Adiconsum sulla Mensa Scolastica a Battipaglia: Un provvedimento provocatorio

L’Adiconsum (Associazione Difesa Consumatori di Battipaglia dopo l’incontro con il Vice Commissario prefettizio, sull’aumento delle rette della Mensa Scolastica, chiede la cancellazione della Tariffa Unica.

Galdi (Adiconsum): “Un provvedimento amministrativo provocatorio; sarebbe stato logico e corretto adottare il criterio della proporzionalità. l’Adiconsum organizzerà un’azione collettiva a danno del Comune di Battipaglia”.

Carmine-Galdi.

Carmine-Galdi.

di Massimo Del Mese (POLITICAdeMENTE)

BATTIPAGLIA – L’auomento delle tariffe della mensa scolastica tiene banco e la protesta monta, passando dalle Associazioni ai Movimenti politici, fino ad arrivare all’Adiconsum che attraverso il suo responsabile cittadino, l’Avvocato Carmine galdi, fa sapere, dopo un incontro che ha avuto con il Vice commissario Prefettizio De Asmundis, forse perchè il Commissario Mario Rosario Ruffo, quando nei due giorni a settimana viene a Battipagliaera è molto impegnato a vigilare sui metri cubi e i palazzi che si dovranno costruire a seguito dell’approvazione del PUC di Battipaglia, che non poteva occuparsene direttamente e magari scoprire che la Città subisce una grave crisi economica, come il resto del Paese, aggravata dal fatto che solo cinque sei mesi fa, veniva arrestato il Sindaco Giovanni Santomauro con l’accusa di collusione con la Camorra e a seguito del quale il Consiglio Comunale si è sciolto e per questo è stato nominato Commissario Prefettizio e successivamente è stata nominata anche una Commissione di Accesso agli atti, per stabilire il probabile grado di infiltrazione camorristica nel Comune di Battipaglia e le probabili e varie implicazioni dei Funzionari, degli amministratori, dei Politici con la Camorra o le Camorre.

Una serie di dimenticanze che come ricorda il Movimento Politico Etica per il Buongoverno di Cecilia Francese, fa sembrare come il provvedimento adottato dal Commissario prefettizio che ha stabilito l’aumento e la tariffa unica sulla Mensa scolastica, sia un continuum dei provvedimenti adottati dall’Amministrazione Santomauro, come fa osservare del resto accade anche il PUC tanto da far sembrare che Santomauro sia ancora a Palazzo di Città.

Ma anche se la protesta corre e si allarga, non esclude si possa aprire un canale diplomatico perché si possa rivedere il tutto e magari pensare alla realtà dei fatti e al bisogno e pensare di adottare provvedimenti che contemplino anche le fasce di reddito. Un canale che viene assunto dall’Adiconsum e se ne fa portavoce l’Avvocato Carmine Galdi, responsabile di zona dell’Adiconsum, (Associazione Difesa Consumatori e ambiente), insieme al segretario Francesco Rizzo dell’organizzazione sindacale dei pensionati della Cisl, a Giannantonio Mastrovito responsabile della Confederazione Cisl, ed assieme allo Spi CGIL e Uil,  nella mattina di oggi hanno incontrato il vice commissario del Comune di Battipaglia Dott.ssa Raffaella De Asmundis.

Il tema dell’incontro: la cancellazione della tariffa unica sul servizio mensa scolastica e la reintroduzione delle fasce di reddito. Al termine del quale l’Avvocato Galdi dell’Adiconsum ha affidato alla stampa la seguente dichiarazione:

In un particolare periodo storico far pagare di più a chi ha di meno o non produce alcun reddito appare veramente indicibile. Un provvedimento amministrativo provocatorio; sarebbe stato logico e corretto adottare il criterio della proporzionalità. L’Adiconsum, con tutte le organizzazioni sindacali partecipanti, ha chiesto ufficialmente di ricalcolare la spesa della mensa scolastica sulla base delle fasce di reddito. Da un’analisi economica si evince  ampio spazio per assicurare equità sociale. La dottoressa Raffaella De Asmundis darà una risposta alla proposta delle organizzazioni sindacali entro venerdì prossimo. Diversamente, oltre alla protesta dei genitori, l’Adiconsum organizzerà un’azione collettiva a danno del Comune di Battipaglia”.

Battipaglia, 9 ottobre 2013

Il presente articolo è proprietà intellettuale di POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese ed è vietata la riproduzione, tranne se con un Link di riferimento.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente