Lanzara: Basta miasmi a Pontecagnano Faiano

I cittadini prima di tutto. I Sindaco Lanzara ha scelto e avverte: Basta miasmi a Pontecagnano Faiano. 

Il Sindaco Lanzara a De Luca e Bonavitacola: «Mi sono da sempre adoperato per una realtà più vivibile, dignitosa e vicina ad ogni singolo cittadino e mai come oggi confermo questa mia insindacabile volontà, annunciando di portarla avanti anche a costo di inimicarmi chi si sottrarrà al dovere politico e morale di salvaguardare la nostra incolumità».

giuseppe_lanzara1

giuseppe_lanzara1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

PONTECAGNANO FAIANO – Il Sindaco di Pontecagnano Faiano Giuseppe Lanzara interviene, come mai era stato fatto, sul problema degli odori nauseabondi che negli ultimi anni, soprattutto nel periodo estivo, avvolgono le strade del territorio in una nube maleodorante e presumibilmente nociva.

Nella giornata di oggi, il Primo Cittadino ha infatti emesso una lettera indirizzata agli Organi di competenza affinchè, in tempi quanto mai celeri, vengano effettuati dei controlli presso i siti di stoccaggio di Sardone ed Ostaglio al fine di assicurare i residenti sul corretto funzionamento delle strutture, anche considerati i miasmi nauseabondi percepiti in modo sempre più intenso in questi giorni nella città.

Giuseppe Lanzara incurante dei suoi rapporti personali e politici che egli intrattiene sia con alcuni di quelli a cui ha indirizzato la lettera e sia ad altri che egli non nomina ma come si dice “si parla a nuora perché suocera intenda” per modo che recepiscano il messaggio, messaggio che si presume bello e forte da recapitare al Governatore De Luca e al suo vice Bonavitacola nel momento in cui egli dice: “I cittadini prima di tutto”; e comunque formula delle precise richieste:

  • «ispezioni in entrambi i siti, non solo in questo ma in tutti i mesi dellanno, con la ricezione di un report dettagliato sulle condizioni in atto negli stessi;
  • di poter effettuare una visita, unitamente ai tecnici dellEnte da lui rappresentato, alle sedi suddette per acclarare il rispetto della normativa vigente in ambito sanitario ed ambientale.

«Fortemente amareggiato per la situazione, che già risente il blocco di parte dell’Impianto del termovalorizzatore di Acerra, con il conseguente ritardo nello smaltimento dei rifiuti dello STIR di Battipaglia, il Sindaco ha dichiarato:

Fulvio Bonavitacola-Vincenzo De Luca

Fulvio Bonavitacola-Vincenzo De Luca

Ci siamo impegnati in prima linea nell’ultimo mese per rimediare alla questione della raccolta della spazzatura lungo le vie del nostro Comune ed ancora siamo strenuamente a lavoro; ora è il momento di affrontare la questione dei miasmi che si avvertono in maniera inaccettabile in strada e nelle abitazioni dei miei concittadini. Il diritto a respirare un’aria sana è sacrosanto: chiedo perciò una proficua collaborazione agli Enti preposti per garantire hic et nunc una risoluzione del gravissimo problema che sta ledendo la salute e la tranquillità di tutta la comunità. Se cambiamento deve essere, questo deve partire dal riconoscimento dei diritti primari e nessuno mi fermerà dinnanzi al raggiungimento di tale obiettivo. – conclude il Sindaco Lanzara con un preciso avvertimento e sebbene non lo nomini è diretto al Governatore Vincenzo De Luca e all’Assessore regionale all’ambiente Fulvio Bonavitacola – Mi sono da sempre adoperato per una realtà più vivibile, dignitosa e vicina ad ogni singolo cittadino e mai come oggi confermo questa mia insindacabile volontà, annunciando di portarla avanti anche a costo di inimicarmi chi si sottrarrà al dovere politico e morale di salvaguardare la nostra incolumità.

………………  …  ………………..

Lettera Lanzara

Lettera Lanzara

Pontecagnano Faiano, 14 agosto 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente