Il supergruppo UDC: l’esodo. E si pensa al dopo Santomauro e alle politiche

Il supergruppo dell’UDC con l’adesione di D’Acampora, Pastina, Tedesco e forse Gallo, chiede il rimpasto.

Rimpasto e ridistribuzione delle deleghe, ma c’é chi pensa già al dopo Santomauro e alle elezioni politiche: scenderebbero in campo Manzi (IdV), Zara PdL, Motta e Inverso (Terzo Polo), Corrado AdC; e il PD tace.

Santomauro-consiglio-Comunale

di Oreste Vassalluzzo
Caposervizio (Roma Cronaca Salerno)

BATTIPAGLIA – Il rimpasto della giunta comunale, chiesto a gran voce dall’Unione di Centro, altro non è che una “polpetta avvelenata” per il sindaco Giovanni Santomauro. Si pensa già al futuro, al dopo, alle prossime elezioni amministrative che le voci di dentro della politica vogliono in programma per l’anno prossimo.

Le riunioni, anche quelle carbonare, tra i consiglieri di maggioranza e degli ex esponenti del gruppo fedele a Santomauro lasciano presagire un nuovo scenario politico che potrebbe concretizzarsi nel giro di poche settimane. Sarebbero pronti a creare un gruppo vastissimo i tre dissidenti Luigi D’Acampora, Orlando Pastina e Orazio Tedesco proprio con l’Unione di Centro.

Pastina-D'Acampora-Tedesco

Negli ultimi incontri ha partecipato anche l’ex consigliere dell’Italia dei Valori Edmondo Gallo. Anche lui è pronto a passare con l’UdC per accrescere un gruppo consiliare già ampio. Questo movimento verso il Terzo Polo è visto con interesse anche dal partito democratico che guarda caso da quasi un mese non si esprime ufficialmente in nessuna delle questioni politiche e amministrative che hanno infiammato anche il consiglio comunale nelle ultime riunioni.

Il silenzio del Pd, molto vicino all’Udc, appare in questa fase come un distacco dal primo cittadino. Del resto il problema dell’identità politica dell’amministrazione Santomauro, che non può restare civica a vita, è sempre molto presente. Soprattutto in un momento come quello attuale dove partite politiche importanti si giocano anche sulle teste dei consiglieri battipagliesi.

Si pensa alle politiche dove ci saranno diversi candidati battipagliesi impegnati in prima persona. Si parla delle candidature di Franco Manzi per l’IdV, di Fernando Zara nel PdL, di Gerardo Motta e Vincenzo Inverso per il Terzo Polo. Per non parlare della candidatura ormai acclarata di Ivan Corrado, neo nominato Presidente regionale dell’Adc.

Un quadro in cui anche la discussione per il rimpasto delle deleghe assessoriali assume contorni difficili da ipotizzare per il futuro. Compreso il braccio di ferro per la delega all’Ambiente che il sindaco vuole lasciare scoperta per mantenere l’incarico (gratuito) già assegnato all’ex vicesindaco della giunta Barlotti, Antonio Amatucci. Amici che si ritrovano e nemici che saranno costretti a convivere, così come nel Terzo Polo con gli accordi già fatti, a livello nazionale, con il PD. Assieme Motta con D’Acampora e Angelo Cappelli dopo le liti di anni addietro. Una vita fa.

Battipaglia, 20 marzo 2012

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Mi sembra uno scenario un po’ troppo fantasioso. Ci sono inoltre alcune di quelle candidature non tanto improbabili ma piuttosto comiche!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente