FERMIAMOLI!! Grida Fausto Vecchio: Occupiamo l’Ospedale

FERMIAMOLI!!! Lancia la sfida il Consigliere Vecchio, indicando nel DG Squillante e nel Commissario Spinelli i nemici dell’Ospedale di Eboli e della Valle del Sele

Per evitare che il commissario Spinelli continui a prescrivere diete dimagranti al nostro P.O. e corroboranti regimi per sé, dobbiamo intimargli lo sfratto. Fermiamo chi vuole chiudere il nosocomio di Eboli: bisogna OCCUPARE l’Ospedale.

Ospedale di Eboli-foto Politicademenete

Ospedale di Eboli-foto Politicademenete

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “FERMIAMOLI!!!” Scrive l’ex Capogruppo consiliare di Eboli del Popolo delle Libertà Fausto Vecchio indicando nel Direttore Generale dell’ASL Salerno Antonio Squillante e nel Commissario dell’Ospedale di Eboli Pietro Spinelli i responsabili del killeraggio sanitario del Presidio Ospedaliero Maria SS. Addolorata di Eboli. – “Il direttore generale dell’ASL di Salerno si legge nella lunga nota politica pervenutaci – ha dichiarato che, proprio come quello di Eboli, anche l’Ospedale di Battipaglia sarà commissariato e verrà gestito dal dott. Spinelli in tandem con il direttore sanitario dott. Rocco Calabrese il quale, a dire di Squillante, sarebbe il richiedente del commissariamento.

L’ottimo dottor Calabrese ricorda Vecchio – su raccomandazione telefonica del direttore generale, avrebbe il duro compito di accompagnare gli adepti di Squillante durante le importantissime passerelle nei reparti dell’Ospedale di Eboli. ( vedi visita del “perplesso” cons. Cariello).

Fausto Vecchio

Fausto Vecchio

Tutto benissimo, – prosegue Vecchio usando un poco di ironia – ma è appena un po’ curioso che il dott. Rocco Calabrese abbia chiesto il commissariamento di se stesso, al punto che qualche malpensante suggerisce che il Direttore Generale dell’ASL sia un simpatico burlone bravissimo nell’imbastire scherzi. Se così non è, va da sé che il direttore sanitario, che oggi conta poco e non decide niente, dovrebbe essere rimosso dall’incarico.

Quanto al nostro ospedale, – prosegue il Consigliere comunale Vecchio – possiamo stare tranquilli: il dott. Squillante ha dichiarato che ad Eboli è stato ripristinato il rispetto delle regole, dimenticando con signorile nonchalance di specificare la natura delle norme in oggetto

Non è per fare i conti della spesa, – scrive ancora Vecchio ricordando come il “moralizzatore” dell’Ospedale di Eboli Spinelli risparmia a Eboli e scialacqua tra Vallo della Lucania e Battipaglia i danari che attinge dal «sistema ALPI» ma abbiamo appreso (sito dell’ASL) che l’impavido dott. Spinelli, colui che ha sgominato ogni irregolarità ospedaliera, nel 2012 ha incassato, solo di ALPI, (Attività da Libero Professionista Intra moenia), € 87980,18 (ottantasettemilanovecentottanta euro e diciotto centesimi) ossia circa € 7500 al mese, lavorando evidentemente 118 ore mensili, 29 ore settimanali; alla faccia delle sue convinzioni sul risanamento del nostro povero Ospedale

Colui che è stato tanto bravo nel tagliare tutte le ore di straordinario dei medici e dei paramedici, – fa osservare Vecchio – ha dimenticato ahimé! di sforbiciare anche il suo stipendio ammontante ad oltre €140.000 all’anno e soprattutto ha sorvolato sul fatto che l’uso frequente dello straordinario nel nostro nosocomio è determinato, prevalentemente, dalla gravissima carenza di personale

Cardiello, Caropreso Cariello Vecchio

Cardiello, Caropreso Cariello Vecchio

Dalla lettura della nuova pianta organica proposta nel Piano Ospedaliero, – rileva Vecchio – facilmente si evince che l’obiettivo politico perseguito da Squillante & c. è la chiusura dell’ Ospedale Ebolitano. La Regione finanzierà un unico Ospedale diviso, però, in 4 plessi: Eboli, Battipaglia, Roccadaspide e Oliveto Citra, che verrebbero così dotati: ogni unità disporrebbe di 12 infermieri per il Pronto Soccorso, mentre 12 medici lavorerebbero ad Eboli e Battipaglia, 6 a Roccadaspide e Oliveto Citra.

  • Del tutto marginale per i nostri valenti ripristinatori di regole che il pronto soccorso di Eboli abbia necessità di una dotazione maggiore rispetto ad Ospedali come Roccadaspide e Oliveto Citra.
  • Ad Eboli si prevede il polo Cardiologico con 15 posti letto oltre all’Emodinamica e all’UTIC; a meno di sette Km, nel vicino Ospedale di Battipaglia, restano incomprensibilmente 4 posti di cardiologia

L’organico previsto è di 7 medici e 15 infermieri per i 4 posti di Battipaglia; 9 medici e 18 infermieri per i 15 posti di Eboli. Non si vuole infierire, – ricorda Vecchio – ma un minimo di coerenza... Anziché chiudere il reparto doppione di Battipaglia o ridimensionarlo in virtù della creazione di un polo specialistico a pochi Km, lo si mantiene con un organico sproporzionato; è evidente il fine di così equilibrate decisioni: ostacolare il lavoro della cardiologia a Eboli!

  • Il Centro Trasfusionale sparisce da Battipaglia per essere trasferito ad Eboli… dove non ci sono locali adatti. 
  • Per la terapia intensiva sono previsti 6 medici ad Eboli contro i 7 di Oliveto Citra, mentre si lascia lo stesso numero di infermieri.
Antonio-Squillante-Coferenza-ASL-Eboli

Antonio-Squillante-Coferenza-ASL-Eboli

Un minimo di razionalità doveva suggerire ben altre scelte al dottor Squillante. – fa osservare il Consigliere Vecchio – Forse è stato confuso dall’ approvazione entusiastica di sedicenti esponenti della destra locale, quali Lenza, Cariello, Cardiello Jr? Annoto che il Senatore Cardiello è contrario.

Oggi nei quattro ospedali del Sele – precisa Vecchio facendo i conti di come si prevede la riduzione del personale di ben 320 unità come se si divesse realizzare veramente l’Ospedale Unico che il Governatore Caldoro e tutta la “destra” regionale, provinciale, e quella soccombente locale non hanno voluto dal momento che hanno finanziato L’Ospedale del Mare di Napoli per 300 milioni di euro, giusti quelli occorrenti per quel progetto CANCELLATO dell’Ospedale Unico che dovrebbe accorpare i quattro Ospedali di Eboli, Battipaglia, Oliveto Citra, Roccadaspide – vi sono circa 1110 dipendenti, la nuova pianta organica ne prevede 847. I 320 lavoratori tra medici e paramedici, evidentemente in esubero, saranno collocati altrove determinando la definitiva paralisi della sanità ad Eboli e nella Valle del Sele.

Il Sindaco di Eboli, – conclude il Consigliere comunale Fausto Vecchioresosi conto della gravità del momento, ha lanciato un invito alla mobilitazione popolare. Per evitare che il commissario Spinelli continui a prescrivere diete dimagranti per il nostro ospedale e corroboranti regimi per sé, dobbiamo intimargli lo sfratto. Per fermare coloro che vogliono far chiudere il nosocomio di Eboli bisogna OCCUPARE l’Ospedale.

Siamo ancora in tempo: FERMIAMOLI!”

Se Vecchio è preoccupato è veramente seria la cosa, forse perché conosce la determinazione dei suoi vecchi compagni di Partito e di Area, atteso che il Direttore Generale Squillante è componente attivo del partito della Meloni, Crosetto e La Russa, che ha come referente provinciale l’On. Edmondo Cirielli, il quale dopo aver fatto incetta di potere per i suoi affiliati e dopo che il Popolo della libertà gli affidava la guida politica in Provincia di Salerno, pensò bene di smarcarsi e fondare Fratelli d’Italia.

Non bastò tutto il potere che gli veniva dalla gestione dell’Ente Provincia, dell’Aeroporto, dell’ASI, del Consorzio delle Farmacie, dell’Atacs, dell’Arechi Multiservizi, della gestione dei Rifiuti e di quella dell’Ambiente con l’Assessore regionale Giovanni Romano (incompatibile come De Luca), e dall’ASL e la Sanità in provincia, per raggiungere un magrissimo risultato alle ultime elezioni Politiche, e si capisce anche perché: Perché tutte le gestioni affidate ai suoi uomini sono tutte fallimentari e vengono percepite dai cittadini come azioni punitive tanto sono assurde e fallimentari.

Intanto noi riproponiamo i quesiti ai quali non rispondono, quesiti che sono stati avanzati nei vari articoli già pubblicati sperando ci spieghino, anzichè anziché menare il can per l’aia, come possono pensare di far passare uno sfascio organizzativo ed economico come un successo, per aver risparmiato i centesimi, mentre sono stati “saccheggiati” 22 milioni  di euro per i servizi in Alpi e mentre ci negano i medici e ci negano infermieri, attrezzature e mentre mettono a rischio i servizi minimi di assistenza.

  1. E’ possibile che con la “politica dei tagli” indiscriminati o mirati che fossero, si siano create le condizioni per ricorrere alle famose prestazioni in ALPI?
  2. E’ a conoscenza il DG Squillante che l’ASL nominò una commissione che avrebbe dovuto far luce sui milioni di euro percepiti dal Dottor Michele Verrioli per le consulenze che lo stesso era stato autorizzato in 5 diverse strutture ospedaliere della provincia.
  3. Il DG Squillante è a conoscenza che all’Ospedale di Eboli nel luglio scorso sono stati effettuati furti di vari macchinari per i quali si è poi dovuto spendere altri euro per acquiastarli, oltre al danno causato nel rallentamento delle prestazioni erogate dal Reparto che li aveva in dotazione?
  4. E’ probabile che vi fossero persone o strutture private interessate perché si rallentassero o si annullassero le prestazioni fornite da quel reparto, è stata mai aperta un’inchiesta interna, sebbene vi fossero dichiarazioni inequivocaboli di alcuni dipendenti?
  5. Perché si deve necessariamente realizzare un polo delle nascite materno-infantile  a Battipaglia, che raggruppi i reparti di ostetricia, pediatria e geriatria, causando di conseguenza chiusura degli stessi a Eboli, e causando altresì una concentrazione e una condizione di affollamento che può solo nuocere e non altro, come pare già sia avvenuto?
  6. E’ vero che non si è pagato lo straordinario ai dipendenti soprattutto agli infermieri pur avendolo eseguito perché all’Ospedale di Eboli vi era una consolidata carenza di personale, sempre negato dall’Asl?
  7. Quello straordinario era autorizzato o si è provveduto a non pagare indiscriminatamente anche quello autorizzato?
  8. E’ a conoscenza il DG Squillante che il primario del reparto di radiologia di Sapri, è arrivato a percepire oltre i 220mila euro nell’anno 2012, e che nel 2010 ne aveva percepiti 364mila 373 euro?
  9. Quei servizi prestati erano veramente necessari, o solo perché siano stati negati i medici in determinate strutture o Presidi ospedalieri, con la motivazione del risparmio?
  10. A quanti miliardi di euro ammonta la spesa per l’Alpi dell’anno 2013?
  11. Quando ha guadagnato il dottor Spinelli nel 2013, e quanto hanno guadagnato quel centinaiuo di medici che hanno prodotto il deficit di bilancio dell’ASL SA per il 2013?
  12. E’ vero che il dottor Spinelli presta la sua collaborazione nell’Ospedale di Battipaglia?
  13. E’ vero che nell’esercizio del suo ruolo di Commissario possa anche involontariamente determinare una condizione di svantaggio per l’Opsedale di Eboli a beneficio di quello di Battipaglia o di Vallo della Lucania?
  14. E’ vero che tra i suoi provvedimenti vi è anche uno che riguarda l’U.O. di Gastroenterologia dell’Ospedale di Eboli?
  15. E’ vero che il provvedimento di ridurre presso l’Opsedale di Ebolile sedute di endoscopia digestiva da tre a una a settimana, costringe i malati dell’Ospedale di Eboli a doverle fare a Battipaglia, affrontando altri costi?
  16. E’ vero che caricando l’U.O. di Gastroenterologia dell’Ospedale di Battipaglia, è necessario ricorrere alle prestazioni aggiuntive per le quali il Commissario e Gastroenterologo Pietro Spinelli sistematicamente svolge le sue collaborazioni in quella struttura?
  17. E’ vero che una singolo intervento non eseguito a Eboli, valutando il trasporto il personale di assistenza, l’ambulanza e le prestazioni che si remunerano a 62 euro l’ora viene a costare esattamente il doppio?
  18. Se sono vere tutte queste cose come si può pensare che il resto del lavoro svolto sia stato eseguito conserenità e disinteresse?
  19. E’ così che si intendeva azzoppare l’Ospedale di Eboli?
  20. E’ il caso che il dottor Spinelli si rimuova subito dal suo incarico?

Al Consigliere Vecchio non resta altro di rendersi disponibile quando con una tradotta si varcherà il portone della Procura delle Repubblica di Salerno, per raccontare al Procuratore Capo a quali pericoli si sta sottoponendo l’utenza con questo tipo di gestione e se vi sono altri obiettivi che ispirano tutte queste manovre.

Eboli, 4 marzo 2014

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. ma non nera dalla tua parte il d.g. dalla asl??

    ma questa politica è strana…

  2. da quando Minervini (fedelissimo di Fausto) è out, Vecchio ha perso l’orientamento. Perchè alle parole non seguono i fatti?
    Altrimenti Melchionda non ti candida sindaco…..vai Vecchio occupa tutto.

  3. Vecchio parla e sparla contro le ragole ripristinate da Squillante, quando proprio lui, non molto tempo fa, ha fatto anticamera dallo stesso Squillante per cercare di salvare colui che aveva infranto tutte le regole.
    Basta con questa ipocrisia e falsità.
    VERGOGNA!!!!!!

  4. @ ma questo Giorgio Strianese si capisce che delle dinamiche ospedaliere ne capisce assai assai vuoi vedere che anche Giorgio era nel cerchio magico.

  5. @Fausto vai piano che questi sono tutti tutti di Destra , potrebbero anche non candidarti alle Comunali…..in alternativa. Occupa insieme al primo Cittadino per una volta date il buon esempio

  6. non è il momento di fare chiacchiere ma fatti.ci stanno privando del nostro ospedale e non ce ne accorgiamo,occupiamolo subito per impedire loro di chiuderlo.

  7. Ma lo sa Vecchio che il suo protetto, con cui ha fatto anticamera da Squillante, ha fatto abboffare di ALPI solo i suoi amici?
    Ma lo sa Vecchio che il suo protetto, ormai non più proteggibile, si autocertificava 30 reperibilità al mese, quando poi la legge lo vietava e quell’altro bel campione di Avitabile gliele pagava pure?
    Ma lo sa Vecchio che nella colonna degli stipendi alla voce “altro” sono comprese anche altre voci stipendiali, non solo l’ALPI?
    Ma lo sa Vecchio quante regole sono state infrante all’Ospedale di Eboli, in barba a tutte le leggi dello stato italiano?
    Vecchio, nella tua foga infarcita di passione ed inopportunità, cerca di centrare il vero obiettivo, che è ricercare la migliore assistenza possibile per chi ne ha bisogno, non difendere sempre e comunque chi non è ai stato difendibile.
    E i fatti e i risultati lo stanno dimostrando

    • Per Attila,
      pensando che Vecchio possa sapere tutte quelle cose che gli ricordi, e pensando anche che gli riconosci “foga impastita di passione” va precisato, che il suo intervento non è “inopportuno”. E proprio pensando a quello che sottolinei, a maggior ragione, bisogna interrompere questa spirale di ipocrisia che sia la Direzione Generale che coloro i quali vorrebbero difendere quelle poche posizioni veramente indifendibili, commettono l’errore di sostenere. Non c’era bisogno di nominare un Commissario, bastava leggersi quegli elenchi e bastava leggersi quello che la stessa direzione generale mette in elenco compilando il Bilancio dell’ASL Salerno per conoscere la verità.
      Se il Direttore Genrale lo avesse fatto, evidentemte avrebbe toccato tasti anche a lui forse “familiari” (non nel senzo di parentele) e così non avrebbe affidato l’incarico di Commissario a Spinelli, proprio a uno di quelli che ne beneficia e che ora, conoscendo anche gli atti che ha prodotto a Eboli, svolgendo la sua attività anche a Battipaglia, è palesemente in conflitto di interessi e altro ancora, poiché egli sapeva che riducendo gli interventi di Eboli aumentava quelli di Battipaglia.
      Questo andazzo deve finire, ma può finire senza che, con la scusa di moralizzare, moralizzatori immorali, vorrebbero arrivare a rendere inoperativo l’Ospedale di Eboli per poi procedere alla “razzia” delle sue spoglie.
      Noi abbiamo bisogno di servizi e di assistenza, e che possibilmente siano il meglio, e se si dovesse applicare il rigore, quel rigore non deve essere matrigno ma finalizzato a migliorare una condizione generale di degrado e di magna magna.
      Quà c’é gente che perde il lavoro, altri che per mantenerselo accettano anche di farsi dimezzare i compensi è c’é gente che guadagna 3 euro all’ora senza nemmeno tante protezioni, e non si può pensare di far guadagnare 62 euro all’ora persone che poi ne approfittano, e con la complicità di chi comanda e programma non si assume personale. E si negano cose essenziali dalla sirinfga ai medicinali o alla diagnostica.
      Con 22 milioni si potevano assumere anche per un solo anno 300 medici, o 150 medici e 220 infermieri, e se si voleva risparmiare 11 milioni, si assumevano solo 75 medici e 110 infermieri.
      Questa è la cruda verità solo su un aspetto, lasciando immaginare gli altri che gli stessi operatori conoscono ma che si guardano bene dal dirlo per conservare ognuno i suoi privilegi, piccoli o grandi che siano.
      Tutto questo è vergognoso e immorale

  8. piano spiagge,piano edile,piano lavoro,piano strade….., risulta a qualcuno che tutto ciò la sinistra disfattista del vostro paese abbia fatto qualcosa per ottimizzare ciò?NO
    Allora cosa vi aspettate dalla vs. amministrazione voluta per 4 legislature ad Eboli?Hanno distrutto tutto ciò che c’era da distruggere ! Perderete anche il vanto di avere un’ospedale con reparti unici nel comprensorio,con personale che si è fatto in 4 per ottenere quanto desiderato, e allora cosa pensano di fare i vs. POLITICHESI. Smantellarlo!!.OCCUPATE gente OCCUPATE Bloccate tutto …fate valere i vs. diritti…

  9. Chi è Fausto Vecchio?

  10. Sono in piena sintonia con Admin, e non poteva essere diversamente. Quanto ad Attila mi permetto di evidenziare che si dovrebbe piuttosto ripartire dal proclama che hanno sbandierato tutti i Politici che sono intervenuti: OCCUPIAMO L’OSPEDALE! Bene, e quando??
    Quando nella stanza dove il Dott. Spinelli pianifica la distruzione totale?
    Quando a Salerno a ricordare a Sua Altezza Serenissima che è sotto processo per lo scandalo COFASER?
    Quando a Salerno per ricordare a al Dott. Spinelli che ha promosso scientemente l’Avv. Farano quando era sotto processo e in secondo grado è stata condannata a quattro mesi di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni, e che oggi presiede senza scrupolo alcuno l’Ufficio Procedimenti Disciplinari?
    Quando a ricordare a Sua Santità che mentre già Spinelli maneggiava sapientemente la mannaia sulla sorte dell’ospedale di Eboli, in data 18 dicembre 2013 comunicava di aver indetto una gara per €.2.165.000,00 (duemilioni….) per l’acquisto di macchinari che non si conosce bene che utilità vera hanno, che fine faranno e chi si è aggiudicato la gara, spendendo per il già morente ospedale di Oliveto Citra complessivi €.195.000,00 e per l’ospedale di Roccadaspide €.230.000,00?
    Quando a ricordare a S.S. che mentre già decretava la lenta agonia dell’ospedale di Oliveto Citra, in data 24 ottobre 2013 comunicava di avervi organizzato un corso sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro con mirabili interventi di varie Autorità Mediche (si spera gratuiti)?
    Quando a ricordare al Dott. Squillante che in data 23 ottobre 2013 ha deliberato l’acquisto di apparecchiuture varie, tra le quali, guarda caso, si sono spesi €.91.356,36 per ferri chirurgici per la chiururgia di urgenza degli ospedali di Nocera e Pagani ed €.80.554,54 per il solo Ospedale di Nocera (tanto gli altri ospedali possono continuare ad operare con….i ferri vecchi)? A tal proposito, è stato chiesto agli altri ospedali se avevano anch’essi la necessità di ferri nuovi?
    A questo si aggiunga che ancora non si sentono le voci (oggi guaiti, ma avevano promesso fuoco e fiamme) dei Sindacalisti ululanti dei primi giorni. Quanti di loro sono passati dalla stanza del Dott. Spinelli? Che cosa hanno barattato se nessuno si è mosso?
    Questi sono alcuni dei problemi che solo con la voce di Tutti si possono affrontare e risolvere.
    Benvenga l’occupazione, benvenga la Procura, benvenga qualsiasi iniziativa per evitare che si porti a termine un progetto poco chiaro e molto ammantato di politica e spartizioni territoriali.
    Concludendo, è necessario sempre un minimo di documentazione quando si compare su un blog. Attila denuncia varie irregolarità poste in essere dal Protetto o Protettore di Fausto Vecchio: si informi bene, anche per quanto concerne le infrazioni delle leggi dello stato avutesi nell’ospedale di Eboli. Dopo tre mesi di commissariamento né il Dott. Spinelli nè il Dott. Squillante riescono a cantare vittoria (e non la canteranno), ed erano giunti per smascherare chissà quale sistema votato al marcio, alle benemerenze per le caste, alle prebende etc.
    Partiamo dunque dalle buone proposte senza guardare troppo da chi giungono, sennò si riduce tutto a una riunione di condominio.

  11. OkkioMe-mentos, troppa anestesia potrebbe portare alla terapia intensiva!!!!!!!!!!!!!!!……..!!!!!!!!

  12. Ma questo Memento, quante cose sa sulla sanità provinciale: ma dove è stato nascosto fino ad ora?
    Se sapeva tutto questo, perché non lo ha reso pubblico prima?
    Mi sa che è un amico del giaguaro e cerca disperatamente di alleggerire la sua posizione (del giaguaro)gettando fango su altri.
    Ma è un gioco vecchio quanto il mondo.
    Memento, anestetizzati un pò e riordina le idee

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente