Sgroia propone una Petizione popolore a favore dell’Ospedale di Eboli

Il Presidente del Consiglio Sgroia e la Commissione Sanità propongono una Petizione popolare a favore dell’Ospedale.

Bortoletti deve capire se gli sprechi della Sanità in Campania passano per la Piana del Sele, o per Napoli, la Sanità privata e le convenzioni?

Luca Sgroia

EBOLI – “Firma per l’Ospedale di Eboli” è il titolo del manifesto promosso dal Presidente del Consiglio Comunale di Eboli Luca Sgroia e dai membri della Commissione Sanità e Problematiche dell’Ospedale di Eboli, con il quale si invita la cittadina a sottoscriverla.

Sgroia prende carta e penna e scrive anche al Governatore della Campania Stefano Caldoro e al nuovo Sub-Commissario dell’ASL Salerno il Colonnello Maurizio Bortoletti, per rappresentare il disagio che vive la struttura Ospedaliera di Eboli, dovuta in parte alla carenza di personale ed in parte alla mancanza di decisioni e strategie a seguito di decisioni “sospese” a seguito delle decisioni lacunose riportate nel Piano Ospedaliero che vedrebbe questa struttura confluire in un non bene identificato Ospedale Unico della Valle del Sele.

Il Presidente Sgroia evidentemente, dopo le numerose e reiterate promesse non mantenute dai vari personaggi politici e da quelli precipuamente incaricati a risolvere il problema, che con la loro azione hanno contribuito in maniera decisiva ad ostacolare il funzionamento quotidiano e a ridurre servizi  e prestazioni, senza fornire per contro  prospettive certe per il futuro, approfittando della nuova nomina ha ritenuto muovere un’azione politica supportandola con una petizione popolare, per cercare di rimettere in discussione affrontando la delicata questione della futura “fusione” degli Ospedali di Eboli, Battipaglia, Roccadaspide, Oliveto Citra, in maniera non ideologica e non campanilistica, ma senza per questo abbandonare o ridurre i servizi e le potenzialità che le stesse strutture nel frattempo possono e devono mettere a disposizione dei cittadini e dei territori.

Purtroppo per noi, per Sgroia e chi per esso, se questa attuale classe politica che deve prendere le decisioni ha deciso di procedere in questa direzione, non ci saranno petizioni che tengono, perché possano cambiare idea. Il problema principale è capire e rendersi veramente conto se gli sprechi della Sanità in Campania passano veramente dall’ASL Salerno e più in particolare per gli Ospedali di Eboli, Battipaglia, Roccadaspide, Oliveto Citra, o passano attraverso la Sanità privata, quella che fornisce prestazioni in regime di convenzione. Non è per caso che gli sprechi della Sanità in Campania passano per Napoli e le ASL di Napoli (ASL n1 intesta), e magari attraverso la sanità privata napoletana e tutto quello che gli gira intorno?

Purtroppo per Sgroia noi avremmo avuto bisogno di un manager vero della Sanità, senza nulla togliere al Colonnello Bortoletti, che invece si sarebbe dovuto affidare un ruolo da commissario speciale per gli imbrogli della Sanità a Napoli e in Campania, e delle connessioni ove ce ne siano con affaristi che nella Sanità ci sguazzano. Forse questo ruolo era più calzante per il buon colonnello piuttosto che quello di offrire un servizio che risponderà solo al suo buon grado di intelligenza e al senso del dovere a cui è abituato, come carabiniere, piuttosto di operare scelte che sono a metà tecniche e politiche, che forse nemmeno i suoi ispiratori sono capaci, come non lo sono stati fino ad ora, di assolvere.

……………….  …  ………………..

Firma per l’Ospedale di Eboli

Ospedale di Eboli

Il Presidente del Consiglio Comunale e la Commissione Sanità e Problematiche Ospedaliere del Comune di Eboli:

  • preoccupati per la grave situazione in cui versa il Presidio Ospedaliero “Maria SS. Addolorata” di Eboli, dove la carenza di personale medico e infermieristico rende spesso difficoltoso lo svolgimento delle attività sanitarie e costringe il personale presente a turni massacranti;
  • convinti che il persistere della suddetta situazione oltre che ad arrecare danno ai servizi resi ai cittadini e al loro diritto alla salute, pone in serio pericolo la sopravvivenza stessa dell’Ospedale di Eboli;
  • convinti, altresì, che nelle more della realizzazione dell’Ospedale unico della Valle del Sele occorre assicurare che i plessi esistenti funzionino al meglio e forniscano le prestazioni sanitarie con il personale necessario in rapporto alle utenze e al carico di lavoro;

hanno promosso una petizione popolare indirizzata al Presidente della Giunta Regionale On. Stefano Caldoro e al Commissario dell’Asl di Salerno Col. Maurizio Bortoletti, volta a richiedere agli stessi l’adozione di tutti i provvedimenti necessari per far fronte alla lamentata carenza di personale medico ed infermieristico dell’Ospedale di Eboli, coprendone quindi gli organici previsti, allo scopo di rendere effettivo l’esercizio del diritto alla salute per i cittadini di Eboli e dell’intera Piana del Sele.

E’ possibile firmare la petizione:

  • da lunedì 21 Marzo a Venerdì 25 Marzo dalle ore 9,00 alle ore 13,00 (il martedì e il giovedì anche dalle ore 15,00 alle ore 18,00) presso l’apposito spazio allestito all’ingresso della Residenza Municipale in via Ripa.
  • Domenica 27 Marzo dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 17,30 alle ore 20,00 presso la postazione del Comando della Polizia Municipale sito in Piazza della Repubblica.

Il Presidente del Consiglio Comunale

Luca Sgroia

………………  …  ………………

Al Presidente della Giunta Regionale
On. Stefano Caldoro

Al Commissario ASL Salerno
Col. Maurizio Bortoletti

I sottoscritti cittadini,

  • preoccupati per la grave situazione in cui versa il Presidio Ospedaliero “Maria SS. Addolorata” di Eboli, dove la carenza di personale medico e infermieristico rende spesso difficoltoso lo svolgimento delle attività sanitarie e costringe il personale presente a turni massacranti;
  • convinti che il persistere della suddetta situazione oltre che ad arrecare danno ai servizi resi ai cittadini e al loro diritto alla salute, pone in serio pericolo la sopravvivenza stessa dell’ Ospedale di Eboli;
  • convinti, altresì, che nelle more della realizzazione dell’Ospedale unico della Valle del Sele occorre assicurare che i plessi esistenti funzionino al meglio e forniscano le prestazioni sanitarie con il personale necessario in rapporto alle utenze e al carico di lavoro;

chiedono alle SS.LL. di porre in essere tutti i provvedimenti necessari al fine di far fronte alla lamentata carenza di personale medico ed infermieristico dell’Ospedale di Eboli, coprendone quindi gli organici previsti, allo scopo di  rendere effettivo l’esercizio del diritto alla salute per i cittadini di Eboli e dell’intera Piana del Sele.

……………….  …  ……………….


3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. tanto per …..

    ma una postazione per poter firmare non sarebbe stato più logico posizionarla presso lo stesso ospedale ????????

    mah … misteri della fede

    o non lo si è voluto fare perchè somigliava tanto al quadernetto che si firma in occasione della visita per le condoglianze alla casa del defunto ?????

    ai posteri l’ardua sentenza .

  2. Penso che si dovrebbe muovere tutto il comprensorio ed obbligare chi di dovere alle scelte giuste.
    Certamente non è e non deve essere un problema di Ebboli ma di tutti quelli interessati

  3. Da che mondo è mondo, con le petizioni ci si puliscono il c…. comunque se è l’inizio di un escalation di proteste va bene. Però svegliamoci, mobilitiamoci e soprattutto superiamo gli stupidi steccati e campanilismi che creano contrasti fra città dello stesso territorio. La politica dia l’esempio e guidi il popolo in questa battaglia per difendere un diritto essenziale.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente