Proclamati gli eletti e… su Salerno cala la “Trinitá”

Proclamati gli eletti in Consiglio Comunale di Salerno: Ecco l’elenco completo dei consiglieri.

E su Salerno cambio epocale: Si passa dallo “Sceriffato” De Luca alla “Trinità” politica del “Padre” (Vincenzo), dei “Figli” (Roberto e Piero) e dello “Spirito Santo” (Enzo Napoli)…. Amen.

Trinità-Consiglio Comunale di Salerno-1

Trinità-Consiglio Comunale di Salerno-1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Questa mattina di lunedì 18 luglio, presso il Salone dei Marmi del Palazzo di Città, il Presidente del Seggio Elettorale Centrale di Salerno ha proceduto alla proclamazione ufficiale degli eletti in Consiglio Comunale.

Sono passati 43 giorni dal responso delle urne  e poco meno dalla proclamazione a Sindaco di Salerno di Vincenzo Napoli, e finalmente è avvenuta la proclamazione ufficiale anche dei Consiglieri comunali di una assise, che rispetto alla consiliatura precedente si è rinnovata del 50%.

E con questo inizia ufficialmente una nuova era politica per Salerno, che passa da quella del Sindaco “sceriffo” Vincenzo De Luca alla “Trinità” politica: del “Padre” (Vincenzo De Luca) dei “Figli” (Roberto e Piero), e dello “Spirito Santo” (Vincenzo Napoli); e inizia anche l’era dei bofonchiamenti e dei malpancisti, insomma, una fase molto difficile accompagnerá nel suo mandato il neo-Sindaco Napoli, che a sua volta dovrà tenere a bada per cercare di riportare l’equilibrio nella sua maggioranza, in particolare tra i consiglieri della vecchia guardia e i nuovi.

Trinità-Consiglio-Padre-Figli-Spirito Santo- Comunale -Salerno

Trinità-Consiglio-Padre-Figli-Spirito Santo- Comunale -Salerno

I problemi ora, dopo la “digestione” della nomina degli assessori, accettando innanzi tutto gli irremovibili Nino Savastano, Mimmo De Maio e Eva Avossa, sui quali De Luca “Padre” ha riposto la responsabilità della “continuità” politica ed amministrativa del percorso deluchiano, ora c’è da completare il quadro istituzionale con la nomina delle nove Commissioni consiliari e dei rispettivi Presidenti, tutti problemi che comunque non metteranno a rischio ne il Bilancio e ne il consuntivo dell’anno in corso, tuttavia metteranno a dura prova la resistenza delle lamentele, nel mentre il neo-Sindaco Napoli, lo “Spirito Santo”, sarà sempre più tutore dei “Figli”, che spaziano tra un’inaugurazione e un Convegno, un Premio è un riconoscimento, tra la Giunta e il Partito, dopo averlo accantonato e ridimensionato, quest’ultimo, nel corso della Campagna elettorale, e soprattutto dopo aver combinato qualche pasticcio a Battipaglia appoggiando da “sotto” Gerardo Motta e sacrificando da “sopra” il PD e il “fido” Segretario Provinciale Nicola Landolfi, “estradato” nella Città della Piana del Sele , dopo la sostituzione del “Cerchio magico” con la “Trinità”.

Consiglio comunale Salerno-Proclamazione

Consiglio comunale Salerno-Proclamazione

La nuova era della “Trinità” promette bene per Salerno e per la provincia. Un impegno che si fa in tre o meglio in quattro, viene sempre meglio di quello che si fa in uno, atteso che si individui qualcosa di diverso ad oltre un anno dell’insediamento del Governatore De Luca a Palazzo S. Lucia, rispetto alla gestione rovinosa di Stefano Caldoro. E mentre continua lo scempio della Sanità e dei Piani Sanitari assurdi che penalizzano la Sanità pubblica e mettono a rischio oltre che le strutture esistenti servizi e prestazioni, non si vede niente di nuovo per i Trasporti, per la mobilità, per l’ambiente e per i rifiuti, figuriamoci la gestione dei fondi strutturali, mentre invece le nomine e gli incarichi non mancano. E tutto gira su Salerno e gira e rigira almeno ai pensa di potenziare la Metropolitana, poco importa se poi per arrivare nel Cilento, a Sapri, nell’Agro, nel Vallo di Diano, nel l’Alto Sele e via discorrendo ci affidiamo alle vie del “Signore” e proprio pensando al “Signore” che da uno si è arrivati alla “Trinità”, del resto è solo una questione di “fede” e lui il “Padre” la fedeltà vuole. Amen.

………………..  …  …………………

Ecco gli eletti nel Consiglio comunale di Salerno.

Per la Maggioranza

Vincenzo Napoli, Sindaco,

Lista “DAVVERO VERDI”
Antonio Carbonaro,
Giuseppe Ventura,

Lista “CAMPANIA LIBERA”
Alessandro Ferrara,
Antonio D’Alessio,
Pasqualina (Paky) Memoli,
Felice Santoro,
Corrado Naddeo,

Lista “SALERNO PER I GIOVANI”
Angelo Caramanno,
Horace Di Carlo,
Donato Pessolano,
Domenico Mazzeo,
Paola De Roberto,

Lista “MODERATI PER SALERNO”
Pietro Damiano Stasi,
Leonardo Gallo,

Lista “PROGRESSISTI PER SALERNO”
Giovanni Savastano,
Eva Avossa,
Domenico Ventura,
Domenico De Maio,
Luca Sorrentino,
Ermanno Guerra,
Antonio Fiore,
Rosa Scannapieco,
Lucia Mazzotti,

Lista “PARTITO SOCIALISTA ITALIANO”
Dario Loffredo,
Massimiliano Natella,
Paolo Ottobrino

Per l’Opposizione

Lista “SALERNO DI TUTTI”
Giovanni Lambiase,

Lista “GIOVANI SALERNITANI”
Dante Santoro,

Lista “ATTIVA SALERNO”
Ciro Russomando,

Lista “CON CELANO FORZA ITALIA”
Roberto Celano,
Giuseppe Zitarosa,

Lista “LA NOSTRA LIBERTÀ”
Antonio Cammarota,

Salerno, 18 luglio 2016

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Sono DE LUso…. solo promesse nulla di nuovo,anzi qui si va verso il patriarcato delle cariche politiche.
    Troppo facciamo per convenienze personali, politici e stampa include,per poi al minimo segno du debolezza “coraggiosamente ” criticare.
    BRAVO ADMIN

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente