessi di personaggi che hanno avuto benefici a seguito della rinuncia da parte del Comune di Eboli degli USI CIVICI sui terreni dell’Istituto Orientale, e che si sono iscritti al Partito Democratico, perché notoriamente legati ad alcuni personaggi dell’Amministrazione. Renda pubblici gli elenchi,  li comunichi alla Procura della Repubblica di Salerno, perché si accerti se vi siano infiltrazioni camorristiche o di altro genere o natura e poi si informi sulla natura dei debiti fuori bilancio e chi li ha contratti, e sulle circostanze che hanno portato all’isolamento dell’Amministrazione per due anni da tutti gli alleati tradizionali e del Partito Democratico stesso, e si ricordi che il Sindaco ha aderito al PD solo un mese fa? Dopo che si è fatto tutte queste domande e si è fatto venire la memoria, può anche espellere chicchessia.

Una cosa è certa, l’Amministrazione “rantola” ed è lontana dai cittadini e vicina a pochi interessati, come lo stesso misterioso sondaggio che la stessa Amministrazione ha commissionato. Sondaggio che bocciava senza appello l’Amministrazione, e facendo una netta distinzione salvava senza equivoci il personale.

Per come stanno evolvendo i fatti intorno al PD, non si può che convenire, che il Partito Democratico nasce con troppi problemi, ereditati da persone che si portano dietro il loro modo di rapportarsi alla politica che gli stessi elettori del PD non vogliono e che sono stati già condannati dalla storia politica recente e che rappresentano il vero ostacolo al rinnovamento.

10 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. “Il segretario viene dalla scuola di Antonio Bassolino, evidentemente si è distratto in quella scuola quando si è trattato questo argomento.”

    Con grande rispetto, si informi prima di scrivere cose infondate. Non per il bene dell’aminiztrazione Melchionda, ma per il bene dell’informazione. Le basti valutare l’operato di Amendola come coordinatore di ReD Campania, capirà che la sua affermazione è paradossale!

    • Per Amante della buona informazione,
      il mio è solo sarcasmo, ma capirai che prima di rilasciare delle dichiarazioni ufficiali, quanto meno si sarebbe dovuto informare, come mi risulta abbia fatto in queste ultime ore, e proprio per questo sono sicuro che recupererà lo scivolone, ripeto, causato solo dalla sua poca esperienza rispetto agli atti amministrativi.
      In ogni caso, nessun Segretario politico può imporre a chicchessia di votare argomenti che implicano scelte che portano a pagare personalmente e con il proprio patrimonio personale, scelte amministrative poco accorte, per le quali la Corte dei Conti, che è la Magistratura Contabile, pretende poi il risarcimento del danno. Tutto qui e solo per il bene dell’informazione.

  2. Paradossale l’uscita del segretario regionale del PD. E’ il segno che il PD ha smarrito, in Campania, ogni buon senso. Amendola rafforza l’idea di un partito arroccato nella gestione del potere. La scuola di Bassolino ha fatto proseliti. A casa, devono andare a casa! Hanno rovinato questa città, il Sindaco e i ciarlatani al suo servizio. Eboli non li merita. Hanno tradito la fiducia espressa dai cittadini, con un modo arrogante di gestire la res pubblica; distante dalla gente e dai problemi reali; incentrato sugli interessi economici molto privatistici; fuorviante rispetto alle esigenze di sviluppo socio-economico della città.
    Se questa può essere considerata una “sana amministrazione nell’interesse della comunità” significa che si è smarrito il più piccolo barlume di lucidità, serietà e coerenza. Ma davvero chi amministra una città può pensare che gli elettori siano così “fessi”? La prova del 9 avverrà a marzo, quando Eboli avrà il coraggio e la forza di cambiare pagina. Cambiare per sperare, cambiare per resistere, cambiare per rinascere.
    In questo tragitto, non più lontano, anzi, molto verosimile il centro destra, in primis il PdL avrà l’onere di proporre una alternativa seria e coerente con il bisogno di cambiamento, consapevoli che proporsi e vincere sarà un impegno complesso a partire dall’obbligo di risanare le casse comunali e mutare il malcostume sinistroide che ha imperversato.
    Ma occorre farlo e lo faremo, a prescindere dalle idee e appartenenze, insieme a tutti i cittadini che avranno voglia di contribuire al cambiamento, in nome della liberazione da codeste mediocrità politiche.

  3. espulsione, non sospensione. e in questo c’è poco da gioire, ma credo sia necessario

  4. bravo giovanni.il PD ci ha stancato.melchiomda cuomo conte vastola capaccio consalvo cillo rotondo di dio elaion trevisant magliano il campagnese marisei rizzo mastrolia il segretario provinciale e quello regionale come si chiama ammendola o amendola – e chi se ne fotte- io da votante alle primarie e da iscritto al Pd mi VERGOGNO.IL CENTRO DESTRA mi indica una persona credibile e sarà la mia bandiera.Conta la credibilità degli uomini i valori sono stati annullati.Conte candidato nel nuovo psi con berlusconi e per fortuna non eletto oggi membro nazionale del pd sponsor dell’area BASSOLIANA IN CAMPANIA.Per noi ebolitani che lo abbiamo adottato è una VERGOGNA per fortuna che è nato a piaggine e non a eboli.ci ha incantato nel passato ora può incantare solo quei poveretti e furbetti della ss 18.la furbizia non ripaga.c’è ancora tempo per risvegliarsi.

  5. nu milione u anema ru purgatorio

  6. Per Gli EBOLITANI ,se vanno a leggere i documenti del riequilibrio in verità,da quanto si dice Rotondi,Cillo hanno approvato il documento economico gìa in commissione.Poi cari denigratori il riequilibbrio di circa un milione di euro è frutto di sentenze del tribunale e spese legali precedenti alla gestione Melchionda che sono state trasmesse dal tribunale nel dicembre del 2008.Come sà il direttore di questo blog sono somme che sono frutto di fatti relativi ad espropri per opere pubbliche rivalutate realizzate più di venti anni fà.Correttamente il direttore prima di parlare di clientelismo per una informazione poco precisa e non vera elanca i le somme di requilibrio farebbe un bel gesto,e alcuni ,informati amici di questo blog non potrebbero sputare veleno ,perchè se conoscono le regole giuridiche,le senteze non si possono negare.Allora i nostri sei eroi (consiglieri) che se hanno letto i documenti non sono responsabili di NIENTE,chiedano al segretario è solo una presa d’atto delle sentenze che gli attuali consiglieri sono venuti a conoscenza per atti amministrativi di oltre venti anni.Cari ebolitani la verità che si sussurrà nella città e quella di non far arrivare il sindaco melchionda a fine mandato,per inpallinarlo,azzopparlo,per indeboliro,questa strategia è chiara e d i consiglieri che hanno disertato il consiglio comunale,non hanno avuto il coraggio di andare in consiglio comunale a spiegare il loro dissenso con voto contrario, perchè sanno la verità e farebbero una figuraccia.Preferiscono fare parte dei Congiurati.A proposito il segretario regionale invita ai suoi iscritti a presentarsi nelle assisi certo non obbliga il voto positivo o negativo.pertanto credo che faccia bene che si informi della verità anche perche questi signori lo hanno votato in massa e se no sbaglio Vstola è stato eletto all’assemblea regionale del PD votando Amendola.La verità come vanno dicendo sui marciapiedi i nostri eroi e che c’è un progetto,un patto scellerato tra chi ha condiviso e votato il documento programmatico del sindaco(una congiura),con l’obbiettivo di abbattere Melchionda architettato da tempo ed anno alzato il tiro.Perchè leggittimo che a fine legislatura vi fossero altre candidature,ma questo ai nostri eroi ,non stà bene .Ebolitani questi eroi illusi da prebende fanno perdere la città e se fregano.Esempio 70 miloni di euro per il patto di reciprocità,i lavori di sistemazione della statale ss91 madonna delle grazie epitaffio,messa in sicurezza della strada di PRG (via S.Pertini) Aprovazine del del nuovo piano Urbanistico PUC Approvazione dei PUA di Corn o D’Oro,S Cecilia,S Andrea non facendo ripartire le costruzioni. Tutto questo gli eroi ne parlassero, vorrei interventi sulla stampa su fatti e non illazioni e pregiudizi cattiverie.PARLINO e non si nascondessero

  7. Non so come andrà il 3 nov., ma di sicuro trattasi di un’esperienza politica che per me e forse per tanti altri è finita definitivamente. C’è un pò di stanchezza credo in tutti noi, quasi lo sforzo ad andare dietro a questa politica degenerata che io non capisco e forse tanti ebolitano stentano a capire. Molta ipocrisia molte falsità nelle stanze si dicono alcune cose e alla gente se ne dicono altre. Ormai siamo un pò stanchi, il popolo ebolitano credo che sta guardando avanti da un bel pò e l’unico a non accorgesene è il sindaco di eboli o a lui conviene non capire. Abbiamo bisogno di una Nuova Classe Dirigente che guardi solo al bene della nostra città, chiediamo tropo, Basta con gli analfabeti tra i banchi del consiglio, si qualcuno dirà sono stati eletti, ma basta, con chi non sa neanche leggere una delibera, penso che per il momento è meglio stare lontano da questa specie di politica è meglio per la ns.salute, vediamo se con le primarie sarà scelto un candidato del c.d. chissà? sarebbe un’idea, visto i soliti nomi che circolano. Inviterei l’amico admin a lanciare tale proposta perchè il pdl ad eboli è bloccato, occorre dare una spinta. grazie e complimenti

  8. La speranza per gli Ebolitani è che venga eletto un Sindaco e i componenti della giunta che potranno accollarsi l’onere di tutti i guai fin qui procurati da parte di TANTI assessori succedutisi non all’altezza, anche e soprattutto di un ruolo politico COERENTE da mettere a servizio della Città. D’altra parte non poteva essere diversamente visto che la maggior parte di quelli che hanno ricoperto il ruolo di assessori non solo non hanno fatto “gavetta” in politica e soprattutto non avevano i TITOLI in tutti sensi per svolgere la propria mansione. Per alcuni poi quotidianamente lo si è potuto constatare nei lavori che fanno per vivere, dove dimostrano scarsa produttività e grossa incapacità.
    Per non parlare poi dei consiglieri comunali, professori, medici, impiegati statali e qualche disoccupato ufficiale che pur godendo dei benefici di Legge per assentarsi dal lavoro statale che sulla carta occupano, non hanno svolto il ruolo a cui gli elettori li avevano chiamati a svolgere preoccupandosi soltanto del che “MI TOCCA A ME” e a fare gara per spartirsi i biglietti degli spettacoli svoltisi al Palasele e cosa più grave trasferirsi da un gruppo o partito all’altro come niente fosse.

  9. Della serie: DILETTANTI ALLO SBARAGLIO,il precedente segretario non sarebbe mai caduto in una corbelleria simile,l’attenzione ai bisogni della collettivita’ val bene una presa di distanza se benefica finanziariamente e moralmente,continuare ad assumere oneri finanziari non onorabili e’ di contro un suicidio politico

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente