Cardiello riceve l’investitura: É Candidato a Sindaco di Eboli

Il trentenne avvocato, candidato ufficiale di Forza Italia, Damiano Cardiello inaugura la sede elettorale, battezzato da Di Giorgio e Casciello e da tanta gente.

In un bagno di folla, perlopiù under 30. L’enfant prodige della destra cittadina esordisce nell’agone delle comunali 2015 da Candidato Sindaco, leitmotiv dell’incontro: il rinnovamento della classe dirigente locale e la trasparenza nella gestione della cosa pubblica.

Giuseppe-La-Brocca-Gigi-Casciello-Mimmo-Di-Giorgio-Damiano-Cardiello.

Giuseppe-La-Brocca-Gigi-Casciello-Mimmo-Di-Giorgio-Damiano-Cardiello.

di Marco Naponiello
per (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI Al civico 93 del centralissimo viale Giovanni Amendola di Eboli, mercoledi scorso, Damiano Cardiello ha esordito nella campagna elettorale 2015 da Candidato a Sindaco di Eboli di Forza Italia e della Coalizione di Centrosinistra, in una ressa di amici e simpatizzanti che stanziavano davanti alla sede elettorale già da qualche minuto. A Mimmo Di Giorgio, sindaco di Montecorvino Pugliano, ma specialmente commissario cittadino di Forza Italia, partito di riferimento del candidato, è toccato il compito di introdurre l’incontro: “Il mio compito? – ha esordito – posso dirlo con soddisfazione qui è finito, sarò breve nella tempistica del mio intervento come suggeritomi,e ci tengo precisare che sono contento dei risultati raggiunti, al di fuori del rammarico su alcune notizie tendenziose uscite sui media locali, su tutta la vicenda,ha concluso con una frase di Giorgio Almirante sulla speranza – noi stiamo raccogliendo una scommessa, rompendo con il passato e volendo creare per questa città una speranza di cambiamento, capovolgendo dei sistemi di potere consolidati che rendono asfittici le possibilità di un effettivo ricambio di classe dirigente e generazionale, vogliamo creare un investimento sulle nuove leve e son contento questa sera della forte presenza di tanti ragazzi”. 

Casciello-D Cardiello

Casciello-D Cardiello

A seguire un breve saluto dell’ex consigliere comunale Giuseppe La Brocca, la parola è passata al giornalista e portavoce salernitano  di Forza Italia Gigi Casciello, candidato alle regionali con FI, il quale ha tenuto a precisare che “..è vero che Forza Italia sta facendo uno sforzo di rinnovamento, ma noi siamo e rimaniamo padroni in casa nostra nella scelta dei candidati, rivendico la mia amicizia con Massimo Cariello, ex assessore provinciale con Andria e Villani  e con amicizia dico, le conversioni di cui siamo lieti di un ex comunista ben vengono, siamo in periodo pasquale, ma non esageriamo, con l’appoggio di una leader nazionale come Mara Carfagna e del senatore Franco sul territorio in funzione di aggregante, siamo sicuri di potercela fare!L’ex direttore di “Il Salernitano” ha poi rivendicato con orgoglio la sua appartenenza al partito dal 94, augurandosi un futuro sindaco forzista essendo come minimo certo del ballottaggio, con l’auspicio che gli “altri”, riferendosi al gruppo dei dissidenti, non remino contro.

Il quarto passaggio oratorio è stato il clou della serata, il discorso del candidato ufficiale del partito di Silvio Berlusconi, il giovane Damiano Cardiello: “il significato dell’hashtag arianuova, vuole avere il messaggio di un cambiamento, dal profilo basso, fatto di contenuti lineari e da persone che non sono state in politica in precedenza e che vogliono realizzare un sentito cambiamento, in umiltà senza gridare come fanno glia altri attaccando sul personale, ci consideriamo il vero nuovo che avanza, in coerenza con tanti giovani nelle liste ed il reale effettivo coinvolgimento della società civile eburina..continuando – in caso di vittoria il municipio sarà una “Casa di Vetro”, trasparente ed accessibile alla cittadinanza con una rendicontazione trimestrale dell’operato, in una ottica efficientistica-aziendalistica, adiuvato da un programma snello di soli sei punti prioritari,sarà alla base della mia azione di governo cittadino“.

Casciello-Di Giorgio-Cardiello

Casciello-Di Giorgio-Cardiello

  1. Moralizzazione della vita pubblica verso i cittadini prima che verso la politica.
  2. Edilizia settore trainante da forti ricadute economiche, modificare il Piano Regolatore Generale della giunta di Gerado Rosania di cui Cariello faceva parte.
  3. Sicurezza come bene collettivo, al centro dell’agenda politica.
  4. Commercio rilanciarlo con sgravi fiscali per gli under 35 e con altri incentivi verso la classe mercantile tutta.
  5. Zona P.I.P., ad oggi deserta, usato come pascolo di pecore, frutto delle scempiaggini dei “piani proletari” voluti da Rosania e Cariello, e oggetto di sentenze di condanna a carico dell’ente comune, che hanno contribuito a portare il disavanzo comunale alla cifre monstre di 50 milioni di euro.
  6. Marina di Eboli, ancora da bonificare, la retorica della Rimini del sud non regge,dove spadroneggiano prostitute e stranieri a tutte le ore del giorno, invece gli stranieri regolari e in primo luogo i 1200 rumeni, debbono essere integrati rendendoli partecipi delle scelte collettive, e non soltanto allettati per il voto in tempo di elezioni.”

Il candidato ha poi invitato i presenti a un rendez vous il 19 aprile in Piazza della Repubblica per il comizio di prammatica e aggiungendo come egli creda in questa avventura tanto da aprire altre quattro sedi, una al centro storico, un’altra in piazza, e due alle periferie, Corno d’Oro e Santa Cecilia, per dare un messaggio di attenzione e di non abbandono, e giù la stoccata finale ai competitors interni : “ci volevano eliminare con una vergognosa compravendita di candidati, ma non ci sono riusciti!” Dopo la chiusura della convention e un rinfresco gentile offerto ai simpatizzanti, Damiano Cardiello staccatosi dagli abbracci e baci di rito ha concesso in esclusiva a POLITICAdeMENTE una breve ma intensa intervista:

Damiano Cardiello

Damiano Cardiello

Grandissima serata di democrazia ed entusiasmo, contornata da una presenza di tanti giovani che per la prima volta si avvicinano alla politica, ed arricchita dalla presenza di Di Giorgio e Casciello, che hanno voluto onorarmi della loro presenza. In modo particolare la presenza dell’ex commissario pone fine ad una querelle, e qui si è tolto un paio di sassolini il giovane legale, durata da diversi mesi insieme ad alcuna stampa “foraggiante” ebolitana, si è fatta chiarezza sulle scelte cosi siamo pronti ad iniziare la nostra avventura, certi di essere la novità assoluta del panorama cittadino,l’operazione “cavallo di Troia” è cosi miseramente fallita da chi l’aveva perpetrata, i nostri avversari auspico che capiscano finalmente che si è concluso un triste ciclo, e son certo che Eboli ha recepito il messaggio di rinnovamento che si è mandato questa sera”.

In ultima analisi, si può considerare davvero una ottima “prima”, per dirla in gergo teatrale, a favore del trentenne candidato forzista, e chi volesse etichettarla con una certa sufficienza, la sua candidatura, solamente vista come l’uzzolo velleitario di un figlio d’arte, (in specie nel campo ex PDL) potrebbe avere amare sorprese, il ragazzo dalla faccia pulita, mostra idee chiare ed una fine comunicativa unita ad una consumata padronanza scenica: alcuni mormorano sicuri: “Lui è il futuro del centro destra nella piana del Sele“.

……………………….  …  ……………………….
Foto Gallery

Damiano Cardiello

Damiano Cardiello

Damiano Cardiello2

Damiano Cardiello2

 

Comitato elettorale Cardiello-Pubblico

Comitato elettorale Cardiello-Pubblico

Comitato Elettorale-Damiano Cardiello-Pubblico

Comitato Elettorale-Damiano Cardiello-Pubblico

Cardiello Sindaco Comitato elettorale

Cardiello Sindaco Comitato elettorale

Comitato Elettorale Cardiello sindaco-Pubblico

Comitato Elettorale Cardiello sindaco-Pubblico

Comitato elettorale Cardiello-Pubblico 1

Comitato elettorale Cardiello-Pubblico 1

Eboli, 3 aprile 2015

32 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Forza Damiano,vinci su Cariello finto uomo di destra

  2. Povero Cariello,era sicuro in estate di fare il sindaco,oggi neanche del ballottaggio,domani neppure di essere il capo della opposizione in consiglio.
    Che parabola 🙂

  3. Altro che figlio di papà, questo é un ragazzo in gamba che si farà strada,non sottovalutatelo.

  4. il fronte del centro sinistra si arricchisce di tre new entry di candidati: marisei caputo e cicia, quest’ultimo ha perso le primarie e non rispette le regole!!!! ALLORA A CHE PRO FARLE?
    se hanno la tessera li si cacci dal PD, Landolfi si muova!
    PANSA è L’INCOGNITA NEL CAMPO DEL CENTRO DESTRA, ANCHE COSTUI POTRà NEL MONDO IMPRENDITORAILE E DELLE PROFESSIONI TROVARE CONSENSI!

  5. Ad Eboli vince il nepotismo e la raccomandazione e viene candidato un soggetto non voluto dal centrodestra ebolitano.
    Questo soggetto ci parla di novità per Eboli, quando poi è figlio di colui che per Eboli, da oltre 20 anni, non ha prodotto e non sta realizzando nulla (non sapendo neppure fare un minimo di opposizione a questa sinistra).
    Si vede in questa foto e sicuramente verrà candidato come consigliere (in attesa di un ipotetico assessorato) Giuseppe La Brocca il leader del “trasformismo” ebolitano con più di 10 cambi di casacca dall’estrema destra a sinistra (grande “compagno” di Melchionda negli ultimi anni, dopo essere stato nella coalizione di centrodestra).
    Infine, fatevi una risata, il soggetto autocandidato sindaco, qui presente, fece il rappresentante di lista UDC a favore di Massimo Cariello, nel turno di ballottaggio, alle scorse elezioni comunali. Che coerenza!

    • non penso che dal 98 cariello sia un esempio di efficacia ed efficienza politica, e non abbia cambiato casacca da estrema sinistra ad estrema destra, (+ che il nuovo psi, egli è referente di zona di cirielli dunque fratelli d’itlia, che critica le coop rosse ed il pd, epoi da titoli di giornale,prendeva pure lei i soldini,) la destra non faccia pistolotti inutili!

    • Un partito azienda e ci si lamenta dei calati da Roma o Salerno.ma é stato sempre cosi,prima non vi lamentavate,ma andate di corsa al collocamento.

    • OGGI CONFERENZA STAMPA DI NOI CON SALVINI IN APPOGGIO A FORZA ITALIA, CARIELLO E MELCHIONDA INSIEME LA STRANA COPPIA!
      CHE CHISSA’ COSA DIRA’ L’UNO E L’ATRO PER GIUSTIFICARSI, MAH, E’ VERO CHE IL PARADOSSO HA SEMPRE UN LATO LOGICO MA QUI SI ESAGERA!

  6. DIVERTITO,MI FAI DIVERTIRE,
    E’ UMANO CHE PEPPE LA BROCCA STIA CON DAMIANO, SUO NIPOTE,INFATTI LA MADRE DI DAMIANO E MOGLIE DI FRANCO SI CHIMAMA PIERINA LA BROCCA, NIPOTE DI PEPPE, IN QUESTO CASO VEDO COERENZA, HAI TOPPATO,

  7. divertito, tu sarai uno dei cosiddetti dissidenti, sai che divertiment vedervi insieme a tutti gli antiberlusconiani di eboli che dicono di essere di centrodestra, che stanno tutti con Cariello invece, immagino che risate alle riunioni!

  8. I nuovi della destra ebolitana si riconoscono in un leader che militava in rifondazione, uno di essi ha il suocero candidato nei grillini,e poi vogliono chiarezza dagli altri.
    Siamo ormai al varietà della politica,una melmosa pantomima che rischia di far vincere il PD…di nuovo

  9. Cariello ultima chiamata, poi vi sarà il ritorno alla vita di un comune privato cittadino.

  10. Come mai l’illustre onorevole e attuale senatore della Repubblica candidò, imponendo nel lontano 2000, Fausto Vecchio come candidato di centrodestra (altro nome calato dell’alto) che aveva orbitato per lunghissimi anni nella sinistra poi PDS, poi DS ed infine a destra? Dove furono codesti pseudo attuali moralisti che, solo ora, scrivono sul blog di Del Mese?
    Cosa ne pensate di una probabile adesione di Martino Melchionda ex sindaco di Eboli (ex PCI, ex PDS, ex DS, ex PD) in Forza Italia dopo che si è consumato l’inciucio tra i Cardiello insieme all’altro “coerente” sindaco di Forza Italia di Scafati che pur di far votare la moglie Paolino alle Regionali, hanno fatto nominare Melchionda come presedente del consorzio farmaceutico della Provincia di Salerno?
    Questa è coerenza? O inciucio politico?
    Leggo che il ragazzino candidato sindaco (che si pone fuori dal centrodestra, ma che in cambio ha avuto il regalino da papy del simbolo di Berlusconi) addirittura, alle scorse comunali, fece votare Massimo Cariello al primo e secondo turno e ora ci viene a fare la morale? Si conservi, piuttosto, il targhettino “UDC con Cariello sindaco” che usò, come rappresentante di lista, al ballottaggio, cinque anni fa.

  11. Finalmente i Cardiello hanno fatto qualcosa per Eboli: sapete cosa? È nato il partito di famiglia!
    Viva l’oligarchica! #oligarchiaforever
    Secondo me, il candidato sindaco che si è autoproclamato starà già facendo il targhettino del ballottaggio per fare il rappresentante di lista di Cuomo… questa volta userà il logo PD e non quello dell’UDC.

  12. LIBERO QUEL CHE TU DICI E’ GIUSTIFICATO, MA VALE ANCHE PER CARIELLO CHE NON BRILLA NEANCHE LUI E PER OGNI PARTE POLITICA, NEI PAESI COME NELLE CITTA’ FINO ALLO STATO CENTRALE!…LA POLITICA ANDRA’ AVANTI COI PORCI COMODI,SINO A QUANDO LA GENTE STUFA SCENDERA’ IN PIAZZA CON LA FORZA FACENDO CAMBIARE LE COSE, IL PIATTO A TAVOLA E’ PRESENTE, MA FIN A QUANDO?

    LORO SONO CASTE CHE SI CERCANO DI CLONARE ALTRO CHE ROTTAMAZIONE, POI VI E’ IL BUSINESS DELLA POLITICA DI SECONDO LIVELLO, LE VARIE NOMINE CHE DECIDE QUELLA DI PRIMO E I CITTADINI GONZI SUBISCONO. L’ITALIANO è MARAMALDO, LECCHINO COI FORTI, VIGLIACCO COI DEBOLI, NON CONOSCE MEZZE MISURE,O E’ SERVO O ESPODE E DIVENTA ASSASSINO…

    RIPETO SE NON CAMBIERA’ QUALCOSA DI STRUTTURALE, LA PENISOLA DIVERRA’ UN FALO’ DI VANITA’, DI SPERANZE E DI COSE REALI!

  13. Nella seconda foto sembra uno di quei cantanti neomelodici da matrimoni dell’hinterland napoletano: sposo con vestito nero lucido e sposa con la panza e vestito bianco con strascico lunghissimo ed “ogne pittate”.

    Che concertino che ci attende!!!

  14. Invito questo giovane virgulto ad essere presente al film LA TRATTATIVA che la regista Sabina Guzzanti presenterà ad Eboli verso la fine di questo mese e capirà bene quale sia la vera origine del partito per il quale si accinge a partecipare alla competizione elettorale. E da chi ha vissuto in una famiglia dove ORDINE, ONORE (quello vero), PATRIA, RISPETTO DELLA LEGGE E DELLE REGOLE, è stato (almento apparentemente) alla base della propria ideologia sembra quasi stridere con la realtà dei fatti.

    Ma sappiamo bene che anche il politica il denaro non ha odore.

  15. Non c’è coerenza né a destra né a sinistra. Eboli perciò va a rotoli. Facendo una sintesi ad oggi i candidati sono:

    – Cuomo PD: trasformista di genere, ha ricoperto tanti ruoli istituzionali in 30 anni senza produrre nulla di tangibile. Se Eboli è oggi nel degrado è anche merito suo. Vecchio che avanza.

    – Cariello ?: ultratrasformista, amministratore locale eterno incompleto. Nella politica da 20 anni, non ha avuto occasione di dimostrare cosa sa fare. Ma 20 anni sono tanti… forse troppi.

    – Cardiello FI: Nuovo anche se imposto. Giovane, avrebbe potuto attendere il suo turno e lavorare per crescere e per il suo partito. Così rischia di “perdere” capra e cavoli.

    – Venosi M5S: Piace a tutti ma nessuno lo vota. Le solite scommesse a vincere che Eboli perde. Speranza.

    – Pansa ? – Caputo ? – Cicia ?: Possibile che a un mese dalle elezioni ancora non si esce allo scoperto?

  16. MisterNo,
    Lo stesso vale per Cariello che da paladino del popolo a soldatino dell armata di Arcore.

  17. @Terenzio59

    Anche!!!

  18. Mister NO sarebbe interessante che alla proiezione de LA TRATTATIVA dove interverrà personalmente Sabina Guzzanti, verrebbero tutti i candidati sindaco, oltre certamente al giovane Cardiello, aspettiamo il trasformista Cariello, l’Astrofisico Venosi ed anche il trasparente Cuomo. Si, trasparente non come “senza macchia” ma dovrebbe venire a metterci la faccia, soprattutto lì dove anche il suo PD ha enormi responsabilità: EXPO, MOSE, Mafia Capitale e non ultimo le vicende locali delle primarie (funerarie) inquinate. Sul quotidiano La Repubblica per quanto riguarda la votazione allo STOP ai vergognosi vitalizi da togliele ai politici condannati (che sono soprattutto del PD), questi hanno subito ribadito: “”Se dovesse passare (la legge) scoperchieremo il sistema, faremo i nomi di tutti quanti uno ad uno” ……… ecco, allora questi condannati sono a conoscenza di cose “grosse” ed i nostri rppresentanti locali nulla dicono? Sarà rispetto per il loro dramma o paura per un collettivo psicodramma?

  19. caro aria pulita, tu spacci aria fritta:
    la responsabilità penale eventualmente è personale, non perdi occasione per mettere in mezzo CUOMO, DA SEMPRE PERSONA ONESTA DELLE MANI PULITE, solo perché sei quasi certo che sconfigga il tuo candidato, fai il moralista su gli altri ma non nomini il nuovo psi fdi che di rogne giudiziarie vedi in giunta a Napoli ne hanno e parecchie.
    PER QUESTO SIETE PERICOLOSI PERCHÉ DEMAGOGHI ED INCONCLUDENTI, DUNQUE DOVETE ESSERE SCONFITTI, ALTRIMENTI L’UNICO ORIZZONTE PER NOI EBOLITANI SARA’ IL FONDO WATER!

  20. SI DICE IN GIRO CHE MELCHIONDA VADA IN NCD ED APPOGGI CARIELLO CON LA MEDIAZIONE DI VECCHIO:
    ORA SE FOSSE VERO , I CARIELLINI, PRIMI TRA QUELLI D EBOLI IN PILLOLE CHE DELL’ANTI MELCHIONDISMO NE HANNO FATTO UNA RAGIONE DI VIVERE, DOVE SI ANDRANNO A NASCONDERE?
    E MARTINO E MASSIMO L’UN CONTRO L’ALTRO ARMATI PER CINQUE ANNI?
    E LA BRUNO, SE DAVVERO SI CONVERTE AL CARIELLISMO, COME INGOIERA’ IL ROSPO DA PARTE DI CHI, CARIELLO, L’HA CRITICATA ASPRAMENTE ?
    E ROTONDO, CHE A TUTTO TONDO SI SCOPRE DIOPO ESSERE STATO PD UN ANIMO CHE VOLTA IMPROVVISAMENTE A DESTRA?
    MA DAVVERO PENSATE CHE LA GENTE E’ CRETINA AL PUNTO TALE CHE VI PERDONI TUTTI I GIOCHETTI PER STARE A GALLA?
    QUI SI STA PERDENDO OLTRE L’EITCA, SEMPRE LATITANTE, MA PRINCIPALMENTE, IL LUME DEL BUON SENSO

  21. @aria pulita

    Rivoluzione francese

    Masaniello

    Arco dei tredici

    La storia insegna che quando la pecora si incazza sono guai e questi ancora fanno finta di non capire.

    Cosa aspettano una nuova incazzatura delle pecore?

  22. Cardiello a confronto del duo incestuoso cariello melchionda deve essere considerato un serafino del paradiso,bisogna evideziare questo sconcio e renderlo noto a tutti.

  23. Se fosse vero questo patto tra gli ex acerrimi nemici,sarebbe la sorpresab post Pasqua per tonino cuomo,che regali…che autogol…
    Cuomo il vecchio in discontinuità dunque con melchionda, ovvero il nuovo,cariello sei un genio del masochismo.

  24. UN QUESITO…
    COME FARA’ MELCHIONDA A FARE LA CAMPAGNA ELETTORALE CONTRO LA EX AMMINISTRAZIONE SE STA PRENDENDO I PEZZI DELLA STESSA, VEDASI I MELCHIONDIANI ROTONDO E BRUNO, CON APPOGGIO ESTERNO DI MELCHIONDA.
    AMORALE!

  25. conciliatore tributarista, ma hai visto il tuo amore Cuomo cosa ha firmato nel 2012 in Parlamento? il Fiscal Compact, cioè ha contribuito a mettere l’Italia in mano agli usurai banchieri massoni stranieri. Ma veramente avete i prosciutti sugli occhi?
    Non è possibile parlare persone che si comportano da ultras di calcio invece che da cittadini che vogliono capire leidee dei loro referenti politici. Ma l’avete capito che questi di idee politiche se ne sbattono le xxxx (le x le ho anticipate io per la censura). Questi pensano non ai programmi ma alle mappe del potere.
    SVEGLIATEVI e poi caro conciliatore tributariasta, ti fai dare la dichiarazione dei redditi del tuo Cuomo e ci pubblichi quanto prende da ex deputato?
    Usate la testa per contenere il cervello e non per divider le orecchie cari concittadini votanti ebolitani ed extra comunitari (che sono tanti da poter eleggere un loro consigliere) …….. non male quest’ultima provocazione o forse una buona idea

  26. Qua se c’è qualcuno col prosciutto sugli occhi forse sei tu. Innanzitutto un po’ di grammatica in italiano esiste il congiuntivo è il condizionale

  27. Il telefono ha automaticamente accentato qualche e congiunzione. Per quanto riguarda la questione del congiuntivo mi riferisco al post del 7 aprile nel quale leggo e riporto testualmente: ” Sarebbe interessante che alla presentazione……… VERREBBERO………..

  28. Avevo scritto un post molto articolato dove la battuta sui verbi era solo il prologo e mi aveva spinto l’impulso , a mente fredda ho riflettuto che non vale nemmeno la pena riproporlo ora che potrei scrivere comodamente dal pc, considerato che dal telefonino la gran parte del mio scritto non era stata trasmessa .

  29. non perdiamoci in pinzillacchere, oggi parla il quasi certo futuro sindaco di eboli, gli altri sono solo rispettabili contorni, cuomo è l’unico che per prestigio e conoscenze potrà realmente fare qualcosa per la cittadina nostra, bella e sventurata.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente