Melchionda e i Sindacati: L’Ospedale è stato massacrato. Ora si torni alla normalità

Amministrazione, Cisl, Cgil, Uil, Fpl, Fials, rilevano la grave condizione in cui versa l’Ospedale di Eboli, invocano chiarezza e che si passi dalla gestione commissariale all’ordinaria.

Sanita’ locale, il Sindaco di Eboli Martino Melchionda incontra i sindacati: “Ospedale massacrato: si torni alla normalità, si aprano i Reparti accorpati e si proceda ad una più equa ridistribuzione del personale”.

Ospedale di Eboli-foto Politicademenete

Ospedale di Eboli-foto Politicademenete

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Ieri pomeriggio, – si legge in una nota vervenutaci dall’Ufficio stampa del Comune di Eboli – presso la Residenza Municipale, il Sindaco di Eboli Martino Melchionda ha incontrato i sindacati per discutere della situazione dell’ospedale cittadino e della sanità locale.

Martino Melchionda-

Martino Melchionda-

Hanno preso parte all’incontro: il segretario della UIL Vito Sparano, Emiddio Sparano per la CISL, Vincenzo Romanzi per la UIL FPL, Antonio Giuliano per la CGIL, il dott. Giuseppe Gigliotti per la UIL Medici, Antonio Opromolla per la FIALS, il dott. Nicola Iovine per la CISL medici, Marcello Fulgione per la CGIL, il dott. Michele Fiore, primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale di Eboli, Ciro Contrasto per la CISL.

Vito Sparano

Vito Sparano

Dalla discussione sono emerse le gravi condizioni in cui versa l’ospedale cittadino; condizioni preoccupanti, che rischiano di compromettere i livelli essenziali di assistenza sanitaria.

Marcello-Fulgione-CGIL

Marcello-Fulgione-CGIL

I presenti, all’unanimità, pur riconoscendo l’importanza di fare chiarezza, hanno espresso la necessità di porre termine al commissariamento, e ritornare ad una ordinaria gestione della struttura sanitaria.

I sindacati, inoltre, hanno espresso le grandi difficoltà che il personale medico ed infermieristico incontrano quotidianamente.

Giuseppe Gigliotti

Giuseppe Gigliotti

A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: Condivido in pieno la preoccupazione dei sindacati. Il nostro ospedale è stato massacrato, è tempo di porre fine al commissariamento, che ritengo sia andato ben oltre i propri compiti ed ora rischia di incidere, in maniera allarmante, sui livelli assistenziali. Questo non possiamo consentirlo: bisogna tornare alla normalità.

Vincenzo Romanzi

Vincenzo Romanzi

Un problema altrettanto serio è rappresentato dalla forte carenza di personale, serve un sostanziale riequilibrio nella sua distribuzione nei nosocomi; la Valle del Sele ha subito una gravissima penalizzazione, a cui va posto immediato rimedio, prima che ci siano conseguenze ancora più gravi.

Il Direttore sanitario, inoltre, deve assolutamente procedere alla riapertura dei raparti accorpati. La situazione è divenuta insostenibile, occorre portare avanti la nostra battaglia e condurre una azione comune per difendere la sanità locale ed il diritto dei nostri concittadini ad una degna ed adeguata assistenza sanitaria.

Eboli, 15 febbraio 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente