Forza Italia: “Ripianati” i debiti con l’apporto dei Trasformisti di turno

Per il Gruppo di FI l’approvazione della manovra finanziaria del Comune: ” Una montagna di debiti ha partorito una pantegana di tasse”.

Arriva a Eboli una stangata che prosciuga gli 80€ di Matteo Renzi. Una famiglia di tre componenti e con una casa di 80 metri quadri sul Viale amendola, pagherà per tutti i tributi in media una somma pari a €1200,00 all’anno.

Vito-Busillo-Damiano-Cardiello

Vito-Busillo-Damiano-Cardiello

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Damiano Cardiello e Vito Busillo del Gruppo consiliare di Forza Italia di Eboli interviene in merito al tanto temuto e posticipato (a dopo le elezioni) consiglio comunale, che ha approvato la Manovra Finanziaria con l’apporto dei trasformisti di turno i regolamenti, con relative tariffe, della Imposta Unica comunale (IUC).

“Questa tassa – spiegano i due esponenti politici di Forza Italia – raggruppa tre differenti tributi: l‘IMU sugli immobili, la TASI per i servizi indivisibili quali manutenzione stradale(sic!) e pubblica illuminazione, la TARI che rappresenta la vecchia tarsu/tares per lo smaltimento rifiuti.

Non stiamo qui a dirvi che arriverà una stangata tale da prosciugare i famosi 80€ del Matteo Renzi, ma vorremmo attirare l’attenzione su questa delibera che vi allego.

Come noterete, – proseguono Cardiello e Busillo – le tasse sono e rimarranno per dieci anni ai massimi di legge consentiti: l’Imu sulle seconde case è al 1,06%; la Tasi al 2,5 per mille su tutte le prime case; la Tari conferma gli aumenti del 25% rispetto la vecchia Tarsu; l’IRPEF, già varata, allo 0,8%.

Una famiglia composta da tre componenti – fanno i conti i due forzisti – e con una casa di 80 metri quadri sul Viale amendola, pagherà per tutti i tributi in media una somma pari a €1200,00 all’anno. Se moltiplicate questa cifra per i dieci anni previsti, ogni famiglia ebolitana sborserà un qualcosa come 12.000€ l’equivalente di una Fiat Cinquecento nuova, chiavi in mano.

Non ci sono sconti per i cittadini onesti, tutti dovranno ripianare i 45.000.000€ di debiti prodotti dalle amministrazioni Rosania/Melchionda.

Tra il comunicato stampa del Sindaco – concludono i Consiglieri del gruppo FI Damiano Cardiello e Vito Busillo – che mira a confondere la gente immaginando Eboli come un’isola fiscale felice che è vicina ai bisogni delle persone e il nostro che delinea quanto scritto in delibera (in allegato), dal 16 giugno i cittadini capiranno quale corrisponde a verità, iniziando a versare quanto richiesto.

Siamo sicuri che gli ebolitani hanno capito da che parte stare alle prossime elezioni.”

Eboli, 31 maggio 2014

8 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. embè, accussì vuoi tenè a casa ncoppa o vial. paga , paga!!!!

  2. Ho sempre votato per amministrazioni di centrosinistra fin dal 1996,quando votai per la prima volta anche alle amministrative ed alle ultime comunali del 2010 votai per Melchionda sindaco e per un consigliere che lo sosteneva (poi risultato non eletto); l’anno venturo mi guarderò bene dal commettere un simile errore,dato che l’attuale amministrazione comunale ha ridotto Eboli ALLA FAME con tasse insostenibili,finanze disastrate e attività commerciali e piccolo-imprenditoriali che aprono il lunedì e chiudono il martedì sommerse da una valanga di tasse.

    Sono meravigliato dal fatto che Eboli e la sua amministrazione fallimentare rappresenti un unicum nella provincia di Salerno; esistono realtà giovani ,dinamiche e positive come ad esempio Pontecagnano,di cui si parla in questo blog :

    https://www.massimo.delmese.net/71863/pontecagnano-proposta-di-sel-sui-tributi-locali/

    https://www.massimo.delmese.net/72173/pontecagnano-passano-le-modifiche-del-pd-per-abbassare-le-tasse/

    dove fiscalmente sono più “umane” anche le amministrazioni di centrosinistra,dove si tiene conto del mercato,delle piccole attività imprenditoriali e non si va certo ad oberare i cittadini con i tributi al massimo, causandone la morte economica.

    Personalmente creso che dopo 20 anni di amministrazioni di centrosinistra,ad Eboli sia arrivato il momento di dare una possibilità agli altri colori politici : mai più Rosania,Melchionda & co.,almeno da parte mia.

    Ne approfitto infine per chiedere a achi vorrà rispondere se,una volta certificato il disastro contabile del comune di Eboli (per il quale sarebbe stato meglio dichiarare dissesto e amen,così da congedare l’attuale amministrazione) e concordato il piano di riequilibrio pluriennale dei conti,non sia possibile rendere tale piano più morbido e dilazionato in più anni,evitando di portare i tributi locali ai massimi nei prossimi anni.

  3. @ vincenzo
    ma prima di scrivere, questo post hai fumato qualcosa di molto potente ???? sei totalmente asllucinato o meni stronzate a prescindere? non perché tu non abbia ragione sulle tasse o altro, ma perché porti ad esempio Pontecagnano un paese morto, ucciso commercialmente dal Maximall, dove non ci sono relazioni sociali (manca il bel Viale Amendola), dove i ragazzi appena possono fuggono a Salerno, dove un Sindaco amministra da 20 annni, direttamente e indirettamente, dove un sindaco è stato inquisito per la P4, dove un magistrato quotidianamente sequestrava villette e palazzi abusivi., dove la litoranea è luogo e ritrovo di donnaccie e malaffare. ma di che cazzo parli , non menate stronzate solo perché non avete avuto il contentino promeso in campagna elettorale

    • Moderiamo i toni,va bene?
      Io non ho fumato assolutamente nulla,casomai ad essersi fumato il cervello è l’intera amministrazione comunale oppure chi continua a difenderla con argomentazioni che mi paiono francamente insostenibili…chiaro ?
      Detto questo,e ribadito che fin da quando ho diritto di voto ad Eboli ho sempre votato per amministrazioni di sinistra o centrosinistra,ma che ora sono deluso e quasi imbufalito,aggiungo anche che di Pontecagnano non mi interessa nulla,l’ho menzionata solo per dimostrare che,se è vero che le numerose attività piccolo-imprenditoriali sono in difficoltà,almeno lì si tenta di andar loro incontro con TASI,TARI e IMU non spropositate come invece accade ad Eboli.
      E non è finita.
      Punto primo : vogliamo parlare del Maximall ? Bene,parliamone : se è vero che il Maximall uccide commercialmente Pontecagnano,la stessa cosa sta lentamente accadendo ad Eboli col CC Le Bolle: decine di piccole attività,a conduzione familiare e non, che chiudono,e chi si è visto si è visto.
      Punto secondo: vogliamo parlare delle donnacce di malaffare che popolano il litorale a Pontecagnano ? Benissimo : anche ad Eboli,per la precisione zona Marina di Eboli (loc. Campolongo) ce ne sono a bizzeffe,perdipiù accolte da confortevolissime “piste” chiavab…ehm volevo dire “ciclabili” realizzate da non ricordo quale amministrazione comunale;

      Punti 3 e 4 : il sindaco indagato per la P4 (che non so cosa sia) ? L’hanno capito anche i muri che in Italia la magistratura spesso si muove con finalità politiche.Le villette abusive ? Su quelle forse ti dò ragione,ad Eboli non ce ne sono perché abbattute a fine anni ’90 su ordinanza di un sindaco (Rosania) che qualcosa di buono fece.Salvo poi lasciare che il litorale si popolasse delle più diverse “umanità” di cui ho già parlato sopra.E poi ad Eboli come scappatoia all’abusivismo c’è il trasformismo,come si legge qui :

      http://www.eolopress.it/eolo/index.php?option=com_content&view=article&id=3626:eboli-se-lassessore-tiene-famiglia

      Infine i giovani che scappano.Scappano anche da Eboli eh…non è che la nostra città rappresenti un’eccezione alla regola che sembra riguardare un po’ tutta la Campania e il Meridione.E come ciliegina sulla torta,non poteva mancare neanche un’addizionale comunale elevata allo 0.8% (massimo di legge) su lavoratori dipendenti e pensionati,tanto per “salvare” almeno loro dalla catastrofe.

      Cosa dire alla nostra cara amministrazione ebolitana ? Non mi esprimo,lo lascio immaginare a chi leggerà,anche perché di certo non sono belle parole.

  4. PIENAMENTE CONDIVISIBILE,UN PAESE DORMITORIO COME PONTECAGNANO O LA STESSA BATTIPAGLIA,NON POSSONO PARAGONARSI AD EBOLI PER STORIA E CULTURA,BATTIPAGLIA UN TEMPO VANTAVA UNA VITALITA’ INDUSTRIALE ED ANCHE COMMERCIALE,QUEST’ULTIMA ERA COME SUA DIRETTA FILIAZIONE,MA ORA E’ IN PREDA AD UNA CRISI IN PROPORZIONE SUPERIORE AD EBOLI.
    BATTIPAGLIA COMMISSARIATA IN 20 ANNI QUATTRO VOLTE,PONTECAGNANO CON SICA,ATTENZIONATO DALLA PROCURA E SEMPRE NEL CENTRO DEL MIRINO DI VELENOSI SOSPETTI,AL CONFRONTO EBOLI E I SUOI INNEGABILI PROBLEMI SONO QUASI IL PAESE DEL BENGODI!

  5. Ma davvero vincenzo …come faceva notare avvelenata …

    1.Pontecagnano è un paese morto, ucciso commercialmente dal Maximall …. Eboli è stato ucciso dalle Bolle e dall’outlet
    2. dove non ci sono relazioni sociali (manca il bel Viale Amendola)….. viale deserto dopo le otto
    3. I ragazzi fuggono a Salerno….uguale a Eboli
    4. dove la litoranea è luogo e ritrovo di donnaccie e malaffare…. la marina di Eboli invece di più
    5. Anche qui il colore è lo stesso da ventanni…. ci manca solo la P4.

    Davvero vincenzo…. come puoi paragonare…non dire queste cose, perché se no fai arrabbiare chi il contentino promesso in campagna elettorale lo ha avuto e spera di averlo ancora.

  6. Non preoccupatevi che i prossimi contentino saranno dei nuovi piddini,la destra e la vecchia sinistra dono fuori dai giochi.

  7. @ vincenzo
    preferisco non risponderi altrimenti genero ancora più confusione nella tua mente già altamente confusa. ti dico solo fai discorsi di destra (la magistratura e altro) e poi dici di aver votato il centrosinistra….. se questa non è confusione….meditate gente, meditate. evviva la follia evviva martino

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente