Emergenza sanitaria: Assemplea pubblica,17 marzo ore 19.00, Eboli

Lunedì 17 marzo 2014, ore 19.00, aula Consiliare Eboli, ASSEMBLEA PUBBLICA sull’EMERGENZA SANITARIA.

Il Sindaco di Eboli Martino Melchionda chiama alla mobilitazione la Città. E’ in pericolo il nostro Ospedale. Un’Assemblea pubblica contro l’insensibilità e la tracotanza di persone messe per caso a gestire la Sanità pubblica

.

.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLILa vicenda dell’Ospedale di Eboli e degli altri Ospedali della Valle del Sele (Battipaglia, Oliveto Citra, Roccadaspide), – si legge nel manifesto che si pubblica a pié di pagina – ha raggiunto il suo punto più alto di scontro.

Il Direttore generale dell’ASL Salerno – scrive il Sindaco di Eboli Martino Melchionda nel Manifesto che chiama a raccolta in un’Assemblea pubblica i cittadini, a difesa dell’Ospedale di Eboli e dei suoi 500 anni di storia che un gruppo di persone insensibili e messe lì per caso – ha presentato al Presidente della Regione un Piano di Riorganizzazione della Rete Ospedaliera, che prevede un taglio dei posti letti, soprattutto nelle attività di emergenza, e addirittura un esubero di Circa 300 dipendenti su tutti e quuattro gli Ospedali.

Manovra – per il Sindaco Melchionda – con l’intento di distruggere la Sanità in questo territorio, dove vivono 270mila persone, e di rafforzare altri Ospedali.

Nell’area del Sele, – Spiega Melchionda e solo questa verità è motivo di respingere con tutta la forza necessaria il Piano predisposto – il rapporto di posti letto per 1000 abitanti è di 1,32, nell’area più a Sud è di 3,11, mentre nell’area a Nord di Salerno è di 2,22.

Ma questo non è bastato a chi decide le sorti della Sanità in Campania. – Aggiunge ancora il Sindaco di Eboli nel manifesto – Il Direttore Generale ha nominato un Commissario (che tra l’altro figura tra quelli che hanno usufruito delle prestazioni in ALPI che con il suo compenso di 84mila euro più le indennità varie e lo stipendio ha percepito un compenso per un totale di 140 mila euro annui. Ricordando che il ricorso all’ALPI è proprio la conseguenza della riduzione del personale e che è costato 22 milioni giusto il disavanzo di bilancio del 2013 )- che, in un clima di tensione e condizionamento del personale, ha tagliato drasticamente le prestazioni ospedaliere e adesso estenderà la sua devastante azione agli altri 3 Ospedali.

E’ il momento della mobilitazione di tutti, per impedire che questo disegno sia portato a termine, e per questo

TUTTI I CITTADINI SONO INVITATI ALLA

ASSEMBLEA PUBBLICA

che si terrà nell’Aula Consiliare il giorno 17 marzo alle ore 19.00

.

.

Eboli, 15 marzo 2014

10 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente