Nuovo Piano Ospedaliero. Cardiello Jr(FI) a Caldoro: Eboli merita rispetto

Dura presa di posizione di Cardiello Jr sul Nuovo Piano Ospedaliero: “Se confermate le notizie è un autogol. Caldoro mediti sul da farsi.

Il candidato Sindaco di FI, GIoventù Ebolitana, Eboli Avanti, Noi Sud, La Destra, Damiano Cardiello interviene sulla questione sanità e il pericoloso ridimensionamento del P.O. di Eboli: “Pronti a dura opposizioneE’ ora di smetterla con le prese in giro. Eboli merita rispetto”.

Ospedale di Eboli.

Ospedale di Eboli.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Apprese le notizie di una ulteriore spallata ai danni dell’Ospedale di Eboli, da parte della Direzione Generale dell’ASL Salerno di Antonio Squillante e della Gestione Commissariale di Governo della sanità in Campania del Governatore Stefano Caldoro, il candidato Sindaco di FI, GIoventù Ebolitana, Eboli Avanti, Noi Sud, La Destra, Damiano Cardiello è interviene sulla incresciosa vicenda: “Voci non confermate e articoli di stampa indicano come imminente il varo del nuovo Piano ospedaliero. Un decreto che sostituisce il vecchio decreto 49/2010 ma che, incredibilmente, ridimensiona e mortifica la città di Eboli e il suo Ospedale.

Un taglio di 20 posti letto – sottolinea Damiano Cardiello per il nosocomio ebolitano, un aumento di 30 posti letto per quello di Battipaglia e addirittura 80 per Roccadaspide rappresentano uno schiaffo in faccia inaccettabile che, in casa nostra, non prendiamo e non prenderemo.

damiano cardiello - silvio Berlusconi

damiano cardiello – silvio Berlusconi

Se dagli incontri effettuati nei mesi estivi – precisa e ricorda Cardiello – era emersa la chiara volontà di non adottare misure inerenti la riorganizzazione sanitaria nella Piana del Sele, la scadenza elettorale mista a pressione del Sindaco di Roccadaspide avranno fatto cambiare idea ai vertici regionali.

Ridurre posti letto, e di conseguenza, servizi e personale infermieristico – fa rilevare Damiano Cardiellosignifica lasciare in lenta agonia il nostro Ospedale. Non lo permetterò.

Nel silenzio assordante dei riferimenti locali di Caldoro, – fa osservare ancora l’ex capogruppo di Forza Italia Damiano Cardiellose venissero confermate le notizie circolanti in materia, preannuncio una durissima opposizione. Sono pronto anche a sospendermi dal partito – minaccia Cardiello rivolgendosi al Governatore Caldoro – se la situazione lo rendesse necessario. Gli interessi della città vengono prima di quelli politici.

E’ ora di smetterla con le prese in giro. – Conclude il Candidato a Sindaco di Forza Italia Damiano Cardiello Eboli merita rispetto.”

Eboli, 9 gennaio 2015

15 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. A seguito delle accese e confuse discussioni che si sono aperte sul nuovo Piano Ospedaliero in corso di elaborazione da parte dell’Organo di Governo Regionale, il Direttore Generale Dr. Antonio Squillante ha inviato a tutti i 158 Sindaci dei Comuni della Provincia di Salerno, alle Segreterie Provinciali delle OO.SS., all’Ordine dei Medici e al Collegio degli Infermieri Professionali della Provincia di Salerno una comunicazione con la quale invita ognuno dei destinatari ad indicare un componente che possa rappresentarli nel tavolo tecnico che l’Asl Salerno intende istituire per produrre una proposta di Piano Ospedaliero Provinciale da sottoporre alla Struttura Commissariale Regionale. Ai Sindaci è stato chiesto di indicare un rappresentante per ogni aggregazione territoriale coincidente con gli ambiti territoriali dei 13 Distretti Sanitari di Base della Provincia di Salerno.In merito il Direttore Generale dichiara: “viste le molteplici dichiarazioni comparse sugli organi di stampa e al fine di evitare inutili allarmismi relativamente a presunte discriminazioni territoriali, ho ritenuto opportuno istituire un Tavolo Tecnico Programmatico nel quale possono essere rappresentati tutti i cittadini della Provincia di Salerno e tutti gli operatori sanitari.Poiché ritengo che una classe dirigente possa definirsi tale soltanto se concretamente riesce a determinare il proprio futuro, ho invitato i Sindaci in quanto espressione democratica di tutti i cittadini, le rappresentanze sindacali e quelle degli Operatori Sanitari a collaborare al fine diproporre alla Struttura Regionale soluzioni “possibili” finalizzate alla redazione del nuovo piano ospedaliero.Sono certo che con la fattiva e concreta collaborazione di tutti riusciremo a produrre una proposta condivisa e realizzabile. Mi auguro che sull’argomento non prevalga la solita miopia del politico di turno preoccupato solo della prossima campagna elettorale infatti, troppi di loro che per anni hanno assistito muti al disastro della sanità, oggi pontificano senza proporre nulla di concreto.Se oggi è possibile parlare di modifica al Decreto 49 è solo grazie al raggiunto risanamento dei conti, all’accreditamento delle strutture, allo sblocco del Turnover che questa Direzione, tra gli altri, ha fortemente ed instancabilmente perseguito. Con l’istituzione di questo tavolo tecnico provinciale nessuno potrà tirarsi indietro, nascondersi o scrollarsi di dosso le proprie responsabilità adducendo come scusa “io non c’ero”. ADESSO OGNUNO DI ASSUMA LE PROPRIE RESPONSABILITA’!

    • per Mario,
      E ALLORA?
      Hai riportato pari pari il comunicato, forse era meglio che esprimessi un tuo pensiero più che quello di Squillante che al contrario lo ha espresso fin troppo politicamente, esprimendo anche giudizi che non sono propri ad un Manager. Giustamente lui non si sente managaer ma un uomo politico messo a posta per fare politica.

  2. A seguito delle accese e confuse discussioni che si sono aperte sul nuovo Piano Ospedaliero in corso di elaborazione da parte dell’Organo di Governo Regionale, il Direttore Generale Dr. Antonio Squillante ha inviato a tutti i 158 Sindaci dei Comuni della Provincia di Salerno, alle Segreterie Provinciali delle OO.SS., all’Ordine dei Medici e al Collegio degli Infermieri Professionali della Provincia di Salerno una comunicazione con la quale invita ognuno dei destinatari ad indicare un componente che possa rappresentarli nel tavolo tecnico che l’Asl Salerno intende istituire per produrre una proposta di Piano Ospedaliero Provinciale da sottoporre alla Struttura Commissariale Regionale. Ai Sindaci è stato chiesto di indicare un rappresentante per ogni aggregazione territoriale coincidente con gli ambiti territoriali dei 13 Distretti Sanitari di Base della Provincia di Salerno.In merito il Direttore Generale dichiara: “viste le molteplici dichiarazioni comparse sugli organi di stampa e al fine di evitare inutili allarmismi relativamente a presunte discriminazioni territoriali, ho ritenuto opportuno istituire un Tavolo Tecnico Programmatico nel quale possono essere rappresentati tutti i cittadini della Provincia di Salerno e tutti gli operatori sanitari.Poiché ritengo che una classe dirigente possa definirsi tale soltanto se concretamente riesce a determinare il proprio futuro, ho invitato i Sindaci in quanto espressione democratica di tutti i cittadini, le rappresentanze sindacali e quelle degli Operatori Sanitari a collaborare al fine diproporre alla Struttura Regionale soluzioni “possibili” finalizzate alla redazione del nuovo piano ospedaliero.Sono certo che con la fattiva e concreta collaborazione di tutti riusciremo a produrre una proposta condivisa e realizzabile. Mi auguro che sull’argomento non prevalga la solita miopia del politico di turno preoccupato solo della prossima campagna elettorale infatti, troppi di loro che per anni hanno assistito muti al disastro della sanità, oggi pontificano senza proporre nulla di concreto.Se oggi è possibile parlare di modifica al Decreto 49 è solo grazie al raggiunto risanamento dei conti, all’accreditamento delle strutture, allo sblocco del Turnover che questa Direzione, tra gli altri, ha fortemente ed instancabilmente perseguito. Con l’istituzione di questo tavolo tecnico provinciale nessuno potrà tirarsi indietro, nascondersi o scrollarsi di dosso le proprie responsabilità adducendo come scusa “io non c’ero”. ADESSO OGNUNO SI ASSUMA LE PROPRIE RESPOSABILITA’ !

    • per Mario,
      E ALLORA?
      Hai riportato pari pari il comunicato, forse era meglio che esprimessi un tuo pensiero più che quello di Squillante che al contrario lo ha espresso fin troppo politicamente, esprimendo anche giudizi che non sono propri ad un Manager. Giustamente lui non si sente managaer ma un uomo politico messo a posta per fare politica.

  3. il rispetto è qualcosa che si quadagna con la serietà.Se così è state sereni e protestate onestamente.

  4. Il silenzio assordante dei riferimenti di Caldoro?
    Ma se sei il figlio di un senatore di forza italia, il riferimento ce l’hai in casa tuaaaaa.
    ROBA DA MATTI!!!!

    • il riferimento di caldoro,nuovo psi, è cariello e i suoi piccoli indiani ad eboli, questo si roba da matti!

  5. Cari Cardiello ma cosa avete fatto per Eboli, in 20 anni? Avete solo pensato ai fatti vostri fregandovene di Eboli e dei vostri elettori di centrodestra… ed ora, fate della “demagogia” la vostra ultima arma per aspirare a nuove poltrone? State davvero alla frutta.
    Il popolo ebolitano e soprattutto quello di centrodestra vi ripudia.

  6. @indipendente, tu dici :”ll popolo ebolitano e soprattutto quello di centrodestra vi ripudia”

    benissimo e il popolo di centro destra fa come suo paladino un ex comunista, PRC?
    è un centro destra annacquatO x giungere a questo, alla frutta!

    i cardiellos hanno fatto poco e nulla!
    e cariello?

    il lider maximo (del minimo) deve tutto al popolo di estrema sinistra a Rosania in parte anche al pd Melchiondiano di cui appoggiavasi a vicenda e ora,
    è il vostro eroe?

    ma vergognatevi!!!!

    • Per idealista,
      credo che con la storia di Cariello e del suo passaggio da sinistra a destra se ne sia detto di tutto e di più, anche io all’epoca sono stato duro con lui.
      La mia durezza veniva da altre motivazioni come, per esempio non aver motivato la sua scelta politica di allora.
      Nel tempo però ci sono state due turni elettorali e diversi passaggi politici come congressi e poi anche divisioni all’interno del PdL e centrodestra.
      Oggettivamente Cariello negli ultimi anni ha rappresentato una novità politica, ma anche le novità per affermarsi devono consolidarsi e in politica significa idee, programmi, comportamenti posizioni politiche.
      Spesso gli ho rimproverato di essere più incisivo nel suo ruolo di opposizione, così come gli rimprovero di prendere le distanze da Caldoro rispetto alle vicende della sanità e dell’Ospedale di Eboli, distanze che oggettivamente anche se non forti ha preso nei confronti di Cirielli e Squillante.
      Le distanze nei confronti di Caldoro non significa prenderle politicamente, rispetto ad un preciso argomento politico, sottolineando di non essere d’accordo a ridimensionare il nostro Ospedale concedendo ad altri che al contrario non hanno la stessa storia e la stessa professionalità conclamata.
      Allo stesso modo, Cariello proprio perchè ha dimostrato nel tempo di avere capacità aggregati ve e organizzative, è legittimo abbia l’aspirazione di essere il Candidato Sindaco del Centrodestra, magari non condivido le modalità che invece volevano tempi e strategie diverse,ma questa è un’altra cosa.
      Però il centro destra non può discriminare per un incarico e poi prendersi i voti in altre circostanze. Ci vuole chiarezza e meno astio e più riflessioni.

  7. L’onorevole Cardiello parla a briglia sciolta senza conoscere la storia del partito in cui milita…ebbene …rinfreschiamo la memoria a questo duo, a cui la storia non va molto a genio, ricordando il filosofo Lucio Colletti, ideologo del PCI fino al 1964, successivamente ne prese le distanze e si collocò su posizioni di estrema sinistra, fondò il periodico “La sinistra”, scrisse il volume “Il marxismo e Hegel”, testo fondamentale per i comunisti dell’epoca, inoltre collaborò con “Lotta Continua” e, dopo una permanenza in Svizzera, ce lo ritroviamo ideologo di Forza Italia , eletto nelle elezioni politiche del 1996 e del 2001.
    Se il Cardiello pensiero rispondesse a verità lui non dovrebbe essere senatore di Forza Italia…perchè questo partito è stato fondato da Colletti, Ferrara, Bondi, Pera e tantissimi altri comunisti senza contare i socialisti…a partire da Berlusconi….la mia domanda è questa : se sei allergico ai vetero comunisti che cavolo ci fai in questo partito che è frequentato da più comunisti del Collettivo di via dei Volsci dei tempi d’oro? E di Caldoro e di Carmelo Cante, primo dei non eletti nel Nuovo PSI, che ne pensi?
    Io capisco la posizione del senatore purtroppo a Natale aveva promesso il giocattolo al bambino e adesso non ha il coraggio di dirgli di no, memore del proverbio locale “a sant’ nun fa vut e a criature nun prumett”.

  8. ..BERLUSCONI..! dedicati alla vera politica …o alla
    Pascale…non scimmiottare ad abbracciare un candidato non gradito al popolo di destra …voluto( S O L O ) da un padre eletto senartore per “risulta” . Non voluto …e rinnegato dalla maggioranza del partito. I votanti siamo noi, e chi perde voti sei tu, perche’ costringi noi a scegliere.

  9. DA SIMPATIZZANTE votante DI CENTRO SINISTRA PD DICO:

    SAPETE COSA ODIO? I LECCALULO “PENTITI “!
    OGGI TUTTI ADDOSSO AI CARDIELLO, MA QUANDO “SERVIVANO” TUTTI A BUSSARE ALLA LORO PORTA PORTA!

    LO STESSO FECERO CON CONTE, TUTTI A PORTARLO IN PROCESSIONE, E DOPO A GETTARGLI LE MONETINE,MOLTI ERANO ex PORTATORI DELLA STATUA DI SAN CARMELO.

    SIAMO UN POPOLO DI INFINGARDI & MARAMALDI, CHE VERGONGA!

    LE GENERAZIONI PASSANO, LA PUSILLANIMERIA RESTA!

  10. …. Ti metterei al SOLE… come le NESPOLE –
    a maturare .. non piu’ di ..tanto… senno’ marcisci… Marco T.V.S.B.

  11. che vergogna questo rubarsi i letti !

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente