Beppe Grillo: Euro Mission Impossibile

Viviamo per pagare gli interessi sul debito pubblico. Più ci impoveriamo, più il debito aumenta e più aumentano gli interessi sul debito.

Nel 2013 pagheremo oltre 100 miliardi€ di interesse sul debito, circa 1/4 dei 420 miliardi di tasse annuali. Il debito pubblico è detenuto solo per il 14,3% da famiglie. L’85,7% da banche, fondi, assicurazioni e investitori.

Monti Mission impossibile

di Beppe Grillo

Viviamo ormai per pagare gli interessi sul debito pubblico. E’ una fornace in cui via via inceneriamo servizi sociali, nuove tasse, risparmi, case, diritti. Mentre alimentiamo questo roveto ardente ci impoveriamo. Più ci impoveriamo, più il debito aumenta e più aumentano gli interessi sul debito. Dopo sei mesi della cura Monti il debito pubblico è cresciuto e si avvicina ai 2.000 miliardi mentre l’occupazione è scesa e per questo, inevitabilmente, nel 2012 diminuirà bruscamente il gettito fiscale. Nel 2013 dovremo pagare oltre 100 miliardi di euro di interesse sul debito, circa un quarto dei 420 miliardi di tasse annuali. Ci stiamo avvitando come un aereo in picchiata per sostenere l’euro e pagare gli interessi accumulati dal Pdl e dal Pdmenoelle durante uno sciagurato ventennio.

Beppe Grillo

A chi paghiamo gli interessi? Il debito pubblico è detenuto soltanto per il 14,3% da famiglie italiane. L’85,7% da banche, fondi e assicurazioni e altri investitori. Il 46,2% all’estero, in prevalenza banche francesi, tedesche, inglesi (*). Le banche sono i nuovi padroni, per nulla disponibili a rinunciare alla loro libbra di carne. A diminuire gli interessi, ad esempio, o a diluire nel tempo la restituzione del capitale. L’Italia non dispone di sovranità monetaria, non è possibile una svalutazione della lira e un riallineamento conseguente dei titoli alla nostra economia che vale molto meno rispetto al momento della loro emissione. Svalutare la lira equivaleva svalutare i titoli. Oggi non è più così. Abbiamo un cappio al collo che non possiamo toglierci e che stringerà sempre di più se non ristrutturiamo il valore dei titoli che valgono il 20/30% in meno del loro valore iniziale. Senza il prestito di mille miliardi della BCE alle banche al tasso dell’1% ,usati per comprare nuovi titoli al 5/6%, l’Italia sarebbe in pre default.

Rimandare il problema non serve. Diminuire gli interessi sul debito nel medio termine e la contemporanea emissione di nuovi titoli di Stato a basso/medio rendimento sono una “mission impossible“. Il ricatto è sempre il solito, se non si prosegue su questa strada si esce dall’euro. Ma dall’euro siamo già usciti, l’euro non rispecchia più il valore della nostra economia, al massimo il 60%. Uscire dall’euro non deve essere un tabù. Gran Bretagna e Danimarca sono parte della UE e hanno mantenuto le loro monete. Si può fare, bisogna iniziare a discuterne. Non è mai troppo tardi per tornare indietro da una strada lastricata per l’inferno.
(*) fonte Bankitalia

Ps. Segui il tour elettorale 2012. Partecipa usando #m5sTour su Twitter e Youtube, o taggando “MoVimento Cinque Stelle” sulle tue foto e post su Facebook.

Oggi, 21 aprile, sarò a Crema alle ore 17 in piazza Duomo.  A Piacenza alle ore 19 in piazza Mercanti, e infine a Parma, alle ore 21.30 in piazzale della Pace.

Genova, 21 aprile 2012

9 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Grazie Massimo, mi fa piacere che sul tuo Blog compare finalmente la voce del blogger più famoso d’Italia, fondatore di uno dei cinque blog più frequentati al mondo. Ricordiamoci sempre che il MoVimento Cinque Stelle è costituito da cittadini liberi da etichette (eccetto quella bianca con la V dei V-day e le cinque stelle, se etichetta si può chiamare, ed anche il colore non è affatto casuale). Chiunque è libero di sentirsi parte del MoVimento se ne condivide il programma ed il non-statuto, mentre, per far parte delle liste elettorali occorre la certificazione del Blog per l’utilizzo del simbolo, ma la certificazione si ottiene con pochi semplici requisiti, ossia fedina penale pulita, non iscrizione in contemporanea ad altri partiti o movimenti politici (con i quali è preclusa ab initio e per principio ogni forma di alleanza elettorale) e non aver ricoperto cariche elettive pubbliche nel passato per più di due mandati. Il MoVimento non richiede nè ritira alcuna forma di rimborso pubblico (anche se spettante), non partecipa alle elezioni provinciali in quanto enti inutili da sopprimere, e i consiglieri regionali attualmente in carica si autoriducono la propria retribuzione ( a non più di 2500 euro mensili) secondo le indicazioni dei comitati locali degli attivi, destinando la parte eccedente la quota assegnata ad un fondo nelle disponibilità del comitato degli attivi per portare aventi progetti di sviluppo sul territorio. Poche semplici regole perchè la politica deve essere semplice e comprensibile a tutti.

    • Per Giuseppe –
      Non è affatto la prima volta, e non sarà l’ultima, è che c’è tanto da dire al nostro livello, che lasciamo a Grillo il suo, anche perché lo dice bene e meglio. Spero che ognuno faccia il suo, se fosse così, non credi che staremmo meglio? Cerco nel mio piccolo di dare un conrtributo e vorrei poterlo anche imitare, ma non ho le sue qualità e quindi mi devo accontentare dei miei piccoli risultati. Devo dire che sono fortunatamente abbastanza lusinghieri e sempre fortunatamente, stando sui problemi e non avendo nessuna implicazione, spero di riuscire a dare un contributo genuino.
      Non hai idea come sono deluso e come sono incazzato. Sono talmente incazzato che forse mi spingo anche oltre le mie reali forze correndo anche dei butti rischi. Ma non me ne frega, alla mia età c’è poco da fare, i freni inibitori non ci sono più.
      I principi del Movimento di Grillo? li condivido in pieno e l’assurdo sai quale è? che per affermarli bisogna fare un movimento, quando quei principi dovrebbe essere patrimonio di ogni singolo cittadino.
      Ma secondo te c’è bisogno di essere cattolico e praticante per osservare quei principi base del cattolicesimo riportati nei famosi 10 comandamenti?
      Al momento la democrazia è sospesa, i Partiti non sono più quel tratto di unione tra il cittadino e le istituzioni, siamo orfani e siamo in balia delle grandi organizzazione e dei servi che si mettono a loro disposizione per qualche miserabile beneficio. Siamo fottuti.
      Ecco, siamo tutti iscritti al movimento di Grillo, altro che antipolitica, è proprio tutto il contrario, è semmai voler affermare il principio della politica come servizio, come mezzo per fornire soluzioni, come via per proteggere tutti e specie chi ne ha più bisogno.
      Caro Giuseppe non puoi immaginare come vorrei essere un Beppe Grillo per potere dare di più.
      Massimo Del Mese

  2. Hai ragione. Massomo contatta Grillo e fatti candidare. questi hanno perso la testa.

  3. L’alfabeto di questa politica ora è finalmente noto a tutti. Alfano Bersani Casini come le prime lettere dell’alfabeto stanno a significare che sinistra (in primis ahimè) destra e centro sono unite da un solo e condiviso ideale: CONTINUARE A FOTTERE TUTTI,con un occhio di riguardo ai cittadini onesti che tirano la carretta. Sono talmente impegnati in questa frenetica attività da non accorgersi di niente,ad esempio che l’astensionismo oggi è il primo partito(quasi il 40%… con trend in forte crescita) e il movimento di grillo non sta al 7% come ci dicono questi imbroglioni ma quasi al 15% con trend in crescita). Sono talmente illusi da non accorgersi che ormai tutti abbiamo capito che per risanare tutto il nostro debito pubblico e tutti i nostri guai basta semplicemente sostituirli (tutti e 1000 quanti sono )con persone oneste e legittimate dal popolo e non da cialtroni e costringerli a restituire tutto quello che hanno rubato a loro insaputa. Di questi guitti da avanspettacolo si salverà forse solo l’IDV di Di Pietro che forse potrebbe arrivare al 10%. Fantapolitica? No pura realtà.Solo loro non se ne sono ancora accorti. Sono al capolinea e ancora stanno a discutere di rimborsi elettorali(quando gli italiani non vogliono più regalare soldi a questi ladri di stato), di riforma della legge elettorale( quando gli italiani vogliono scegliere TUTTI i loro rappresentanti senza delegare nessuno) .Alfano(sempre berlusconi che però ha cambiato faccia) poi, dopo le amministrative annuncerà agli italiani la sua prossima fregatura che udite udite cavalcherà molte idee scopiazzate al movimento a 5 stelle e cambierà nome al partito perchè “puzza di cane morto”(parole sue).
    Caro massimo questo paese(sempre che ce lo permetteranno e non escogiteranno all’ultimo momento qualcosa di brutto ) fra avrà la grande occasione di spazzare via per sempre questi cialtroni e cambiare finalmente tutto e in meglio. La Politica(quella con la P) ha bisogno oltre che di giovani (quelli non vampirizzati) anche di persone di esperienza,per bene e oneste come te.Per battere il partito dell’astensionismo e spazzare via questa banda di corrotti oggi il movimento a 5 stelle è l’unica via d’uscita,non ci sono altre strade(l’unica ad aver restituito i soldi dei rimborsi e che riesce spontaneamente le piazze). Presenta la tua candidatura a questo movimento spontaneo popolare di protesta, hai tutte le carte in regola per farlo. Dai una mano da protagonista per spazzare via questo marciume e dare speranza al futuro di questo paese per cambiare tutto e per cambiare in meglio!
    Mi raccomando pensaci! TI abbraccio.

  4. E perche’ no. Massimino candidato con Beppe Grillo che pariata. Io ti voto.

  5. Il movimento di Grillo sta crescendo, perche ‘ riesce ad interpetrare i sentimenti di tutti. Massimo Del Mese puo’ rappresentarci puo’ rappresentare anche il Movimento di Grillo. Avanza la tua Candidatura. Sei onesto ce la possiamo fare.

  6. grazie a lei dott Del Mese io ho il contatto con Eboli e mi informo di quello che succede. Anche al Nord si soffre ed é colpa della casta. Continuano a tartassarci senza toccare un minimo privilegio. Se ne devono andare a casa. Lei per quello che fa può candidarsi con Grillo e contrastare la Casta. Contatti subito Beppe Grillo.

  7. Non e’ possibile che lo stato e’ sulle spalle dei pensionati. il mese scorso mi hanno detratto dalla pensione 100 euro, lo hanno fatto il mese scorso e lo faranno il mese prossimo e nonostante tutto mi tocca vedere quella faccia di c, . . . di Monti, che continua a parlare di sacrifici e ancora sacrifici. Quei sacrifici li dobbiamo fare solo noi, non e’stato toccato un solo privilegio di tutte quelle categorie che continuano a fare i c. . . . loro indisturbati e alla faccia nostra.
    Ma chi li deve votare piu’. Grillo e’ diventato l’indirizzo della protesta, purche’ non fa come Di Pietro che ha imbarcato di tutto, e Battipaglia non e’ da meno. Il dottor Del Mese potrebbe essere la soluzione giusta. Non lo conosco personalmente, ma come se lo coboscessi, il suo blog e’ diventato un punto di riferimento importante per Battipaglia e per tutta la provincia. per quello che scrive va proprio bene si potrebbe candidare, ci potrebbe rappresentare.

  8. Grillo sta raccogliendo e sta dando voce alle nostre proteste. ci hanno rotto le Palle. Non K sicuro la soluzione, ma ci vuole una scossa per tutti questi immorali. Del Mese é un piccolo Grillo è vero, piccolo solo perché é meno famoso, ma sta facendo un grande lavoro. Candidiamolo, invito gli altri a pronunciarsi sarebbe un ottimo candidato altro che questi cloun interessati. Vai Admin non fare il modesto, lanciati con Grillo, lui cerca gente come te, onesta, competente, coraggiosa e disinteressata.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente