Il SudCamp 2010 di Eboli e Paestum, un modo per uscire dal pantano

Con Bocchino, Casini, saranno prove di dialogo, di Governo o semplicemente assestamenti di posizione?

Letta e il SudCamp: “un modo come uscire dal Pantano”.

Pier Ferdinando Casini Enrico Letta

EBOLI/PAESTUM – Il SudCamp 2010 è l’evento organizzato da Enrico Letta e dalla sua Associazione TrecentoSessanta in programma ad Eboli e Paestum dal 23 al 25 settembre 2010. A Eboli il 23 settembre, poi  a Paestum il 24 e 25 settembre. Tre giorni importanti. “Un modo per uscire fuori dal pantano” ha detto Letta.

SudCamp è anche l’occasione per confrontarsi con esponenti di primissimo piano del governo e delle opposizioni, con studiosi e imprenditori, professionisti e giovani appassionati di politica. Con un invito: basta meridionalismo da struzzi e basta reticenze. E con alcune fondamentali parole d’ordine: responsabilità, coraggio, rigore, competenza.

Si discuterà di temi di attualità come quelli del Mezzogiorno e  del federalismo  aggiunge Letta :“fuori dai luoghi comuni e senza gli alibi tipici, di quel meridionalismo da struzzi, di cui tanto si discute in questi mesi”. Numerosi gli ospiti che accompagneranno Letta e numerosi parlamentari del PD. Tra gli altri, Umberto Ambrosoli; il ministro Raffaele Fitto, il leader Udc Pier Ferdinando Casini e il finiano Italo Bocchino, Umberto Ambrosoli e Gianrico Carofiglio, che presenteranno i loro ultimi libri; il magistrato anticamorra Raffaele Cantone; il coordinatore della segreteria nazionale del PD, Maurizio Migliavacca; il presidente della Federazione dei Verdi, Angelo Bonelli; l’ex segretario dei Popolari, Pierluigi Castagnetti; i presidenti di Regione, Stefano Caldoro e Vito De Filippo; l’ex governatore della Sardegna, Renato Soru; il senatore Marco Follini; la deputata Nunzia De Girolamo; gli europarlamentari Paolo De Castro e Gianni Pittella. Sarà presente anche il segretario generale della CISL, Raffaele Bonanni, e S.E. Mons. Agostino Superbo, vicepresidente della CEI, responsabile per il Mezzogiorno.

Saranno prove di dialogo, di Governo o semplicemente assestamenti di posizione?

Sarà sicuramente un grande momento di confronto, e dopo gli ottimi risultati raggiunti della prima edizione, nel 2008, e il successo di Nord Camp dello scorso giugno, ha portato “trecentosessanta“, a discutere di unità nazionale, rapporto tra i diversi territori del Paese, federalismo, sviluppo e mancato sviluppo con una manifestazione che, a dispetto della retorica spesso vuota che accompagna il dibattito pubblico in materia, vuole affrontare il tema del Mezzogiorno finalmente senza tabù e senza alibi.

“Sotto, a chi tocca.” recita il claim della manifestazione che verrà declinato in numerose sessioni di riflessione in seduta plenaria e in 6 laboratori di approfondimento tematico, i SudLab, dai quali i partecipanti dovranno uscire con proposte concrete e idee da veicolare attraverso la rete e i canali di TrecentoSessanta.

…………  …  ………….

Questi i titoli dei sei SudLab:

1. SOTTOSOPRA – Crisi, federalismo, disuguaglianze
2. SOTTOCULTURA – Arti, economia della cultura, turismo
3. SOTTOVUOTO – Giovani, welfare, futuro
4. SOTTOBANCO – Scuola, università, formazione
5. SOTTOSUOLO – Agro-alimentare, ambiente, tutela del territorio
6. SOTTOINCHIESTA – Pubblica amministrazione, responsabilità, efficienza

Indicazioni utili:
– Per iscriversi bisogna compilare la scheda di partecipazione con le quote per vitto e alloggio e le offerte riservate a tutti i partecipanti under30.
– Leggi il comunicato stampa di Sud Camp.
– Leggi il programma e scarica le notizie utili per la partecipazione.
– Guarda il video su Sud Camp e l’invito di Enrico Letta a partecipare.

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. PER TRESEIZERO Eboli
    Si comunica il programma di giovedì 23 settembre ad Eboli CINEMA IATLIA
    ore 19-Saluti di benvenuto di Umberto Ranieri
    a seguire
    * Prolusione di S.E. Mons. Agostino Superbo Vicepresidente della CEI
    * “Qualunque cosa accade” : Umberto Ambrosoli ne discute con Gugliemo Vaccaro
    * “La manomissione delle parole” Francesco Sanna ne discute con Gianrico Carofiglio
    * “L’Europa si è fermata ad Eboli” Raffale Fitto si confronta con : Stefano Caldoro, Paolo de Castro, Vito De Filippo.
    pre 22: Performance musicale di Rocco Papaleo.

  2. 360 MI PARE CHE SIA ALLOCATA UNA SUA SEDE IN EBOLI, AL CORSO GARIBALDI, SICURAMENTE VANNO DI MODA GLI ASSOCIAZIONISMI E LE FONDAZIONI POLITICHE, MA IL TUTTO DEVE ESSERE RAPPORTATO ALLA BISOGNA, MI SPIEGO,E’ INUTILE DIALOGARE CONCERTARE E PROPINARE CONVEGNI TAVOLE ROTONDE SEMINARI et similia, SE IL TUTTO NON SI CONVOGLIA IN UNA AZIONE TANGIBILE PER I CITTADINI E LE COMUNITA’ MERIDIONALI! AUSPICO IL SUCCESSO DELLE INIZIATIVE,ALTRIMENTI I CITTADINI SI DISINTERESSERANNO ANCORA MAGGIORMENTE DELLA POLITICA E DEL SUO MONDO PARALLELO!

  3. Bravo Vincenzo , è il tuo momento.

  4. Una ulteriore informazione per i frequentatori di politicaDEmente:
    GIOVEDI’ 23 SETTEMBRE il programma di CAMP SUD ‘!= , inzia ad EBOLI al Cinema Italia alle:
    ore16,30 con WELCOME: Donato guercio, Luciano Ragazzi, Massimiliano Cesare e Martino Melchionda.
    Ore 17 CAMPANI IN TRINCEA: Felice Naddeo intervista Vincenzo Consalvo, Luigi Famiglietti, Nicola Landolfi, Tony Pannullo, Luca Sgroia, Giuseppe Stellato, Mario Casillo
    Ore 18:LA CAMPANIA CHE PENSA AL SUD: modera Angelo Di Marino.Carmelo Conte,Andrea Cozzolino,Giuseppe Gallo,Stefano Graziano,Francesco Grillo, Sergio Tomga.Conclude Donato Pica
    Il programma poi prosegue alla 19, come già comunicato.
    La sede dell’Associazione 350 ad Eboli è al corso Garibaldi,55 tel e fax n0828-211578
    e.mail: treseizeroeboli@libero.it

  5. Siamo alle solite. Dopo Italianieuropei di D’Alema, Farefuturo di Fini,l’associazione “culturale ” di De Magistris che non ricordo come diavolo si chiama, arriva 360 di Letta. E altre ancora ne arriveranno. Ormai siamo allo scimmiottamento totale. Ogni leader o presunto tale, si va preparando il terreno per le prossime elezioni! Niente di nuovo sotto il sole. Costoro mettono insieme destra e sinistra,Fitto e De Filippo, Bocchino e Follini,Caldoro e De castro. E per finire l’ottimo monsignor S.E. Agostino Superbo: ma non è quello implicato nel ritrovamento del corpo della povera Elisa Claps in una chiesa di Potenza?
    Una bella insalata mista.
    Intanto nel PD è resuscitato anche Veltroni, che doveva andare in Africa, non appena ha sentito la puzza del potere che potrebbe ritornare.
    Berlusconi subito ha gongolato per il “soccorso rosso” delle divisioni a sinistra ! ma dove vogliamo andare con questi leaders scaduti?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente