Incarichi legali al Piano di Zona S3: L’opposizione chiede la revoca immediata

Revoca immediata degli incarichi legali assegnati al Piano di Zona“: A chiederlo è il capogruppo di FI che presenta un’interrogazione urgente.

Damiano Cardiello Capogruppo (FI): “Incarichi legali esterni al Piano di zona S3, scelta clientelare da stoppare subito!”

 Damiano Cardiello PdZ Eboli

Damiano Cardiello PdZ Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI“Leggiamo e rileggiamo con attenzione la delibera di coordinamento del Piano di Zona S3 che darebbe il via libera ad un nuovo carrozzone politico e pensiamo che, molto probabilmente- Inizia cosi l’ennesimo comunicato di Forza Italia riguardante il Piano di Zona, uno dei tanti cavalli di battaglia politici del giovane capogruppo cittadino, Damiano Cardiello neanche le nubi addensate da mesi su questo settore hanno rimesso in carreggiata la compagine politica che amministra il Comune di Eboli. Si sta tentando di percorrere la via del clientelismo becero, violando apertamente il regolamento per l’Avvocatura del Comune di Eboli ed entrando in una spirale di danni erariali ingenti. Tutti sanno che ogni tipo di vertenza legale che veda coinvolto il nostro Ente va attribuita alle competenze interne dell’ufficio legale, istituito nel 2008 e aggiornato con deliberazione n. 77 /G del 01/04/2015 a firma del Commissario Straordinario con il Regolamento per la costituzione e disciplina dell`Avvocatura Comunale – Adeguamento al D.L.90/2014 convertito con modifiche in Legge 144/2014, approvato con  deliberazione di Giunta Comunale n.258 del 03.07.2008.

Vale la pena ricordare che a norma degli artt. 1-2-3 del richiamato regolamento : L’Avvocatura comunale è dotata dell’autonomia caratterizzante la professione forense e  provvede alla tutela dei diritti e degli interessi del Comune di Eboli attraverso la rappresentanza, il patrocinio, l’assistenza e la difesa in giudizio dell’amministrazione comunale, nelle controversie amministrative, civili e tributarie, sia nelle cause attive che passive. Continua argomentando in merito:Gli uffici comunali hanno l’obbligo di fornire sulla base di apposita richiesta quanto a loro conoscenza e di rimettere all’Avvocatura tutti gli atti e i documenti necessari per l’impostazione e la stesura dei pareri e la condotta delle liti, in tempo utile per gli eventuali adempimenti procedurali, onde scongiurare decadenze e prescrizioni che potrebbero ledere gli interessi della pubblica amministrazione. Hanno, altresì, l’obbligo di uniformarsi alle direttive e alle determinazioni che l’Avvocato capo settore potrà emanare per tutti gli adempimenti amministrativi che riguardino materie legali o siano finalizzate a prevenire o a risolvere contenziosi.

Gli incarichi esterni, dunque, sono considerati solo residuali all’occorrenza di determinate situazioni, descritte dall’art. 4 del suindicato che prevede espressamente: La procura a rappresentare, difendere ed assistere in giudizio il Comune, la redazione di pareri legali e le incombenze relative alle pratiche legali, anche di recupero crediti, può essere conferita ad avvocati esterni nei casi di controversie che richiedono una particolare competenza specialistica, nei giudizi che si svolgono innanzi alle magistrature superiori, in mancanza di Avvocati interni abilitati al patrocinio, ed in ogni caso in cui si presenti inopportuna e incompatibile la difesa da parte degli Avvocati dell’Ente o se ne manifesti l’esigenza per l’eccessivo carico di lavoro affidato a questi ultimi!”

Il Sindaco Cariello non sa che tale regolamento è finalizzato ad evitare spese che vadano a gravare sul bilancio comunali quali debiti fuori bilancio –  stigmatizza polemico il capogruppo forzista e a risparmiare ingenti risorse grazie alla professionalità del personale interno. L’insistenza politica del primo cittadino nell’adottare la delibera n. 23 del 12 ottobre 2017 al fine di “predisporre un regolamento per affidamento incarico legali con relativa short list” va assolutamente contrastata. Alla base di questa scelta irrituale e comportante costi ulteriori per il Comune di Eboli, leggiamo, vi è la “necessità di provvedere a fornire all’UDP gli strumenti necessari per affrontare le varie vertenze legali in corso”, senza specificare quali e quante vertenze siano attualmente in corso!

L’assurdo viene raggiunto,secondo la nota dei berlusconiani cittadini quando viene ribadita: “la manifesta impossibilità dell’Avvocatura del Comune Capofila (EBOLI) di agire per conto del Piano di Zona già espressa in precedenti coordinamenti”, dimenticando che lo stesso settore, sempre per gli azzurri, svolge appieno le proprie funzioni dal 2008.

Cardiello paventa degli sprechi di danaro ai danni delle casse erariali comunali: “Dimenticando che, sin all’anno 2007 gli incarichi esterni hanno comportato spese pari ad € 850.000 (somma confluita nel piano di riequilibrio pluriennale finanziario) e proprio per questo è stato istituito l’ufficio legale interno!”  Continua polemico Cardiello ricordando  gli accordi tra Enti stipulati nel passato :”Dimenticando che Il Piano di Zona sociale S3 è stato adottato attraverso un accordo di programma, ex art. 27 legge 142/90, al quale partecipano i Comuni dell’ambito per assicurare l’adeguato coordinamento delle risorse umane e finanziarie. Inoltre, il Coordinamento dei Sindaci e il Presidente del Coordinamento non hanno uno status giuridico riconosciuto ma solo politico e quindi non possono gestire in proprio scelte che spettano ai singoli Enti e ai rispettivi consigli comunali!

Abbiamo presentato un’interrogazione comunale urgente per sapere. Il capogruppo snocciola una serie di criticità di cui attende risposta dall’Amministrazione cittadina:”:1) quanti e quali sono le pendenze legali del Piano di Zona s3; 2) quali sono le motivazioni che hanno spinto il Sindaco a dichiarare la manifesta impossibilità del Settore Avvocatura del Comune di Eboli a trattare le controversie legali del Piano di Zona; 3) perché non è stato coinvolto il consiglio comunale sulla vicenda; 4) se e quando verrà ritirata in autotutela la delibera di coordinamento n. 23 del 12 ottobre 2017, evitando spese ulteriori rispetto i propri bilanci, garantendo gli equilibri contabili e affidando, come da sempre, gli incarichi legali al Settore Avvocatura del Comune di Eboli (SA).”

“Nel mentre, abbiamo diffidato i componenti del Pdz – conclude la verbosa nota degli azzurri ebolitani – (Campagna, Postiglione, Serre, Sicignano degli Alburni, Oliveto Citra, Contursi Terme, Asl e Provincia di Salerno), a revocare immediatamente in autotutela la delibera richiamata. Se non ci sarà nessun riscontro, dopo aver ottenuto copia di tutta la documentazione, adiremo le autorità competenti.

…………….  …  …………….

Altavilla  Silentina — Campagna  — Contursi Terme  — Oliveto  Citra  — Postiglione  — Serre  — Sicignano degli Alburni  — Provincia   di  Salerno  — .4.S.L. Salerno

COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

Delibera n. 23 del 12 ottobre 2017

Oggetto: VERTENZE LEGALI: DECISIONI IN MERITO ALLA COSTITUZIONE DI UN UFFICIO LEGALE E/O DI AFFIDAMENTI INCARICHI ESTERNI, PREVIO PREVISIONE PROGRAMMATORIA A COPERTURA DELLE SPESE OCCORRENTI

L’anno duemiladiciassette il giorno 12 del mese di ottobre, alle ore 12:30 presso I’Ufficio del Piano Sociale di Zona, sito in Eboli, in via U. Nobile, palazzo Massaioli, a seguito di convocazione trasmessa dat Sindaco del Comune capofila, in qualita di Presidente del Coordinamento lstituzionale, ai sensi di Legge, si é riunito, in via di urgenza, il Coordinamento Istituzionale del Piano Sociale di Zona Ambito S3 (ex S5). La seduta é di seconda convocazione.

Fatto I’appelIo risultano presenti n. 08 legali rappresentanti/ loro delegati degli Enti facenti parte del “Piano Sociale – Ambito S3 (ex SS)” e n. 02 assenti, come appresso elencati:

Ente Rappresentante
1. Provincia di Salerno Assente
2. A.S.L. Salerno Presente — dott.ssa Matilde Ansanelli – delegata
3. Comune di Eboli Presente — Sindaco massimo Cariello – Presidente
4. Comune di Altavilla Silentina Assente
5. Comune di Campagna Presente — Assessore Bruno Filella – delegato
6. Comune di Contursi Terme Presente — Assessore Onofrio Forlenza – delegato
7. Comune di Oliveto Citra Presente — Sindaco  Carmine Pignata
8. Comune di Postiglione Presente — Assessore Giovanni Costantino – delegato
9. Comune di Serre Presente — Assessore Giovanni Passannanti – delegato
10. Comune di Sicignano degli Alburni Presente — Consigliere C. Guido D’Ambrosio – delegato

Prendono parte alla riunione,  senza diritto di voto:

  1. — dott. Giovanni Russo — Dirigente Piano di Zona Ambito S3 ex S5
  2. – dott. Carmine Caprarella — lstruttore direttivo – segretario verbalizzante
  3. — dott.ssa Antonietta Impemba — Consulente PdZ
  4. — dott. Ciro martino — dipendente ASL Salerno
  5. — A.S. Maria Mustacchio — dipendente ASL Salerno

\\ Presidente introduce all’o.d.g., recante “Vertenze legali: decisioni in merito alia costituzione di un ufficio legate e/o di affidamenti incarichi esterni, previo previsione programmatoria a copertura delle spese occorrenti” sottolineando la necessita di provvedere a fornire gli strumenti necessari I’UDP per affrontare Ie varie vertenze legali in corso. Dopo breve discussione il Coordinamento  indirizza I’UDP  a predisporre un regolamento per affidamento incarico legali con relativa short list, in considerazione della manifesta impossibilita deIl’Avvocatura del Comune capofila di agire per conto del Piano di zona gia espressa in precedenti coordinamenti.

Visti:

  • il D.Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.; la legge n. 32£/2000;
  • la legge regionale n. 1J/2007, cosi come modificata dalla legge regionale n. 15/2012; II Piano Sociale Regionale 2016-2018;
  • il Regolamento  di funzionamento del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito S3 (ex S5).

II Presidente del Coordinamento lstituzionale pone in votazione la proposta di dare mandato aIl’UDP a predisporre  un regolamento per affidamento incarico legali con relativa short list.

Pertanto il Coordinamento lstituzionale del Piano di Zona Ambito S3 (ex S5)

DELIBERA

  1. di dare mandato alI’UDP a predisporre  un regolamento per affidamento incarico legali con relativa short list —–
  1. La presente deliberazione viene affissa per giorni quindici aIl’Albo delI’Ufficio  di Piano Ambito S3 ex S5.

Letto, approvato e sottoscritto:

Ente ESITO
Provincia di Salerno /
A.S.L. Salerno APPROVA
Comune di Eboli (capofila) APPROVA
Comune di Altavilla Silentina /
Comune di Campagna APPROVA
Comune di Contursi Terme APPROVA
Comune di Oliveto Citra APPROVA /
Comune di Postiglione APPROVA
Comune di Serre APPROVA
Comune di Sicignano degli Album APPROVA

F.to II Segretario verbalizzante Dr.  Carmine Caprarella

F.to II Presidente Sindaco Comune di Eboli Dott. Massimo Cariello

……………..  …  ………………

Eboli, 8 novembre 2017

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Ecco dov’era finito Caprarella 🙂

  2. Ago mo sbagli eeehhh dopo che Caprarella è cresciuto con cariello da piccolo gli ha fatto pure la campagna elettorale mica è poco mi stanno vedendo di sistemare pure la moglie di Caprarella dopo di che il quadro è completo Giotto gli fa un baffo p. S. Ricorda e na fatt semb chest cioè i babba speriamo che lo cacciano ambress se no si vende pure il portone del comune bye bye

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente