Carenze all’Ospedale di Eboli: “Si mente sapendo di mentire”

La Rete dei Comitati Civici sulle Carenze al Presidio Ospedaliero di Eboli e Fisi-Sanità accusano:Si Mente Sapendo di Mentire!” Interviene anche la Uil-Fpl.

Durissimi Scotillo e Adelizzi, della rete dei Comitati Civici per la tutela della Salute, che denunciano sprechi di risorse e disservizi da carenza cronica di personale, temendo il peggioramento dei disagi con la stagione estiva: ”Gli inviti alla calma e le rassicurazioni di DG Giordano e Sindaco Cariello non ci convincono”.

Ospedale di Eboli.

Ospedale di Eboli.

di Marco Naponiello
per POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  Non si sono ancora spenti gli eco dei festeggiamenti per l’inaugurazione dellAmbulatorio Pediatrico al P.O. di Eboli, avvenuto tra flash ed applausi il 1° aprile u.s., che fa il paio con l’incipiente riapertura più volte annunciata sui media locali delle cucine nel nosocomio ebolitano https://www.massimo.delmese.net/107376/asl-salerno-il-dg-giordano-inaugura-lambulatorio-pediatrico-al-p-o-di-eboli/ , che novelle nuvole plumbee si addensano sul destino della sanità statale della Città di San Vito.

E mentre al netto delle polemiche al riguardo presenti, oggi 10 maggio nella viciniore Battipaglia e precisamente alle ore 11.30 si taglia il nastro al nuovo Reparto di Rianimazione composto di 8 posti letto, con l’augusta presenza  del governatore Vincenzo De Luca (che sicuramente ha molto deluso i tanti cittadini per la scelta operata nella riorganizzazione della rete ospedaliera della Piana del Sele e del Calore, varata dal manager dimissionario Joseph Polimeni), accompagnato dalla Sindaca e Medico, Cecilia Francese, https://www.massimo.delmese.net/108818/nuova-rianimazione-allospedale-di-battipaglia-inaugurazione-con-de-luca/,quest’ultima centrando invero un traguardo  molto lusinghiero per la collettività da ella amministrata da meno di un anno.

Cariello-Minervini-Giordano-inaugurazione ambulatorio pediatrico Eboli

Cariello-Minervini-Giordano-inaugurazione ambulatorio pediatrico Eboli

Di contro il destino del P.O. ebolitano nonostante l’unificazione della Dirigenza Sanitaria ed Amministrativa, sembra quello di diventare prestissimo una mera succursale del “Santa Maria della Speranza”, in nome della famigerata Revisione della Spesa pubblica, che recide i costi a macchia di leopardo ( vedi posti letto e livelli L.E.A.), col sospetto fondato che forse una tale scelta sia figlia più della convenienza politica, che di una esigenza strutturale del servizio sanitario, in perfetta continuità con il predecessore di “Don Vincenzo”  a palazzo Santa Lucia,  ovvero Stefano Caldoro.

Malgrado le reiterate rassicurazioni dell’ebolitanissimo DG ASL di Salerno, Antonio Giordano, in tandem con il primo cittadino di Eboli, Massimo Cariello, i disagi nel presidio ebolitano continuano imperterriti, in specie per le carenze di personale le quali fanno deflettere di molto la qualità delle prestazioni erogate, causando disagi ai pazienti e malumori in un personale interno stressato, che stoicamente si prodiga per mantenere civili ed accettabili i parametri delle performance offerte, a fronte dei tanti sprechi perpetrati da anni in tutta l’azienda sanitaria provinciale.

Rosa Adelizzi-Rolando Scotillo

Rosa Adelizzi-Rolando Scotillo

Ed è per questa ragione che Rosa Adelizzi presidentessa del Comitato per la salute del Cittadino del Sele e Rolando Scotillo R.S.U. FIALS, prendono “carta e penna” e vergano un comunicato al vetriolo diramato alle agenzie di stampa, sulle condizioni del “Maria SS Addolorata” ed invitano in primo luogo il DG ASL – Salerno, Antonio Giordano ed il mondo istituzionale, primo fra tutti il Sindaco Massimo Cariello, a fare subito chiarezza e prendere provvedimenti in proposito.

«Sul caso di ortopediasi legge nel comunicato congiunto del Comitato per la Salute del cittadino del Sele e della R.S.U.- FIALS – ma anche su alcuni casi pediatrici, vi è un invito alla calma da parte della Direzione Locale e Generale. Sul caso è intervenuto anche il Sindaco della città di Eboli che, sentito il D.G. Giordano, ha rassicurato a mezzo stampa sulle sorti del Presidio di Eboli».

«Un invito alla calma – dichiara Rolando Scotillo R.S.U.-FIALS del nosocomio ebolitanoche non trova basi solide: infatti si parte da una carenza cronica di personale OSS in tutto il Presidio passando per una carenza storica di Infermieri che anche quest’anno con l’approssimarsi del periodo estivo genererà problemi di chiusure estive e di impossibilità a godere delle ferie da parte del personale. Le attività della sala operatoria di Eboli, invece, vengono garantite a stento da turnazioni in ALPI dal personale anestesista che sottopongono ad uno stress continuo il personale infermieristico oramai residuale (12 unità su tre turni) e che non gode dei riposi settimanali dovuti!

Con tutto ciò si invita alla calma? – Continua il sindacalista ebolitano –  È semplicemente ridicolo, la Direzione Generale assumesse personale invece di “rassicurare” ed il Sindaco di Eboli si costituisse in giudizio con noi e con il Comitato cittadino il 27 settembre 2017 innanzi al TAR in difesa del nostro Ospedale invece di mettere “toppe” e “tappi” a perdite di personale e servizi su cui con la sua calma si sta assumendo corresponsabilità, altro che chiacchiere».

Rincara la dose la Presidente del Comitato per la salute pubblica Rosa Adelizzi «ci hanno rassicurato anche sulla Pediatria, ma con oltre 250.000 euro l’anno ci hanno regalato una continuità pediatrica? Il sabato e la domenica dalle 8.00 alle 20.00 che va bene solo ai Pediatri di base che guadagnano in un solo turno a settimana circa 600 euro nel mentre, come si legge dai giornali, un bambino ricoverato negli Infettivi di Eboli ha dovuto praticare una rachicentesi al Presidio di Battipaglia poiché i Rianimatori si sono rifiutati poiché mancavano i Pediatri e la Rianimazione pediatrica , siamo alla frutta!»

Vito Sparano-UIL FPL-inaugurazione ambulatorio pediatrico eboli

Vito Sparano Uil-Fpl

Intanto relativamente al Reparto di Ortopedia dell’Ospedale di Eboli e al paventato allarme di una sua chiusura è intervenuto anche il responsabile sindacale della UIL FPL Vito Sparano che ha dichiarato: «La soluzione non è stata provata, speriamo non siano le solite chiacchiere, come nel caso dei Reparti di Pediatria e Ginecologia, evidentemente il Sindaco di Eboli Massimo Cariello conosce un altro Ospedale»

Oramai le peripezie che investono il SSN del comprensorio stanno prendendo la piega di una stucchevole telenovela, che appassiona in pochi ed allarma in molti, e sembra quasi una triste metafora del continuo decadimento civico globale della nostra nazione, dove il Meridione ne fa la parte da sempre di lugubre alabardiere, ed i cittadini costretti a far fronte comune e ad affidarsi alla Giustizia Amministrativa per vedere tutelati  i propri sacrosanti diritti costituzionali (art 32 cost), come l’udienza fissata per il 27 settembre prossimo al Tar Campania (ricorrenti Scotillo-Adelizzi contro il piano di Riordino Ospedaliero), auspicando cosi che sia un felice epilogo di una amaro stillicidio, una penosa vicenda per tutta  la classe dirigente regionale.

Eboli, 10 maggio 2017

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. E quindi? Oltre all’ennesimo cambio di casacca di Scotillo, quali nuove?

  2. non offendete l’infermiere sindacalista ebolitano con tantissimi iscritti… anzi, aiutiamolo a fare un po di adesioni al suo sindacato come riconoscimento per l’impegno da lui profuso per l’ospedale di eboli, oltre che per la sua estrema ed assidua dedizione nel reparto di urologia,da tutti riconosciuta….(quando riesce ad esserci), tra una manifestazione ed un corteo.
    va ringraziato con fermezza.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente