Inaugurata a Eboli la sede dell’associazione “Agorà delle Stelle”

Inaugurata la sede dell’associazione “Agorà delle Stelle”, il Think Thank pentastellato eburino.

La Mission principale del sodalizio, emanazione del Movimento 5 Stelle, sarà di aggregare nuove forze della società civile affinché la politica attiva ritorni tra la gente, mettendo al centro le istanze della società eburina. Il Presidente Federico Salerno: ”Il cambiamento parte dal basso. Vogliamo che i cittadini ritornino protagonisti!”

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il MoVimento 5 Stelle mette radici ad Eboli e lo fa aprendo un pensatoio politico nella centralissima via Ripa, a pochi passi dal palazzo di Città, con un’associazione denominata “Agorà delle Stelle”. In effetti il Movimento fondato da Beppe Grillo 9 anni orsono (4 ottobre 2009 in quel di Milano) è già presente sul territorio con ben tre Meetup, ove con questa sede si ha come finalità la riunificazione non solo delle anime pentastellate presenti in città, di cui la presente ne fonde due, ma principalmente quella di dialogare con le persone, con la società civile, ed in ultima analisi cercare un confronto partendo dal basso, secondo il dettato costituzionale che vede appunto nelle associazioni ascritte all’articolo 2 (formazioni sociali), essere la primigenia e principale struttura d’interlocuzione democratica.

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle 1

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle 1

Inoltre va specificato ad onor di cronaca, che vi erano alcuni assenti giustificati, ci riferiamo al portavoce del comprensorio, ossia  il neo deputato Cosimo Adelizzi, insieme ad altri attivisti del suo entourage, perché invitati a partecipare all’assemblea del MoVimento 5 Stelle Campania proprio questa domenica 7 ottobre con inizio alle ore 10:00 a Parete nel casertano.

Un momento importante di riflessione e di sintesi di questo Movimento che oramai è diventato un partito di Governo ed aspira in breve tempo, ad entrare negli esecutivi degli enti locali. Difatti l’ordine del giorno che si è discusso nel Palazzo Ducale di Parete era questo:

  1. risorse per la partecipazione ad attività e formazione sul territorio, discussioni, proposte per migliorare la qualità del lavoro dei comunali e degli attivisti.
  2. valorizzazione del ruolo dei portavoce comunali, seguito dalle annesse proposte.
  3. interventi sul lavoro svolto dal Governo dal 4 marzo ad oggi.
    Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle 2

    Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle 2

A raccogliere l’invito è stato in primo tra tutti il sindaco di Eboli, Massimo Cariello, che comprendendo l’importanza dell’avvenimento, ha portato i suoi rapidi quanto apprezzati saluti istituzionali e per rimanere sempre in tema di società civile, oltre a diversi personaggi conosciuti in città: imprenditori professionisti, il consigliere comunale del gruppo misto Luigi Guarracino, era presente la presidentessa del comitato per la salute pubblica, Rosa Adelizzi, pasionaria molto apprezzata nella Piana del Sele per il suo ruolo in difesa del SSN, la quale ha ricevuto dagli astanti la solidarietà per un atto vandalico subito alla sua autovettura la sera di venerdì 5 u.s., auspicando al contempo che sia un mero atto predatorio commesso da qualche balordo e non intimidatorio, ovverosia di riflesso all’attività di cittadinanza attiva da ella svolta.

Una menzione particolare va fatta ad Angelo Voza Francesco Forlano, affiliati della prima ora, che con il loro movimentismo hanno consentito l’apertura della sede associazionale, che nella soleggiata domenica autunnale, hanno esperito gli onori di casa. Erano presenti inoltre al battesimo dell’ “Agorà delle Stelle”, alcuni rappresentanti dei Meetup delle città viciniori: Campagna, Capaccio, Salerno e Cava dei Tirreni.

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle - 3

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle – 3

Si inizia con un abbrivio lanciato da Giuseppe De Lucia, noto imprenditore della ristorazione ma quest’oggi nelle vesti di militante, che dopo i rapidi saluti ai presenti come di prammatica, velocemente “ha passato la palla” a Federico Salerno, il quale dell’associazione “Agorà delle Stelle” ne è il presidente.

Salerno parte con il suo breve ma incisivo ragionamento, specificando il perché della associazione, che è un modo anche per dare un profilo giuridico ai vari Meetup, gruppi spontanei di supporto al Movimento, una cittadinanza attiva che viene dal basso: Noi vogliamo che questo sia un punto di incontro di ascolto, ma anche di sintesi delle proposte dei bisogni della cittadinanza ebolitana da far perorare ai nostri portavoce: regionali nazionali ed europei; noi siamo la sintesi di due Meetup dato che ad Eboli ce ne sono tre tutti invitati, i rappresentanti del terzo, hanno preferito non aderire a questo progetto per delle valutazioni proprie. Ci dispiace anche delle assenze di altri portavoce territoriali, ma come ben sapete oggi a Caserta ci sta una assemblea del Movimento con valenza regionale, dunque l’incontro con loro sarà rimandato ad altre occasioni.”

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle - 4

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle – 4

Il capo del sodalizio continua affermando che è finita l’epoca del Movimento 5 Stelle visto soltanto con un momento di semplice protesta, ora invece: ”..dato che stiamo al Governo nazionale si passa alla proposta. Nei pochi giorni di vita come associazione abbiamo proposto al Comune di Eboli di utilizzare i militari in ausiliaria, ci riferiamo al personale della difesa e specialmente esercito e carabinieri che sottufficiali ed ufficiali,  giunti ad un certo limite di età superati i 50 anni, ma ancora fisicamente efficienti, vengono posti nella quota di ausiliaria (una messa a disposizione con stipendio) e vengono per 5 anni allocati in questo status Ora vi e una norma che non è stata mai attualizzata, ovvero quella che gli enti locali possono attingere da questa quota per usufruire dei servizi dei militari in ausiliaria (Medici, Ingeneri del Genio) che possono ancora dare dei contributi alla società, ed anche lo stesso Sindaco Cariello sembra interessato alla proposta già ufficializzata.

Si congeda Federico Salerno: “Insomma va bene protestare e segnalare, ma al cittadino interessa la risoluzione dei problemi, da quelli più gravi, ai quotidiani, ed è ciò che ci proponiamo di attuare, dunque di contribuire a trovare delle soluzioni concrete; con orgoglio rivendichiamo la nostra forza cioè questa di essere tanti amici che si danno vicendevolmente una mano ed anche con i portavoce (consiglieri regionali, parlamentari, europarlamentari NdR) vige da sempre un clima di informalità e di collaborazione!

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle-Federico Salerno

Eboli-inaugurazione Agorà delle Stelle-Federico Salerno

Dunque si apre cosi una nuova stagione, fatta della presenza sul territorio di queste nuove forze politiche, che vengono definite superficialmente populiste (Lega Movimento 5 Stelle) le quali stanno ottenendo i favori dell’opinione pubblica, oltre che come si è constatato dell’elettorato il 4 marzo u.s. cospicui consensi. Del Resto il Governo nazionale di Giuseppe Conte, pur tra  le critiche delle opposizioni parlamentari e le invettive dell’Unione Europea, sta ancora “in luna di miele” con la prevalenza degli italiani, e tutte le recenti rilevazioni delle società demoscopiche, danno per l’appunto, ampiamente maggioritaria la coalizione giallo-verde.

Pertanto questo fa ben sperare per il Movimento in un’ottica di radicamento territoriale, cosa non facile nei 9 anni di vita, il quale soltanto negli ultimi 2 anni, eccezion fatta per Parma, ha conquistato tra luci ed ombre, delle grandi città della Penisola: Roma con Virginia Raggi e  Torino con Chiara Appedino, senza tralasciare che le realtà italiane sono molto frastagliate tra di loro.

Lo Stivale difatti è composta da circa 8.000 comuni molto differenti sia per densità demografica, che per collocazione non tanto geografica quando socio-economica, ma è una sfida questa che almeno ad Eboli e non solo, è stata presa in carico ed in un clima di speranzosa fiducia si auspica che questi nuovi sodalizi, frutto della nuova politica post ideologica della cosiddetta Terza Repubblica, possano incidere più positivamente dei loro eterei predecessori, nella carne viva degli esiziali bisogni della  società italiana.

Eboli, 8 ottobre 2018

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. un prevedibile Cariello piglia tutto

    segnali di debolezza

  2. Caro Del mese e lacchè vari , avete una certa età e dovreste quantomeno evitare di scrivere fake news, se sapete cosa vuol dire. I rappresentanti del movimento hanno disertato perché non riconoscono in nessun modo questo spazio come punto del Movimento 5 Stelle e soprattutto per la presenza dei principali attori di questa farsa , ex candidati di caldoro, ex uomini di stato dalla condotta quantomeno discutibile, amici dell’attuale amministrazione e chi più ne ha più ne metta. Detto questo c’erano i burattinai che seguono il principio Dividi et impera. Buona giornata

    • TU SEI LA FOTOGRAFIA DELL’INVASATO GRILLINO CHE PENSA DI ESSERE PORATTORE DI VERITA’ ASSOLUTE, ALLONTANATE POTENZIALI SIMPATIZZANTI, RINGRAZIATE INVECE CHI DA VOCE A TUTTI.

    • già il fatto che ti sia stato consentito di offendere e non ricevere censura depone a favore del sito, uno dei pochi ad essere liberi, invece dimostra patentemente l’illiberlità insita nel movimento, o in alcuni suoi maldestri componenti.

    • Caro Cristiano,
      Non so a chi lacchè ti riferisci, ma da come hai scritto “caro Del Mese e lacchè vari” mi associa ai lacchè.
      Mi dispiace di questa associazione e si comprende perché sul territorio le persone non si avvicinano a questo movimento,.. Io ho una idea ben precisa della società, della democrazia, delle libertà, dell’onore, dell’onestà, e più in generale dei valori e della morale.
      Molti dovrebbero analizzarsi e comprendere quali mancanze hanno rispetti a questi valori universali e autonomamente collocarsi tra i “minor”.
      Quel che accade nel M5S è un problema loro e se si sviluppa al suo interno con coltellate, trabocchetti e schifezze varie non mi e non ci riguarda, tuttavia quando questi si “affacciano” in pubblico o nelle istituzioni ci riguarda e come, e noi lo raccontiamo e di tanto in tanto raccontiamo, commentiamo ed esprimiamo opinioni e le condividiamo con gli elettori, e per questo non siamo lacchè, se poi è una pratica che si svolge dalle vostre parti, parlatene e accusatevi tra di voi.
      Buona giornata

    • Oltre ad associarmi ad Admin per le riflessioni, il termine di lacchè sicuramente è riferito alla mia modesta persona,l’animatore di contro ha avuto l’unica “colpa” di essere polifonico nella linea editoriale ed io parimenti quella di reportare con oggettivita’ l’incontro svoltosi aggiungendovi soltanto delle riflessioni, viepiù di carattere nazionale.

      Questa furia iconoclasta ritengo danneggi i militanti seri che con spontanea volontà civica vogliono partecipare alla crescita democratica.

      ps: se hai tanta vis polemica, caro cristiano alias qualcosa o qualcuno, firmati avrai il nostro rispetto.

  3. CARIELLO HA DATO IL BACIO DELLA MORTE…

  4. Questo cinque stelle non finiscono.mai di stupire.
    Non vi sforzate troppo, lo abbiamo capito. E chi ha votato, non lo ha fatto per voima perché si sono rotti di quelli di prima. Voi, nessuno di voi si merita questi consensi. Siete piccoli. Piccoli piccoli.

  5. abbiamo capito, 2020 zero consiglieri, cambiate rotta o avrete scarse soddisfazioni.

  6. Ti pareva che il Sindaco su perdeva una inaugurazione, ma non scherziamo lui sa fare solo quello poi se la città va a rotoli che fá non è un suo problema.

  7. Conosco i cinque stelle di Eboli di tutte le fazioni e devo dire che quelle che fanno capo ad Angelo voza e a Francesco Forlano sono persone che reputo più serie… gli altri mi sembrano un poco degli esagitati saranno sicuramente dei bravi ragazzi ma non danno il senso della maturità che dà il gruppo dell’associazione soprannominata.

  8. I 5 Stelle hanno perso una grande personalità Erasmo Venosi.

    D’altro canto il Sindaco nel presentarsi ha già danneggiato questa associazione e il movimento.
    Certo a lui fa comodo divide i potenziali avversari per poi assicurarsi una facile vittoria Fra meno di 2 anni.
    Le elezioni in fin dei conti sono quasi alle porte.

  9. dunque nel 2020 Cariello sindaco (forse) con PD, FdI, UDC, Noi Con l’Italia, NPSI, Sei o ette liste civiche e qualche altro nascente partito. complimenti sei un mito la Politica fatta da te è con la P maiuscola.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente