La bretella A2-SS18 della discordia del Partito della Filiera Istituzionale

Di Benedetto protesta per il “Sì” del Sindaco di Eboli alla bretella veloce. Mario Conte precisa “ma solo se lungo la provinciale già esistente”. 

Si tranquillizzino entrambi, la decisione della Bretella veloce Agropoli-Contursi, come per Terna, l’Alta Velocità è del Partito della Filiera Istituzionale. La verità è che la Piana del Sele ormai, è lo sversatoio di tutti perché i Sindaci di Battipaglia e di Eboli Francese e Conte non rispondono al “Verbo”. Gli elettori se ne ricorderanno, saranno guai per i candidati Cascone,  Valiante, Camusso e Piero De Luca. 

Mario Conte

POLITICAdeMENTE

EBOLI –  La storia della Bretella veloce Contursi-Agropoli per favorire i flussi turistici provenienti dal Sud e diretti ad Agropoli e nel Cilento (sic) tiene ancora banco ed è un terreno di scontro tra le opposizioni e la maggioranza, o meglio una parte dell’Opposizione che fa capo al Consigliere Comunale Cosimo Pio Di Benedetto, le altre opposizioni: Quella del PD, figuriamoci se dice qualcosa, soprattutto per evitare di mettersi contro il loro capo Vincenzo De Luca; Le altre per motivi vari di accostamento o di convenienza, nemmeno ci provano.

Fatto sta che questa bretella veloce, come tutte le altre progettualità che sono state già  messe in campo e quelle che sono in itinere, riferendosi all’elettrodotto sottomarino Terna e all’Alta VelocitàAlta Capacità, sono state “vomitate” nella Piana del Sele senza che questa ne riceva il minimo beneficio, è proprio perché sia Battipaglia che Eboli sono Amministrate da due Sindaci: Cecilia Francese e Mario Conte; che non rispondono al “verbo”,  non essendo aderenti al Partito della Filiera Istituzionale. Si ricorderanno le manovre della campagna elettorale fatte dal PD l’hanno scorso per contrastare i contrari al “Verbo” finendo di scegliere all’ultimo minuto Antonio Cuomo, azzoppandolo, e regalando la vittoria a Mario Conte l’odiato cugino dell’On. Federico Conte. Si ricorderà ancora come De Luca acconsenti,  l’anno prima  a cancellare il PD per favorire Massimo Cariello, che nel frattempo cedendo qua e la si era “iscritto” attraverso Franco Alfieri al Partito della Filiera Istituzionale, e si ricorderà cinque anni prima, quando Cuomo vinse le Primarie del PD e si candidó a Sindaco, De Luca nemmeno venne a Eboli e quando di stramacchio ci passò nemmeno gli diede retta, indicando palesemente la sua contrarietà ma indirizzando il suo gruppo locale al minimo entusiasmo. La verità è che se non sei nel “cerchio magico“, non c’è nessuna speranza, e Antonio Cuomo come Cecilia Francese, Mario Conte e l’On. Federico Conte non fanno parte di quel cerchio, prova ne è la “strategica” posizione concessa a quest’ultimo nella lista proporzionale al Senato dietro la Susanna Camusso, sapendo bene che il PD travestito da De Luca al massimo ne prende 1. 

Ora si attende solo che ci chiudano i due Ospedali, cosa già avviata con la chiusura di diversi reparti e con la scusa della mancanza di personale, con la complicità del “Becchino” Direttore Sanitario del DEA Eboli-Battipaglia-Roccadaspide, per realizzare il mega Ospedale di Salerno da 1000 posti letto. E ora il “Capo” questa operazione se le è assicurata, avendo candidato a Napoli come capolista il Ministro della Salute Roberto Speranza, sempre che venga eletto e sempre che sia riconfermato ministro e sempre che il PD vinca le elezioni.

Noi ci affidiamo a San Gennaro. 

Cosimo Pio Di Benedetto

Tornando alla vicenda della così detta Bretella veloce che collegherebbe l’Autostrada A2 e la Statale 18 da Contursi ad Agropoli rispetto agli attacchi politici di Cosimo Pio Di Benedetto del gruppo “Punto su Eboli” il Sindaco Mario Conte: «Non siamo contrari alle infrastrutture che migliorano la mobilità sul nostro territorio. Pensavo che questo fosse chiaro – ha spiegato il Sindaco – Attualmente, però, il tracciato proposto che dovrebbe partire proprio da Eboli metterebbe a rischio centinaia di aziende agricole che sono una ricchezza per il territorio. Ciò che contestiamo, e con noi è d’accordo anche l’on. Federico Conte, è il tracciato. La bretella deve innestarsi senza essere troppo invasiva e raccordarsi con lo svincolo autostradale. In tal modo sarà utile a tutti, sia agli ebolitani che ai paesi interni e del Cilento che intende collegare. Tant’è che l’abbiamo inserita nel Dup, ma con una previsione di percorso diversa che prevede il miglioramento e l’ampliamento della strada provinciale già esistente attualmente in condizioni pietose. Abbiamo chiarito la nostra posizione anche con il Sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri. Non credo che su questo il consigliere Di Benedetto possa aver da ridire».

In ogni caso, e questo vale per Di Benedetto, purtroppo dovrà attendere che si cambino gli equilibri politici e che il Partito della Filiera Istituzionale, che si è impossessato del PD, della Regione e della Provincia, lasci il passo ad altri, sperando che gli altri siano meglio di De Luca e non come quelli che c’erano prima dello Sceriffo, intanto nel nostro collegio Luca Cascone se la vedrà brutta con i regali che ci ha fatto con Terna, l’Alta Velocità e la Bretella Veloce come Presidente della Commissione Regionale e se la vedranno brutta anche Gianfranco Valiante, Susanna Camusso e Piero De Luca.

Eboli, 17 agosto 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente