DSU e ISEE: Osservatorio INPS 2016-2021

Dall’Osservatorio sulle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) e ISEE 2016 – 2021 emerge un forte divario tra Nord-Sud. 

Il valore ISEE, decresce da Nord a Sud, dai 15.331 euro al Nord a 10.111 euro nelle regioni del Sud e nelle Isole. Dall’ISEE medio regionale, il Trentino-Alto Adige ha il valore ISEE nazionale più alto (17.869 €), la Liguria (14.057 €) ha il valore più basso del Nord. Al centro Toscana 16.325 €, Lazio 13.305 €. Sud, Abruzzo 12.939 €, Calabria 8.919 € ha il valore nazionale più basso.

Osservatorio ISEE

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diramato in data odierna dall’Ufficio Comunicazione esterna dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale alle agenzie di stampa per una più ampia diffusione relativamente all’Osservatorio su Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) e ISEE periodo 2016 – 2021 pubblicato oggi dall’Istituto, ha lo scopo di illustrare la distribuzione e le caratteristiche dei nuclei familiari che hanno presentato una Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) per il rilascio della certificazione ISEE negli anni 2016-2021.

Si ricorda che nel corso dello stesso anno solare può essere presentata più di una DSU, per cui il numero di nuclei familiari distinti è inferiore rispetto a quello del numero delle dichiarazioni: nell’anno 2021 a fronte di 8,9 milioni di DSU si registrano 8,5 milioni di nuclei distinti, mediamente composti da circa 3 persone.

Dal 2020 la DSU può essere presentata anche in modalità precompilata: la dichiarazione contiene alcuni dati precompilati forniti da Agenzia delle Entrate e da INPS così da velocizzare il processo di attestazione del valore ISEE. La percentuale di DSU presentate in modalità precompilata sul totale delle pervenute è stata nell’anno 2020 pari al 9%, nel 2021 è salita al 10% e nei primi mesi del 2022 ha già raggiunto il 13%.

Osservando la distribuzione territoriale delle DSU presentate nel corso del periodo 2016-2021, si nota che in tutti gli anni le dichiarazioni sono più numerose nelle regioni del Sud e delle Isole; seguono le regioni del Nord e infine quelle del Centro. L’andamento delle dichiarazioni non cambia nel 2021; infatti, il 44% delle DSU sono state presentate nelle regioni del Sud e delle Isole, il 37% in quelle del Nord ed infine il 19% in quelle del Centro.

Il valore ISEE, come già osservato, segue un andamento decrescente da Nord a Sud, con valori che vanno dai 15.331 euro al Nord a 10.111 euro nelle regioni del Sud e nelle Isole.

Riguardo al valore ISEE medio regionale, i dati più alti si registrano nelle regioni del Nord: il Trentino-Alto Adige raggiunge il valore ISEE più alto a livello nazionale (17.869 €), mentre la Liguria con 14.057 € presenta il valore più basso tra le regioni del Nord.

Seguono le regioni del Centro, con la Toscana che raggiunge i 16.325 € detenendo il primato del valore più alto tra le regioni del Centro e il Lazio con 13.305 €, ultimo in classifica.

Infine, le regioni del Sud presentano i valori ISEE più bassi: l’Abruzzo con 12.939 € è la regione con i valori più alti, mentre la Calabria con 8.919 € presenta il valore più basso a livello nazionale.

Salerno, 25 febbraio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente