Governance Poll: Vincenzo De Luca è il Sindaco più amato dagli italiani

Pubblicate le rilevazione Governance Poll 2012, condotta da Ipr Marketing per conto del Sole 24ore. Il Sindaco di Salerno De Luca è il Primo seguito da Leoluca Orlando e dal Sindaco di Agrigento Zambuto.

Tra i Presidenti invece il primo è il Governatore della Toscana Enrico Rossi, che scalza il leghista Zaia del Veneto. Al terzo posto c’é il Presidente della Emilia Romagna, Errani, al quarto, quello delle Marche, Spacca e al quinto Claudio Burlando della Liguria.

Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca

SALERNO – E’ il Primo Cittadino di Salerno Vincenzo De Luca, che con il 72% dei consensi è il sindaco “più amato” dagli italiani. Questo è quanto è emerso dal sondaggio annuale sulle Governance Poll 2012, condotto da Ipr Marketing per conto del quotidiano economico Il Sole 24 ore. Ai primi tre posti, quest’anno si classificano tre Sindaci del Sud: 1° Vincenzo De Luca; al secondo posto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, con il 71% dei consensi; al terzo il sindaco di Agrigento Marco Zambuto.

Luigi de Magistris

Luigi de Magistris

Il sindaco di Verona, il leghista Flavio Tosi nonostante aumenta i consensi rispetto al giorno della sua elezione, scende al quarto posto, sicuramente colpa del calo anche della Lega. Invecee il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che l’anno scorso occupava il Primo posto è scivolato al 17°, perdendo il 59% del consenso, per lui è finita la luna di miele con i napoletani o non gli perdonano di essersi immischiato nell’agone politico nazionale con il Movimento arancione?

Tra le grandi città il primo a classificarsi è il Sindaco di Genova Marco Doria che con il 63% dei consensi si piazza al 7° posto, seguito dal primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia, che oggi è al 60% con un +4,9%, si colloca all’11 posto, mentre il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris è al 18° posto. Non va meglio a Piero Fassino che scende al 23° posto, come il Sindaco di Bari Michele Emiliano che precipita al 30° posto. Se Virginio Merola, Sindaco di Bologna con il 52,5% è solo al 56° posto, il Sindaco di Firenze Matteo Renzi è al 63° posto con il 52% dei consensi, Gianni Alemanno, il Sindaco di Roma è solo al 73° posto con il 50% dei consensi. Va male anche al primo cittadino grillino di Parma Pizzarotti che in pochi mesi perde il 7% scendendo al 53%.

enrico-rossi

enrico-rossi

Per quel che riguarda, invece, i presidenti delle Regione il più amato dagli italiani risulta essere il Governatore della Toscana Enrico Rossi, che ha scalzato il leghista Luca Zaia presidente del Veneto, precedendolo di un punto ( 59% contro il 58%). Al terzo postp si piazza il Presidente della Emilia Romagna, Vasco Errani, al quarto, il presidente delle Marche, Gian Mario Spacca e immediatamente dietro di lui Claudio Burlando (Liguria). Stefano Caldoro, il Governatore della Campania perde 4 punti e si colloca all’8° posto della Lista.

E’ inutile dire che per alcuni Sindaci che l’anno scorso erano in buone posizioni ha giocato l’effetto novità, come Piero Fassino, De Magistris, Pizzarotti, effetto poi svanito con il ritorno alla realtà. La realtà nei comuni è fatta di servizi, di asili, dei trasporti, delle scuole, e soprattutto di tasse e tributi, e questo è un momento difficile. Invece il primo posto per Vincenzo De Luca è una conferma, negli ultimi anni ha occupato sempre le prime posizioni.

leoluca-orlando

leoluca-orlando

De Luca se lo è proprio meritato quel traguardo. La sua azione amministrativa cammina pari pari con l’azione di marketing della Città che da anni sta portando avanti, e naturalmente il risultato, in barba all’opposizione di centro-destra, incontra il favore dei salernitani. Significa senza mezzi termini che i salernitani hanno gradito l’attivismo culturale e artistico impresso alle varie iniziative in Città, primo fra tutti un Cartellone con i fiocchi del Teatro Verdi, così come allo stesso modo hanno gradito le Luci d’artista, che tra l’altro, hanno attirato centinaia e centinaia di migliaia di visitatori da tutt’Italia e dall’estero.

Hanno influito notevolmente anche le grandi trasformazioni urbanistiche dalla Piazza della Libertà, al Fronte del Mare, al Porto turistico e attutte le altre opere progettate dal fior fiore delle firme internazionali, così come i risultati che la Città ha raggiunto a proposito della raccolta differenziata e del ciclo virtuoso dei rifiuti, tanto da essere premiata dal Ministro Barca come esempio di buona amministrazione e di buon utilizzo dei fondi europei.

Insomma De Luca non si fa mancare niente e non nega niente alla sua Città, meno male che non si valuta anche il carattere dei Sindaci, altrimenti per come è scorbutico sicuramente precipiterebbe all’ultimo posto, così come conquisterebbe l’ultimo posto se si prendesse in considerazione i rapporti politici interni al suo Partito, il PD. Intanto i salernitani si possono accontentare: il loro Sindaco senza queste sue due negatività è il primo, alla faccia dei suoi più diretti avversari, ceh in questo momento si stanno rodendo il fegato, primo fra tutti l’Onorevole Edmondo Cirielli, che in questo momento è preso dalla campagna elettorale e dai numeri che non tornano, pare che il suo Partito Centrodestra raggiungerebbe appena il 2%.

……………………………………………..  …  …………………………………………………

LA CLASSIFICA DEI SINDACI

Il consenso percentuale ottenuto dai sindaci nel 2012 a confronto con quello della scorsa edizione del Governance Poll e quello nel giorno dell’elezione.

GOVERNANCE POLL 2012

Comune  ——SINDACO ————ELEZIONE (**)–DIFF.—Giorno elez. -Diff ’11

  1. Salerno Vincenzo De Luca  ………(*) 72,0 …………..74,4 ………..-2,4 ……….7,0
  2. Palermo Leoluca Orlando …………….71,0 ……………72,4 ……….-1,4 ………..nd
  3. Agrigento Marco Zambuto………..(*) 70,0 ………….74,7 ………..-4,7 ……….21,0
  4. Verona Flavio Tosi ………………….(*) 66,0 ………….57,3 ………….8,7 ……….1,0
  5. Como Mario Lucini ………………………65,5 ………….74,9 ………..-9,4 ……….nd
  6. Lucca Alessandro Tambellini ………..65,0 ………….69,7 ………..-4,7 ……….nd
  7. Genova Marco Doria ……………………63,0 …………..59,7 ……….3,3 …………nd
  8. Rieti Simone PietrangeliI …………….63,0 ……………67,2 ……..-4,2 ………..nd
  9. Lecce Paolo Perrone ………………(*) 62,5 …………….64,3 ………..-1,8 ………10,5
  10. Belluno Jacopo Massaro ……………..60,0 ……………62,7 ………..-2,7 ……..nd
  11. Milano Giuliano Pisapia ……………..60,0 ……………55,1 …………..4,9 ……..8,5
  12. Andria Nicola Giorgino ……………….60,0 ……………58,6 …………1,4 ………0,0
  13. Pordenone Claudio Pedrotti ……….60,0 …………….59,6 …………0,4 ………0,0
  14. Sassari Gianfranco Ganau …….(*) 60,0 ……………..65,9 ………..-5,9 ………0,0
  15. Trento Alessandro Andretta ………60,0 ……………..64,4 ………..-4,4 ……..‐3,0
  16. Monza Roberto Scanagatti ………..59,5 ………………63,4 ………..-3,9 ……….nd
  17. Savona Federico Berruti ……….*) 59,0 ………………58,0 …………1,0 ………..0,0
  18. Napoli Luigi De Magistris …………59,0 ………………65,4 ………..-6,4 ………‐11,0
  19. Asti Fabrizio Brignolo ………………58,5 ………………56,9 …………1,6 …………nd
  20. Pistoia Samuele Bertinelli …………58,5 ………………59,0 ………..-0,5 ………..7,5
  21. Ferrara Tiziano Tagliani …………..58,5 ……………….56,7 …………1,8 …………0,5
  22. Piacenza Paolo Dosi …………………58,0 ………………57,8 ………….0,2 ………..nd
  23. Torino Piero Fassino ………………..58,0 ………………56,7 ………….1,3 ……….‐1,0
  24. L’Aquila Massimo Cialente …..(*) 57,5 ………………59,2 ………….-1,7 ……….1,5
  25. Cuneo Federico Borgna …………….57,0 ………………59,9 …………-2,9 ……….nd
  26. Pavia Alessandro Cattaneo ………..57,0 ………………54,4 …………2,6 ………..6,0
  27. Sondrio Alcide Meltoni ……………..57,0 ………………54,2 …………2,8 ………..5,0
  28. Vercelli Andrea Corsano ……………57,0 ………………60,6 ………..-3,6 ……….0,5
  29. Nuoro Alessandro Bianchi ………..57,0 ……………….55,3 …………1,7 ………..‐0,5
  30. Bari Michele Emiliano ………………57,0 ……………….59,9 ……….-2,9 ……….‐8,0

………………………………………………..  …  …………………………………………………..

LA CLASSIFICA DEI GOVERNATORI
(PRESIDENTI DI REGIONI)

Il consenso percentuale ottenuto dai presidenti di Regione nel 2012 a confronto con quello della scorsa edizione del Governance Poll e quello nel giorno dell’elezione

REGIONE ——————————Gov. Poll ’12 -Diff giorno elez. -diff. con  Gov. poll ’11
1° TOSCANA ENRICO ROSSI …………………..59 …………………-0,7 ……………………………1
2° VENETO LUCA ZAIA …………………………..58 ………………..-2,2 …………………………..-2
3° EMILIA R. VASCO ERRANI …………….(*) 56 …………………3,9 …………………………….3
4° MARCHE GIAN MARIO SPACCA …….(*) 54 …………………0,8 …………………………….4
5° LIGURIA CLAUDIO BURLANDO …….(*) 53 …………………0,9 …………………………….2
6° BASILICATA VITO DE FILIPPO ………(*) 52 ………………..-8,8 ……………………………-1
7° UMBRIA CATIUSCIA MARINI ……………..51 …………………-6,2 …………………………..-3
8° CAMPANIA STEFANO CALDORO ………..50 ………………..-4,3 …………………………..-5
8° PUGLIA NIKI VENDOLA ………………..(*) 50 ………………….1,3 …………………………..-3
10° CALABRIA GIUSEPPE SCOPELLITI ……48 ………………..-9,8 …………………………..-6
10° FRIULI V.G. RENZO TONDO ………………48 ………………..-5,8 ……………………………-7
10° PIEMONTE ROBERTO COTA ……………..48 …………………0,7 ……………………………-2
13° ABRUZZO GIOVANNI CHIODI ……………45 ………………..-3,8 ……………………………-1
14° SARDEGNA UGO CAPPELLACCI ………..44 …………………-7,9 ……………………………-2
Fonte: IPR Marketing per Il Sole 24 Ore

A In Trentino Alto Adige e in Valle D’Aosta non è prevista l’elezione diretta del presidente della Regione.
(*) Eletto per un secondo mandato.
I Presidenti delle Regioni Lazio e Lombardia non sono stati testati perché dimissionari.
Il Presidente della Regione Molise non è stato testato perché le elezioni regionali 2011 sono state annullate.
Il Presidente della Regione Sicilia non è stato testato perché al momento della rilevazione era stato da poco eletto.

Salerno, 8 gennaio 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente