“Fiaschello battipagliese”: Il “pomo”doro della discordia

“Fiaschello battipagliese”: il “pomo”doro della discordia. L’Associazione Arkos vuole chiarezza sul progetto.

Polemiche e distinguo che azzerano i percorsi virtuosi fino ad ora seguiti. E questo all’indomani della vetrina che Battipaglia e la Piana del Sele hanno avuto all’EXPO 2015 di Milano.

MAURIZIO BIANCHI CON FIASCHELLO (2)

MAURIZIO BIANCHI CON FIASCHELLO (2)

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – L’associazione Arkos, per bocca di uno dei suoi soci promotori, l’agronomo Maurizio Bianchi, interviene sulla questione Fiaschello Battipagliese. Bianchi si sofferma su alcune dichiarazioni del commissario straordinaria Gerlando Iorio che, in occasione della presentazione del progetto del Comune, ha fatto riferimento ai due progetti per la riscoperta della varietà di pomodoro.

«E’ inutile portare avanti due lavori paralleli. – aveva detto in una intervista il Commissario Iorio – Si tratta di un opera che il Comune sta fortemente sponsorizzando e per questo vogliamo che siano tutti uniti su questo progetto».

Gerlando Iorio

Gerlando Iorio

«L’associazione Arkos – dice Bianchi rifacendosi alle dichiarazioni del Commissario straordinario -, ha da sempre avuto un atteggiamento di collaborazione con il commissario Iorio. Fin dall’inizio il Comune è stato portato a conoscenza di ciò che si stava facendo. Abbiamo anche incontrato, nel mese di febbraio, il commissario Iorio che era perfettamente a conoscenza della nostra intenzione e del nostro lavoro. Per un periodo abbiamo anche informato di ogni passo che compivamo proprio il commissario Iorio. Il nostro progetto, a scanso di equivoci, è stato protocollato all’attenzione del Comune già nel dicembre del 2014».

L’associazione – fanno sapere i soci di ARKOS – non intende portare avanti divisioni ma l’intento è quello di fare chiarezza su una vicenda che non è nostra intenzione trasformare in una “guerra”.

«Certo è – aggiunge il socio Maurizio Bianchi -, che il nostro lavoro ha avuto basi scientifiche serie e stiamo ancora lavorando per caratterizzare il prodotto dei semi trovati nel nostro percorso di ricerca e che ci hanno dato il risultato più convincente. Questo lavoro è a disposizione di tutti. Siamo sempre a disposizione per ogni confronto leale finalizzato al miglioramento culturale (il cibo è cultura) ed economico delle nostre zone, ma combatteremo con ogni mezzo le speculazioni che potrebbero essere perpetrate a danno di tante persone che credono nel buon mangiare e quindi nel buon vivere».

Expo Milano 2015-Serre d Inverno-Comune di Battipaglia

Expo Milano 2015-Serre d Inverno-Comune di Battipaglia

Era prevedibile che prima o poi si arrivasse ad una “divaricazione” rispetto agli sforzi che necessariamente si devono fare perché un progetto giunga a buon fine e si conquisti il successo. Nel caso del “Fiaschello” e rispetto agli studi e alle ricerche che sul recupero di questa varietà di semi di pomodoro che fino agli anni 50 era prodotto nella piana di Battipaglia.

Come ogni ricerca, lo studio e la sperimentazione rappresentano la base di ogni progetto, che però deve incontrare anche chi consente materialmente la sperimentazione, così come si ha bisogno anche delle istituzioni che lo affianchino e in fine, a progetto realizzato, la produzione e l’immissione sul mercato perché diventi un prodotto “assimilato” dai mercati stessi, tranne che non si vuole che questo progetto segua un altro percorso, quello delle sagre e o di manifestazioni di ritorno che magnificano ma nel contempo lo confinino in un alveo senza “mercato“.

Il “Fiaschello” e il progetto dell’Associazione ARKOS è interessante, andava e va sostenuto, POLITICAdeMENTE ne è stato uno dei massimi sponsor, così come è stato uno dei massimi sostenitori delle iniziative messe in essere dal Comune di Battipaglia e dalla Commissione Straordinaria, che miravano a scuotere il territorio e ad incoraggiarlo con progetti simbolici ma di grande valore, utili a far rialzare la testa ad una Città fortemente punita dalla vergogna e la macchia subita dopo lo scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazione camorristica.

expo milano 2015

expo milano 2015

E così i vari percorsi che hanno portato la settimana scorsa all’inaugurazione del “Caffè della Speranza” sottratto alla camorra e restituito alla Città e a diverse Associazioni, sia pure operanti in altri settori, come la ARKOS, allo stesso modo per il progetto del nuovo PUC affidato alla guida di LabGov, o a tante piccole iniziative messe in atto da altre associazioni cittadine e sostenute dalla struttura commissariale, o come l’iniziativa “Serre d’Inverno“, che è risultato un vero e proprio palcoscenico dei prodotti della nostra Piana del Sele, e grazie a quella iniziativa Battipaglia ha avuto un suo spazio all’EXPO 2015 di Milano.

Una vetrina che ha consentito di sponsorizzare i prodotti locali, la Mozzarella di Bufala, la quarta e quinta gamma, e con esse anche il Fiaschello. Tutto questo sarebbe mai stato possibile se non vi fosse stato neanche un ben che minimo coinvolgimento delle Istituzioni? Val la pena ricordare che le Città di Battipaglia e Eboli sono state accomunate dallo stesso destino di essere guidate da Gestioni Commissariali. Va ricordato anche che nel mentre le aziende più importanti che operano nella nostra Piana e nel territorio del Comune di Eboli, importanti per innovazioni, per produzioni e mercati, hanno dovuto, atteso l’inerzia del comune di Eboli, agganciarsi al Comune di Battipaglia perché potessero avere una vetrina all’EXPO 2015.

Pertanto sarebbe il caso di evitare divaricazioni, evitare dualismi, primogeniture e recinti e accettare i reciproci ruoli che la vita, la società le competenze assegna a ciascuno, insomma: ad ognuno il suo; e ognuno faccia la sua parte ricordandosi innnanzitutto che tutti sono importanti, ma nessuno è indispensabile.

Battipaglia, 18 luglio 2015

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. mi pare che un po’ di attenzione non guasterebbe.

  2. Da quello che ho avuto modo di leggere per il pssato mi sono fatta l’idea che sia i commissari prefettizii che la soc.ARKOS hanno fatto delle buone cose per Battipaglia visto i risultati ottenuti per la presenza di Battipaglia ed Eboli alla EXPO di milano che a mio avviso è stata una grande conquista per tutta la comunità del territorio.Auguro a chi si sta adoperando per per il bene della zona tanti auguri di buon lavoro.

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente