Tra strabismo, delatori e “confidenti: La Sanità Campana secondo Report

Tra strabismo “delatori”, “ruffiani”, “confidenti” Sigfrido Ranucci e Report scambiano la Campania con la Lombardia, tra le proteste del Sindaco di Eboli Cariello. 

Report in un transfert ha confuso il Campolongo Hospital con il Pio Albergo Trivulzio e la strage di anziani avvenuta nelle RSA lombarde? Forse c’è stato un refuso nel titolo, Ranucci anziché “La Sanità si è fermata ad Eboli”, voleva titolare “La Sanità si è fermata sotto la Madunnin”. De Luca non è un Santo e la Sanità in Campania ha tanti problemi come quello che mentre era Commissariata la Padania si ingozzava di soldi e li bruciava in ruberie e scandali. 

Campolongo Hospital

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «La sanità in Regione Campania parte da Eboli e parte dalle nostre strutture sanitarie all’avanguardia. – Si legge in una nota del Sindaco di Eboli Massimo Cariello a commento della puntata del magazine di RAI 3 Reporter di ieri sera – Il Campolongo Hospital con il direttore generale e il suo vice Gianfranco e Maura Camisa e con il direttore sanitario Mario Pepe, da oltre 50 anni punto di riferimento nazionale per la sanità e l’ospedale Maria Santissima dell’Addolorata con il direttore sanitario Mario Minervini, la sua storia e le sue eccellenze.

Massimo Cariello

I nostri sono poli sanitari all’avanguardia in tutta la Regione Campania e nel Centro Sud Italia che nulla hanno da invidiare ai grandi centri del nord considerati modelli da imitare ma che nel pieno dell’emergenza pandemica da Covid-19 hanno dimostrato, purtroppo, il contrario. – prosegue il Sindaco Cariello visibilmente sconcertato e deluso per le roboanti quanto parziali e imprecisi racconti di una parte delle voci che al contrario avrebbero potuto dire altro, di più, di meno o semplicemente diversamente e non come è apparso evidente un attacco da “Isis” di una politica, di un sindacato o di un giornalismo che invero non si distingue se non per strabismo interessato a demolire un consenso magari anche immeritato del Governatore De Luca – Ieri sera guardando il programma Report mi ha meravigliato tanto come un sindacalista locale, uno che dovrebbe difendere i più deboli e promuovere le eccellenze del territorio e della sanità appunto, abbia potuto contribuire a buttare fango su una realtà locale così importante per la nostra terra e non solo. Mi sorprende la cattiveria gratuita e senza senso di chi, pur di screditare, alimenta polemiche sterili.

Pio Albergo Trivulzio

La struttura del Campolongo Hospital nel pieno dell’emergenza Covid-19 ha gestito in maniera eccellente una pandemia unica nella storia dando assistenza a decine di pazienti, con professionalità e grande umanità. – aggiunge Cariello

Mi rammarica come un programma giornalistico di inchiesta e di approfondimento molto apprezzato come Report possa essere stato artefice di una errata comunicazione contribuendo a denigrare la sanità nella Regione Campania che, al contrario, durante l’emergenza Covid-19 grazie al Governatore Vincenzo De Luca, alle sue grandi intuizioni, alle restrizioni necessarie, all’attenzione e al suo prodigarsi giorno e notte per evitare il peggio, al suo lavoro incessante e puntuale, si è attestata in vetta alle classifiche per la migliore gestione Italiana della pandemia.

Sigfrido Ranucci

Mi chiedo se adesso Report accenderà i riflettori sulla cattiva gestione di altre regioni nel pieno dell’emergenza e non solo. – Si chiede e chiede il Sindaco di Eboli a Sigfrido Ranucci e a Reporter che aggiunge – Ci sarebbe bisogno di fermarsi a riflettere e magari imparare ad apprezzare innanzitutto ciò che di eccellente abbiamo in casa nostra.

L’occasione in ogni caso – conclude Massimo Cariello più che deluso ma riconducendo la barra a dritta e ringrazia tutti coloro i quali sono stati impegnati in questo lungo lockdown – mi permette di rinnovare il grande ringraziamento a tutto il personale sanitario e amministrativo che insieme alle direzioni delle strutture sanitarie e in collaborazione con l’amministrazione comunale, hanno consentito che nella nostra Città si superasse la prima fase dell’emergenza Covid-19 in assoluta sicurezza»..

Vincenzo De Luca

La puntata di ieri sera del magazine di RAI3 Reporter condotta in studio da un sorridente e sornione Sigfrido Ranucci attraverso la quale si è fornito una narrazione di “nicchia” rispetto alle tante voci che magari il bravo, ma in questo caso superficiale Ranucci ha rappresentato, e semmai, vista la complessità dell’argomento e soprattutto il momento delicato che il Paese sta vivendo, poteva interpellare anche altre fonti, ivi compreso POLITICAdeMENTE, che di sanità locale, provinciale e regionale nel corso di questi anni se ne è occupato senza fare sconti sia a Bassolino, e sia a Caldoro ed in ultimo a De Luca.

Quello invece parziale che ha praticato Ranucci e Reporter, presentato come una inchiesta, è sembrato da subito un viaggio che aveva un solo scopo: Quello di demolire il Governatore De Luca, usando i sussurtii e i racconti di delatori e confidenti che hanno pensato bene di nascondendosi, per rendere più verosimile un pericolo che potevano correre, aggiungendo pathos al “riassunto”, hanno distorto anche la voce.

Valeria Ciarambino-1

E quali sono state le voci che hanno composto il coro? Quella della capogruppo regionale del M5S e responsabile nazionale della Sanità del Partito di Casaleggio, Valeria Ciarambino sconfitta da De Luca alle ultime elezioni regionali, accantonata dal suo Partito per far posto al Ministro dell’ambiente Sergio Costa il fuggitivo, artefice di una opposizione rabbiosa, scandalistica e del tutto inconsistente sul piano delle competenze;

Quella del Sito on line Fanpage, giornale che ha condotto e conduce servizi ed inchieste significative, come quella che travestendo un camorrista “pentito” da giornalista impacchettó il tranello al figlio del Governatore De Luca, usando mezzi che sono solo da condannare come furono condannati ma con il tempo abilmente seppelliti, testata notoriamente all’opposizione del Governatore De Luca.

Rolando Scotillo

Quella di un Sindacalista locale Rolando Scotillo, anche egli, guardando il suo profilo Facebook oppositore preconcetto di De Luca, ma anche egli nel suo ruolo di sindacalista ha sollevato diversi problemi di carattere amministrativi e gestionali in alcuni Ospedali dell’ASL Salerno, conoscitore di fatti anche più gravi ma per nulla toccati perché non “rilevanti” e perché non coinvolgevano scelte politiche regionali ma locali come quella della “chiusura” di fatto dell’Ospedale di Eboli, fatto passare come un Covid Hospital anziché Ospedale generalista, conseguendone un fuggi fuggi di pazienti per paura di essere contagiati. Quale occasione era quella di Report per denunciare questa circostanza? Una occasione perduta ma che resta in linea con le future aspirazioni di una candidatura al Consiglio regionale della Campania per il Centrodestra.

E in ultimo insieme ai “cardellini” nascosti ma canterini, il caso di un medico in pensione ma volontario, chiamato al Ruggi di Salerno per fornire il suo bagaglio professionale “licenziato” non perché non faceva bene il suo lavoro ma perché invece di fare il suo lavoro da medico gradiva occuparsi di aspetti amministrativi e gestionali che non gli compete vano): Questo medico era sponsorizzato dal M5S che ne ha ampliato la portata e conferito mediaticita’ per costruire percorsi oppositivi allo Sceriffo.

Galan_Formigoni

Forse nel titolo della puntata di Report “La Sanità si è fermata ad Eboli” C’è stato un refuso. Forse Ranucci voleva titolare “La Sanità si è fermata sotto la Madunnin” pensando a tutto quello che invece da quelle parti è accaduto? Forse ha scambiato il Campolongo Hospital con il Pio Albergo Trivulzio e conseguentemente alla strage di anziani avvenuta in quelle RSA lombarde?Ranucci forse ha confuso i 25 anni di scandali e di ruberie avvenute in quella Regione a guida ininterrotta di disinvolti sovranisti, populisti e leghisti con la Campania? Forse Ranucci e i sui “suggeritori” hanno dimenticato di ricordare che la Sanità della Campania inopinatamente commissariata è tornata in regime ordinario solo da pochi mesi e mentre impegnata dalle imposizioni governative che imponevano tagli verticali e non prevedevano investimenti, la Lobbye della Sanità Ospedalocentrica della “Padania” veniva ingozzata di miliardi?

Il sornione Ranucci con le sue risate sotto i baffi ha operato un transfert scambiando la Padania con la Campania, e nel transfert ha svolto una indagine a distanza raccogliendo quello che si voleva raccogliere e non quello che andava raccolto. Questa operazione, dispiace dirlo è una operazione di bassissimo profilo politico-giornalistica e non perché si voglia affermare che in Campania va tutto bene e in Lombardia no, e nemmeno per dire che De Luca è un Santo e va difeso per fede, ma solo per sottolineare come i mezzi che si sono messi in campo sono sbagliati e perché dietro queste operazioni sembrerebbe ci siano settori del PD che vorrebbero tirare le cuoia a De Luca, non di meno altri settori riconducibili al M5S che non si accontenterebbero di far fuori De Luca ma lo vorrebbero morto, non di meno settori che manovrano nel centrodestra che liberandosi di De Luca si candiderebbero a guidare la Regione Campania, pensando di ritornare a quei numeri, che pre-covid, lì davano in vantaggio.

Insomma preferiremmo che sia Ranucci che Report siano stati tratti in inganno raccogliendo a distanza quelle “confessioni” guidate, più che immaginare siano complici di questa manovra trasversale di bassissimo profilo.

Eboli, 2 giugno 2020

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente