Il Centro-Destra compatto a Melchionda: Cacci l’Assessore Lavorgna

Melchionda cacci l’Assessore Lavorgna per manifesta inadeguatezza amministrativa e politico-sociale.

“Il primo cittadino, nonché maggior rappresentante dello stesso partito dell’assessore (il Pd), prenda le distanze da questo comportamento arrogante e offensivo e faccia ciò che in una città che si definisce civile andrebbe fatto immediatamente e senza sollecitazioni”.

Conferenza-stampa-centro-destra-Fido-Ginetti-Busillo-Cariello

Conferenza-stampa-centro-destra-Fido-Ginetti-Busillo-Cariello

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Era evidente che la polemica innescata da una nota stampa del Capogruppo di Forza Italia Damiano Cardiello che rilevava quanto fosse “moralmente inopportuno” il fatto che il fratello dell’Assessore Adolfo Lavorgna fornisse due Computer al Comune, generando per questo un “conflitto di Interessi“, e la risposta piccata dello stesso Assessore che a sua volta rinfacciava a Cardiello diverse questioni afferenti: una “convenzione” che lo stesso aveva ottenuto dalla Provincia di Salerno, alcuni “interventi interessati” presso la sua abitazione; “assunzioni guidate” presso il Campolongo Hospital di alcuni suoi parenti; non sarebbe finita lì, ed infatti puntuale è arrivata una nota congiunta dei Gruppi Consiliari del Nuovo PSIForza Italia Fratelli D’Italia del Comune di Eboli.

E’ inutile sottolineare che la piega politica che ha preso la vicenda si avvia verso il “baratro”. Lo scontro e il linguaggio che maggioranza e opposozione stanno usando ha raggiunto livelli di violenza che difficilmente consentirà un ritorno alla normalità e alla serenità, sarà difficile aspettarsi cose diverse. Anziché ascoltare proposte e programmi dobbiamo abituarci e rassegnarci ad ascoltare solo offesse e oscenità ma anche fatti che lasciano basiti e purtroppo non fanno pendere la bilancia della ragione da nessuna delle parti che si fronteggiano.

Una vicenda brutta, molto brutta, che fa emergere cose chese altrimenti non conosceremmo mai e che non appartengono a quella “etica” che i contendenti per la loro parte invocano. Ma una vicenda che fa compattare il centro-destra che sembrava si fosse scomposto anche a seguito delle nuove scomposizioni-aggrgazioni che hanno segnato il PDL e il Centro-destra nel suo complesso. E se questa ricomposizione non può che far piacere, ritenendo che una opposizione unita possa, per il bene della Città, svolgere il suo ruolo in maniera più coerente, non ci fa assolutamente piacere conoscere fatti e circostanze che non sono eticamente e moralmente accettabili e che vengono branditi solo all’occorrenza, quasi come se gli attori coinvolti in queste brutte storie sguainino lo “stocco” per infierire all’avversario l’ultimo colpo mortale.

Lenza-Cardiello

Lenza-Cardiello

“Accade di frequente – si legge nella nota congiunta che i Gruppi consiliari del Nuovo PSIForza Italia Fratelli D’Italia del Comune di Eboli ci hanno inviato – che si affermi una cosa o si formuli una domanda e qualcuno, interessato o meno, risponda fischi per fiaschi: o «asso per figura» volendola declinare totalmente all’ebolitana. Talvolta si eccede e si va oltre le norme elementari, non tanto dell’educazione quanto della logica di base: esattamente ciò che è mancato all’assessore iper- fedele al sindaco Melchionda, dottor Adolfo Lavorgna, segnalatosi nel corso degli anni per aver incarnato (come incarna tuttora) l’unico, vero posto di lavoro creato dall’allegra combriccola di centrosinistra a guida Pd che da dieci anni circa opprime questa città.

Infatti – si legge nella nota – il nostro (si fa per dire) è stato assunto a tempo indeterminato presso il Consorzio farmaceutico intercomunale, e questo va ricordato agli ebolitani, a quanti sono disperati per la mancanza di lavoro e prospettive proprie o dei propri cari. L’avvenimento epocale (cioè la creazione almeno di un’unità lavorativa) in tanti anni di amministrazione di sinistra si spiega, inutile dirlo, con le riconosciute capacità unite ad altrettanti meriti dell’assessore in questione, mica a chissà quale operazione clientelare, lottizzatoria, spartitoria in favore di questo e quello (coincidenza, l’assessore stesso) giusto dottor Lavorgna?

La velenosa replica del nostro (si fa, sempre, per dire) alla più che legittima osservazione del consigliere Cardiello che si domandava se fosse «eticamente» sostenibile la circostanza che il fratello di un tale amministratore potesse continuare a fare forniture per conto dell’ente, è indicativa di uno stato pietoso delle istituzioni rappresentate dalla gang targata Melchionda.

La querelle su quei quattro spiccioli – si prosegue nel comunicato stampa – per il nuovo comando dei vigili urbani – delega che guarda caso è in capo al nostro (idem) – non è notizia nuova, nel senso che già da qualche anno circola in rete dopo esser stata impressa sui media locali una vicenda relativa ad analoghe forniture. Si consulti l’Albo pretorio dell’ente a ritroso e si potranno contare determine e delibere in favore del fratello di Lavorgna. Il quale, sia chiaro, ha tutto il diritto di esercitare la propria attività secondo le regole che valgono per tutti, Comune compreso: com’è altrettanto legittimo che la cosa venga stigmatizzata, ed anche duramente se in qualche maniera risulti criticabile da qualcuno.

Appare, invece, molto meno legittima la risentita replica di Lavorgna, il nuovo «rosicone» della giunta Melchionda: l’uomo, con ogni evidenza, scantona, non ha equilibrio sufficiente per sopportare il peso della polemica politica e dunque alla domanda «Come ti chiami?» risponde «Porto fiori».

Cosa c’entrino i parenti del consigliere Cardiello con le dichiarazioni personali del consigliere stesso?

Sinceramente non capiamo, anzi sì – e avanzano il loro punto di vista -: capiamo fin troppo, anche perché conosciamo Lavorgna e l’universo che lo circonda. Ecco perché ci appare grossolana, volgare e tipicamente «di sinistra» la replica offerta: quando discende dalla labbra di un soggetto come Lavorgna, poi, allo smarrimento si unisce un forte senso di ilarità tenuto conto del curriculum sin qui collezionato (anche nella dinamica complessiva dei suoi rapporti con ditte, aziende ed altro a cominciare dall’amministrazione della Multiservizi sulla quale cosa torneremo a breve) dall’assessore. Caro Lavorgna, sei consapevole che la tua polemica sta facendo ridere un’intera comunità, la stessa che ti conosce bene e sa chi sei, come ti muovi, cosa fai, con chi ti accompagni e qui ci fermiamo?

Al sindaco Melchionda, – prosegue la nota – che sappiamo bene essere interessato a tutto ciò che riguardi unicamente la sua sfera personale, vorremmo chiedere di cacciarlo via per manifesta inadeguatezza oltre che amministrativa anche politico-sociale, nel senso dell’incapacità di mantenere i nervi saldi nei momenti complicati.

Sappiamo sin d’ora – concludono la loro nota politica i Gruppi Consiliari del Nuovo PSIForza Italia Fratelli D’Italia del Comune di Eboli – che non lo farà e liquiderà la faccenda come una bega personale. Speranzosi, però, glielo chiediamo ugualmente: il primo cittadino, nonché maggior rappresentante dello stesso partito dell’assessore (il Pd), prenda le distanze da questo comportamento arrogante e offensivo e faccia ciò che in una città che si definisce civile andrebbe fatto immediatamente e senza sollecitazioni.

Non ci crediamo ma ci speriamo.

Eboli, 29 gennaio 2014

16 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Bellissime ste foto!!!!! ò meglio è vit busill … e non aggiungo altro. Nel merito: lor signori hanno ragione, per una volta mi trovo d’accordo, tuttavia con motivazione diversa e mi spiego! Adolfo va cacciato non perchè è il fratello del fornitore di computer, tra l’altro mio amico, ma perchè ha fatto le denunce a cardiello solo in questa circostanza!!! altrimenti avrebbe taciuto ed è per questo che non è idoneo al ruolo . ADOLFO DEVI ANDARE A CASA!! ti potrebbe salvare solo lo sputtanamento di altri politici. Sei ancora in tempo, convertiti, canta, siamo in trepida attesa.

  2. dite a tito santo venerando che a casa sua può indossare i pantaloncini corti, ma quando va nella casa comunale, che è anche mia, deve avere un po di contegno e non indossare quegli squallidi pantaloni corti.

    • @ avvelenata,è vero che noi stiamo inguaiati con questa amministrazione,ma pensa cosa sarebbe successo se avessero vinto i personaggi della prima foto?
      FORSE NELLA SFORTUNA SIAMO STATI MENO SFORTUNATI!

  3. L’assessore dovrebbe andare a casa perchè indignato dalle accuse di Cardiello ha vuotato il sacco? mah… io mi soffermerei più sul caso della famiglia Cardiello che deve spiegare un pò di cose agli ebolitani…

    • Angela il tuo pensiero,combacia ed anche molto frequentemente nelle strade di Eboli negli ultimi periodi,in specie ora che la crisi aggrava bilanci familiari e le speranze individuali sbiadiscono verso il fosco.
      ci si chiede: se non abbiamo sprecato altri vent’anni di visibilità collettiva noi ebolitani,in malo modo rappresentati li dove il PALAZZO CONTA….

  4. appena pubblicata altra determina da 2.000€. Ma siamo su scherzi a parte?

    http://albopretorio.datamanagement.it/allega/ComuneDiEboli/SegreteriaGiuntaConsiglio/2014/01/2224_132545375.pdf

    Det. n.2224 del 31/12/2013

  5. fido assessore ai lavori pubblici e ginetti alla cultura….in effetti l’unico che può sostiruire con pari livello martucciello assicurazioni….
    Tra l’altro ho letto da poco che proprio ginetti ha fondato un’associazione culturale che poi come sempre si trasformerà in lista civica alle prossime elezioni comunali….stesso giochetto di sempre,da anni. neanche un pò di inventiva e originalità però.
    E chiaramente se cariello vince le elezioni ginetti andrà a fare davvero l’assessore…..anche per ricompensa per essere stato fedele fino all’ultimo….siete delle carte lette. crtamente potrà fare AL MASSIMO l’assessore delle politiche giovanili in modo da creare meno imbarazzi….
    E questo sarebbe il rinnovamento? Questi sono i giovani? questo il futuro amministrativo di eboli? Poveri noi povera eboli!!!!

    • ENZO IL TUO ARGOMENTARE NON FA UNA GRINZA,DA SEMPRE HO VISTO CON SOSPETTO LE ASSOCIAZIONI CULTURALI FIORITE AD EBOLI NEGLI ULTIMI 15 ANNI E CHE SONO IL CAVALLO DI TROIA DI POLITICI E PARTITI,POI VIVONO DI PP SOVVENZIONI E NON SI SA QUALE “CULTURA” FACCIANO!

  6. che tristezza sto paese….questi che vendono i computer si commentano da soli, ma questi raffigurati in foto sono davvero ALLUCINANTIII!!

  7. ALLUCINANTI O MENO SONO ELETTI DAL POPOLO E SONO IL POPOLO,QUINDI E’ BENE CHE IL POPOLO RIFLETTA,MIGLIORI E SI RIMBOCCHI LE MANICHE..L’EPOCA DELLE FURBERIE E’ FINITA,O QUI AFFONDIAMO TUTTI, CHI PRIMA CHI POI!

  8. Ma se in consiglio ci sono professionisti e personalità di spessore culturale e campioni di coerenza e ripetto nei confronti dei propri elettori, del calibro di:
    -lo sterminatore di congiunti masterchef ginetti (da sinistra a destra)
    -mastro fido santo (da sinistra a destra)
    -il loro capetto cariello da comunista a berlusconiano e che sta preparando una schiera di ragazzini allo sbaraglio peggio di quelli sopra…
    -vito busillo dalla destra sele
    -fausto vecchio (estrema destra ora tazza e cucchiaia con melchionda)
    -cardiello junior della famiglia “The Cardiellos”…
    -“don” mauro vastola.. (da sinistra a destra)
    -masala: autista di vastola e seguendo lui da sinistra a destra
    -francesco rizzo prima fedelissimo di cariello al ballottaggio passato con melchionda…passaggio grazie al quale un fratello (enzo) ex segretario di fotocopie di cariello è diventato autusta di melchionda e poi capo della sicurezza a le bolle. l’altro fratello (anche lui infermiere) ha “preso o post” all’ospedale a campolongo
    – cicalese il caopo ultras (prima contiano ora melchiondiano)
    -petrone da nuova elaion (genero di de vita)
    -taglianetti A.D. chioschetto 167 e ramon’s brother..
    -cillo e marra: da oltre 10 anni il nulla politico ebolitano mischiato col niente…eccezionfatta per le proprie famiglie..
    -cosimo marotta alias “o frittat”
    -gerardo lamanna professionista ebolitano del paterno esperto in infortunistica stradale.. (prima con cariello adesso con melchionda)
    -mazzini: figlio ufficio anagrafe (da pd a udc)

    E quì mi fermo perchè mi è venuta la nausea ma scrivo giusto due nomi riguardo alla giunta:
    -ass.sicurezza lavorgna già presidente della multiservizi quando si facevano fatture senza prestare lavori o per pagare cene elettorali o per assumere 60 povericristi per 1 o al massimo 2 mesi a cavallo delle comunali 2010. L’unico che ha avuto un contratto a tempo indeterminato in questi anni: come presidente del consorzio farmaceutico comunale..
    -ass. cultura martucciello assicurazioni..
    -ass.patrimonio Atrigna (portatore professionale di cialde di caffè): eletto in estrema destra..poi al ballottaggio con cariello..infine con melchionda
    e infine:
    -il nostro vice-sindaco e assessore all’urbanistica l’infermiere cicia
    -il nostro presidente del consiglio il compagno soldatino (e soprattutto fratello di gip..per ovvie ragioni..) Sgroia (che lavoro fa o ha mai fatto costui???)
    -dulcis in fundo: MELCHIONDA e il “suo sistema”…per definirlo politicamente e non solo..in due parole: il berlusconi locale

    Gli unici due attuali consiglieri che mi sembrano avere tutte insieme le qualità per mettersi al servizio del popolo ossia persone oneste di valori antichi preparate di cultura e di professione e coerenti ai propri ideali politici sono a destra il dott. lenza e a sinistra il dott. rosania. punto.
    il resto sono tutte persone che cercano nella politica qualcosa che singolarmente come uomini non riescono nel lavoro e nella vita in genere…

    Allora mi chiedo: chi ha eletto queste persone? chi ha eletto queste persone? chi ha eletto queste persone?
    segnatevi i loro nomi e ricordatevi tra un anno..anche se per qualcuno non ci sarà bisogno…sono stati già segnati dalla magistratura e a breve verranno chiamati a colloquio finalmente!!!

    • GIULIO,SEMPLICEMENTE 30 E LODE,COMPLIMENTI SINCERI….
      UNA FOTOGRAFIA SATIRICAMENTE REALE COME SOLO L’INTELLIGENTE SATIRA SA ESSERE.(Y)

  9. VOGLIAMO NEL PROSSIMO FUTURO GENTE NUOVA,REALMENTE NUOVA, CHE NON APPARTENGA A GRUPPI DI POTERE,NON SIA IMPARENTATO COD.CIV ALLA MANO PER GRADI E LINEE DI PARENTELA CON ALCUNO,NE SIA SODALE COMPARE-“COMPARIELLO” ETC CON NESSUNO DEI PASSATI AMMINISTRATORI,PENSIONIAMOLI VOLTIAMO PAGINA,LA DECADENZA E’ INIZIATA E TEMPO PER SOTTERFUGI NON VE NE E’!!!
    E FINALMENTE PRENDIAMO GENTE CHE HA STUDIATO DAVVERO,CHE UNA LAUREA SE LA SIA SUDATA,CAPITO???

  10. veronica ho usato la satira per rendere il mio commento più digeribile ma la cosa che mi fa venire i brividi è che questa è la cruda realtà e uno come me che ha dovuto sudare una vita per far laureare mio figlio poi lo vede andare lontano mentre questi truffaldini si sono spartiti i posti nella nettezza urbana al cdr nei consorzi comunali o negli altri posti di potere e non hanno mai pensato a creare produttività per il territorio.
    e allora domando: è davvero questo che ci meritiamo? penso di si!!
    altrimenti non si capisce come può franco cardiello essere stato deputato per venti anni e l’unica cosa che ha fatto a eboli e sistemare i suoi due inteliggentissimi fratelli o la strada che porta al suo villone a san donato. non si capisce come fa massimo cariello a parlare e non ha vergogna dopo aver preso per dieci anni e fatto carriera politica e soldi con i voti della povera gente che berlusconi lo schifano….perchè non è passato a destra un mese prima delle comunali e non un mese dopo?
    come può crescere eboli se l’indirizzo politico lo danno assessori del calibro di cicia lavorgna-multiservizi martucciello o atrigna?
    e soprattutto come siamo arrivati ad avere gente degradata e di così basso livello in consiglio comunale?

    eboli ha avuto grandi persoggi storici ed ancora oggi vanta professionisti del calibo del comandante della polizia di stato Pansa,del dottt. di benedetto (il cardiochirurgo….non il nuovo segretario di cariello) e di tantissimi giovani laureati e preparatissimi che lavorano in giro per l’italia ed il mondo (altro che i giovani ginetti cardiello busillo petrone etc..) e noi ci dobbiamo affidare a questi ultimi insieme a cosimo a frittat, vastola l’abusivista di san giovanni, mastr’fido, cicalese l’autista di ambulanze e capoultrà, lamanna o’ CID assicurativo etc?

    questo purtroppo è il SISTEMA creato in dieci anni da MELCHIONDA altrimenti davvvero non si capisce come ha fatto per dieci anni a fare “tutto ciò che ha fatto” senza problemi…magari però adesso ce lo dirà la magistratura…fratello GIP di salerno permettendo….

    però noi ebolitani abbiamo la maggiore colpa…cerchiamo di non dimenticarcelo alle prossime comunali.
    sinceramente buona fortuna a tutti.

  11. @giulio,il tuo disappunto è legittimo,purtroppo sempre che la gente di valore non abbia diritto di cittadinanza nella politica non solo ma quasi nei posti migliori della società civile,si rifondi l’italia intera partendo da ogni singolo individuo.sembra che chi rispetti le regole sia un GONZO e chi le violi un GANZO,ci si fa raccomandare pure per essere presi a contratto cocococo al centr.comm,o in un call center,figuriamoci i posti pregiati,pubblici e parastatali,chi non ha conoscenze eè fuori,le attività liberali devono essere contigue alla politica per avere consulenze,in molti casi date ad incompetenti coi soldi dei contribuenti…siamo ad una FINE IMPERO,il degrado mi ricorda molte fasi della MILLENARIA STORIA DELLA PENISOLA,NELL’ALTO MEDIOEVO,PER ESEMPIO,ANCHE NEL RINASCIMENTO,MA ALMENO LI SI SON-PRODOTTE OPERE ETERNE,QUI DI ETERNO RIMANE LA MEDIOCRITÀ ASSASSINA CHE CI STA UCCIDENDO A POCO ALLA VOLTA,MA FACCIAMO ANCORA IN TEMPO!
    SALUTI

  12. Giulio, c’hai le palle!!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente