EBOLI POLITICA: "Movimenti statici" a destra.

Corsetto: “Da una rosa di nomi arriveremo ad una sintesi su Vecchio e Busillo….. in caso contrario ci rimetteremo agli organi provinciali”.

Tra i “sindacabili”: Giovanni Clemente; l’ex Sindaco Morrone; un alto Funzionario; un Magistrato contabile; un Imprenditore; un Avvocato.

Soluzioni e indecisioni che azzerano i vantaggi e rimettono tutto in discussione.

Fausto Vecchio

Fausto Vecchio

EBOLI – Se nel Centro-sinistra si è aperta una sorta di successione al Sindaco uscente Martino Melchionda, nel Centro-destra si scalcia per attribuirsi qualche vantaggio rispetto ai tanti aspiranti alla candidatura a Sindaco della Città di Eboli.

I risultati usciti dalle urne non sono affatto chiari per entrambi gli schieramenti e non  sono lusinghieri per i singoli candidati. Non hanno visto perdente il Centro-sinistra, nel suo complesso, ma non hanno segnato una vittoria per il Centro-destra. Insomma, se la sinistra non ha perso la destra non ha vinto.Tuttavia si pone il problema da qui a marzo del prossimo anno di chi deve guidare il Centro-destra.

Non a caso vi è stata una vera e propria corsa alla candidatura, non tanto per sostenere Cirielli e concorrere alla vittoria, ma solo per cercare di “marcare” il territorio e poter dire: c’ero anche io e spetta a me. In effetti il PdL con tutte le sue anime (AN e a Forza Italia) prova a dialogare per cercare di trovare una sintesi.

Già si sono consumati diversi incontri, ai quali hanno partecipato esponenti di Partito e i candidati alle ultime provinciali di area PdL: Fausto Vecchio, Vito Busillo, Bruno Grimaldi, Cosimo Pio Di Benedetto e Antonio Corsetto.

“Il nostro sforzo è teso a trovare un accordo che riesca a tenere unito il PdL e l’intera coalizione” – dichiara Antonio Corsetto, personaggio storico di Forza Italia – “Per il momento abbiamo una rosa di nomi su cui lavorare per trovare una sintesi” – e a proposito della coalizione – “Nei prossimi giorni ci incontreremo con gli altri partiti (MPA, DC e gli altri così detti minori e poi con l’UdC, per confrontarci ed ascoltare le loro istanze” – Corsetto parla di nomi ipotizzando tempi e soluzioni – “I nomi su cui si è partiti, sono quelli di Fausto Vecchio, Vito Busillo, Bruno Grimaldi, Cosimo Pio Di Benedetto e il mio. Credo che arriveremo ad una sintesi su Vecchio e Busillo, oltre alle segnalazioni che verranno dai nostri alleati. E’ un momento difficile, su cui incombono molti fatti, non ultimo la vicenda ancora calda del Difensore Civico, ma se non riusciremo a trovare un accordo ci rimetteremo alle decisioni degli organi provinciali” -.

Vito Busillo

Vito Busillo

Le aspirazioni sono legittime e non solo una prerogativa del PdL, le hanno i partiti piccoli e le ha anche l’MPA. Infatti l’ex assessore di Melchionda ed ex Presidente del Circolo di Eboli, Giancarlo Presutto, approdato da poco al movimento di Lombardo e da poco ha ricevuto da questi l’incarico di Presidente della sezione locale e coordinatore di Collegio, non ne ha fatto mai mistero di aspirare alla candidatura di Sindaco.

Le stesse legittime aspirazioni le avrebbe anche l’UdC di Casini e De Mita, ma per questo partito c’è ancora tutto da vedere, poiché non è dato ancora di sapere se correrà da solo o farà qualche alleanza , una cosa è certa: Casini ha escluso nella maniera più assoluta, per le prossime regionali, accordi con il PdL. La decisione è a margine dell’intervento di Silvio Berlusconi a Porta a Porta e al diverbio avuto in diretta televisiva con Pier Ferdinando Casini.

Una situazione abbastanza complicata che azzera in qualche modo il vantaggio che il Centro-destra avrebbe potuto sfruttare rispetto al “vento” nazionale in suo favore e alle divisioni interne al PD e alla Sinistra in generale. Questi sono le manovre generali e questi i “movimenti” che si registrano, ma una futura decisione, non può prescindere anche dai riflessi dello scontro in atto tra la Ministra Mara Carfagna e il Presidente della Provincia Edmondo Cirielli. Scontro che si ripercuoterà inevitabilmente in tutte le realtà e negli equilibri interni, condizionando pesantemente anche su un’eventuale scelta del Candidato Sindaco di Eboli.

Un’altra verità che non va per niente sottaciuta è che qualsiasi “movimento”, per come è strutturato il

Giancarlo Presutto
Giancarlo Presutto

centro-destra, risulta essere “statico”, se si considera che gli “attori” locali poco o niente incidono sulle future scelte, che comunque saranno prese, indipendentemente dal loro “agitarsi”. Nessuno si sente di escludere scelte che non siano legate a quelle che invece vorrebbero i locali, tanto che si pensa ad altre soluzioni e ad altri nomi, che non corrispondono ai nomi di cui oggi si discute, che potrebbero essere  estranei alla politica quotidiana, ma capaci di coagulare intorno alle loro figure, l’interesse dei moderati e degli scontenti.

Intorno a queste scelte vi è un rigoroso riserbo, ma qualche fuga vorrebbe che in “pista” vi fossero: l’Avvocato Giovanni Clemente, ex DC ed ex Consigliere e Assessore Regionale alla Sanità; l’ex Sindaco degli anni ’90 di Eboli Antonio Morrone; un alto Funzionario dello Stato; un alto Magistrato Contabile. Tutte soluzioni che potrebbero soddisfare un vuoto di leadership locale della destra e del Centro-destra, ma tutte soluzioni che nello stesso tempo non favoriscono mai la crescita di una classe dirigente che si rispetti.

Se queste personalità effetivamente sarebbero disponibili e starebbero riflettendo se essere conquistate o meno dal “canto della chimera politica”, si pensa anche ad altre soluzioni che non escludono personalità, sempre estranee alla politica quotidiana, ma più squisitamente nostrane, della così detta società civile o appartenente al mondo delle professioni. Anche in questo caso non si fanno nomi, ma da Salerno, “Radio Provincia” suggerirebbe un Imprenditore e un Avvocato di successo.

Queste indecisioni e queste ricerche azzerano tutti i vantaggi del Centro-destra rispetto alla sinistra e al Centro-sinistra, rimettendo tutto in discussione.

21 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. circa i nomi così commento : secondo me clemente non va bene e sappiamo tuti perchè. cosimo pio non ne parliamo non ci si può fidare vedi ultimo consiglio e poi non ha carisma può essere solo un mediocre gregario, presutto è inesperto e i figli d’arte non vanno bene e poi vedi i suoi balletti politici, morrone è persona seria è vero ma non credo che accetterà stante il suo passato nel centro sinistra, vecchio e busillo non vanno bene il primo èmstato già bocciato, il secondo potrebbe andare bene, ma le sue ultime lezioni non hanno convinto. cmq tra tutti il busillo andrebbe meglio, però ha bisogno di una squadra capace dietro, il suo difetto è che pensa di voler fare da solo. Corsetto ha peccato perchè non ha saputo unire il pdl in consiglio. Altri si facciano avanti c’è posto, altrimenti cirielli ci penserà lui a scegliere

  2. Finalmente dal centro – destrra arrivano segnali di maturità! ci fanno capire che ( forse, penso, spero!) stanno ragionando e non perdono tempo, in inutili e sterili discorsi di “cortile” quando il giovedì sera si incontrano, per buona pace solo del ristoratore dè la girandola ( tra l’atra riconosciuto e per il passato candidato COMUNISTA!) ( sposato felicemente con un professionista già assessore di Rosania e Melchionda; oggi dirigente al Comune di Eboli!?!?!?!) … tornando al nostro argomento; leggo nelle parole di Corsetto la reale presa d’atto da parte di una parte ( scusate il bisticcio di parole) del centro – destra ebolitano, di voler concorrere per raggiungere il massimo risultato possibile. Spero che questi signori, i quali a Eboli alle ultime provinciali hanno fatto bottino pieno, attestandosi al 51,8%, quindi se riuscissero a ripetere l’ottimo lavoro fatto, potrebbero, vincere loro e sbarazzarci (a noi poveri ebolitani) di questa amministrazione che ci ha fatto rinpiangere il peggior Angiolino Conte ( che vi posso assicurare è il miglior contiano, anche se il meno istruito…) . Concordo con l’esponente di Forza Italia – PDL Corsetto quando dice che se prevarrà la maturità, la coalizione potrà “arrivare a Salerno” con due nomi, quello di Busillo e quello di Vecchio, senza far “arrivare da Salerno” un nome che potrebbe essere condiviso solo per obbedienza politica ma non per scelta del territorio. Ritengo leggittime le aspirazioni dei vari Grimaldi, Di Benedetto, Corsetto e quant’altri danno la loro disponibilità ad una candidatura a sindaco, d’altronte dopo Melchionda anche “muschillo” sarebbe leggittimato a voler fare il sindaco di Eboli, o comunque ad ambire ad una delega da Assessore, considerando che il buon Martino nè ha “inventato” tanti, molti dei quali oggi, passati dall’altra parte della barricata, e gestendo partiti come se fossero associazioni, si autocanddidano a Sindaco ( a volte domendicando gli scheletri negli armadi o i trascorsi dei “loro padri”!) . Ritengo il momento storico giusto perchè Eboli cambi rotta, le condizioni ci sono tutte, dalla mala amministrazione ai visibili “affari” da tutti risaputi ma per pudore taciuti della amministrazione Melchionde e della sua “banda”. Eboli ha bisogno di un buon padre di famiglia, il quale dimostri di saper essere duro ed intransigente con i suoi figli – cittadini e soprattutto sappia tenere d’occhio la spesa pubblica, la tasca del Comune, la quale da più persone, priam sotto forma di “bancomat” ( vedi Cariello amministrazione Rosania), vedi “Melchionda e suoi affiliati” non hanno saputo ( spero per incapacità) saputo gestire o amministrare se gradite ( e di questo abbiamo letto avanti una triste pagine prorpio su questo blog!).
    quello che mi sento di augurare ai signori seduti al tavolo del centro destra è buon lavoro …a loro consiglio di guardare al di là delle proprie aspirazioni persoli, ripeto leggittime, ma di guardare in faccia a noi, loro conpaesani, la sera quando passiggiamo ” per il viale” e di leggere il nostro sconforto; se poi riuscite a creare momenti, dove anche noi che siamo animati di tanta buona volontà e tante idee possiamo avere un momento di confronto e di discussione con voi, per poter anche noi parteciapre al rialzo di Eboli, nè saremo grati.

  3. caro ghino, io vorrei andare oltre e dire chiaramente che tutti i nomi elencati da gianni purtroppo non vanno bene e non ritengo come tu dici legittime le aspirazioni di questi candidati a meno che non si vuol perdere. ma come hai tu, anche muschillo andrebbe bene rispetto alla giunta melchionda. Bisogna seguire però alcuni criteri, certo ma quali: 1) proveniente dal c.d.; 2) professionista serio e capace che non teme le battaglie;
    3) deve essere scelto dal pdl locale; vorrei però che non si allargasse troppo e necessariamente questo schieramento per la scelta, in poche parole non credo che sia necessario il consenso di un presuttino oppure di qualche altro analfabeta per scegliere, così non si può dar ascolto a udc costituito da gente indegna che tradito i suoi stessi fondatori (vedi da ultimo pallante e vocca). Il pdl non ha bisogno di questi uomini ma senza di loro ne guadagna. Il problema che questi consiglieri si è vero si riuniscono, ma nessuno dice di contattare questo di chiamare quest’altro, perchè ognuno cova la propria candidatura, questa è la verità che se viene confermata sarà un’altra partita persa per il c.d.

  4. Sono stati convocati tutti i rappresentanti di partito che sono presenti sotto il simbolo del PDL….nesssuno escluso…sia chiaro.
    Agli amici di coalizione ci alleeremo quando sarà tutto più chiaro.
    Grazie

  5. Siete semplicemente ridicoli…nn ho mai nascosto il fatto che mi fate pena…

  6. Sicuramente è di buon augurio x il centro sinistra ebolitano, che i sopra elencati personaggi siano gli unici che possano ambire alla carica di sindaco x il centro destra.
    Da una mia sommaria valutazione, credo che allora come stanno le cose sicuramente il prossimo sindaco di Eboli sarà un “muschillo” però sempre del centro sinistra.

  7. caro carmelo c. sinceramente questo tuo ottimismo mi preoccupa,perchè se sei il carmelo c. che penso io haimmè tieni poca memoria, ti ricorso che un papabile, Fausto Vecchio, già una volta ha dimostrato di essere persona più gradita e più votata di un noto carmelo c. !!!
    caro antonio corsetto oltre aglia amici della coalizione, i quali servono e non servono, come giustamente sostiene l’amico paolo, ritengo che dovete fare presto atrovare una sintesi tra di voi e poi allargare alla società civile, c’è voglia di parteciapre tra la gente, anzi più che voglia c’è l’esigenza di voler, ogn’uno nel proprio piccolo mettere una pietra per poter ” ricostruire” la nostra cara amata eboli.

  8. Questa città necessità di risollevarsi dalla decadenza politica, sociale, economica e culturale nella quale l’hanno traghettata questi ultimi anni di gestione politica. A dire il vero è dall’ultima amministrazione Rosania che osserviamo una profonda aggressione in tal senso. Quest’ultima, in itinere, esperienza amministrativa, guidata da politicanti incapaci, incompetenti e assetati di potere, sta mortificando le poche speranze rimaste e sta consumando tempo e risorse a danno del nostro futuro. Questo è l’unico parametro ideologico che OBBLIGA chiunque non si riconosca in codesti politicanti a fronteggiarli SERIAMENTE, con l’obiettivo di scalzarli definitivamente dal Municipio, per il bene dei nostri figli!
    Eboli non può subire ancora. Eboli non può essere ancora mortificata. Per far ciò il PdL ha il DOVERE di rinsaldarsi, al di sopra di ogni individualismo e personalismo. Mettendo da parte ogni passata o odierna tensione. Si dovrà vincerà al primo turno. Per far ciò occorrerà COESIONE, consapevoli che mandando a casa questi cialtroni della politica si scriverà una nuova pagina per Eboli, una pagina di LIBERTA’ che Eboli da anni aspetta.

  9. X ghino di tacco.
    Fausto Vecchio con tutto il centro destra unito se nn mi sbaglio prese circa 300 voti in più rispetto a Carmelo Conte .
    Con la differenza che Carmelo Conte aveva aveva a sostegno due liste civiche, poichè quella dello SDI nn fu ammessa.
    Se nn mi sbaglio Carmelo C. come dici tu, prese più del doppio dei consensi delle liste a lui collegate, cosa che nn avvenne per Fausto Vecchio.
    In tutta sincerità nn sò se vuoi scherzare, ma stai paragonando una Ferrari con una vecchia fiat uno.

  10. caro carmelo c. sai chi era ghino di tacco?
    sai chi utilizzava questa firma, per i suoi editoriali sul quotidiano l’avanti?
    sai perchè non fù ammessa la lista la lista socialista?

  11. vincenzo ippolito delegato nazionale al congresso nazionale del PDL non è stato convocato……………………..come mai? avete paura? il mio parere è che non volete giocare a carte scoperte. è logico che ippolito cambi identità voi fate i padre e padrone della politca locale….. RISPETTATE TUTTI GRAZIE.

  12. da una rosa di nomi arriverai ad una sintesi corsetto, tu sei solo un mangia pagnotta come tutti i tuoi amici,,,,hai gia fatto un accordo con busillo e ancora illudi la gente!!! Ma smettila di dire fregnacce….sappiamo tutti che perderete anche stavolta e sarà come sempre anche colpa tua.vedi 2005 spoglio elettorale- Corsetto -Melchionda!!!

  13. X ghino di tacco, so benissimo chi usava questo pseudonimo e da chi gli fu affibbiato.
    Vuoi che io ti dica che fu Scalfari ad affibbiare questo pseudonimo dispregiativo a Craxi x paragonarlo a (Ghino di Tacco) un signorotto che faceva pagare un dazio a tutti quelli che passavano sul suo territorio.
    Mentre Craxi lo usò per scrivere sull’Avanti e lo intendeva invece come un brigante che rubava ai ricchi x darne una parte ai poveri.
    Sei contento?
    La lista nn fu ammessa poichè chi si interessò nn lo ha fatto bene, poichè gli attuali pseudo politici DORMONO, mentre come ho più volte ho ribadito su questo blog, prima le persone erano più legate alla politica, al partito e si assumevano la responsabilità di quello che facevano ed agivano con criterio, cosa che oggi nn avviene.
    Ricordo che quando se ne occupava il Prof. Di Domenico nn succedava mai niente di anomalo, poichè lui era meticoloso e pignolo. E’ un professionista serio ed era un buon POLITICO.
    Poi in tutta sincerità cosa centra questo, con il fatto che Vecchio con tutto il c.d. ha preso soltanto 300 voti in più rispetto a Carmelo Conte con due liste civiche ?
    Vuoi farmi capire che Fausto Vecchio politicamente è superiore a Carmelo Conte, stai vaneggiando. Nn so tu che criteri usi.
    Anche se, in tutta sincerità, a me personalmente Vecchio mi è pure simpatico, però inn credo vi sia alcun termine di paragone.
    Anche se sò che è solamente un mio personale giudizio.

  14. caro carmelo c. – che carmelo conte rappresenti la massima intelligenza che eboli abbia mai espresso in politicanegli ultimi 30 anni ( e forse più di 30) nn ci sono dubbi, nè tantomeno ci sono presuntuosi che possono affermare diversamente; consentimi xò, di ritenere carmelo conte nn esente del gap ke nn ha permesso ad eboli di potersi esprimere in tutte le sue potenzialità, e preciso subito che nn gli addebito colpe amministrative, ma di scelta, perchè ritengo che il compagno conte, nn so x quale motivo, nn si è mai affidato alle intelligenze che aveva nel partito, ma ha sempre cercato di affidarsi ai mediocri…ai meticolosi e pignoli, invece ritengo la politica una scienza dinamica, in continua evoluzione e quindi nn fatta per “gli azzeccacarbugli”. eboli, caro carmelo c. , e tu lo ricordi meglio di me era la città capo fila della piana del sele, ha sempre rappresentato un momento, anke di invidia, dei comuni che confinandi; purtroppo xò nn ha saputo tenere il passso, nn ha saputo guardare al di la del ” ponte di san. giovanni” , nn ha saputo crescere e svilupparsi, perchè :” chi doveva scegliere” chi doveva imporsi, chi poteva assumersi la responsabilità di un atto, se queste stesse persone nn erano manco in grado di decidere cosa mangiare a pranzo? caro carmelo c. il partito socialista, la classe dirigente che ha proddo qual’è? carmine campagna? salvatore di dio? nuccio cataldo? …maggiordomi ke hai al saldo da sempre! …sdai ki è cresciuto politicamente, ki ha avuto il coraggio di fare altre scelte, vedi cuomo ( anke se quest’ultimo ha scelto troppo ed è quasi ora ke prenda una decisione di dove vuole stare, anke se sembra ke l’arco costituzionale lo ha girato tuuto, deve aspettaee ke fondino un nuovo partito!!!), vedi vecchio; caro carmelo, per n parlare degli “aborti” della politica ke quel partito ha prodotto, VEDI INFANTE !!!il quale in 40 anni di politica ha imparato appena a leggere ( a scrivere no xkè gira voce ke abbia uno scrivano, che nn è polito!!!) . sono in completa sintonia con te quando dici che i partiti hanno prodotto “dei pseudo!” hai ragione, ma ti ricordo ke è quello ke ha prodotto il campagno conte, nn ultimo martino melchionda!!! quindi, e mi scusa x la lungaggine dello scrivere, carmelo nn lo discutiamo, ma permetteteci di avere qualche perplessità sulle scelte che fa?

  15. X ghino di tacco, sono pienamente concorde con te, hai perfettamente ragione, in molti miei altri interventi su questo blog ho imputato le stesse colpe a Carmelo Conte.
    Sono le persone di cui si è circondato negli ultimi anni che lo stanno definitivamente rovinando politicamente, forse escluso un pò Salvatore Marisei, per il resto siamo davvero nella mediocrità.
    Di quella classe dirigente di allora, anche se la gente nn vuole ammetterlo, forse x invidia o nn so perchè, c’è solo Antonio Cuomo.
    Molti lo criticano, ed in tutta sincerità nn ne capisco il motivo.
    Credo che adesso abbia fatto, credo, una valutazione politica giusta, mediando con Carmelo Conte riusciranno sicuramente a individuare un buon candidato a sindaco x il PD.
    Nel mio intervento ho rimarcato il fatto che la valutazione deve essere fatta da Cuomo e Carmelo Conte e nn da altri, perchè specialmente per quanto riguarda l’area che fa capo a Carmelo Conte ( vedi i nipoti contini) fanno più danno che altro.
    Dovrebbero capire che le eredità sia politiche che economiche, se nn salvaguardate prima o poi finiranno.

  16. il migliore canditato a sindaco di eboli e pio volto nuovo giovane il resto e tutto vecchio vedi vecchio busillo non ha dimostrato niente non lo vogliono i cittadini di eboli il resto non contano

  17. caro busillo fattene una ragione gli ebolitani non ti vogliono meglio che fai il tuo mestiere che poi non si sa il migliore e di benedetto come esperienza ma devo ammettere che tu sei piu bello ma non basta

  18. gentile sig. Del Mese forse non tutti gli ebolitani sanno che il presidente Cirielli, con il bando di selezione di tre dirigenti da assumere a T.D. in provincia, ha garantito, per interesse dell’UDC, il passaggio nell’ente ad un noto funzionario del nostro Comune. La cosa stranissima è che il funzioinario, ing. Cannoniero, è noto per il suo storico inmpegno politico nel PCI, PDS, DS e PD, in strettissimo legame con DeLuca. Rosania da cococo lo passo a TI con un arteficio normativo (barvi i comunisti). A Melchionda, in cambio, l’ing. Cannoniero ha fatto lo sgambetto (leggete il Bando di gare per l’area exPezzullo!!! fate due conti e vedrete che Melchionda non riuscirà ad aggiudicare l’appalto prima delle elezioni!!! AHAHAHA. Bravo Cannoniero. Cosi diventa dirigente rosso in una giunta nera.

    • Per Cittadino qualunque,
      Non conosco la vicenda e nemmeno tutti i passaggi a cui fai riferimento. Suppongo e mi farebbe piacere che l’Ing. Cannoniero fosse stato scelto per le sue competenze, ma se ci sono altre motivazioni, sono tutti fatti suoi e di chi lo ha nominato, tra l’altro, Bassolino nominò nel suo staff Giovanni Romano, attuale assessore Provinciale della Giunta Cirielli, mica per questo Romano ha cambiato Partito. Se Cannoniero,invece, nel corso dello svolgimento della sua professione di tecnico comunale o provinciale, dovesse fare cose che non condividiamo, è li’ che lo dobbiamo criticare.

  19. ADMIN NON FARE L’INGENUO. RAMMANTIAMO ANCHE CHE IL SINDACO DI BARONISSI E’ ANDATO A FARE IL SEGRETARIO DA CIRIELLI. TUTTI COSI ECCELSI QUESTI PERSONAGGI POLITICI O FORTEMENTE POLITICIZZATI? NEL CASO DI CANNONIERO HA INFLUITO PESANTEMENTE IL SUO RAPPORTO CON L’UDC (DA BRAVO COMUNISTA TRASFORMISTA). NEL CASO D MOSCATIELLO LA SUA AMICIZIA CON ROMANO E CON LA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. ILLUDIAMOCI CHE VIVIAMO IN UNA SOCIETA’ MERITOCRATICA?! LA STESSA CHE FECE TRASFORMARE IL CONTRATTO A T.D. CON INCARICO FIDUCIARIO, DEL CANNONIERO (GIUNTA ROSANIA) IN CONTRATTO A T.I. ! VALSERO LA SUA BRAVURA SU TANTI ALTRI INGEGNERI? O IL RAPPORTO CON DE LUCA E CON L’ORDINE DI CUI ERA SEGRETARIO? RAMMENTA ADMIN, PER NON MORTIFICARE I TANTISSIMI FIGLI DI QUESTA TERRA MALEDETTA CHE NON TROVANO SPAZIO, LAVORO, SERENITA’ CHE IL SISTEMA CHE SUBIAMO E’ MARCIO. MARCIO DAI TEMPI IN CUI LA POLITICA ERA UN’ALTRA COSA. FORSE + DIGNITOSA MA SENZA DUBBIO PREDATRICE COME OGGI. … E SE RICORDIAMO BENE, TU NE SEI STATO UN ARTEFICE IN QUALCHE GIUNTA, VERO?

    • Per Cittadino qualunque,
      non voglio fare per niente l’ingenuo, ho detto solo che non sono a conoscenza di questo fatto specifico, ed è la verità. Sembrerebbe che tu mi attribuisca una sorta di compiacenza con quello che farebbe Cirielli, Cannoniero, Infante e Moscatiello o che copra malefatte dell’UdC. Sembrerebbe altresì che tu sei molto informato sui vari passaggi dell’Ing. Cannoniero e se sei così informato di quello che accade alla Provincia, anziché fare delle domande perché non le dici molto più articolatamente tu queste cose? Se non te la senti, perché non sono suffragate da una documentazione sufficiente, allora bisogna tacere e magari criticarlo, come ti ho detto per la sua poca coerenza, ma niente altro.
      Ti ripeto, se Cannoniero accetta di essere trasferito alla provincia e magari per questo cambierebbe partito, sono sempre fatti suoi e noi potremmo criticarlo e se ne avessimo le prove di questo “scambio” lo denunceremmo. Sulla sua stabilizzazione poi, se è vero come stai tentando di dire che ci sono delle ombre, questo è gravissimo e andrebbe veramente a mortificare i nostri tanti giovani, ma anche questo andrebbe dimostrato, altrimenti spariamo nel mucchio.
      Per il resto è vero anche che sono stato un protagonista più che un “artefice”, come dici tu, e non me ne sono mai vergognato di fare politica e allora come oggi c’erano “predatori” e “predoni”, io non ne facevo parte di quelle categorie. Ho fatto l’amministratore con onestà e con dedizione e poi ho fatto anche delle scelte che mi hanno portato ad allontanarmi dalla politica attiva, e anche di questo non me ne pento.
      Quella scelta è stata volontaria. Da allora collaborando con diversi quotidiani, ho partecipato a modo mio e in maniera molto critica alla politica, e qui concordo con te, non è più la stessa.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente