Battipaglia STIR bloccato. La Francese scrive al Prefetto. Sopralluogo e accuse da Cariello

Stir bloccato: La sindaca Francese scrive a Prefetto, Presidente Canfora, al liquidatore Ecoambiente: Chiede spiegazioni ed un incontro urgente. Cariello fa un sopralluogo e denuncia.

E quello che si temeva e si teme è avvenuto. Quello che tutti ignorano, non è l’avere questo tipo di impianti sul territorio, ma averli mal funzionanti, obsoleti e da anni operanti oltre le oro possibilità, senza monitorarli e controllarli. Portiamo l’immondizia a De Luca, Bonavitacola e al Prefetto, visto che ecoambiente che dovrebbe accettarla non la vuole.

STIR - Battipaglia

STIR – Battipaglia

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – E quello che si temeva e si è sempre temuto rispetto agli impianti che trattano i vari rifiuti, oltre alla correttezza del conferimento, il buon funzionamento, che non lavorino al di sopra delle loro possibilità, che siano continuamente monitorati e controllati e soprattutto il rischio di in loro cattivo funzionamento o addirittura un Black Out come in questo caso. Black Out che ci fa aprire gli occhi solo a immaginare dovesse capitare una sola volta allo STIR e una ad ogni impianto che c’è tra Battipaglia e Eboli, e ne abbiamo già avuto prova con l’incendio che si verificò in una di queste aziende.

La Sindaca scrive al Prefetto e alle altre agenzie responsabili dell’Impianto STIR di Battipaglia e fa bene, questa è la parte istituzionale, l’altra parte quella di “pancia” sarebbe un’altra quella di distribuire i vari camion di Immondizia sotto le abitazioni del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, del suo vice Fulvio Bonavitacola e dello stesso Prefetto, per far comprendere come sono responsabili e come è difficile e delicato il problema dei rifiuti.

incendio Sele Ambiente

incendio Sele Ambiente

Numerosi i disagi patiti dal Comune di Battipaglia a causa del blocco della lavorazione presso l’impianto ex Stir della zona industriale. Da giorni ormai i camion impiegano molte ore per poter scaricare i rifiuti presso la struttura gestita da Ecoambiente. Seria la difficoltà del Comune di Battipaglia e della società Alba Srl per la gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.

Per questo motivo la sindaca di Battipaglia Cecilia Francese ha deciso di scrivere una lettera indirizzata al Prefetto di Salerno, al Presidente della Provincia di Salerno e al liquidatore della società Ecoambiente.

«Sul territorio comunale di Battipaglia insiste dal 2002 lo Stir, gestito dalla società provinciale EcoAmbiente – si legge nella lettera -. Improvvisamente, in data odierna, non è stato possibile da parte del Comune di Battipaglia conferire l’indifferenziato. Tale situazione, si è appreso, è identica a quella di tutti gli altri comuni che sversano allo STIR. Alcun disservizio è, però, stato comunicato dalla società al Comune di Battipaglia.

Cecilia Francese sindaca

Cecilia Francese sindaca

La situazione ha, però, compromesso, la regolare raccolta dei rifiuti comunali odierna e quella per i giorni a venire,  – aggiunge la Sindaca – tanto che l’UTC è stato costretto ad indire una procedura di urgenza. Tutto ciò premesso, poiché il Comune di Battipaglia da questa vicenda riceve una plurima penalizzazione derivante sia dalla impossibilità di conferire i rifiuti allo STIR, sia dall’impossibilità di procedere alla raccolta del pattume, sia dal transito e dallo stazionamento dei camion di immondizia che restano fermi nel territorio comunale in attesa di poter effettuare il conferimento, sia perché i mezzi della società in house Alba rimangono inspiegabilmente in fila insieme a quelli degli altri comuni, mentre da tempo immemorabile essi hanno la precedenza rispetto a tutti gli altri.

Tutto ciò premesso, – conclude la lettera di Cecilia Francese chiedendo un incontro a stretto giro – la scrivente, rivolge istanza alle SS.LL.Ill.me, ognuno per quanto di propria competenza affinché si adoperino alla risoluzione celere delle problematiche evidenziate anche al fine di scongiurare problemi alla salute pubblica derivante dal mancato smaltimento del pattume, fissando un incontro – a stretto giro – con le parti interessate».

Massimo Cariello-Ennio Ginetti-sopralluogo STIR

Massimo Cariello-Ennio Ginetti-sopralluogo STIR

Dello STIR e del suo Black Out interviene anche il Sindaco di Eboli Massimo Cariello, il quale questa mattina si è recato in sopralluogo sul posto e ha formulato accuse precise e rilasciato la seguente dichiarazione «Ho fatto visita all’area dell’impianto Stir, dopo alcune sollecitazioni scritte per la concretizzazione di una compensazione tra quanto dovuti negli ultimi mesi del 2017 e le somme di ristoro per il Comune di Eboli. Ho verificato personalmente – prosegue Cariello – il mancato rispetto sia nella prelazione di conferimento riconosciuta al nostro Comune, sia per le somme dovute a ristoro. Ho riscontrato una fila lunghissima di mezzi in attesa delle operazioni di sversamento, segno di un’organizzazione da rivedere e nella quale la prelazione del Comune di Eboli non viene rispettata. Mentre ho chiesto al Commissario Liquidatore – prosegue e conclude il Sindaco eburino – una riunione urgente per definire la controversia del ristoro e per sottolineare come l80% dei mezzi attraversi le strade del Comune di Eboli, da domani Eboli affronterà lemergenza rifiuti senza gravare sui suoi cittadini, utilizzando l’area dell’isola ecologica comunale per i rifiuti del comparto indifferenziato».

Battipaglia, 17 aprile 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente