Verrioli il medico da 651.343 € e l’Elogio della Prosopopea e dell’Arroganza

Michele Verrioli il Medico che ha percepito per convenzione 651.343 €, anziché rispondere alle domande inquietanti mi ingiuria, mi diffama e mi calunnia.

Che fine ha fatto la “Commissione d’Inchiesta Verrioli”? Si faccia chiarezza su quei compensi, il Direttore Generale dell’ASL Antonio Squillante faccia un bel pacco e lo invii alla Procura delle Repubblica.

Michele Verrioli
Michele Verrioli

EBOLI – Ricevo e malvolentieri pubblico, quì di seguito, il messaggio che il dottor Michele Verrioli, direttore del Laboratorio di “Anatomia patologica” attivato presso l’Ospedale  di Eboli, mi ha inviato, rispondendo piuttosto tardivamente, con una serie di insulti, ingiurie ed offese personali, ad un articolo pubblicato su POLITICAdeMENTE dal titolo “L’Ospedale sta chiudendo, Verrioli lo utilizza e guadagna 651.343 € all’anno” (Cliccare sul titolo per leggerlo).

Malvolentieri perché il dottor Verrioli, e non Professore, anziché rispondere agli interrogativi posti nell’articolo, mena il can per l’aia e utilizza tutta la sua arroganza, un livore e un odio senza pari, mostrando dispiacere per non potermi querelare, chiamandomi addirittura “vigliacco” per aver riportato delle notizie, mi diffama, mi ingiuria e mi calunnia, attribuendomi “insuccessi professionali, personali e politici“, ma la cosa ancora più grave, paragonandosi al “dottor House” il personaggio televisivo della omonima serie, esalta le sue lodi professionali in un delirio di personalità esercitando pericolosamente l’ “Elogio della Prosopopea e dell’Arroganza“, evidenziando per questo grossi limiti e poco equilibrio.

Non posso esprimermi sulla sua professionalità perché non solo non mi interessa, ma anche perché non ho competenze specifiche per farlo, posso per contro, invitarlo a meglio esplicitare quali siano gli insuccessi professionali, personali e politici” “ben noti alla cittadinanza di Eboli che mi attribuisce. Pretendo che lo faccia, e lo faccia piuttosto in fretta, non costringendomi a spogliarmi dei miei valori democratici e morali e passare ad altre vie, così come pretendo che il Verrioli mi faccia le pubbliche scuse usando questo stesso mezzo, per le sue farneticanti offese e per le calunnie sulla mia persona.

Ospedale di Eboli-foto Politicademenete

Ospedale di Eboli-foto Politicademenete

Non conosco la sua vita personale e familiare e me ne guardo bene dal farlo, la mia al contrario, è costellata di soddisfazioni, quelle soddisfazioni che appartengono alle persone normali, soddisfazioni normali che si possono avere a livello personale, familiare, professionale e politico: a livello personale perché ho amici cari che mi hanno accompagnato nella mia vita circondandomi di affetto e di stima; familiare, avendo moglie e figli che adoro e mi adorano; Professionale perchè, da libero professionista ho lavorato ed eseguito progetti di grandissima rilevanza, oltre che aver prestato consulenze ad imprese sia a livello nazionale che internazionale; da docente ho avuto il piacere di essere richiesto esplicitamente da Dirigenti che hanno apprezzato i miei metodi di insegnamento moderni ed innovativi, e tra l’altro sono stato anche educatore di un suo prossimo parente; Politicamente sono stato amministratore nella mia Città e per l’impegno e la mole di realizzazioni ho lasciato un segno inequivocabile, così come sono stato apprezzato per lealtà, impegno e onestà anche da suoi ex parenti, persone perbene, oneste e di grande moralità.

Oggi che ormai sono un pensionato, vivo la mia vita curando le mie passioni e dedicando il mio impegno a raccontare quello che ci accade intorno, ivi comprenso il farneticante e minaccioso messaggio del Verrioli, o la notizia di cui a quell’articolo che il Dottore maximo volutamente non ha risposto a quelle specifiche domande, e oggi a 63 anni vivo un’esperienza di successo, poiché il mio sito è tra i più letti in Campania dimostrando a Verrioli, se ce ne fosse bisogno, che pur essendo una persona modesta (un grande nessuno) come lo stesso Verrioli ha scritto, pensando di offendermi, ho raggiunto risultati che vanno ben oltre la modestia, atteso che migliaia di persone al giorno si collegano al sito.

Evidentemente il signor Verrioli, e non Professore, questo titolo il dottore lo lasci a me che sono modesto e sono Docente Ordinario di cattedra in pensione, non vorrei che il brillante dottore, attribuendo alla mia persona non ben identificati insuccessi o fallimenti, involontariamente ha voluto esercitare un trasfert, e in una sorta di sovrapposizione, forse ha sostituito sue questioni private o personali attribuendole alla mia persona? Se è così è grave e sarebbe opportuno prenderne seriamente atto, soprattutto per non compromettere la sua BRAVURA e il ruolo che DA MIGLIORE DEL MONDO ESERCITA.

Intanto ritornando a quell’articolo che Verrioli odiosamente dovrà sopportare, perché resterà in rete a futura memoria, ed è stato letto suo malgrado da migliaia di persone, che indipendentemente dalle mie considerazioni, faranno le loro considerazioni e per sua sfortuna non credo lo associeranno al dottor House.

In quell’articolo ho basato le mie considerazioni analizzando diversi fattori:

  1. L’articolo non riporta “commenti di altri” ma prendendo spunto da una Denuncia di Vito Storniello Coordinatore Regionale RdB USB Sanità, riporta chiaro e preciso un mio commento e non invettive.
  2. L’articolo riportava correttamente che il Dottor Verrioni era stato autorizzato in regime di convenzione a fornire la sua professionalità a ben 5 Ospedali.
  3. Nell’articolato erano riportati anche apprezzamenti professionali, raccolte nel corso dell’informativa pre-articolo, poiché non avevo specifiche competenze per pronunciarmi.
  4. Si riportava correttamente la Cifra di ben 651.343 € percepiti nel corso dell’anno dal Dottor Verrioli.
  5. Si facevano considerazioni che certamente andavano in capo alla Dirigenza (ASL SA), ricordando quanta differenza vi fosse tra chi percepiva 1000 euro al mese o poco più e i lauti compensi elargiti a professionisti delle strutture pubbliche o in ALPI.
  6. Si riportavano considerazioni che sottolineavano come, in un momento così difficile per la Nazione, per la Sanità, e per gli italiani che vivono il dramma di perdere il lavoro, di vedersi diminuire stipendi e pensioni, di non poter arrivare non alla terza settimana ma alla seconda, si potessero verificare queste distorsioni.

E dulcis in fundo si facevano alcune domande rimaste del tutto inevase e che si ripropongono:

  • Il dottor Verrioli, regolarmente autorizzato, ha svolto come convenzionato, analisi di 5 Ospedali?
  • Per far fronte alle richieste dei 5 Opsedali e alla sua struttura il dott. Verrioli ha lavorato oltre il suo normale orario di lavoro?
  • Se è vero i ritmi usati potevano anche compromettere il lavoro svolto?
  • Nell’esercizio delle sue funzioni di convenzionato, ha utilizzato il suo reparto e il suo personale, e questi ultimi hanno percepito qualcosa?
  • Ha messo in moto meccanismi che hanno coinvolto: struttura, reagenti, sussidi, macchinari ecc.?
  • Ha guadagnato anche l’Ospedale di Eboli, oppure ha guadagnato solo il dott. Verrioli?
  • Fornendo la consulenza ai 5 Ospedali convenzionati ha sostenuto di aver svolto il lavoro di 10 medici, per farlo, quante ore ha dedicato alla struttura che normalmente gli ha pagato lo stipendio, e quante ore ha dedicato alle strutture convenzionate?
Antonio-Squillante-dir-asl-salerno

Antonio-Squillante-dir-asl-salerno

Si chiedeva in tutta sostanza, e non era affatto uno scandalo, se si tiene conto della situazione economica in cui versa il Paese e la stessa Sanità, ma anche perché da contribuenti ne abbiamo tutto il diritto. Si chiedeva se quel lavoro che comprendeva l’ordinario e la convenzione fossero compatibili con il ruolo e se il lavoro svolto non sia stato sottratto a quello del reparto, e se ancora per svolgerlo si siano usati macchinari del reparto ebolitano e se per questo la struttura ha ricevuto danni o qualche beneficio economico. Tutto quì e lo vogliamo sapere.

In più sarebbe il caso di sapere quale siano state le risultanze della “Commissione d’inchiesta Verrioli” presieduta dal Dottor Domenico Della Porta. Perché si faccia chiarezza, il Direttore Generale dell’ASL Salerno Antonio Squillante che sicuramente leggerà questo articolo faccia un bel pacco e lo invii alla Procura delle Repubblica, per modo che si fughi ogni sospetto sulla vicenda, così il Dottor Verrioli potrà accrescere la sua fama e il suo Ego e confermare NON SOLO DI ESSERE IL PIU’ BRAVO, MA DI ESSERE IL MIGLIORE DEL MONDO.

Anche quel Primario romano che per far superare ai suoi clienti le lunghe liste di attesa si prendeva le tangenti era bravo, e allora, che significa, che chi è bravo o chi si autodefinisce bravo può fare tutto quello che vuole?

…………………………………  …  ………………………………..

Gentile Sig. Massimo Del Mese, vorrei ringraziarla di cuore perchè dopo tutta la pubblicità che in onore della mia professionalità, come “Dottor House”, ha amplificato molto la mia popolarità come Patologo, e sono salito nella graduatoria nazionale ai primi posti. Tutto questo si traduce in una grande immagine professionale e relative consulenze che mi pervengono ora da tutta Italia. Grazie di cuore. Se vuole continuare a parlare di me e della mia professionalità la ringrazio.
Devo anche dirle che lei ovviamente (insieme all’illustre Storniello, un grande nessuno) non ha capito nulla essendo quello a me regolarmente versato dall’ASL il compenso dovuto a 10 anni di attività di consulenza e non i compensi di un anno di attività. Si tratta ovviamente di cifre al lordo con il 50% di trattenute operate dall’ASL,  regolarmente versatemi sulla busta paga dall’ASL che ha trattenuto la propria quota di guadagno. Debbo anche dirle che la convenzione esaurita nel 2009 era fra le ex ASL di salerno 2 (Ospedale di Eboli) e di ex Salerno 3 (Ospedale di Vallo) e non fra me “privatamente” e l’ex ASL Salerno 3. Io ho lavorato nel pubblico per il pubblico in virtù della mia grande professionalità nl rispetto di leggi e regolamenti vigenti come tutte le verifiche hanno potuto accertare 
Se c’è un dannegiiato sono io avendo percepito con grande ritardo i legittimi compensi per una attività di grande livello dopo 10 anni di attività

IO NON SONO BRAVO, SONO IL MIGLIORE NEL MIO CAMPO.

Ovviamente ho provveduto a querelare i giornali per l’inesatta notizia, come già le ho spiegato,  essendo compensi di 10 anni di attività e non di uno. 
Mi dispiace di non poter querelare lei perchè vigliaccamente lei ospita i commenti degli altri ma si guarda bene dallo scrivere le stesse cose, per questo non io ma lei andrebbe lapidato!!!!! Con magra soddisfazione però che intuitivamente lei può immaginare. 
Di lei non si può dire altro essendo ben noti alla cittadinanza di eboli i suoi insuccessi professionali, personali e politici !
Con grande disistima”.

Dott.Proff Michele Verrioli

……………………………….  …  ………………………………

Eboli, 13 marzo 2013

17 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente