Battipaglia: Ottenuta l’Area di Crisi Industriale. Crisi di nervi in Maggioranza

«Ottenuta l’area di crisi industriale per Battipaglia» ad annunciarlo è la Sindaca Francese. Sabato convegno nell’aula consiliare.

E tra soffiate e sussurrate, attacchi e difese, smentite e conferme, la maggioranza vive una piena crisi di nervi, ma para i colpi, va all’attacco, si conferma unita e rinnova la fiducia a Brunello Di Cunzolo.

comune-di-battipaglia-Francese-Di Cunzolo-Motta-Longo-Onnembo-C Zara-Cairone

comune-di-battipaglia-Francese-Di Cunzolo-Motta-Longo-Onnembo-C Zara-Cairone

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – «Battipaglia è stata inserita dalla Regione Campania tra le aree di crisi industriale non complesse. – L’annuncio è stato dato nel corso dell’ultimo consiglio comunale dalla sindaca Cecilia Francese. – Premiato il nostro lavoro – ha poi aggiunto – e anche l’indicazione di tutto il consiglio comunale. Ora la vera sfida sarà quella di programmare lo sviluppo futuro e sabato nel corso del convegno presso l’aula consiliare daremo un quadro generale di ciò che immaginiamo come sviluppo futuro dell’area della Piana del Sele».

Brunello-Di-Cunzolo

Brunello-Di-Cunzolo

Intanto è stato organizzato per sabato 29 ottobre alle ore 11.30 il convegno sempre sull’area di crisi industriale con il titolo “Area di crisi industriale, opportunità per il rilancio della Piana del Sele”,  con la partecipazione dei segretari generali dei sindacati, i sindaci del comprensorio, l’assessore regionale della Campania alle attività produttive Amedeo Lepore, i rappresentanti di Confindustria e della Camera di Commercio e il deputato del Pd  On. Gianluca Benamati componente della X Commissione Attività Produttive – Camera dei Deputati. Al convegno sono invitatati a partecipare anche i deputati nazionali e regionali della provincia di Salerno, i consiglieri comunali di Battipaglia e gli imprenditori.

Buona notizia sicuramente, forse è stata tirata troppo per le lunghe ma meglio tardi che mai. E adesso si pensi ad un progetto inclusivo che possa essere di rilancio vero della Piana del Sele. Rilancio che certo non verrà dal Convegno che si terrà sabato prossimo, anche questo tardivo. Ma non si fa in tempo a registrare una cosa buona che ecco, arriva la bagarre e ovviamente si scatena e non risparmia nessuno, tanto che i vari personaggi politici di primo piano della maggioranza che sostiene Cecilia Francese e la stessa Sindaca, sono stati costretti a difese e a chiarimenti in un “trenino” politico di polemiche che ormai è diventata prassi per Battipaglia.

«Fiducia a Brunello Di Cunzolo da tutti i consiglieri comunali», dichiara la Sindaca, fiducia che gli era stata già accordata solo qualche giorno fa, ma che è stata reiterata a seguito di alcune informazioni che evidenziavano  un fronte contrario a Di Cunzolo al punto che costringevano la stesa sindaca: da una parte a difenderlo; dall’altra a ridimensionarlo.

.Carlo Zara

Carlo Zara

«Brunello Di Cunzolo, – aggiunge la Sindaca Francese – ha ricevuto la fiducia di tutti i componenti della maggioranza che io stessa ho convocato proprio per verificare se le generiche lamentele rivolte all’operato del nostro coordinatore avessero un fondamento. Tutti hanno confermato democraticamente la loro fiducia al coordinatore. Prendo atto che c’è chi ancora non si rassegna a questa unica verità e prosegue ad agitare il presunto malcontento».

La sindaca Cecilia Francese è costretta, dopo le bordate delle opposizioni, ma anche e soprattutto dalle “soffiate” e dalle “sussurrate“, a difendere il coordinatore e la sua squadra da un attacco oramai virulento che non è sorretto da alcuna critica specifica e smentisce categoricamente che sia stato istituito un quadrunvirato che avrebbe il compito affidato a Di Cunzolo che nei fatti avrebbe ridimensionato l’attuale coordinatore.

Quella che nei fatti è una notizia falsa, però, mira ad indebolire e a screditare la maggioranza e per essa l’Amministrazione, che al contrario dovrebbe subire critiche non per la sua organizzazione interna, ma per il suo operato amministrativo, ma ormai la macchina del “fango” è partita e adesso evidentemente bisogna spruzzare tanta di quell’acqua, che alla fine resterà una pozzanghera, all’interno della quale alcuni sono abituati a “zapariare“, ritenendo che più c’è un substrato melmoso e più si può dare spallate che potrebbero causare una scivolata e una caduta della Frncese.

gianluca-di-giovanni

gianluca-di-giovanni

E così dopo la Sindaca era doveroso che anche il Movimento della Sindaca, Etica per il Buongoverno si esprimesse sulla questione affidando al suo segretario Gianluca Di Giovanni, uno dei probabili quadrunviro che a totale smentita a sua volta difende Di Cunzolo e sferra bordate al “soffiatore” e “sussurratore”:  «Ho già avuto modo di chiarire personalmente allo stesso Carlo Zara, fautore di questa presunta fronda contraria al nostro coordinatore e proponente questa alternativa modalità di coordinamento, che è decisamente contrario ad un organismo che non ha senso e ragione di esistere – afferma Di Giovanni -. Ogni formazione politica organizzata facente parte della coalizione di maggioranza ha sempre potuto colloquiare e discutere serenamente e democraticamente delle tematiche politiche, mediante i propri legittimi rappresentanti, direttamente sia col coordinatore Brunello Di Cunzolo, sia con la sindaca Cecilia Francese, che pertanto è destituita di fondamento la notizia che sia stato istituito questo ulteriore organismo politico. Etica per il Buon Governo è compatta nel sostenere l’azione amministrativa e della maggioranza della sindaca Cecilia Francese, coordinata da Brunello Di Cunzolo coadiuvato dai capigruppo nominati dai gruppi consiliari».

alessio-cairone

alessio-cairone

Ma gli attacchi e le difese non finiscono qui, poichè l’Amministrazione durante l’ultimo consiglio comunale, è stata costretta, dopo gli attacchi rivolti all’assessore Marco Onnembo da parte del consigliere comunale di opposizione Alessio Cairone, l’amministrazione ha stigmatizzato l’atteggiamento tenuto dal consigliere esprimendogli solidarietà e la sindaca Francese, l’amministrazione e la maggioranza hanno condannato l’attacco del consigliere comunale di opposizione Cairone.

«I metodi usati dall’opposizione sono quelli dell’attacco continuo per cercare di creare dissidi e tensioni di fatto inesistenti. In particolare, nell’ultimo consiglio comunale il comportamento del consigliere Alessio Cairone è andato ben oltre ogni immaginazione. Di fatto sono state richieste, da quest’ultimo, le dimissioni di Marco Onnembo. Confermando la nostra piena solidarietà all’assessore Onnembo e al quale, per l’ennesima volta, ribadiamo la nostra completa fiducia».

marco-onnembo-2

marco-onnembo-2

A conferma che sia la Francese che Di Cunzolo non sono difesi solo da Etica ecco che al coro si aggiunge anche il Coordinamento della Maggioranza che ribadisce e senza mezzi termini che: «Non ci sono “fronti” contrari al nostro coordinatore e di una Sindaca attenta a difenderlo e a ridimensionarlo. Brunello Di Cunzolo, ha ricevuto la fiducia di tutti i componenti della maggioranza che la Sindaca convocò proprio per verificare se le generiche lamentele rivolte all’operato del nostro coordinatore avessero un fondamento. Al contrario tutti gli hanno confermato democraticamente la loro fiducia.

Insomma in questo bailamme di dichiarazioni si è capito e chiaramente che non c’è nessuna fronda interna alla maggioranza e che il ruolo di Di Cunzolo non è in discussione, e proprio dopo questo ulteriore atto di fiducia che il Coordinatore della coalizione di maggioranza Brunello Di Cunzolo, a sua volta è costretto ad intervenire per un’altra difesa: quella del Consigliere comunale Valerio Longo e suo fratello Ezio Maria prematuramente scomparso, dal consigliere di opposizione Gerardo Motta.

valerio-longo

valerio-longo

«Ieri in Consiglio Comunale – scrive Di Cunzolo – Gerardo Motta ha consumato un altro atto infame in danno del nostro amico e consigliere comunale Valerio Longo e del compianto Ezio Maria Longo. Solo qualche settimana fa ebbi l’onore di ricordare il mio amico Ezio quando Fratelli d’Italia intitolò la propria sezione cittadina al compianto uomo politico di questa terra. Un uomo della nostra terra che ci ha insegnato ad essere corretti, onesti e solidali. Un politico che ha sacrificato ogni ragione di parte in favore dell’interesse generale e pubblico, dimettendosi dalla carica di consigliere provinciale appena seppe della propria malattia. Lui rispettava il mandato popolare. Lui dava se stesso alla propria comunità.

gerardo-motta-1

gerardo-motta-1

Ezio non si sarebbe mai ammantato della cultura della doppia morale. – prosegue Di Cunzolo – Ezio non avrebbe mai fatto valere il proprio vocione. Ezio non era borioso, tracotante, becero, scostante, spocchioso. Ezio non ebbe mai una caduta di stile. Ezio non utilizzava ritorsioni. Ezio non millantava crediti. Ezio non costruiva trame contro il suo stesso popolo per ricavarne benefici personali. Ezio: un personaggio d’altri tempi che se fosse stato ancora in vita avrebbe stigmatizzato il comportamento violento e improvvido del consigliere Gerardo Motta che ha mancato di rispetto alla comunità intera, profanando un luogo rappresentativo e sacro della nostra comunità. Ezio mai avrebbe sopportato che un individuo come Gerardo Motta offendesse il fratello Valerio, la sua famiglia, la sua storia, la educazione di una intera famiglia.

Che dire di Valerio. – aggiunge il Coordinatore della Coalizione di Cecilia FranceseValerio a differenza di Gerardo Motta, che quando è stato beccato dall’attentissimo nostro consigliere comunale con le mani nella marmellata ha sbottato, è rimasto calmo, pacato, rispettoso, tranquillo ed educato anche dopo che è stato violentemente offeso e denigrato, addirittura minacciato. Valerio ci ha offerto una modalità elegante e signorile di come si affronta un cafone. – e conclude – Grande Valerio. Tuo fratello sarebbe fiero di te come lo siamo tutti noi».

cecilia-francese-4

cecilia-francese-4

Che dire se non che la maggioranza è presa da una profonda crisi di nervi. Crisi che si porta appresso fin dalla sua prima composizione, nel momento in cui ha inteso costruire una coalizione che pensasse più al consenso che alla sua concreta agibilità politica. Agibilità fortemente compromessa da alcuni spezzoni di coalizione che vuoi per un motivo e vuoi per l’atro erano state fortemente compromessi neei vari passaggi politici ed amministrativi rovinosi di questa Città. E Cecilia Francese che in ogni caso fin dal primo momento si era contraddistinta svolgendo una campagna elettorale alternativa sia dell’allora centrodestra, e sia del così detto centrosinistra capeggiato da Santomauro. La Francese per anni non solo ha mantenuto attivo il suo Movimento, poi divenuto guida dell’attuale coalizione, ma coerentemente ha mantenuto fermo il suo atteggiamento oppositivo rispetto all’amministrazione Santomauro.

Fernando Zara

Fernando Zara

Quella coerenza, evidentemente è stata apprezzata dagli elettori che con il voto ne hanno premiato gli sforzi. Coerenza però che non si è collabita con la realtà dichiarata, presentando di fatto una coalizione che si definiva di rinnovamento con al suo interno, senza nulla togliere a Fernando Zara, una componente che rappresentava proprio il contrario se non la “restaurazione“, e oggi quelle distorsioni emergono.

Ma se le vicende interne ad una coalizione politica non sono determinanti a caratterizzarne il corso, comunque ne influenzano il cammino. Una influenza che proprio oggi offusca un risultato, ne indebolisce la portata e ne mina la credibilità. E se l’opposizione fa l’opposizione e di ogni pelo ne fa una trave, ebbene fa il suo mestiere, al contrario se all’interno di una coalizione cresce una opposizione diventa un handicap e se non si interviene con il tempo potrebbe anche azzopparla. Le peggiori sconfitte vengono proprio dall’interno.

………………………  …  ……………………….

“PER IL RILANCIO DELLA PIANA DEL SELE”

Convegno-dibattito
SABATO 29 OTTOBRE 2016, ORE 11:30
AULA CONSILIARE – PALAZZO DI CITTA’ (BATTIPAGLIA)

INTERVERRANNO:

Dott.sa Cecilia Francese Sindaca di Battipaglia
Dott. Massimo Cariello Sindaco di Eboli
Dott. Domenico Volpe Sindaco di Bellizzi
Dott. Italo Voza Sindaco di Capaccio Paestum
Dott. Roberto Monaco Sindaco di Campagna
Dott. Egidio Rossomando Sindaco di Montecorvino Rovella
Dott. Ernesto Sica Sindaco di Pontecagnano Faiano
Dott. Giuseppe Canfora Presidente della Provincia di Salerno
Dott. Amedeo Lepore Assessore Regionale alle Attività Produttive
Dott. Marco Pontecorvo Confindustria Salerno
Dott. Andrea Prete Presidente Camera di Commercio Salerno
Dott. Arturo Sessa Segretario Provinciale Cgil
Dott. Matteo Buono Segretario Provinciale Cisl
Dott. Gerardo Pirone Segretario Provinciale Uil
Dott. Franco Bisogno Segretario Provinciale Ugl
On. Gianluca Benamati X Commissione Attività Produttive – Camera dei Deputati

Battipaglia, 28 ottobre 2016

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente