EBOLI- TUTTI IN PIAZZA, BASTA A BERLUSCONI: DIMETTITI

FdS, IdV, PD e SEL di Eboli aderiscono alla manifestazione nazionale del 13 febbraio “se non ora, quando?

Dire basta a Silvio Berlusconi che sta riscrivendo regole di moralità aberranti con le quali i magistrati si devono vergognare e i ladroni, gli sporcaccioni e gli  affaristi si santificano.

se non ora, quando ?

EBOLI – Se non ora, quando?

Tutto il centro sinistra unito : Federazione della Sinistra, Italia dei Valori, Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, per esprimere pubblicamente la loro indignazione contro  l’intreccio indecente tra sesso, potere e politica che ogni giorno ci viene propinato.

Berlusconi attaccando le Istituzioni demo0cratiche si comporta come in dittatorucolo da quattro soldi. L’Italia democratica è indignata si ribella usando la protesta come strumento civile e la democrazia come metodo politico, per dire basta al degrado in cui è precipitato il Paese.

Insieme in tutt’Italia ed insieme anche a EBOLI a manifestare per la difesa della dignità delle donne, delle Istituzioni e dell’intero Paese, ma soprattutto non affermare nuove regole di “moralità” dettate da sporcaccioni che vorrebbero far vergognare i Magistrati per il lavoro onesto ed indipendente che  devono svolgere.

FdS, IdV, PD e SEL, non vogliono proporre un’azione moralizzatrice, ma vogliono manifestare la volontà di esserci e di produrre il cambiamento e dire no a questo “teatro” volgare che non appartiene alla gente che quotidianamente vive la sua vita normale, piena di sacrifici e di stenti.

Se non si rispetta la libertà, la dignità ed i diritti delle donne e quelli in generale, viene messa in discussione la stessa democrazia. E in questo momento stiamo in piena emergenza democratica anche per effetto di una legge elettorale che nomina i Parlamentari e per questo il Parlamento è stato occupato con metodi democratici e gestito con metodi da dittatura.

Per questo che domenica saranno tutti insieme in piazza; ci saranno senza le bandiere, così come proposto dai promotori nazionali, e chiedono la partecipazione delle tante donne e dei tanti uomini – di qualunque colore politico – che, come noi, vogliono dire

  • BASTA a questa cultura del più becero maschilismo, che propone l’uso del corpo delle donne come oggetto di scambio,
  • BASTA ad un’immagine così indecorosa di una delle più alte cariche dello Stato,
  • BASTA ad un Governo che offende le pari opportunità e non valorizza il ruolo della donna nel lavoro e nella società.

Domenica 13 febbraio saremo in Piazza della Repubblica dalle 10,30 alle 13,00 con sciarpe bianche, musiche, striscioni, cartelli, e lenzuola che “parlano”; tutti in piazza per dire, insieme, che è stata superata la soglia della decenza.

Anche ad Eboli, come in tante piazze italiane, diciamo

DIMISSIONI !

.

10 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. ADESSO VA BENE.
    SEL HA DIMOSTRATO DI AVER COMPRESO LA CRITICA SULL’USO “personalizzato” DELLA MANIFESTAZIONE.
    UNITI SI VINCE SEMPRE- EGITTO DOCET- E QUESTO E’ UN MOMENTO VERAMENTE TRAGICO PER LA DEMOCRAZIA E PER L’IMMAGINE DELLA NOSTRA PATRIA. VIVA L’ ITALIA- NON VOGLIAMO IL MODELLO DI ITALIA ALLA BERLUSCONI, STRACQUADANIO, SANTANCHE’, GASPARRI, CICCHITTO, BONDI E LORO SODALI COME MORA, CORONA, FEDE, SALLUSTI, FERRARA,ETC..RIVALUTIAMO UOMINI COME SANDRO PERTINI CHE SI STA’ RIVOLTANDO NELLA TOMBA.

  2. Se non ora, quando? Dimettiti

  3. Domani sarà un grande giorno per le donne e per tutti. Da donna dico basta al commercio dellle donne e basta a Berlusconi. Aderisco a Se non ora, quando?

  4. BERLUSCONI DIMETTITI

  5. I mercanti vadano via dal tempio. Fuori NANI, Ballerine e puttane. Berlusconi dimettiti.

  6. Ma cosa aspetta a rendersi conto di essere una barzelletta, ridicolo, e non si rendono conto tutti i suoi servi di come si sono svenduti la dignità personale. Non c’è soluzione con tutte le televisioni e i giornali non c’è più tempo è ora cjhe capisca e si dimetta senza portare il paese nel disordine. Dimissioni.

  7. E’ importante ESSERCI !!!!!!!

    —-Messaggio originale—-
    Da: la.sinistra162@teletu.it
    Data: 12-feb-2011 13.45
    A: <, <>>
    Ogg: se non ora, quando?

    NESSUN DORMA !
    Domenica non accettiamo l’invito ad andare a mare, a passeggio, a pescare: domenica è importante esserci, essere in tante e tanti in piazza ad Eboli, come in tutte le piazze italiane, per esprimere pubblicamente la nostra indignazione contro l’intreccio indecente tra sesso, potere e politica che ogni giorno ci viene propinato.

    Insieme e senza bandiere manifestiamo per la difesa della dignità delle donne, delle Istituzioni e dell’intero Paese.

    Non proponiamo un’azione moralizzatrice, ma manifestiamo la volontà di esserci e di produrre il cambiamento.

    Se non si rispettano la libertà, la dignità ed i diritti delle donne, viene messa in discussione la stessa democrazia.

    E’ IMPORTANTE ESSERCI ed essere in tanti.

    Domenica 13 febbraio

    dalle ore 10.30 alle ore 13.00

    Piazza della Repubblica ad Eboli (SA)

    giornata di mobilitazione nazionale

    Se non ora, quando?

    Passaparola…

  8. Berlusconi ha fatto il suo tempo, ora si faccia da parte e non vada a finire nel melodramma. E’ meglio per lui e per l’Italia.

  9. 0ggi 13 /2/2011 p9aaza della repubblica io c’ero ,ma la sinistra non era unita,alcuni pezzi grossi locali non si guerdavano nemmeno.
    Credo che il problema maggiore sia una opposizione vera una sinistra vera che non c’è .Oggi Berlusconi fà quello che vuole perche non ha degli oppositori credibili una figura che abbia carisma sulla popolazione,Credo piuttosto che il peggio ancora debba venire ,credo che la gente ancora non ha capito cosa sta vivendo ,i potri forti governano ancora rafforzando la figura di Berlusconi.L’offesa alle donne ,non ci credo molto che sia questa la linea da seguire per spodestare questo dittatore.Sembra che il carnevale sia iniziato da un pezzo.Basta alzare gli occhi e vedere un aereo che trasporta la scritta a favore di Berlusconi promossa da un parlamentare locale a 15/20 mila euro al mese per servire questo dittatore ,non c’è da meravigliarsi quando il parlamentare è un figlio della Lupa,anche se oramai è una lupa senza denti. Ma noi purtroppo paghiamo con queste cifre i nostri parlamentari quando sopratutto al sud la gente perde posto di lavopro tutti i giorni ed i bisogni primari vengono a mancare.Le donne in prossimita dell’otto marzo data simbolica per valorizzare la figura femmnile levate le vostre grida affinche anche i piu sordi possano sentilre .Ma a una forza nuova di sinistra spetta il compito di guidare la gente contro questa destra padrona di Bossi ,berlusconi e seguaci.L’Egitto e altre nazioni del terzo mondo dimostrano di essere piu determinati di noi italiani.Festeggiamo il 17 marzo senza Berluisconi e Bossi al potere .Viva L’Italia viva la Liberta viva la dignita dell’essere umano.

    • Per sconvolto –
      Condivido in toto il tuo post.
      Sicuramente non è questo il modo per scalzare Berlusconi.
      Stiamo tutti male, siamo tutti con l’acqua alla gola, i giovani non trovano lavoro, gli anziani non riescono a vivere le donne se non la danno non fanno niente. In più un Governo che è contro il sud. Una lega che ci mortifica in continuazione e noi abbiamo ancora i Conte, i dalema, i Bassolino, i De Mita, i Valiante e tutta una zavorra che la gente schifa con tutte le sue forze.
      Noi poi siamo molto fortunati, abbiamo Cardiello e Cuomo.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente