Il DG ASL Giordano in “Visita” all’Ospedale di Eboli

Il direttore generale dell’ASL Giordano, con il Direttore Sanitario Montemurro in visita all’ospedale di Eboli.

Mentre Adelizzi del Comitato per la Salute, meravigliata dalla visita ringrazia e comunica che prosegue con il Ricorso al Tar, il Sindaco di Eboli Cariello e l’Amministrazione invece sono soddisfatti: «Il nostro ospedale sta ottenendo i riconoscimenti che merita».

Massimo Cariello-Antonio Giordano-Maria Vittoria Montemurro-1

Massimo Cariello-Antonio Giordano-Maria Vittoria Montemurro-1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Un’importante presenza, quella di questa mattina del direttore generale della Asl Salerno, Antonio Giordano, che accompagnato dal direttore sanitario, Maria Vittoria Montemurro, e dal sindaco Massimo Cariello, ha visitato l’ospedale di Eboli.

Una visita che giunge all’indomani dell’adozione dell’atto aziendale, il documento con il quale la sanità regionale ha posto un evidente riconoscimento al ruolo che occupa nella sanità pubblica l’ospedale Maria Santissima Addolorata di Eboli.

«I presupposti per una pianificazione sanitaria che punti al mantenimento dei livelli assistenziali, che significa dare risposte ai cittadini in un settore sensibile quale è quello della sanità, sono ottimi – ha commentato il primo cittadino di Eboli -. Già in occasione di recenti incontri e colloqui con il direttore generale Antonio Giordano avevamo la certezza che la strada intrapresa facesse ben sperare, non solo per l’ospedale di Eboli, ma per l’intero comparto sanitario provinciale, perché l’intera organizzazione veniva affrontata in maniera competente e con grande impegno dal direttore».

Cariello poi commenta in maniera più specifica le prospettive del nosocomio ebolitano: «La valorizzazione delle attività specialistiche ed il mantenimento conseguente dei 166 posti letto del presidio sanitario ebolitano rappresentano una svolta, specie se il tutto viene raffrontato con le pesanti penalizzazioni degli ultimi anni. Adesso chiediamo uno sforzo ulteriore alla dirigenza sanitaria provinciale, che serva a dare concretezza all’offerta sanitaria e risposte certe alle esigenze dei cittadini. Mi riferisco al potenziamento degli organici, un’azione assolutamente indispensabile per garantire la massima efficienza dell’ospedale. Intanto, ci rallegra avere appreso che è stata finalmente avviata la ripresa dei lavori della mensa dell’ospedale Maria Santissima Addolorata di Eboli».

Rosa Adelizzi-Antonio Giordano-Vincenzo Fornataro

Rosa Adelizzi-Antonio Giordano-Vincenzo Fornataro

Ma se la “visita” del DG Giordano al Presidio Ospedaliero di Eboli, non pubblicizzata che dopo dal Sindaco di Eboli, che tra l’altro si è dichiarato anche soddisfatto dei contenuti dell’Atto Aziendale, il Comitato per la salute pubblica del cittadino della Valle del Sele e del Calore, attraverso la sua Presidente Rosa Adelizzi, pur meravigliandosi della segretezza della visita, e rivendicando a se alcuni, sia pure, modesti risultati, ha fatto sapere attraverso una nota che comunque non ammainará la bandiera delle battaglie e delle rivendicazioni che ha condotto fino ad ora, ivi compreso il Ricorso al Tar avverso l’Atto Aziendale dell’Asl. Fa sapere anche che a seguito dell’incontro avuto con il DG Giordano, «si è apprezzato l’impegno della ASL di Salerno di riconoscere un primo soccorso pediatrico al Presidio Ospedaliero di Eboli seppur sulle 12 ore (dalle 8.00 alle 20.00). – aggiunge la Adelizzi – Il DG Giordano, stimato professionista e persona perbene, ha comunque tentato di dare una risposta, anche se non esaustiva, al territorio ed alla città di Eboli all’interno di un mandato preciso e circoscritto e pertanto rigido. Fa sapere anche che le associazioni che compongono il Comitato per la salute pubblica della valle del Sele e del Calore hanno dato mandato, però, al Presidente del Comitato di conseguire l’obiettivo di difendere fino alla fine i livelli essenziali di assistenza per come previsti dal D.M. 70/2015, ovverosia di ridare dignità al Presidio Ospedaliero di Roccadaspide, di avere un servizio adeguato di Ostetricia e Pediatria per Valle del Sele e di vedere riconosciuti tutti i posti letto previsti dalla normativa nazionale a garanzia di adeguati livelli di assistenza per gli Ospedali di Oliveto Citra e di Battipaglia.

Confronto pubblico sulla sanitá-Rosa Adelizzi

Confronto pubblico sulla sanitá-Rosa Adelizzi

Atteso che la ASL Salerno – prosegue Adelizzi – ha inteso adottare, con delibera n 90 del 29/09/2016, l’atto aziendale – ovvero un atto di diritto privato che disciplina l’organizzazione ed il funzionamento della ASL di SALERNO. Atteso che esso riprende ed applica in toto tutte le criticità emerse dalla predisposizione del Decreto n 33/2016 (Piano Ospedaliero) da parte di Joseph Polimeni Commissario alla Sanità della Regione Campania, criticità fonte di impugnativa davanti al TAR da parte del Comitato che si discuterà nel merito il 25 gennaio 2017, UNANIMEMENTE – Aggiunge determinata Rosa Adelizzi – Le associazioni che compongono il Comitato, nonché il Comitato stesso, hanno deciso di impugnare l’atto aziendale e tutti gli atti precedenti e conseguenziali (Decreto 67/2016, DCA 99/2016) viziati da illegittimità derivata poiché direttamente collegati al Decreto 33 a tutela del territorio e della salute dei cittadini della Valle del Sele e del Calore. Tutti gli atti saranno impugnati e verranno presentati motivi aggiunti al ricorso originale presentato e pendente al TAR di Napoli.

Il Comitato tiene a precisare – conclude la nota della Presidente Rosa Adelizziche tutti gli atti fonte di impugnativa sono stati predisposti da Joseph Polimeni senza alcun confronto con la Conferenza dei Sindaci, con le associazioni dei consumatori ed i Comitati e sono pertanto atti unilaterali fondati non sull’applicazione del D.M. 70/2015 ma su una libera, molto libera, interpretazione non aderente ai fabbisogni del territorio della Valle del Sele e del Calore e sui quali Egli è e sarà l’unico responsabile degli scempi che potranno accadere».

Eboli, 5 ottobre 2016

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. speriamo non siano le solite chiacchere.

  2. Nemo profeta in patria!
    Giordano muove e matta in due mosse.
    E questo si sapeva.
    Notizie dell’ottimo guerriero e valentissimo medico Dott. Gigliotti? Della nefrologia nessuno parla…..
    E le sigle sindacali ospedaliere?
    Ancora impegnate altrove….?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente