“Eboli Mare Sicuro”. Il Sen Cardiello (FI) interroga il Ministro e Cariello controribatte

Botta e risposta tra il Sen. Cardiello e il Sindaco Cariello, dopo l’interrogazione ai Ministri Alfano e Orlando sull’Affidamento del Progetto “Mare sicuro 2015”.

Cardiello (FI): «Verificare un possibile voto di scambio e irregolarità nella procedura di affidamento».
Cariello: «Il Sen Cardiello invece di complimentarsi, insieme al figlio continua a remare contro Eboli e gli ebolitani. Gli elettori sono stati chiari nelle urne lo saranno ancora di più nelle prossime elezioni

Franco-Cardiello-Massimo-Cariello
da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese
EBOLIEboli – Progetto “Mare Sicuro 2015“: «Verificare un possibile voto di scambio e irregolarità nella procedura di affidamento», questo è quello che chiede il Sen. Franco Cardiello del Gruppo di Forza Italia depositando una interrogazione parlamentare a risposta scritta in Commissione, indirizzata ai Ministri degli Interni e della Giustizia: Angelino Alfano e Andrea Orlando.
Oggetto della verifica parlamentare che il Senatore ebolitano di FI Cardiello chiede al Governo è la procedura di affidamento dei servizi di vigilanza, pulizia e salvataggio a mare, affidato alla Eboli Multiservizi SpA, partecipata messa in liquidazione dal Commissario Prefettizio Vincenza Filippi, avvenuta senza una regolare procedura pubblica nè indagini di mercato. Nel mirino del Senatore Cardiello finisce oltre che la Multiservizi anche  l’affidamento che la Società comunale ha concesso alla Società di Vigilanza Security Point, la stessa che aveva gestito il servizio per suo conto anche l’anno scorso e che anche in quella circostanza si sollevò un bel pò di proteste dalle varie opposizioni interne ed esterne all’allora Amministrazione di Martino Melchionda: i Riformisti di Conte; ed il centrodestra nella sua interezza comprendendo oltre che il gruppo di Fi con Damiano Cardiello, anche quello del Nuovo Psi facente capo allo stesso Cariello.
Franco Cardiello

Franco Cardiello

“La violazione dei principi di trasparenza, concorrenza e imparzialità della Pubblica Amministrazione non può e non deve passare inosservata. – scrive Cardiello nella sua interrogazione a sottolineare i motivi della interrogazione e aggiunge, facendo riferimento alle numerose unità lavorative impiegate prefigurando un “voto di scambio” dal momento che egli evidentemente individua tra queste persone quelle che avrebbero sostenuto elettoralmente l’Amministrazione a guida del Sindaco Massimo CarielloInoltre, numerose assunzioni professionali (parcheggiatori e vigilantes), effettuate dopo pochi giorni dalla conclusione del turno di ballottaggio del 14 giugno e in gran parte corrispondenti a sostenitori dell’attuale amministrazione comunale va riflettere su quali criteri sono stati adottati per le selezioni e se siano state realizzate condotte ascrivibili al voto di scambio. Il Senatore di FI Franco Cardiello ritiene che – Il Ministro Alfano dovrà rispondere celermente.

Nell’Interrogazione parlamentare a risposta orale di Cardiello in Commissione svolgendo un excursus premette ai Ministri dell’Interno e della Giustizia Angelino Alfano e Andrea Orlando, che:
  • nell’anno 2013 è stato stipulato contratto avente ad oggetto l’affidamento in concessione dei servizi di gestione delle aree di sosta, pulizia e manutenzione dei siti di vigilanza sul litorale del Comune di Eboli, tra Ente e Istituto di Vigilanza Security e Investigation srl;
  • nel comma 12 dello stesso contratto, ex art. 2.5.3., è previsto il pagamento di n. tre rate mensili da parte della società privata nei confronti dell’Ente, e in caso di ritardato pagamento l’applicazione degli interessi nella misura fissata dal T.U.S.;
  • allo stato solo le prime due rate sono state versate, mentre la terza rata dell’importo di € 7.073,55 ( comprensiva degli interessi di mora
    fino al 10/07/2014, scaduta in data 15/10/2013), nonostante sia stata inviata nota di diffida all’adempimento prot. 23151 del 23/06/2014 del responsabile del Settore Patrimonio,non risulta essere stata versata con la configurazione di una evidente inadempienza contrattuale;
  • nell’anno2014 è stata stipulata convenzione n.20943 del 05.06.2014, tra il Comune di Eboli e la Eboli Multiservizi S.p.A. ( società partecipata al 100% dall’Ente), per la gestione delle aree di sosta a pagamento lungo il litorale della marina di Eboli e degli altri servizi collegati, agli stessi patti e condizioni ivi previsti;
  • la società Eboli Multiservizi spa mediante procedura diretta ha affidato alla società Security Investigation srl, la vigilanza degli spartifuoco, per un importo superiore alla soglia massima prevista dall’art. 125 del Dlgs. n. 163/2006;
  • il risultato di gestione per l’anno 2014, delle attività in oggetto, è stato negativo;
  • nel mese di maggio 2015 la società partecipata Eboli Multiservizi spa è stata messa in liquidazione dal Commissario Prefettizio Straordinario Dr.ssa Vincenza Filippi, subentrata a seguito di scioglimento del consiglio comunale;
  • con determina n. 929 del 26/06/2015 a firma del Responsabile del Settore Patrimonio, la convenzione per la gestione delle aree di sosta a pagamento lungo il litorale della marina di Eboli e degli altri servizi collegati, agli stessi patti e condizioni è stata prorogata, per il periodo dal 1° luglio al 15 settembre 2015;
  • la società Eboli Multiservizi spa, mediante procedura diretta, ha nuovamente affidato la vigilanza degli spartifuoco e d anche il servizio di salvataggio a mare alla società Security Investigation srl per un importo superiore alla soglia massima prevista dall’art. 125 Dlgs. n. 163/2006;
  • non si hanno notizie di eventuali indagini di mercato commissionate prima di procedere all’affidamento diretto;
  • non si hanno notizia circa l’acquisizione della seguente documentazione necessaria ad appurare la regolarità dei requisiti della società privata: DURC; CAMERALE IN CORSO DI VALIDITA’; LICENZA COMUNALE PER SERVIZIO DI PORTIERATO ( POLIZIA MUNICIPALE);POLIZZA ASSICURATIVA RCT-RCO-RCG NON INFERIORE A € 1.000.000.00 E € 500.000.00 PER PERSONA; COMUNICAZIONE UNILAV DEI DIPENDENTI CONTRATTI DI ASSUNZIONE DEI DIPENDENTI;ATTESTATI DI FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE;ATTESTATO DI NOMINA RLS- ADD. ANTIINCENDIO- ADD. PRIMO SOCCORSO;POS;DVR;ASSEVERAZINE CONTRIBBUTIVA LEGGE 134/2012 CON RELATIVE RICEVUTE DI PAGAMENTO;DICHIARAZIONE ART.46 E 47 D.P.R.28 DICEMBRE 2000 N°445;TITOLO DI  POLIZIA RILASCIATO DALLA PREFETTURA DI COMPETENZA IN CORSO DI VALIDITA;’
  • in data 01/07/15 da parte di un consigliere comunale è stato protocollato invito e diffida a revocare in autotutela la determina n. 929 del 26/06/2015, ex art. 21 quinquies legge n. 241/1990, senza ricevere alcuna risposta e contestualmente ha inviato segnalazione urgente all’Autorità Nazionale Anticorruzione per gli accertamenti di competenza;
  • in data 02/07/2015, a pochi giorni dalla vittoria del turno di ballottaggio alle elezioni amministrative del 31 maggio 2015, sono stati assunti a tempo determinato varie figure professionali ( tra cui parcheggiatori e vigilantes) in gran parte sostenitori dell’attuale amministrazione comunale vincitrice;

e successivamente il Senatore Cardiello chiede ai Ministri dell’Interno e della Giustizia Alfano e Orlando di conoscere in relazione all’Affidamento del Progetto “Eboli Mare sicuro” avviato dal Sindaco Cariello il 29 giugno scorso a soli 14 giorni dalla sua vittoria elettorale e a pochissimi giorni dalla sua investitura ufficiale: Quali utili interventi intendano verificare per accertare se l’affidamento dei servizi risulta lecito o vi siano state violazioni dei principi di imparzialità, trasparenza, concorrenza ed inoltre accertare con quali criteri la ditta aggiudicatrice abbia proceduto ad assumere il personale che viene adoperato per i servizi.»

Massimo Cariello-Sindaco di Eboli-2

Massimo Cariello-Sindaco di Eboli-2

Il Sindaco di Eboli Cariello appreso dell’interrogazione Parlamentare presentata dal Senatore Cardiello è intervenuto prontamente e a stretto giro di posta ha risposto piccatamente:

«Apprendo con sconcerto, – si legge in una nota pervenutaci dall’ufficio stampa del Comune di Eboli a firma del Sindaco Cariello – ma anche con evidente delusione, che il parlamentare di Eboli di Forza Italia, il senatore Franco Cardiello, avrebbe presentato un’interrogazione al Ministro dell’Interno sull’affidamento dei servizi di vigilanza e salvataggio a mare in favore degli ebolitani e dei turisti bagnanti della nostra costa.

Immaginavo – prosegue Cariello – che un parlamentare, al contrario, si sentisse in “dovere” di complimentarsi con l’amministrazione comunale, per la prima volta nella storia a guida dei moderati di centrodestra, che nonostante le macerie finanziarie lasciate in eredità dal centrosinistra a guida Pd, aveva avuto la capacità di motivare gli uffici comunali in poche ore, affinché predisponessero gli atti per un affidamento possibile e regolare, in modo da dare risposte immediate e certe alla popolazione. Immaginavo che il senatore Cardiello, invece di remare ancora una volta contro Eboli ed i suoi cittadini, riconoscesse l’efficienza della nuova amministrazione comunale, dalla quale il suo partito è fuori grazie alle scelte esclusivamente familiari sue e del suo erede bocciato nelle urne.

Credevo – aggiunge ancora Cariello facendo alcune sue considerazioni politiche anche alla luce di velocizzare un servizio che oggettivamente avrebbe dovuto provvedere, avendone tutto il tempo il Commissario Prefettizio Filippi avendo ella provveduto a mettere in atto tutte le procedure che poi hanno portato alla liquidazione della Stessa Società Multiservizi atteso che la stessa pur essendo in liquidazione può svolgere le funzioni a cui è preposta – che il parlamentare di Forza Italia riconoscesse, finalmente, l’inversione di rotta della nuova amministrazione a guida dei moderati di centrodestra che, invece di perdersi dietro lungaggini e favoritismi, aveva chiesto immediatamente agli uffici comunali di rendere possibile una risposta ai cittadini in termini di sicurezza ed incolumità.

Ed ancora credevo che l’impiego nei servizi di addetti della società che effettua il servizio, insieme con parcheggiatori di una società comunale che la passata amministrazione aveva portato alla liquidazione, ed ancora l’utilizzazione di giovani addetti al salvamento sulle spiagge, tutti in possesso di titolo specifico professionale, fossero per il senatore Cardiello un atto di massima trasparenza, il tutto rivolto a dare risposte alle istanze degli ebolitani.

Invece, – conclude il Primo cittadino di Eboli Massimo Carielloancora una volta vedo che il parlamentare ebolitano, così come aveva maldestramente tentato di fare il figlio in occasione del Consiglio Comunale di giovedì, quando ha tentato di impedirne inutilmente l’insediamento, continua a remare contro Eboli e contro gli ebolitani. Gli elettori sono stati chiari nelle urne amministrative, lo saranno ancora di più nelle prossime elezioni

Eboli, 11 luglio 2015

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. In Forza Italia, militavano e militano (pochi ora per fortuna) Fascisti e Neo Nazisti che solo danno hanno portato al Partito di Silvio Berlusconi. Fini, per salvarsi dalle Patrie Galere, unitamente ai suoi fedelissimi Squadristi, si prostrò ai piedi di Napolitano (amico degli Imperialisti Americani, dei Francesi e dei Germanici, artefice del disastro Italiano e protettore di Parlamentari Camorristi, Mafiosi e Corrotti), al solo malefico scopo di distruggere Berlusconi e con lui tutto il Popolo Meridionale e dei meno abbienti. Cosa che non facevano i vecchi militanti del MSI, a partire dal coltissimo Monaco spogliato (non ricordo il nome), del Prof. Cosimo Naponiello, il mio amico Andrea e fino all’ultimo militante. Queste persone, stimabilissimi uomini Ebolitani, si battevano solo per il bene di Eboli e mai, dico mai, chiedevano un solo piacere personale. Ad Eboli, patria di Parlamentari di altissimo valore Politico, Intellettuale e Culturale, abbiamo avuto la sfortuna, grazie alla strana legge elettorale (Elenchi di nomi, senza preferenze), di veder eleggere, nelle massime assisi istituzionali, Ebolitani di BASSO livello Culturale e con lo spiccato vizio di SISTEMARE a vita, sfruttando il loro Pubblico Mandato, nelle Strutture Sanitarie Pubbliche e Private (che chiamerei Parastatali perché sostituti dello Stato), innanzitutto i Fratelli, poi i parenti più stretti e infine l’amico degli amici, senza aver alcun ritegno e vergogna per il loro operato. Altro che scambio di voti, qui si tratta di INTERESSI personali, Concussione e Corruzione. Questi soggetti, quando hanno concorso alle cariche di Sindaco, quindi con le preferenze, hanno raggiunto , al massimo, la carica di Consigliere Comunale. Arricchiti, senza meriti Professionali, alle spalle dello Stato e del Popolo che paga le esorbitanti tasse, abbiate il pudore di TACERE.

  2. OTTIMO CARDIELLO, PADRE E FIGLIO,SARANNO GLI ALABARDIERI DELLA LEGALITA’ AD EBOLI, SONO CERTO CHE CON LA LORO PERIZIA UNITA ALLA FRESCHEZZA DI DAMIANO, IL FIGLIO DEL SENATORE, RIUSCIRANNO A METTERE IN IN SERIA DIFFICOLTA’ QUESTA AMMINISTRAZIONE CHE D GIA’ SI PRESENTA MALE, UN PO DI CORAGGIO E TORNERANNO SUBITO AVITA PRIVATA!

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente