"Quirinale" tag

25 Aprile, 73° anniversario della Liberazione: Da Mattarella a Eboli e Battipaglia

ROMA – Festa della Liberazione: Il Presidente Mattarella incontra al Quirinale le Associazioni Partigiane, Combattentistiche e d’Arma. Celebrazioni in tutta Italia.
In provincia di Salerno sono tante le iniziative che celebrano il 25 aprile e la Festa della Liberazione dal nazifascismo: A Eboli con la deposizione da parte del Sindaco Cariello di una Corona d’alloro, a Battipaglia con un dibattito organizzato dalle ACLI Salerno.

Roma: Ferdinando Imposimato è morto

ROMA – È morto a Roma Ferdinando Imposimato, giudice del processo Moro che il M5s voleva al Quirinale.
Nell’ultimo post su Facebook il suo testamento politico: “Un Paese si salva dalla rovina solo se tutti i cittadini vivono in una condizione di dignità”. Eletto nell’80 e ’90 al Senato come indipendente di sinistra nelle liste del Pci, era stato votato alle ‘Quirinarie’ del M5s. Il cordoglio di Di Maio: “Ci mancherà”. Aveva istruito i processi sull’attentato a papa Giovanni Paolo II e sull’omicidio del vicepresidente del Csm Vittorio Bachelet.

E’ morto Pietro Ingrao: L’eretico della Sinistra

ROMA- Pietro Ingrao, storico esponente del Pci, è morto nella sua casa di Roma. Aveva 100 anni.
Il grande eretico della sinistra con la passione della poesia lascia in eredità l’ultimo anelito del PCI. Dichiarazioni del Premier Renzi, del Presidente Mattarella, Napolitano, Grasso, Boldrini, Nichi Vendola.

24 febbraio 1990 – 24 febbraio 2015: Venticinque anni senza Pertini

SALERNO – Pertini: Il Presidente più amato dagli italiani. Nume tutelare della Patria, partigiano socialista, avvocato, statista, fulgido esempPertini: Il Presidente più amato dagli italiani. Nume tutelare della Patria, partigiano socialista, avvocato, statista, fulgido esempi per le giovani generazioni.
“Il socialismo è portare avanti tutti quelli che sono nati indietro” diceva Pietro Nenni e Pertini lo fece. I suoi discorsi sempre citati, la sua figura strumentalizzata per ultimo anche dal M5S e addirittura dalla Lega. Quanto servirebbe, un uomo come lui oggi alla politica italiana?

Rosato(AreaDem): Mattarella figura di garanzia per il Quirinale

ROMA – Ettore Rosato direttore di AreaDem: “Sergio Mattarella, una figura autorevole e di garanzia per il Quirinale”.
Solo il M5S si è rifiutato, incomprensibilmente, di partecipare a questo giro di consultazioni, per la scelta del Capo dello Stato. Sergio Mattarella è frutto di questo ascolto, è un uomo nel quale gli italiani possono riconoscersi e su cui anche le Istituzioni possono fare affidamento.

Il senso delle regole in democrazia tra bullismo e populismo politico

EBOLI – CULTURA SCUOLA & SOCIETÁ: Rubriga mensile di POLITICAdeMENTE curata dal dott. Rosario Coccaro
Il senso delle regole in democrazia, tra Bullismo politico e proclami populistici di una casta sempre più aggressiva e vuota.

I “QUIRINABILI”

ROMA – Tutti i “quirinabili” di centrosinistra e i contatti riservati con Berlusconi.
Le strategie e i rapporti tra il leader di Forza Italia e Alfano per decidere se procedere uniti nella partita per l’elezione del nuovo capo dello Stato. Tra i nomi: Mattarella

Napolitano: Ultimo atto. E ….inizia un altro “spettacolo”

ROMA – “Re Giorgio”, il Capo dello Stato potrebbe lasciare l’incarico anche a metà gennaio. Renzi: “Il Parlamento non avrà problemi ad eleggere un nuovo Presidente”.
Le dimissioni saranno presentate a Laura Boldrini che, per l’elezione del successore, convocherà entro due settimane le due camere in seduta congiunta e poi a Pietro Grasso, seconda carica dello stato, che da quel momento eserciterà le funzioni di reggenza.

Due artisti battipagliesi espongono al Complesso dei Dioscuti al Quirinale di Roma

BATTIPAGLIA – 21/28 novembre, due artisti battipagliesi espongono al Complesso dei Dioscuri al Quirinale di Roma, alla Mostra di scultura, pittura e fotografia “Punti di vista”.
Un evento di respiro internazionale accompagnato da una mostra, organizzata e curata da Amedeo Fusco e Rosario Sprovieri, che presentano opere di artisti italiani ed esteri. Tra i partecipanti Fabrizio Viola e Daniela Calicchio, due artisti battipagliesi.

Bondi invoca la guerra civile. Napolitano: Frasi irresponsabili. E’ scontro con il Colle

ROMA – Bondi paventa guerra civile. Il Colle furioso: «Frasi irresponsabili». Letta, occhi puntati sul sit-in a Roma.
Il coordinatore Pdl ribatte: non mi farò chiudere la bocca da nessuno. La Digos di Roma prende in consegna il passaporto del Cavaliere.

Monte San Giacomo, presentazione del libro su “Giorgio Napolitano” di Franchi

MONTE SAN GIACOMO (SA) – Domani sabato 11 maggio, ore 18,30, Palazzo Marone, di Monte San Giacomo, presentazione del libro di Paolo Franchi: “Giorgio Napolitano. La traversata da botteghe oscure al Quirinale”.
L’autore conosce Napolitano sin dagli anni ’70 e racconta la vocazione politica che lo ha condotto a condividere e indirizzare il travaglio del suo partito, diventando in un momento di crisi del nostro Paese un esempio indiscusso di autorità morale.

Sparatoria davanti a Palazzo Chigi: arrestato l’attentatore

ROMA – Agguato a Largo Chigi di fronte alla Presidenza del Consiglio mentre il nuovo governo giurava davanti al Presidente Napolitano.
Esplosi sette colpi di pistola. Una passante e due militari feriti. L’attentatore, subito arrestato, ha problemi mentali, ha detto ai carabinieri “adesso uccidetemi”. Un gesto da inquadrare nel clima di odio degli ultimi giorni. Un monito per i Partiti.

Quirinale: Battuto “l’inciucio” e Bersani affonda Marini e il PD

ROMA – Elezioni presidente della Repubblica. Fumata nera in entrambe le votazioni. I risultati dei primi due scrutini. Bocciato “l’inciucio” e spuntano le candidature di Prodi e D’Alema.
Quirinale, niente quorum per Marini, alla prima votazione raccoglie solo 521 voti, alla seconda PD e PDL votano scheda bianca. I renziani convergono su Chiamparino che ottiene 91 voti. Bersani non ha ancora capito la gravità del momento.

Spending review, scambio di lettere Quirinale-Governo: Il Paese muore e giocano alla diplomazia

ROMA – La raccomandazione del “Colle” sullo Spending Review: “La Manovra sia equilibrata e socialmente sostenibile”.
Parlano i secondi. Guardano alle quisquiglie mentre i primi fanno i distratti e trascurano i veri tagli e i veri privilegi, il Paese muore e gli italiani sono con l’acqua alla gola. Si scarta sull’immondizia piuttosto che aprire le dispense dei privilegi.

Crisi, incontro Berlusconi – Napolitano

EBOLI – Il capo del governo presenta al Capo dello Stato le misure economiche del governo.
Galan assicura: Il premier non si dimette. Silvio Berlusconi a colloquio anche con Bossi e in serata con i vertici Pdl.

Tribunale di Eboli: Cardiello “smentisce” il Ministro della Giustizia

EBOLI – Stiamo in buone mani con il “ghe pense mi” di Cardiello. Non resta che sperare che il Presidente Berlusconi, fra una escort e l’altra, abbia il tempo di eliminare Eboli dalle sezioni staccate di Tribunale da chiudere.
SEL: Apprendiamo con vivo piacere che il senatore Cardiello sul Tribunale di Eboli smentisce, il Ministro della Giustizia Nitto Palma.

Costi della politica? Ecco i 6 “facili” modi per ridurli da subito

ROMA – Province, vitalizi, trasparenza: gli interventi possibili e doverosi. Il taglio dei parlamentari: l’intesa è solo a parole.
Onorevoli e basta: un deputato può fare solo il deputato e porte aperte al cambiamento spalancandole ai cittadini su tutte le spese del Palazzo.

Berlusconi per evitare il voto sfida anche Napolitano

ROMA – Berlusconi ha paura delle urne e avverte Napolitano che per sciogliere le Camere occorre la sua firma.
Ha tutti contro, anche i sondaggi lo hanno abbandonato. Sfida la piazza delle donne: un errore blu. Non si sfidano le donne e non si sfidano le Piazze. Qualcuno prima di lui ci ha provato, non è finita bene.

I tre voti che pesano sul futuro del paese

ROMA – La fiducia del 14 dicembre avranno come risultato la scomparsa della sinistra italiana e la consegna del paese per un decennio al berlusconismo populista, autoritario e leghista.
Il governo può anche durare tutta legislatura, varando un programma di riforme sociali. Ma se non c’è riuscito con una vasta maggioranza, potrà farcela ora tre voti di sostegno?

Mastella: Per giustificare l’emergenza, Draghi o Monti

ROMA – La crisi finanziaria Europa, può trascinare in giù la nostra già precaria situazione economica e allontanare di molto le possibilità di ripresa ma avvicinare un Governo di responsabilità.
La figura più adatta a guidare un esecutivo di emergenza non potrebbe che essere l’attuale governatore di Bankitalia Mario Draghi o in alternativa Mario Monti.

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente