Eboli & Amministrative: Piazza piena anche per Cuomo

Una Piazza gremita accoglie Antonio Cuomo che l’arringa: ”Sono figlio di un operaio non di un politico, tutto quello che ho fatto è frutto del mio impegno!”

Con lo slogan “La Politica che unisce”: 3 liste (Italia  Viva, Partito Democratico ed Idea Futuro); 72 candidati; Cuomo tenta la scalata a Palazzo di Città. Nel suo intervento un occhio particolare a: riqualificazione, urbanistica, welfare ed occupazione: ”Ho avuto tanto dalla politica in questi anni e metto adesso la mia esperienza a servizio della nostra città!“. Madrina della serata, la bellissima e bravissima Rossella Pisaturo.

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 6

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  Se si potesse davvero riassumere il compendioso discorso del candidato sindaco Antonio Cuomo, declamato sabato 18 settembre nella piazza principale della città, si potrebbero scegliere queste parole dettate a caldo subito l’evento politico dallo stesso protagonista: ”Ho incontrato i miei concittadini per illustrare i programmi di rilancio della città. Ce la faremo tutti insieme, mettendo a disposizione energie, passione e competenze. I problemi di Eboli si affrontano con idee chiare e soluzioni possibili, soprattutto con scelte condivise che vadano nella direzione voluta dai cittadini”. 

Il vecchio leone eburino, attore primario del proscenio pubblico da circa 40 anni, e che detiene alle spalle un cursus honorum degnissimo, non essendo figlio d’arte e senza carichi giudiziari pendenti, partito dagli scranni natii di consigliere comunale, per salire via via a quelli regionali ed approdare per ben 2 mandati al parlamento nazionale, di famiglia modesta, rappresenta tra i pochi self made man in circolazione nel meridione d’Italia: ”Sono figlio di un operaio non di un politico, tutto quello che ho fatto è frutto del mio impegno!” ed il solenne impegno in un ulteriore passaggio: ”Ho avuto tanto dalla politica in questi anni e metto adesso la mia esperienza a servizio della nostra città!“

Il comizio di Antonio Cuomo ha fatto il paio la sera seguente a quello dell’ex vice sindaco, Cosimo Pio Di Benedetto ed ancor prima di Mario Conte nipote dell’ex ministro delle Aree Urbano Carmelo, distinti e distanti nelle posizioni, ma in verità tutti e tre visti come i maggiorenti, atti a contendersi il ballottaggio, del 17 e 18 ottobre p.v., una domenica ed un lunedì, secondo i bookmaker locali esperti, o presunti tali, degli umori dell’elettorato e viepiù di qualche sedicente opinionista.

Dunque una Piazza piena anche per Antonio Cuomo, che dopo la presentazione di liste e candidati nel chiostro di San Francesco, ieri sera, ha incontrato gli ebolitani ma stavolta in Piazza della Repubblica, seconda tappa del suo percorso elettorale, mentre in mattinata aveva partecipato ad un forum sulle politiche sociali. All’appuntamento sono accorsi moltissimi ebolitani, ma anche i responsabili politici della coalizione, con in testa i coordinatori delle liste ed alla presenza dell’on. Franco Picarone. Cuomo ha mantenuto la sua linea di concretezza, basando il discorso su quanto ci sarà da lavorare per la città, a cominciare dalle prime urgenze. «Abbiamo davanti a noi alcune criticità – ha detto il candidato sindaco – che saranno affrontate avendo chiara la soluzione. Per le palazzine in piazza Borgo occorre innanzitutto individuare la possibilità alloggiativa per trasferire le famiglie, poi si può andare alla realizzazione di un parcheggio sotterraneo a servizio del centro urbano e ad uno spazio fruibile con verde pubblico. Un intervento urgente occorre anche per l’area ex Pezzullo, dove il project financing non ha dato risposte: metteremo tutti gli attori intorno ad un tavolo per trovare con la parte pubblica una soluzione, quell’area va riacquisita al tessuto urbano, perché strategica per rammagliare il territorio e fornire alla città un’area di servizi. C’è poi la questione del parco Fusco, area bloccata da decenni: a chi dice che si tratta di un’area privata, rispondo che quando questa finisce per incidere sulla città, addirittura in una zona centrale, la parte pubblica ha il dovere di intervenire».

Cuomo ha poi toccato i temi urbanistici, disegnando la città del futuro. «La direttrice che porta dal centro verso il mare, attraversando Santa Cecilia e le aree periferiche, deve essere la nostra strada maestra. La fascia costiera ha dei vincoli normativi, ma su quella a monte abbiamo il dovere e la lungimiranza di immaginare uno sviluppo possibile, in questo modo creando opportunità, investimento ed occupazione». 

Una parte del suo intervento, Antonio Cuomo l’ha dedicata al suo legame con la città. «Provengo da una famiglia come tante altre, qui mio padre mi ha insegnato il valore dell’amicizia e dell’amore per Eboli. Nella vita ho maturato importanti esperienze politiche ed acquisito competenze amministrative, questo mi ha permesso di costruire relazioni istituzionali. Questo bagaglio oggi lo metto a disposizione di Eboli, per contribuire al suo rilancio insieme con donne, giovani e tante persone volenterose che mi stanno accompagnando in questo entusiasmante viaggio elettorale».

Ieri sera, domenica 19 settembre 2021, intorno alle ore 19.00, sempre in Piazza della Repubblica ha parlato, Damiano Capaccio candidato sindaco del Movimento 5 Stelle e una civica di sinistra, “Eboli Responsabile”, il quale godrà sabato prossimo della venuta ad Eboli dell’ex premier e leader del M5S, Giuseppe Conte. Non è dato sapere al momento che valore aggiunto potrà imprimere la sua tappa ebolitana. Intanto l’incontro con l’ex premier sarà consumato non nella piazza principale ma in quella Flavio Tito Silvano alle spalle del comune, poiché lo spazio in quell’orario in Piazza è occupato dalla Civica “Cento Firme” e dal suo candidato Sindaco Alessandro La Monica. 

Per concludere la campagna elettorale durerà ancora per circa due settimane, e in questo tempo il 27 c.m., lunedì prossimo venturo, sarà coinvolta anche la canonica festività dei SS Cosma e Damiano, quest’anno particolarmente sentita avrà un goccio di normalità sperando riesca a distrarre gli elettori-credenti molto devoti ai Santi medici e alla ricorrenza plurisecolare che si celebra al santuario loro dedicato, aspettando che alla mezzanotte di venerdì 1 ottobre per effetto della norma che si entra nel cosiddetto silenzio elettoral.

Non siamo, ancora agli “ultimi fuochi” della battaglia, ma nel pieno della contesa elettorale, dove tra “esplosioni” a catena programmatiche, assalti alla “baionetta”, in specie compiuti da alcuni facinorosi verso i social – media, sfogatoio di tifosi locali e non, commentatori anonimi e varia umana fauna, il cittadino cerca di raccapezzarsi un qualcosa.

Noi di contro, nel solco della correttezza pluridecennale che ci contraddistingue, daremo come di prammatica, voce a tutti i vari soggetti in campo, per acclarare il quadro dell’offerta politica agli ebolitani nostri concittadini: difatti un elettore più consapevole, è di logica un elettore che decide molto meglio, sia per se che per gli altri, e questo è, e rimane pacifico. Ma ancora più scontato consta che il sito POLITICAdeMENTE non si farà né allettare da nessuno, o tantomeno intimorire, qualità riconosciutegli, che ne contraddistinguono  dal 2009, onestà intellettuale ed autorevolezza.

Video

https://www.facebook.com/watch/live/?v=971815153374872&ref=search

Foto gallery

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 6

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 5

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 8

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 5

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 7

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 3

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 2

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 1

Comizio Apertura di Antonio Cuomo

Comizio Apertura di Antonio Cuomo 4

https://www.facebook.com/antoniocuomosindaco/videos/535446354210486/

Eboli, 20 settembre 2021

19 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Tu quoque, Brute, fili mi!

    E’ questo ciò che viene in mente ai socialisti che hanno ancora memoria degli anni 90′.
    Anni 90′ che non proprio hanno visto l’onorevole Cuomo un “Self Made man” ma anche lui, come tanti beneficiari in quel tempo della marea di voti del PSI, accompagnato amorevolmente nel suo percorso politico sotto l’alea protettiva di Carmelo Conte ex Ministro per le aree urbane che, ad onor del vero, si prodigò più per Tonino Cuomo che per il nipote Mario.
    Poi l’assassinio politico a cui pure il leone eburino partecipò e dopo il 1994, Tonino iniziò a girovagare transitando dalla destra, approdando al centro e migrando alla sinistra navigando verso nuovi lidi basta che si facesse campagna elettorale sempre contro Carmelo.
    Il vecchio leone eburino, attore primario del proscenio pubblico da circa 40 anni (così enfatizza chi ha scritto il resoconto del comizio) cos’ha fatto per Eboli?
    I pochi punti programmatici toccati sembrano la versione scopiazzata presi dai discorsi dei candidati che l’hanno preceduto nei comizi.
    W Presutto!

    • Cuomo un vero socialista, altri sono stati coloro che hanno rinnegato i valori, di certo non Antonio, onesto, mai indagato e non piazza i parenti a tutti i livelli, taci che fai meglio.
      CUOMO SINDACO 2021

  2. Il peggiore di tutti quelli che hanno parlato finora. Il nulla assoluto condito dal niente. Molti passaggi ripresi dal comizio del 2015 quando perse contro Cariello.
    Ricordo nitidamente che anche allora promise di dimettersi da consigliere comunale se non fosse stato eletto sindaco.Ha sonnecchiato per tutti i 5 anni dell’amministrazione Cariello e poi improvvisamente si è risvegliato adesso.
    L’intercalare più insopportabile rispetto ai problemi della città è stato : mi dicono questo , mi dicono quello……….. come se avesse bisogno di qualcuno che gli dica quali sono i problemi del paese perchè non li conosce pur dovendo per il ruolo di principale oppositore che ha svolto.
    Sull’area ex Pezzullo ha dichiarato che c’era un vecchio progetto di risanamento ma poi non sa cosa è successo segno evidente che nei consigli comunali e per tutto il mandato da consigliere non si è interessato dei problemi e nemmeno si è documentato dopo che ha deciso di candidarsi a sindaco.
    Eloquio non fluido e dimostrazione di scarsa conoscenza dei problemi con conseguente offerta di soluzioni vaghe e fumose.
    Ha esordito dicendo di non essere figlio di un politico come se esserlo fosse una specie di peccato originale.
    Sottozero , poi la gente giudicherà , al netto delle truppe cammellate.

    • Ottimo Cuomo, bravo, diretto, conciso, ed esperto!
      Sarai al ballottaggio

  3. Nenni per cortesia cambia spacciatore!
    Uno che va a destra e sinistra come Cuomo è un ubriaco politicamente parlando e lo sono pure i suoi elettori.

  4. Un vero socialista ….un corno!
    Si è fatto tutti i partiti dell’arco costituzionale ….per poi arrivare ad Italia Viva che è tutto dire…è stato pure peggio di Del Vecchio e della Migliorini che hanno latrato alla luna.E’ l’uomo che non tira e poi con quei “cortigiani”.
    Nenni lascialo riposare in pace, non ha niente in comune con Italia Viva, un pò di rispetto per un padre nobile della nostra democrazia! Ti devi chiamare l a t r i n a non Nenni!

    • La diaspora socialista ha interessato tanti che sono andati chi coi DS col nuovo PSI altri con f.i. ert, Tonino non ha fatto nulla di male, era la frase post- mani pulite, cosa che lui ha sempre avute a differenza di altri che hanno sfangato condanne per insufficienza di prove, studia e poi parla.

  5. Anche il suo “cognonimo” politico americano ha fatto la cosa migliore dimettendosi.
    Tonì fai un passo indietro o ci penserà Sgroia a farti capitolare.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/08/11/cuomo-annuncia-le-dimissioni-in-diretta-farmi-da-parte-e-la-cosa-migliore-video/6288431/

  6. Ad Eboli di Cuomo in politica solo uno, troppi invece di altri usurati ed usuranti cognomi, ciò un dato di fatto.
    La gente stanca dei testimoni padre figlio, la vera democrazia vuole alternanza e diversità di figure.

    • Solo uno è vero ma sono pure 40 anni che ha vissuto di politica e non ha fatto nulla per Eboli.
      Credo che prenda già delle pensioni per aver fatto il consiglire regionale e l’onorevole adesso lotta anche per lo stipendio da sindaco.
      Basta!

    • ANCHE IL SOCIALISTA CHE APPOGGI TU PRENDE INDENNITA’ DA PARLAMENTARE CONSIGLIERE REGIONALE E MINISTRO, COSA HA FATTO?
      FATE I MORALISTI A CAXXI VOTSRI,DOVE VEDETE E DOVE CECATE!

  7. Vito ha ragione per il concetto di “alternanza”, per quando è dato leggere sul forum, effettivamente, Cuomo è da dagli anni 80′ che fa politica, probabilmente, già riceve vitalizi (pensioni politiche) è giusto che si metta da parte e lasci un pò di spazio agli altri.

  8. Sig. Admin la prego, ringraziandola anticipatamente, di sostituire il post precedente poichè il link di collegamento corretto per accedere al documento è il seguente:

    https://www.cr.campania.it/TraspAmm/Organizzazione_OrganiPoliticoAmministrativi_Vitalizi.jsp

    Questo è l’elenco scaricato dal sito della Regione Campania.
    Non ci sono i dati anagrafici ma un Antonio Cuomo ex consigliere regionale, nell’anno 2020, ha percepito un vitalizio di € 82.742,60.
    Forse dovrebbe essere scattato pure il vitalizio alla Camera, se lo trovo lo pubblico volentieri.
    In ogni caso basta!

    • Per Ciccio.
      Ma cosa c’entra il vitalizio con la campagna elettorale. Non lo ha istituito lui e ancora c’è, e certo non è per suo volere.
      Una questione quella dei vitalizi che il M5S ne ha fatto la sua fortuna, tranne poi abboccolarsi non appena si sono assisi nei vari organismi elettivo.
      Se non ti piace non lo votare , fai quello che vuoi, questa è l’arma degli elettori, ma certo non è questo il modo migliore per dimostrarlo.
      La questione dei vitalizi è lunga quanto il parlamento e io ricordo, e con grande piacere, quando nel 1972 il mio Mentore On. Ennio D’Aniello, eletto al parlamento, rifiutò l’indennità di parlamentare, perché preferì quella di Primario di Medicina Generale all’Ospedale Provinciale di Eboli, sebbene le due non fossero incompatibile. E diceva: “Io sono Medico e continuerò a fare il medico, la carica di parlamentare per me è un onore”. D’Aniello era medaglia d’Oro al valor civile. Perché sebbene colpito dal bombardamento e ferito gravemente, allesti la siua casa ad ospedale e curò decine e decine di persone nel corso di quello scorcio di guerra Mondiale.
      Altri tempi? Altri tempi.

  9. Era per Vito che invocava il principio dell’alternanza come se Cuomo fosse il debuttante della politica mentre è un cognome Usurato tant’è che, prove alla mano, riceve vitalizi.
    I vitalizi esistono ancora, ed è su questo che sbagli e se vuoi te ne do prova, anche perchè Cuomo come tanti altri votò contro l’abolizione degli stessi.
    Io non lo voto senz’altro diversamente da come avevo annunziato sul forum, votalo tu caro Admin se ti piace e lo ritieni idoneo, tanto più se il tuo mentore è stato D’aniello non so come farai pace con la tua coscienza.

    • Per Ciccio.
      Io non solo sono in pace con la mia coscienza ma non ho nulla da rimproverarmi. Ti ho solo fatto notare di come quell’argomento non è motivo di scandalo, e non c’entra niente con il voto del 3 e 4 ottobre.
      Riguardo all’usura. Voglio farti notare che o direttamente o indirettamente, tranne La Monica, i candidati sono tutti datati. Tutti usurati di loro e di chi li ha candidati, e allora? Se non vuoi gente usurata vota quelli che ritieni di votare. Quindi vota per chi ti pare ma non coinvolgermi nelle tue psturnie cerca di non esagerare nella tua propaganda. Sii corretto perché non consentiró a nessuno di usare il mio sito per gare i cecchini o propaganda.

  10. W Lamonica

    E certo che voterò per chi mi pare, ho iniziato dichiarandomi votante di Cuomo ma poi ho fatto il pari e dispari e l’ho scartato.
    Prosutto non mi dispiacerebbe però visto che Lamonica non è usurato questa settimana farò il tifo per lui.
    La mia propaganda la faccio dando a tutti la pari opportunità e già per questo mi ritengo corretto.
    Poi caro Admin non voglio che ti rimproveri proprio nulla, ma il 3 – 4 ed aggiungasi il 17 ottobre non posso e non voglio votare solo i programmi molti dei quali sono sogni nel cassetto e li resteranno e semmai turarmi il naso su chi dovrà realizzarli politicamente se il soggetto non è affidabile e fratacchione per utilizzare un termine De Luchiano.
    Vedi che per l’utilizzo del sito per la propaganda che, bene o male, faccio a tutti, sono gli altri Nik tra cui le finte signore per bene che mi sparano addosso.
    Da stasera anch’io farò i comizi!

    🙂 Ridiamo adesso perchè dopo le elezioni, a prescindere da chi sarà eletto, ci sarà da piangere per il popolo ebolitano.
    L’impresa sarà ardua per come siamo combinati.

  11. Ciccio sei uno screanzato ed approfitti della libertà concessati che non è libertinaggio, vota chi ca… vuoi ma non rompere le sfere!
    Purtroppo la maleducazione è sempre di moda…

  12. La libertà concessami è perchè non supero, diversamente da te caro Brunello manico d’ombrello (tiè tiè che facevano i bambini agli antipatici), i limiti della continenza e della libertà di critica costituzionalmente garantita.
    La cattiva educazione la noto negli attachi che ricevo ma siete la mia forza e di questo ti/vi ringrazio.
    Di sfere da rompere ce ne sono poche perchè di uomini che possono vantare d’avercele costituiscono una razza in via d’estinzione.
    Tu ne sei l’esempio di coloro che non si estingueranno mai!
    Continuerò nei miei comizi e “Cetto” mi darà una mano.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente