Capilista, Candidati e Liste Camera e Senato di Sinistra Ecologia e Libertà

Elezioni Politiche del 23 e 24 febbraio 2013. Ecco le teste di lista, Liste e i candidati Camera e Senato di Sinistra Ecologia e Libertà, Regione per Regione.

Tra polemiche, denunce di brogli, assegnazione dei primi posti in tutte le circoscrizioni d’Italia, e il paracadutaggio di “uomini militanti” molto vicini, Sinistra Ecologia e Libertà presenta le Liste. La para-democrazia annunciata è stata osservata nell’equilibrio equilibristico.

nichi vendola

nichi vendola

ROMA – “La Presidenza nazionale di Sinistra Ecologia Liberta’ ha approvato l’elenco nominativo che andra’ a costituire le teste di lista e le Liste dei candidati per le prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013, tenendo conto delle candidature espresse dalle primarie del 29 e 30 dicembre scorso. E’ garantito il rispetto della parità di genere al 50% tra uomini e donne. L’elenco definitivo delle candidature sarà reso noto nei prossimi giorni. Nichi Vendola sarà capolista in alcune circoscrizioni dove verrà ritenuto necessario o utile. Il leader di Sel, comunque, opterà per la Puglia”. – Questo è quanto si legge dal sitto ufficiale di Sinistra Ecologia e libertà -.

E così incomincia o prosegue quella la Campagna elettorale, quella che quando si abbandonerà la cronaca e sarà Storia, verrà definita la più grande mistificazione politica che sia mai avvenuta nel nostro Paese. Alla richiesta degli italiani di avere più democrazia i Partiti della Sinistra, per dare una risposta, e secondo loro per ammortizzare i danni della Legge elettorale, detta Porcellum, hanno messo su l’esercizio democratico delle Primarie: prima quelle di coalizione per scegliere il premier tra i vari candidati; quelle Parlamentari per scegliere (sic) i candidati alla camera dei deputati e del Senato della Repubblica; Ma come al solito per strada, come sempre accade dalle parti della sinistra, le cose si trasformano, si distorcono e poi si interpretano, fino a far venire fuori una soluzione paritetica tra le scelte delle primarie, quelle dei Partiti, quelle dei Leader, tanto che sono montate in tutt’Italia le proteste, che non hanno coinvolto il Partito Democratico e non hanno risparmiato Sinistra Ecologia e Libertà.

Poco importa se non è stata proprio una prova democratica, l’importante che è passata l’idea, il messaggio, al resto tutto c’è rimedio, salvo poi a trovarci in Parlamento uomini e donne, che sono il frutto del “rispetto” delle Primarie, della “salvaguardia” dei poteri dei Partiti, dei desiderata dei Leader nazionali, ma che sono solo persone “grate” ai loro “benefattori”, pronti a vestire queoi panni di soldati e di uomini di territorio, salvo a lasciare una scia di polemiche, di malcontenti, di irregolarità, di brogli, di prepotenze, alcune fortunatamente sventate come nel caso di Alessia Petraglia in Toscana, che a furor di popolo è statta riposizionata al primo posto. Non è andata meglio ai “compagni” del Veneto e non è andata meglio nelle altre Regioni d’Ialia, come è successo in Campania 1 e 2 della Camera e nel collegio del Senato, e la cronaca è piena di appelli, proteste, defezioni, rinunce, abbandoni come nel caso del Leader Storico Gerardo Rosania, simbolo della Legalità per aver abbattuto circa 400 costruzioni abusive ed aver acquisito al patrimoni la villa del Boss camorristico Galasso, ora Villa Falcone e Borsellino esempio di attività sociali nel territorio che prima era a totale appannaggio della illegalità e delle camorre..

Ma queste sono cose antiche, il leaderismo di oggi è un altro, è legato ad un mix tra la comunicazione, la strada, il potere, il servilismo, il modernismo, ma soprattutto di tradizione solo ricordate, guai a parlar linguaggi desueti. Il modernismo fa cinguettare anche i muti, e Nichi Vendola lo sa e si è guardato bene da ascoltare le lamentazioni di chi denunciava brogli e malcostume, lui è impegnato a risolvere il problema dell’Italia. Eppure anche su questo fronte non sta andando molto bene, se si tiene conto che la nuova formazione di Antonio Ingroia Rivoluzione Civile, che parla quel linguaggio antico che SEL ha modernizzato, sta erodendo consensi a SEL, tanto che in poco più di due settimane il Partito di Vendola ha perso circa 2 punti nei sondaggi e gli osservatori pensano che quell’emorragia non tende a fermarsi, fino a mettere in discussione in alcune Regioni addirittura la rappresentanza in Senato, mettendo sin da ora il futuro Governo in una posizione di assoluta debolezza.

Proprio questi cambiamenti, che stanno offrendo nuovi scenari politici, stanno facendo modificare le strategie sia al PD che a SEL che sembra essersi omologata paurosamente ai demopcrat, tanto che si incomincia a parlare di possibili dialoghi con il centro di Mario Monti e di quel vecchio del vecchio (stravecchio), di Pierferdinando Casini e Gianfranco Fini, nel momento in cui al Senato non vi fossero i numeri per goveernare. Un’altro colpo a quei rigurgiti democratici ostentati dal PD, SEL e il centrosinistra, e come al solito ripetendo il destino infame di questo Paese, voteremo per una cosa e ce ne troveremo un’altra. Ma noi ormai siamo abituati, Intanto SEL ha presentato le Liste, i Candidati e si può ora verificare Regione per Regione chi veramente sono quelli che togliendo le prime postazioni rappresentano a mezzadria Partiti, Leader, territorio.

…………………………………  …  ………………………………….

Elezioni Politiche del 24 e 25 febbraio 2013

LISTE E CANDIDATI PER LA CAMERA E IL SENATO REGIONE PER REGIONE

LE LISTE COMPLETE SARANNO PUBBLICATE APPENA SARANNO RESE NOTE

Ecco l’elenco:
Lombardia
Camera Claudio Fava, Daniele Farina, Valentina La Terza, Patrizia Quartieri
Camera Lombardia 2 – Camera Titti Di Salvo, Luigi Lacquaniti
Camera Lombardia 3 – Camera Franco Bordo
Senato Lombardia Monica Frassoni – presidente Verdi Europei Tino Magni, Pina Giorgio
Piemonte
Camera Piemonte 1 Giorgio Airaudo – segreteria nazionale Fiom Celeste Costantino, Michele Curto
Camera Piemonte 2 Giorgio Airaudo – segreteria nazionale Fiom Fabio Lavagno
Senato Piemonte Monica Cerutti, Maria Chiara Acciarini
Veneto
Camera 1 Alessandro Zan, Michela Faccioli
Camera 2 Giulio Marcon – portavoce della campagna “Sbilanciamoci” Valentina Dascanio
Senato Veneto Pape Diaw, Maria Teresa Di Riso
Friuli Venezia Giulia
Camera Serena Pellegrino
Senato Grazia Francescato, Loredana Panariti
Liguria
Camera Stefano Quarant,a Nico Isetta
Senato Francesco Forgione – ex presidente commissione parlamentare Antimafia Carla Nattero
Emilia Romagna
Camera Francesco Ferrara, Giovanni Paglia, Cinzia Terzi
Senato Massimo Mezzetti, Elena Tagliani
Toscana
Camera Martina Nardi Marisa Nicchi Gabriele Berni Farihia Aidid
Senato Alessia Petraglia, Renzo Ulivieri
Umbria
Camera Elisabetta Piccolotti
Senato Roberto Natale – ex presidente della FNSI
Marche
Camera Laura Boldrini – portavoce Agenzia ONU rifugiati Lara Ricciatti
Senato Maria Luisa Boccia
Abruzzo
Camera Gianni Melilla
Senato Roberto Natale – ex presidente della FNSI Anna Suriani
Lazio
Camera Lazio 1 Massimiliano Smeriglio, Sergio Boccadutri, Ileana Piazzoni, Filiberto Zaratti, Cecilia D’Elia
Camera Lazio 2 Nazzareno Pilozzi
Senato Lazio Loredana De Petris, Massimo Cervellini, Maria Rita Manzo
Campania
Camera Campania 1 Gennaro Migliore, Arturo Scotto, Antonella Cammardella
Camera Campania 2 Gennaro Migliore Michele Ragosta
Senato Peppe De Cristofaro Dino Di Palma
Basilicata
Camera Antonio Placido
Senato Giovanni Barozzino – operaio Fiat di Melfi, reintegrato sul lavoro dopo sentenza giudice
Calabria
Camera Ferdinando Aiello Andrea Di Martino
Senato Ida Dominjanni – giornalista Eva Catizone Camera
Sicilia
Camera Sicilia 1 Laura Boldrini – portavoce Agenzia ONU rifugiati Erasmo Palazzotto
Camera Sicilia2 Laura Boldrini – – portavoce Agenzia ONU rifugiati Sofia Martino
Senato Francesco Forgione – ex presidente commissione parlamentare antimafia Raffaele Gentile, Anna Bonforte
Puglia
Camera Nichi Vendola, Nicola Fratoianni, Annalisa Pannarale, Toni Matarrelli, Donatella Duranti, Arcangelo Sannicandro
Senato Dario Stefano, Giulio Volpe – rettore Universita’ di Foggia Francesca Abbrescia
Sardegna
Camera Michele Piras
Senato Luciano Uras

……………………………………………..  …  …………………………………………………..

CAMPANIA 1 CAMERA

1 Migliore Gennaro dirigente politico naz.le SEL
2 Scotto Arturo dottore in scienze politiche, dirigente politico regionale SEL
3 Cammardella Antonella insegnante
4 Iacomino Salvatore medico
5 Scala Antonio giornalista scrittore
6 Cautela Iuliana Luciana assessora politiche sociali comune di san giorgio a cremano(na)
7 Romano Angelica archivio pace e diritti umani, presidente Un Ponte per…
8 Illiano Anna commercio equo e solidale, biologico
9 Santangelo Laura assessora alla cultura comune di Torre del Greco(Na)
10 Morra Carlo consigliere prov.le SEL, dipendente ASL
11 Tavani Giovanna dirigente scolastico
12 Innocenti Sabrina insegnante di geografia
13 Saccani Donatella gallerista
14 Cremona Carlo presidente associazione I-KEN onlus
15 Di Sarno Giuliana presidente della III^ municipalità di Napoli
16 Andonaia Michele docente di italiano e latino
17 Carannante Mario studente universitario
18 Criscuolo Lucio impiegato ManutenCoop
19 De Rosa Fortunato funzionario Rete Ferroviaria Italiana
20 Di Mauro Nicola studente universitario, specializzando in relazioni e istituzioni dell’Asia e dell’Africa
21 Donnarumma Felicia Sofia avvocato
22 Esposito Francesco mediatore culturale
23 Faiello Vincenzo avvocato
24 Laudanno Pasquale autista ANM Napoli
25 Leone Giovanni insegnante
26 Napolitano Carla responsabile cgil casa
27 Simeone Luca project manager
28 Toralbo Gabriele dottore in lettere moderne, operatore del teatro
29 Troianiello Teresa studente universitario
30 Valanzano Francesco funzionario tecnico per la cartografia ministero difesa
31 Valentino Andrea regista documentarista
32 Senatore Alessandro avvocato Cassazionista – Presidente dell’ICoop SviIta Cuba

CAMPANIA 2 CAMERA

  1. Vendola Niki
  2. Ragosta Michele
  3. Giordano Giancarlo
  4. Marinaro Rita
  5. Golino Angelo
  6. Palmieri Mariella
  7. Valentino Maria Grazie
  8. Giordano Mariella
  9. Romanelli Pamelli
  10. Troiano Giovanni
  11. Felici Maria Guglielmina
  12. Manzione Carlo
  13. Zona Nicola
  14. Gialanella Anna
  15. Cicatiello Lorenzo
  16. Cecere Domenico
  17. Ciampa Pasquale Alessio
  18. Cusati Gerardo
  19. D’Accico Desiree
  20. Mansi Luigi
  21. Marra Vincenzo
  22. Molinari Davide
  23. Pagano Mario
  24. Patalano Antonio
  25. Tescione Domenico
  26. Torre Emiliano
  27. Valitutto Antonio
  28. Zippo Massimo

 SENATO

  1. De Cristofaro Giuseppe
  2. Di Palma Riccardo detto Dino
  3. Troisi Pierina Vittoria
  4. Panelli Stefania
  5. Coppeto Mario
  6. Castellano Antonella
  7. Cianciulli Maria
  8. Ianniello Filippo
  9. Savoldi Giuseppe detto Beppe
  10. Calabrese Vincenzo
  11. Panariti Anna
  12. Palatucci Augusta
  13. Pinto Erminia
  14. Mastrandrea Floriana
  15. Santoro Nicola
  16. Musella Antonio
  17. Balzano Nicola
  18. Abenante Aldo
  19. Centanni Gennaro
  20. Cipolletta Paola
  21. Conte Sirio
  22. Falco Vincenzo
  23. Izzo Luciano
  24. Lucignano Angelo
  25. Branchi Fabio
  26. Napolano Biagio
  27. Paoloantonio Vito Lucio
  28. Salatiello Aldo
  29. Catillo Lorenzo

LIGURIA SENATO

  1. Carla NATTERO, 59 anni, insegnante
  2. Antonella FRANCIOSI, 42 anni, avvocato
  3. Antonello SOTGIU, 58 anni, impiegato
  4. Nicoletta MINELLONO, 49 anni, insegnante
  5. Agostino CALVI, 60 anni, insegnante
  6. Angelo CHIARAMONTE, 41 anni, impiegato
  7. Roberto COTTA, 51 anni, avvocato
  8. Franco MOREGOLA, 53 anni, bancario

LIGURIA CAMERA

  1. Nicola VENDOLA, 54 anni, Presidente Regione Puglia
  2. Stefano QUARANTA, 41 anni, Segretario Regionale SEL
  3. Celestina COSTANTINO, 33 anni, Presidenza Nazionale SEL
  4. Nicola ISETTA, 59 anni, impiegato
  5. Silvia DE BONIS, 33 anni, capotreno
  6. Maurizio FORTUGNO, 52 anni, impiegato
  7. Arianna DESTITO, 46 anni, fisioterapista
  8. Franco BERTINI, 45 anni, insegnante
  9. Serena FASSONE, 34 anni, educatrice
  10. Luigi CANEPA, 57 anni, medico
  11. Debora LANTERI, 45 anni, infermiera
  12. Vito CANI, 53 anni, architetto
  13. Francesca MARZADORI, 51 anni, impiegata
  14. Sandro CUM, 52 anni, dirigente
  15. Lilia Maria VALENTE, 41 anni, edicolante
  16. Matteo MINIACI, 29 anni, postino

EMILIA ROMAGNA SENATO
1 Massimo Mezzetti
2 Elena Tagliani
3 Mazza Ugo
4 Bonora Nadia
5 Bertoldi Mara
6 Altieri Leonardo (Ravenna)
7 Di tommaso Marco
8 Burganti Tiziana
9 Reggiani Mirko
10 Archetti Giorgio
11 Casadei Oriana (Cesena)
12 De mucci Raffaella (Ravenna)
13 Fabbri Marisa (Forlì)
14 Milazzo Sebastiano
15 Mori Giuseppe
16 Pulimanti Gianfranco (Rimini)

EMILIA ROMAGNA CAMERA
1 Francesco Ferrara
2 Giovanni Paglia (Ravenna)
3 Cinzia Terzi
4 Soglia Paolo
5 Minelli Morena
6 Sangiorgi Elisa
7 Cuppi Valentina
8. Rustici Valeria
10. Angelopulos Irene
11 Presini Mauro
12 Bondioli Massimo
13 Chiaiese Francesco
14 Morigi Ilaria (Ravenna)
15 Govoni Alessandra (Ravenna)
16 Torri Yuri
17 Lucchi Emanuele (Cesena)
18 Farneti Paola (Cesena)
19 Pugliese Pasquale
20 Bagnolini Fabrizio (Rimini)
21 Alessandrini Maria Chiara
22 Barbacini Federica
23 Porcari Marco
24 Piccinelli Stefania
25 Poli David
26 Giarelli Guido
27 Raneri Daniela
28 Pressimone Santa (Forlì)
29 Rivalta Renzo (Forlì)
30 Sorvino Assunta detta Susy (Rimini)
31 Schiaffonati Emanuela
32 Rizzitiello Michele
33 Zannoni Gianluca (Ravenna)
34 Edra Daniela (Rimini)
35 Loffredo Antoni

MARCHE CAMERA
1 Laura Boldrini Macerata 28/04/1961
2 Lara Ricciatti Fano 14/07/1985
3 Edoardo Mentrasti Ancona 15/11/1956
4 Paola Medori S. Benedetto del Tronto 29/06/1966
5 Francesco Rocchetti Macerata 01/02/1976
6 Cinzia Ficcadenti Ripatransone 01/01/1961
7 Luca Spadoni Ancona 17/10/1968
8 Franca Bartoli San Ginesio (MC) 16/10/1951
9 Gianaldo Collina Bellaria 15/09/1956
10 Federica Corsini Urbino 09/11/1966
11 Alessandro Panaroni Pesaro 05/03/1982
12 Tiziana Giacoma Gallo Molfetta (Ba) 04/01/1975
13 Claudio Fratesi Jesi 25/ 11/1959
14 Elisabetta Ballini Tolentino 08/12/1970
15 Simone Gilebbi Mondavio 06/05/1977
16 Alessandro De Angelis Ascoli Piceno 01/12/1983

MARCHE SENATO

1 Maria Luisa Boccia Roma 20/06/1945
2 Alejandra Arena La Plata Buenos Aires 10/12/1965
3 Marino Lattanzi Monteprandone 30/09/1961
4 Annarita Ancona Ascoli Piceno 10/08/1951
5 Claudio Stura Appignano 11/09/1966
6 Manuela Bartolucci Fano 15/02/1959
7 Claudio Paolinelli Ancona 06/05/1960
8 Vito Cantarini San Paolo di Jesi 22/03/1950

CAMERA SICILIA OCCIDENTALE
Laura Boldrini
Erasmo Palazzotto
Roberta Pulizzi
Massimo Fundarò
Giovanna Triassi
Salvatore Castronovo
Monia Cassarà
Luca Lecardane
Sergio Boccadutri
Paola Parisi
Giuseppe Pipia
Manuela Di Marco
Rosolino Grisanti
Antonina Valentina Villabuona
Giuseppe Craparo detto Simone
Giuseppe Renda
Salvatrice Alberti
Antonino Destasio
Carlo Dones
Gasparino Giacalone
Marco Barsalona
Santo Zito
Fabrizio Arena detto Fizio
Daria Lucchesi
Valnea Zottino

I candidati alla Camera – Sicilia orientale

Laura Boldrini
Sofia Martino
Salvatore Chiofalo
Marilia Di Giovanni
Saverio Bosco

Marianna De Martino
Santino Romano
Antonina Inserra
Alessandro Acquaviva
Anna Maria Basso
Antonio Giuliana
Giuseppa Cannamela detta Pina
Gianmarco Dicara
Gaetano Pace
Santi Barresi
Vincenzo Vitale
Livia Nicotra
Daria Lucchesi
Rosario Lombardo
Antonio Portaro
Domenica Visalli
Valnea Zottino
Giuliana Buzzone
Diego Indaimo
Bruno Grasso
Fabio Giusa
Maurizio Parisi

I candidati al Senato 
Francesco Forgione
Raffaele Gentile
Anna Boforte
Andrea Carbone
Domenica Costa detta Mamy
Orazio Antonio Maurizio Rinciani
Daniela Carella
Luigi Carollo
Lorenza Eleonora Laudicina detta Lorenz
Concetta Giurdanella
Vincenzo Occorso
Daniela Alparone
Giuseppe Fermo detto Franco
Salvatore Russo
Fortunato La Monica detto Ino
Francesca Conti
Rosario Libasci
Caterina Catania
Florida Magnano
Filadelfio Carra
Letizia Pierina Di Maggio
Carmela Pittera
Claudio Fazzina
Antonino Bartolotta
Vito Massimo Candela

Roma, 21 gennaio 2013
1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Solidarietà, lotta alla precarietà, lavoro buono, cultura, ambiente, lotta alla criminalità organizzata, sostenibilità, pace e disarmo: queste le parole per poter affermare senza mezzi termini “Benvenuta Sinistra”.
    Per il buon Nichi,le elezioni che si approssimano saranno il banco di prova,l’esame di maturità x se e il suo movimento.
    Per rimediare alla crisi si deve partire anche dai diritti e dalla eliminazione di distinzioni fra cittadini di serie a e di serie b. Per un paese più moderno. Torno ad essere entusiasta del voto, anche se mi sembra che realizzare la cosa sia molto difficile. A chi dice che “altro” è importante, rispondo: no, le PERSONE sono importanti…vedremo a breve la coerenza di tutti gli attori del proscenio!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente