Dopo il Comizio Cecilia Francese studia il Programma per la Rinascita di Battipaglia

Etica per il Buongoverno inizia la elaborazione del programma partecipato per la rinascita di Battipaglia.

Incontri pubblici e monotenatici per parlare di Sanità, Commercio, Sport, Cultura, Sucurezza, Legalità, Ambiente, Lavori pubblici e strumenti urbanistici. Un Piano per Battipaglia capofila della Piana del Sele.

Cecilia Francese

BATTIPAGLIA – Come Cecilia Francese ha annunciato nel comizio di sabato 31 marzo, Etica per il Buongoverno da giovedi’ 12 aprile alle 19.30 presso la propria sede sita in Piazza Aldo Moro, e con cadenza quindicinale, avvierà gli incontri monotematici per la costruzione del programma partecipato. Gli incontri saranno aperti a tutti i cittadini che ritengono di avere qualcosa da dire, da denunciare, da proporre, sui temi che di volta in volta affronteremo per costruire insieme la Battipaglia del futuro, il programma di governo di Battipaglia.

Gli incontri verranno conclusi da Cecilia Francese che farà sintesi di quanto emerso dalla discussione.  Mentre gli altri si riempiono la bocca di partecipazione, di trasparenza, di fa contare i cittadini, di avvicinarsi ai problemi della gente, noi questa pratica incominciamo a viverla gia’ oggi che siamo all’opposizione di questa amministrazione, e continueremo a praticarla domani dal governo della citta’ di battipaglia. Per noi di “etica” la trasparenza” e’ il sale della democrazia e del governo di una citta’.

Con il programma partrecipato intendiamo anche aprire una grande stagione di ascolto della città. La nostra impressione, infatti, e’ che le istituzioni ed i partiti, ormai chiusi nelle loro roccaforti di gestione del potere, di riti tesi al mantenimento dei lopro equilibri sempre piu’ precari, abbiano perso anche la “conoscenza del territorio e dei fenomeni e dei problemi che l’attraversano. Anche per questo c’e’ bisogno che le forze politiche si vestano di umilta’ e si spoglino della loro saccente convinzione di conoscere tutto cio’ che vive una citta’.

Il calendario degli incontri sarà il seguente,senza alcuna volontà di apporre un dato di priorità all’ordine dei temi, perchè come hanno ridotto questa città tutti gli argomenti sono di una importanza strategica e senza l’uno non si tiene neanche l’altro argomento, perchè verrebbe ad essere menomato il disegno complessivo della città, che noi vogliamo mettere in piedi,che come dicevamo vogliamo costruire mattone su mattone:

  • Situazione finanziaria del comune: (lo stato del bilancio, il deficit, l’andamento delle entrate, gli sprechi, la ricerca delle risorse, la valorizzazione del patrimonio comunale).
  • Politiche sociali (gli anziani, i bambini, i diversamente abili, le case popolari, i lavoratori migranti, gli spazi, i servizi, la politica quotidiana verso il disagio, il ruolo del volontariato).
  • Le politiche dello sviluppo (quale turismo, quale industria, il ruolo dell’agricoltura, il ruolo del comune, il rapporto con l’ASI, il rapporto con gli altri comuni della Piana).
  • Il commercio: (una moderna emergenza, il rapporto con i centri commerciali aperti e che si apriranno, i servizi e le iniziative comunali a sostegno).
  • Il mondo giovanile (questo sconosciuto ai partiti ed alle istituzioni, una città capace di parlare alle nuove generazioni, i servizi, le attività, i luoghi del ritrovo. La scuola,)
  • La sanita’ (dove sta andando la sanità pubblica della nostra città e della piana? cosa sta avvenendo alla sanità privata? Battipaglia capofila di una intera area geografica per assicurare la qualità del servizio).
  • I servizi comunali ( dal dramma di Nuova srl, al cimitero comunale, come riqualificare i servizi comunali e la macchina amministrativa.).
  • Lo sport e la cultura (come fare riemergere questi due capisaldi della vita cittadina dall’oblio, gli spazi, il ruolo sociale, le risorse, il rapporto con le associazioni, il ruolo della scuola.).
  • Le scelte urbanistiche per una citta’ piu’ bella e piu’ vivibile (dal PUC al piano traffico,dalla riqualificazione dei quartieri ai servizi,dall’utilizzo dei grandi contenitori alla realizzazione di elementi identificatori);
  • Il lavori pubblici (come intervenire anche fisicamente per rispondere alle grandi necessità di infrastrutture della città,e per rispondere ad esigenze reali, pur in carenza di fondi e la riduzione della capacità di indebitamento del Comune?).
  • Le politiche ambientali (dalla raccolta differenziata dei rifiuti,alla depurazione delle acque reflue,all’energia alternativa,alla difesa del territorio: quali iniziative mettere in campo dal governo cittadino?).
  • La sicurezza e la legalita’ (riaffermare i principi della legalità,del rispetto delle regole della convivenza,al controllo del territorio per sgominare fenomeni criminogeni e per rendere piu’ sicura e vivibile la intera città: il ruolo del comune).
  • Le pari opportunita’ (aprire la città alle donne attraverso scelte culturali, organizzative di servizi, dei tempi. Come riconoscere un mondo per troppo tempo tenuto ai margini e rilegato a ruoli di “cura” ed interni nella famiglia).
  • Battipaglia e la piana del sele (come mettere in campo una strategia che consenta di ragionare come area vasta);
  • La democrazia e la trasparenza (il ruolo del Consiglio comunale, il ruolo dei quartieri, delle commissioni e delle consulte, la trasparenza degli atti. Come riavvicinare le istituzioni ai cittadini).

Questi alcuni dei temi che verranno toccati in questi incontri monotematici.

L’appello che rivolgiamo a tutta la citta’ e’ di partecipare,indipendentemente se la scelta politica sara’ di votare etica per il buongoverno. Noi vogliamo presentare una nuova pratica politica, dove il contributo di tutti diventa prezioso.ci rivolgiamo alle forze sociali, alle forze culturali, alle forze politiche, alle forze del volontariato,al mondo della scuola,ai singoli cittadini che non vogliono rassegnarsi, a tutti coloro che ritengono di voler far sentire la loro voce dopo decenni di silenzio.

Vi aspettiamo tutti a partire dal primo incontro di giovedì 12 aprile dalle ore 19,30.

Battipaglia, 4 aprile 2012

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Più che rinascita direi ricostruzione………cementizia!

  2. Hanno fatto la fine della setta..

  3. Più cemento per tutti@

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente