De Luca nomina Postiglione Commissario all’ASL di Salerno

Con la nomina di Antonio Postiglione a Commissario dell’ASL Salerno: si chiude l’era distruttiva di Squillante.

Questa nomina “a tempo” chiude l’era Squillante-Caldoro che ha taglieggiato servizi e prestazioni, accorpato, trasferito e chiusi reparti e Ospedali, e se ne apre un’altra, quella delle riparazioni ai torti subiti, e quella della eliminazione vera di sprechi e privilegi.

Vincenzo De Luca-ASL Salerno

Vincenzo De Luca-ASL Salerno

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Il governatore Vincenzo De Luca ha nominato commissario dell’Asl di Salerno l’avvocato Antonio Postiglione, dirigente della regionale, area Personale. Postiglione guiderà l’azienda fino alla nomina del direttore generale. Tutto dipenderà dai tempi che impiegheranno per la pubblicazione del bando, valutazioni e scelte.. Postiglione è dunque il successore “di passaggio” dell’ormai ex direttore generale Antonio Squillante, che dopo tre anni lascia l’Azienda di Via Nizza e lascia dietro di se anche una serie di responsabilità e di rovine, compiute sul falso presupposto di raggiungere il Pareggio di Bilancio, operando accorpamenti, soppressioni e trsferimenti di reparti, chiudendo ospedali, o progettando di chiuderli, come nel caso dell’Ospedale di Eboli, riducendo servizi ed assistenza nell’area a Sud di Salerno, e caratterizzando la sua azione protettiva verso Ospedali dell’Agro e di Vallo della Lucania, evidentemente come molti suoi nemici asseriscono, ritenuti Ospedali “amici”.

ANTONIO-SQUILLANTE

ANTONIO-SQUILLANTE

Insomma finalmente Squillante se ne va. E con lui se ne va un management che si è caratterizzato per il suo decisionismo correntizio fatto di nomine, cariche e anche da inchieste, come quella dell’Alpi, che per il momento è solo “l’Iceberg” di uno scandalo, che da più parti viene visto come un sistema premiale verso i dirigenti medici, i quali sono arrivati a percepire fino a 350mila euro o oltre 600mila euro come per il “Caso Verrioli“, bruciando 75milioni di euro solo nell’anno 2013, mentre appunto si chiudevano, si ridimensionavano reparti e Ospedali e mentre mancavano apparecchiature indispensabili e mentre si riducevano i servizi agli ammalati terminali, agli anziani o alle persone diversamente abili.

«Comincia una nuova stagione – ha commentato il presidente De Luca dopo aver annunciato il cambio di guardia e preannuciato anche il cambio di passo – per la gestione della sanità. Il nostro lavoro sarà ispirato al massimo rigore e trasparenza, ad un’attenzione particolareggiata nei riguardi delle specifiche esigenze dei territori e dei bisogni sanitari dei cittadini, alla valorizzazione delle professionalità mediche e sanitarie, all’eccellenza dei servizi e delle prestazioni rese».

Quella di Postiglione non è stata la sola nomina che il Governatore De Luca ha fatto nella giornata di ieri, infatti all’ATO Sarnese-Vesuviano, è stato nominato Commissario il professore Vincenzo Belgiorno, ordinario di Ingegneria Sanitaria – Ambientale dell’università degli studi di Salerno

Antonio Postiglione è laureato in giurisprudenza, è avvocato e cultore di Diritto Civile all’Università Federico II di Napoli. Ha ricoperto l’incarico di subcommissario amministrativo all’Asl di Avellino, direttore dell’Azienda per il turismo di Ischia e Procida, e commissario dell’Azienda di Cura e Soggiorno di Pozzuoli.

Dopo la vittoria elettorale di De Luca e del centrosinistra alla Regione, questa nomina rappresenta il primo passo, quello che dovrebbe aprire al ricambio dei vertici nel settore della sanità in provincia di Salerno.

Postiglione sostituisce Antonio Squillante, il cui mandato è scaduto qualche giorno pur restando nel suo ruolo in regime di prorogatio. La scelta del commissariamento dell’Asl di Salerno potrebbe durare non più di 60 giorni, giusto il tempo di operare una scelta ponderata e duratura, utilizzando per la selezione del direttore generale la procedura prevista dalla nuova legge.

E con questa nomina è finita un’era ed è finito anche un incubo che ha accompagnato le popolazioni che sono state taglieggiate in servizi e prestazioni, nel contemo inizia una nuova fase, quella delle riparazioni ai torti subiti, ma anche quella della eliminazione degli sprechi e i privilegi veri, quelli che ne Squillante e ne il suo leader ex Governatore Stefano Caldoro, hanno mai voluto affrontare e toccare.

Salerno, 8 agosto 2015

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. la bontà di un albero si giudica dai frutti. Speriamo che tali sia così.

  2. Dott Postiglione oltre ad amministrare la ASL che senzaltro lei farà bene,perche non si interessa anche dell’aereporto di Salerno che è cosa interessante per tutta la provincia.
    I cittadini della provincia le saranno riconoscenti anche quando è il momento di votare non le pare?
    Un saluto ed un augurio di buon lavoro Dott.Postiglione.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente