Eboli: Rifondazione dice “No” alla candidatura Santimone

Amministrative: il segretario di Rifondazione Comunista chiarisce la posizione del circolo ebolitano. Terzo No a Santimone. 

Silvio Masillo Segretario del PRC dopo il no del PCI e del PD sulla candidatura Santimone dichiara: “Rifondazione Comunista non non sostiene questo progetto e non proporrà una propria lista alle prossime amministrative ad Eboli. E se i livelli provinciali del partito pensano di poter fare altre scelte, noi diciamo fin da ora che non saranno le nostre”. 

Silvio Masillo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Circolo del Partito della Rifondazione Comunista non farà parte della coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Eboli di Donato Santimone, proposta dalla coalizione di cui ne fanno parte: Mdp Leu, Dema, Democrat e Eboli 3.0. Lo chiarisce Silvio Masillo, segretario del circolo cittadino di RC. E così dopo il Partito Comunista Italiano di Eboli che nei giorni scorsi ha comunicato di perseguire altri progetti con proprio candidato ancora da scegliere tra le varie proposte che comprendono il segretario Cittadino Alfonso Del Vecchio, e la dirigente provinciale Dina Balsamo, anche Rifondazione Comunista prende le distanze da Santimone e la sua coalizione.

Luca-Sgroia

Una presa di distanza che fa il paia anche con la risposta del Commissario Cittadino del Partito Democratico Luca Sgroia il quale ha declinato l’invito rivoltogli da Santimone proprio nel giorno della presentazione ufficiale della sua candidatura. Sgroia oltre a rilevare che un invito al dialogo e alla costruzione di una coalizione rivoltogli dopo aver indicato anche un candidato era quanto meno fuori da ogni protocollo politico. Sgroia, allo stesso tempo, ricordava di aver intrapreso un progetto civico condiviso con il Sindaco uscente Massimo Cariello. Insomma per Santimone e Art1-MDP-LEU, Dema, Democratica e Eboli 3.0., si tratta di un triplo rifiuto, anche se nella nota di Massillo traspare vi sia un accordo provinciale del PRC su Santimone e la sua coalizione, per nulla condiviso dal circolo cittadino di Eboli.

Con la chiarezza e la trasparenza che, da sempre, sempre hanno contraddistinto l’azione di Rifondazione Comunista nell’ambito della vita politica ebolitana, voglio chiarire la nostra posizione, in merito alle alleanze elettorali. E sgomberare il campo dalle voci che pure si sono rincorse negli scorsi giorni, in merito ad una nostra possibile collocazione nella compagine di centrosinistra a sostegno della candidatura a sindaco di Donato Santimone. Rifondazione non sostiene questo progetto, del quale non ha condiviso il percorso fatto nei mesi scorsi, né l’epilogo”- spiega il Segretario cittadino del Partito della Rifondazione Comunista di Eboli Silvio Masillo

Donato Santimone

  • Ci chiediamo come e in nome di quale possibile condivisione di idee e di orizzonte politico Donato Santimone, Gerardo Rosania e i compagni che hanno sempre, e a gran voce,  rivendicato la propria avversione alla politica elitaria di Carmelo Conte e di quanti, negli anni, sono stati espressione di essa possano, oggi, sedersi ad un tavolo comune.
  • Ci chiediamo quale credibilità, agli occhi della città, possa avere un patto politico stipulato tra parti che sono sempre state antitetiche l’una all’altra.
  • Ci chiediamo come chi, in passato, ha costruito il proprio consenso elettorale sulla contrapposizione al cosiddetto “contismo” possa pensare, oggi, di intraprendere un percorso elettorale con quanti ne sono stati fautori e protagonisti.

Silvio-Masillo-Gerardo-Rosania

La nostra storia politica- prosegue Silvio Masillo –Ci ha sempre visti posizionati sul fronte opposto, in primis, alla destra ma anche ai sistemi di potere che, anche a sinistra, hanno negativamente caratterizzato il nostro territorio lasciando segni profondi e ferite ancora aperte nel suo tessuto politico e sociale. E’ lì, su quel fronte di coerenza, che Rifondazione continuerà a stare, senza scendere a patti con quanti rappresentano il passato. Un passato in cui la nostra città è stata tenuta sotto scacco e mortificata da interessi personalistici e di pochi. Un passato che, sempre, abbiamo combattuto ed avversato e che non siamo disposti a mettere da parte. Non come ha fatto chi, all’improvviso, sembra aver dimenticato cosa questo passato abbia significato per la nostra città, rinnegando il proprio percorso politico e la storia”.

Poi il segretario cittadino di Rifondazione Comunista aggiunge: “Negli scorsi mesi avevamo chiesto un incontro al PCI cittadino, per tracciare una strada comune, in vista delle elezioni comunali. Ma, da quanto apprendiamo, anche qui si è preferito fare altre scelte. La strada dell’individualismo, così come quella dell’autoreferenzialità non ci interessa percorrerla” – conclude Silvio Masillo – “Dunque Rifondazione Comunista non proporrà una propria lista alle prossime amministrative ad Eboli. E se i livelli provinciali del partito pensano di poter fare altre scelte, noi diciamo fin da ora che non saranno le nostre”.

Eboli, 7 luglio 2020

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Complimenti a silvio, coerente e leale il resto e papocchia …. la sinistra è diventata bastarda .

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente