Congresso UDC: Pierino Infante è il nuovo Segretario

Infante è il nuovo Segretario dell’UDC. E’ stato eletto per acclamazione diretta. Grandi assenti Masala e Mazzini.

Per il Presidente Inverso è un Congresso importante, si va verso una nuova fase. L’Amministrazione Melchionda in testa ha disertato, i Partiti di maggiorranza hanno partecipato in forma minore, e le opposizioni hanno lanciato “un’opa” politica.

Pierino-Infante-udc-congresso-1

EBOLI – L’ex Assessore Pierino Infante è il nuovo Segretario cittadino dell’UDC. Infante è stato eletto per acclamazione diretta nel Congresso cittadino dell’UDC che si è tenuto,  nella serata di ieri, presso l’Auditorium San Bartolomeo di Eboli.

“Posso solo ringraziare i due Commissari Giordano e Toriello per il lavoro importante che hanno portato avanti, portando a compimento i lavori congressuali. – Ha dichiarato il neo segretario cittadino dell’UDC Infante – Il congresso, – ha continuato Infante – per come si è svolto e per il numero dei partecipazione e per l’entusiasmo che si è registrato è andato ben oltre ogni previsione della vigilia. Da oggi inizia un percorso di condivisione e di partecipazione di tutti e con tutti, per costruire un grande Partito e per conseguire risultati importanti ed ambiziosi”.

I lavori congresssuali come avevano previsto i due Commissari Sergio Giordano e il Vice segretario Provinciale Michele Toriello, si sono svolti senza particolari emozioni. E’ inutile dire che si aspettava con particolare interesse quest’appuntamento, anche perché si aspettava un atto politico che mettesse un fermo ad uno scontro interno che vedeva contrapporsi da una parte il Consigliere comunale Massimiliano Atrigna e l’ex Assessore ed ora Segretario Pierino Infante, dall’altra l’ex Segretario e Consigliere comunale Emilio Masala e il Capo gruppo consiliare Pietro Mazzini.

Lo scontro, si trascinava avanti da tempo, fino a portare alla richiesta di dimissioni dalla Giunta di Infante, poi avvenuta, motivandola come una gestione individuale lontana dal Partito, e successivamente a seguito di determinate manovre che sembravano fossero “guidate” dal Sindaco Melchionda e che vedevano un coinvolgimento dell’ex Capogruppo PdL Fausto Vecchio, generò una crisi politico-interna, che portò al commissariamento della sezione UDC, ma che coinvolse anche l’Amministrazione, dietro la quale poi, alcune frange del PD, guidate dal Presidente del Consiglio Comunale Luca Sgroia e dal Consigliere Comunale Mauro Vastola i quali, insieme a Cosimo Marotta e Mario Di Donato, colsero l’occasione al volo per “regolare” qualche conto, per aprire la crisi e per contrattare nuovi assetti politici che passassero attraverso richieste di assessorati e incarichi, riequilibrando il potere più che sulle reali forze in campo, sulla strategia e sul peso del sedicesimo voto.

Con il Congresso di oggi si si è chiusa una parentesi, almeno questo è quello che ha dichiarato il Commissario Toriello mettendo in evidenza che: Il Congresso è stato unitario – e subito precisa anticipando la domanda del perché si è eletto solo il segretario e come mai erano assenti i due Consiglieri Masala e MazziniLa prossima settimana ci sarà un incontro per ultimare l’organigramma. – aggiunge Toriello – Sarà il neo-Segretario a convocarlo. E’ stato tutto concordato, e sulla base di questo saranno tutti rappresentati. – poi ritornando ai lavori del Congresso ha continuato – è stato equilibrato e condiviso e anche le scelte future saranno quanto più unitarie possibili. Ci avviamo in una fase molto delicata, il momento è difficile ed importante al tempo stesso, e lo dimostra la partecipazione di tutti i Partiti. Si è chiusa una parentesi, ora ci aspetta altro”.

Di momento importante ha parlato anche il Presidente Provinciale dell’UDC Vincenzo Inverso che tiene a precisare che è stato tutto concordato anche con il Segretario provinciale Luigi Cobellis, che sebbene in scaletta era impegnato altrove: “Quello di Eboli è un Congresso importante, perché è il primo in Italia che si svolge con il nuovo simbolo, Unione di Centro per l’Italia. Per questo assume un doppio senso: Si è svolta una grande manifestazione con una massiccia partecipazione; una grande dimostrazione di coinvolgimento che ci fa dire che adesso il Segretario è voluto da tutti e con me e Cobellis formerà una squadra e tutti gli organismi necessari per affrontare la sfida che il Partito ha lanciato all’Italia“.

Ed è vero che è un momento difficile, è vero anche che si è chiusa una fase, solo che non si comprende ancora se si è entrati in una nuova fase o si è ancora nellla scia della prima. A giudicare dalla partecipazione dei Partiti, prendendo per buone le motivazioni delle assenze dei due Consiglieri Masala e Mazzini, e non comprendendo la mancata presenza del neo-assessore ai Lavori Pubblici Dino Norma, che si definisce un “tecnico”, si è registrata un’assenza “pesante” degli alleati, cioè dei partiti che solo una decina di giorni fa, votando il Bilancio di previsione 2012, hanno dato vita alla nuova Giunta Melchionda, e per contro una presenza massiccia delle opposizioni di centro-destra con il rinforzo dei Riformisti di Conte, che approfittando delle assenze “importanti” hanno lanciato una sorta di “opa” sull’UDC monopolizzando il proscenio politico.

Oggettivamente, quelle assenze sostituite da testimonianze “leggere” lasciano pensare che quella parentesi che si pensa di aver chiuso non è una parentesi graffa e che tutto è ancota da risolvere, almeno nei rapporti politici. Sembrerebbe che l’Amministrazione nel suo complesso, abbia voluto prendere le distanze da quell’UDC che stava per uscire da quel Congresso, sottolineando ancora una volta la sua propensione più per i numeri che per la politica. Insomma, le motivazioni che sono state alla base di quella Crisi politica che ha determinato le dimissioni della Giunta e la formazione della nuova, non sembrano affatto essere state rimosse. I partiti non contano nulla e tutto è regolato dai gruppi e dai numeri che questi riescono ad organizzare intorno ad una maggioranza, che continua a tenere sotto scacco una Città e continua a non risolvere i problemi lasciandosi travolgere da un mare di debiti, ma pensando al come si debba portare a casa un assessore in più o un incarico in più.

Questa nuova fase che tutti i dirigenti dell’UDC auspicano, indipendentemente dalla loro volontà, sembra essere ben lontana, così come appare evidente che l’UDC: almeno quello che ne è uscito dal Congresso, non è rappresentato in Giunta, se l‘assessore si sente talmente “tecnico” da non portare nemmeno il suo saluto al Partito che lo ha indicato; Che non viene ritenuto della “partita” di maggioranza, se nemmeno un amministratore ha sentito il garbo di esternare una minima partecipazione di cortesia, figuriamoci poi se si tiene conto dell’assenza più pesante di tutte, quella del Sindaco Melchionda, allergico come è si è guardato bene da avvicinarsi ad un partito, non riesce a sopportare il suo, figuriamoci gli altri. Un quadro abbastanza desolante.

Se poi si prende in esame i Partiti che compongono la maggioranza non si può fare a meno di rilevare che la situazione non è dissimile: Con l’API che rivendicando una sorta di Jus primae noctis nei confronti del PD tende ad considerare “minore” l’UDC, e prova ne è anche il diverso peso in Giunta che si è attribuito ai due partiti, nettamente a sfavore di quest’ultimo; Con un PD, che dopo la sospensione dei Riformisti ormai sembra si stia avviando verso lo scioglimento, e la gestione commissariale a distanza ne è la più autorevole delle prove; intanto sotto la “cenere dell’accordo” cova l’insidia dei numeri, quei numeri singoli o d’insieme, che tanto si preferiscono agli accordi politici, sembrano prendere il sopravvento e così Marotta si dimette dal PD e nessuno dice niente, altri Consiglieri, sempre del PD cercano altri vessilli e si muvono tra l’Arancione e l’azzurro, tutti minacciano qualche cosa e tutti vogliono qualcosa.

Eppure si è chiusa una parentesi e se ne è aperta un’altra.

………………………………………….  …  …………………………………………….

Foto gallery

Pierino-Infante-Congresso-UDC-Eboli-8

Michele-Toriello-Congresso-UDC-Eboli-5

Vincenzo-Inverso-Congresso-UDC-Eboli-7

Vincenzo-Inverso-udc-congresso-2

congresso-udc-Eboli-Platea-3

Congresso-UDC-Eboli-Pubblico-6

………………………………………….  …  …………………………………………….

Eboli, 17 settembre 2012

15 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Masala e Mazzini seguiranno l’esempio di Marotta. Si dichiareranno – indipendenti di maggioranza – . Speriamo si arrivi presto all’ultimo atto di questa tragicommedia che coinvolge , indistintamente, tutti questi attori della politica. Maggioranza e opposizione mai come in questo ambito appaiono delle entità omogenee.

  2. CARI EBOLITANI HO TROVARTO UNA CHICCA RARISSIMA COLLLEGATEVI ALL’INDIRIZZO SOTTOSSTANTE E VEDETE NELLE MANI DI CHI STIAMO,ah Martino che hai combinato!!

  3. masala la tua assenza si è notata…. in sala nessuno rideva, eppure, pensa, c’era un sacco di gente convinta di andare a zelig gratuitamente…. vorrà dire che sarà per la prossima volta, però mi raccomando non mancare, non privarci di momenti di svago e sana risata

  4. @avvelenata

    bellissimo video!!! 😀

    • ho un’idea : creiamo un fans club

  5. Il Masala pensiero mi lascia almeno 4 dubbi:
    1) dove si prendono le informazioni;
    2) qual’è il “circondariato”;
    3) qual’è il loco dove devono andare le aziende in loco;
    4) il vero significato di “sensilibilizzazione”.
    grazie

  6. FOR MASALA
    c’è anche un post di francomoraniello che scrive :”tuo aff.mo BINGO BONGO dalla 167″. ma 6 così simpatico?

  7. incompetenza straordinaria…una confusione generale…io me lo ricordo davanti a un bar…..dove c….stiamo !!!

  8. Si è concentrato troppo sui congiuntivi ed è scivolato sul circondariato.

  9. Una domanda …ma l’ing. Norma …che condivide lo studio professionale di Masala …parla la stessa lingua del sig.”Circondariato in loco”? Il suo linguaggio assomiglia tanto a quel personaggio di “benvenuti al sud”….ve lo ricordate? Davvero molto comico!Ma la cosa piu’ comica e’ che personaggio di tale fattura abbia messo in crisi l’amministrazione Melchionda che, pur di portare avanti il suo disegno, ….si e’ fatto “fare” da
    una macchietta di tale levatura.

  10. Ezra ti leggo sempre con molta simpatia. Ironia a parte , la tua la trovo molto sana e schietta, quale scenario ti prefiguri in seguito a questo avvenimento all’interno dell’UDC? . Parliamo un pò di contenuti.Ti ringrazio anticipatamente per la risposta che certamente mi darai.

  11. perche’ non lo proponiamo alla presidenza della repubblica? ma cari amici manca l’altro campione della politica ebolitana Mazzini uno che ha capito come il suo amico Masala che la politica e’ uno srumento di sostentamento io vado alla diga dell”Alento e tu a Vibonati. Bravi questo si che e’ perseguimento dell’interesse generale

  12. Per una volta,dovete convenire,ho avuto ragione…
    Siamo passati dal TEATRINO DEI PUPI all’OPERA BUFFA!!!
    Ovvero dai PENSIERI DI MAO ai PENSIERI DI MASALA.
    Ma non pensate affatto che gli altri udiccini,apini,diessini,pidiellini,dipietrini,sellini,ecc.,ecc, siano migliori. Sono soltanto meno genuini e un pò più acculturati.

  13. SE NE DEVONO ANDARE .IN BLOCCO. A LAVORARE TUTTI!

  14. Quanto mi piace questa fotografia…ma quanto mi piace …tutti abbuffati…oltre i cento chili sicuramente…con l’epa gonfia : l’incontro e’ avvenuto alle 16 …a digestione in corso…notate Vocca, Pirozzi… lo stesso Pierino Infante etc.,boccheggianti, con il ruttino in resta, farfuglianti nel profferir stronzate…e poi, LuKas, che t’aspettavi ….sono allievi di Toto’ Cuffaro, di Casini, di De Mita, opportunisti e sempre pronti ad offrirsi al miglior offerente….questi tre gran signori eletti nell’opposizione in un battibaleno trasmigrarono nella maggioranza e, subito dopo,incominciarono le orrende operazioni di cannibalismo, novelli “conte Ugolino”, azzannandosi di loro. Tu mi hai chiesto che ne pensavo …basta la parola Cuffaro e piu’ tardi un confetto Falqui per sciogliere il materiale di cui sono fatti : xxxxxxxxxx! Io da vecchio anarchico…si perche’ io, a prescindere dal nick name, sono un vecchio anarchico, metterei, ad ognuno di loro, una bella bombetta o un bel litro di benzina verde in quel posto….ma vedete se e’ possibile con i tempi che corrono e con le difficolta’ che ognuno di noi ha …ci ritroviamo a discutere di “tal quale” e di cacca! Pierino e’ stato votato per acclamazione ma non da Mazzini e Masala, volete scommettere che quel partito, ad Eboli, restera’ senza consiglieri? A me risulta che sono passati, armi e bagagli, all’ADC di Penati e che fra’ Martino sara’ candidato, da questo partito, alla camera dei deputati.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente