Il PD di Eboli al Geminus Pub ritrova l’unità. Si terranno Primarie aperte alla coalizione

In presenza del Segretario Provinciale Landolfi il PD si ricompone e indice le Primarie “aperte” agli altri Partiti della coalizione. Si vota l’8 marzo, e le donne?

Con l’accordo del Pub Geminus, Cuomo, Sgroia, Cicia, Lavorgna, Caputo, Mario Conte e Capaccio trovano la strada dell’unità e si apre la corsa alle Primarie. Per Cuomo: “Sconfitte le liturgie e i gruppi di potere. Vigileremo“. Per Sgroia: “Saranno uno strumento democratico. Io sono in campo per un rinnovamento generazionale“.

Geminus Pub-Eboli-accordo PD

Geminus Pub-Eboli-accordo PD

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Partito Democratico di Eboli tra qualche mugugno e qualche mal di pancia, alla presenza di una delegazione ufficiale composta e Tonino Pagano, Giuseppe Lanzara, e guidata dal Segretario provinciale Nicola Landolfi ha trovato se stesso e si è ricomposto.

Le Primarie del Partito Democratico di Eboli aperte agli altri Partiti della coalizione, si terranno l’8 marzo prossimo e il termine ultimo per potervi partecipare è fissato per il 16 febbraio prossimo. Per questa data sarà necessario: per coloro i quali sono iscritti al PD, presentare le proprie candidature sorrette da 50 iscritti; Per gli altri candidati che intendono partecipare è sufficiente essere indicati dai propri pertiti di appartenenza. Non si comprende, perché del tutto trascurato, come possibili candidati non iscritti al PD e nemmeno ai “fantomatici Partiti” facenti parte di una “fantomatica coalizione” ancora del tutto da comporre, possano parteciare. Teoricamente dovrebbero partecipare, l’API, Italia dei Valori, SEL, Rifondazione Comunista.

Nicola Landolfi-Manifestazione PD-Eboli-Hotel Grazia-1

Nicola Landolfi-Manifestazione PD-Eboli-Hotel Grazia-1

Candidati, Partiti e coalizioni a parte, il dato politico è che intorno ad un tavolo si sono seduti tutti quei soggetti: che a seguito dei burrascosi eventi dei mesi scorsi, che hanno portato alle dimissioni di 18 Consiglieri Comunali di cui ben 9 del PD, i quali hanno determinato a loro volta la caduta dell’Amministrazione comunale a guida Martino Melchionda e la successiva nomina di un Commissario Prefettizio.

Insomma, tutti quei soggetti e gruppi politici che si erano allontanati e conseguentemente organizzati al di fuori del Partito Democratico, fino a minacciare di affrontare una campagna elettorale con liste civiche in contrapposizione al proprio Partito, che al contrario in un primo momento si era schierato a fianco, sia del Sindaco che di una parte di quei Consiglieri e ex Assessori che insieme al Sindaco erano stati sfiduciati, e così da ieri sera il PD da “Patrigno“, prova a ritornare “padre” e a ricomporre la sua famiglia.

Hanno partecipato al “Tavolo della ricomposizione” l’ex On. Tonino Cuomo, l’ex Presidente del Consiglio Comunale Luca Sgroia, l’ex Vice Sindaco Cosimo Cicia, l’ex Assessore Adolfo Lavorgna, l’ex Consigliere comunale Roberto Palladino, l’ex Presidente del Consiglio della prima consiliatura Melchionda Mario Conte, l’ex assessore della Prima amministrazione Melchionda Daniano Capaccio, e l’ex consigliere personale del Sindaco Melchionda Vincenzo Caputo. Praticamente intorno al tavolo della ricomposizione ad eccezione di Palladino, c’erano tutti i candidati a Sindaco ed evidentemente tutti quelli che parteciperebbero alle Primarie del PD aperte alla coalizione.

Luca Sgroia-Sala Ritz-Eboli-1

Luca Sgroia-Sala Ritz-Eboli-1

Tra i primi ad esprimere un giudizio, ma anche a sottolineare la sua partecipazione è stato Luca Sgroia: “Sono molto soddisfatto che finalmente sia stata stabilita la data per le Primarie del PD, individuata nel’8 Marzo prossimo. Saranno Primarie libere ed aperte a tutti.

Le Primarie sono lo strumento con cui i cittadini liberi di Eboli potranno scegliere in modo trasparente il candidato sindaco del centro-sinistra. Io sono in campo, come anticipato da parecchi mesi, con un progetto politico ed una squadra con cui ci proponiamo di imprimere una svolta radicale alle sorti della Città: nei termini del rinnovamento generazionale, della sburocratizzazione e dello sviluppo.

Mi auguro che le Primarie siano le più partecipate possibili e che siano una grande festa di democrazia e speranza, un momento in cui sia finalmente la gente a decidere e non i burocrati di partito“.

L’incontro si è tenuto al Pub Geminus. La scelta la dice lunga, ma è una conseguenza lunga anni. Infatti il PD a Eboli sebbene sia il maggiore Partito e sebbene sia stato l’azionista maggioritario delle varie Amministrazioni che si sono succedute, non ha una sede, al contrario dei vari gruppi che fanno capo a diversi leader politici locali come Sgroia leader di Eboli Libera o Cuomo a capo di 4 liste civiche, o lo stesso ex Sindaco Melchionda o i Liberi e Riformisti di Conte, da sempre mai integrati e con una propria e strutturata organizzazione.

Antonio Cuomo

Antonio Cuomo

Anni che si sono fatti scorrere lasciando il Partito alla mercé di scorribande politiche consumate, tra una primaria e l’altra, tra un’amministrazione e l’altra, tra veleni, tagli di testa, sgambetti e azzoppamenti vari, con la grave e colpevole complicità degli organi provinciali del Partito, intento più a non schierarsi evidentemente non fidandosi di nessuno e perché troppo ripiegato su Salerno e le vicende salernitane, una volta a favore e un’altra contro i vari gruppi di potere locali, che combattevano una lotta senza quartiere e che hanno finito per lasciare solo macerie politiche e hanno fornito agli elettori un messaggio negativo, oltre che una condizione di inagibilità politica.

Ad esprimere soddisfazione per il risultato conseguito è stato anche Tonino Cuomo: “Le primarie, sono uno strumento di grande partecipazione di base, indispensabile al confronto democratico e limitative rispetto ai gruppi di potere che si rifanno al passato e al presente e che attraverso le tessere cvorrerebbero un controllo assolutistico, tagliando fuori la stragrande maggioranza del popolo dei democratici.

Uno strumento importante, ma che, proprio per la sua apertura totale si potrebbe prestare ad altro e per questo vigileremo perché sia una competizione democratica e civile.

Sono soddisfatto anche perché il PD, oltre ad aprire la partecipazione alle Primarie a quei Partiti che si richiamano al centrosinistra, ha trovato tutti d’accordo approvando una risoluzione che esclude le solite liturgie che attribuiscono a circoli di pochi uomini ogni scelta, scelta, come per il passato, che ha portato all’isolamento politico del PD e a soluzioni dell’ultimo minuto. Sarò della partita proprio per dare un contributo al PD e partecipando alle Primarie, semmai come candidato Sindaco, dare un contributo alla mia Città“.

Gerardo Rosania

Gerardo Rosania

A giudicare dalle dichiarazioni dei due esponenti politici sembra che il PD abbia trovato la sua strada, ovviamente sempre che riesca a condividerla con i probabili suoi alleati, cioé quei partiti che si richiamerebbero al Centrosinistra, ma che in ogni circostanza non perdono mai occasione per divaricarsi.

Pare in ogni caso, che si sia scongiurato il tentativo di evitare le Primarie, demandando al PD e alle altre forze politiche di una possibile e probabile coalizione, la scelta di individuare un candidato Sindaco, portato avanti da una insolita alleanza Palladino-Conte-Capaccio. Così come pare si sia accantonata quella ipotesi già manifestata dalla “nuova” alleanza tra Sinistra Ecologia e Libertà, Sinistra Unita, Rifondazione Comunista e Liberi e Riformisti, attraverso la quale oltre a cercare di costruire una “piattaforma politica” comune avevano, attraverso veti e distinguo, indicato anche chi sarebbe dovuto salirci su.

Assunta Nigro

Assunta Nigro

Il fatto politico certo è che il Partito Democratico come da copione, riesce sempre a trovare la sua unità prima delle elezioni salvo poi a frantumarsi e combattersi senza esclusione di colpi dopo le elezioni, approfittando della incapacità e della poca consistenza di una destra divisa, rissosa e con un bel bagaglio di responsabilità alle spalle, come per la gestione rovinosa delle politiche sanitarie, specie nella nostra Città con la conseguenza del forte ridimensionamento dell’Ospedale Maria SS Addolorata, oltre che le atre politiche dei trasporti, scolastiche, ambientali e dei rifiuti, della viabilità, dei servizi e dell’Assistenza sociale. Una “condanna” che costringe i cittadini ebolitani a scegliere il meno peggio, che arriva proprio l’8 marzo, giorno della festa della donna, giorno in cui si svolgeranno le Primarie che confermano drammaticamente l’assoluta presenza femminile.

E al di la dei discorsi di facciata che attraversano partiti e uomini di Destra e di Sinistra che si dicono liberali, democratici, progressisti, l’unica donna in campo come Candidata Sindaco è Assunta Nigro, Coordinatrice provinciale del Movimento Arancione che si richiama al Sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Se non è una sconfitta per le donne e per gli uomini ci si dica cosa è.

Eboli, 31 gennaio 2013

29 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Innegabilmente l’elezione al Quirinale di Sergio Mattarella, segna una vittoria storica del PD di Renzi e dell’area di centro sinistra, con un centro destra all’angolo ed oramai, finalmente, subalterno.

    Qesti in salsa locale significa pure che non dobbiamo mancare all’appuntamento di eleggere allo scranno di primo cittadino un appartenente al Partito Democratcio, o altrimenti saremo fuori gioco e fuori dalla Storia.
    Io personalmente ho da tempo indicato un mio candidato alla bisogna, ma per etichetta lo evito di dichiarare apertamente ma lo si è acclarato oramai da tempo.

    Ricordiamo che:

    Nelle primarie si decide con ogni probabilità chi sarà il capo del Comune di Eboli, e quindi un pezzo fondamentale del clima e del quadro politico.

    Chi non vuole andare a votare alle primarie del centrosinistra avrà, per carità (a mio vedere errando e di grosso) svariate e sincere buone ragioni per astenersi. Ma è difficile sostenere che le primarie non contino, che il loro andamento e risultato siano secondari o scontati.

    Vedremo chi il 16 febbraio avrà la forza politica di mettersi in gioco, e chi ha solo tastato il terreno in stucchevoli quanto inutili schermaglie.

    Dall’altro saremo responsabilmente sostenutori di un governo cittadino, incaricato di assumere provvedimenti di assoluta emergenza, consapevole degli sforzi futuri da fronteggiare, il quale si proporrà di coniugare il rigore con l’equità, la crescita con la redistribuzione delle risorese, l’efficienza con la solidarietà, ed in ultimo ridare fiducia ad un ambiento mortifero e mortificato da inegfficienze lampanti, frutto di politica spicciola e non di largo respiro!

    Ad Maiora…..

  2. …@….
    Mi sarebbe piaciuto essere presente all’incontro …con tutte le dovute precauzioni… ma di che hanno parlato del futuro di Eboli o del futuro candidato a Sindaco …certo l’ultimo decenne non e’ mica stato tanto positivo… spero che abbiano la bontà di rinnovarsi …ma poi perché in un locale e non in sezione chi a pagato alla romano a a pagato il segretario con il tesseramento poveri noi che brutta deriva repubblica….

  3. Gente è arrivato ad EBOLI il segr
    provinciale dei PD (eletto presidente dell’ASI 2 giorni fa con stipendio da 6500 euro al mese netto, non penso sia un avvocato, o un imprenditore ecc) dopo che il suo padrone SALERNITANO ha ricevuto i vari candidati ebolitani ed ha gia’ PROMESSO a tutti quelli che devono fare un passo indietro quale incarico ben PAGATO sempre e solo da NOI POPOLO dovranno appoggiare e farlo diventare la CONTINUITA’dell’ex sindaco MELCHIONDA . PENSO CHE A QUESTO PUNTO è PREFERIBILE VOTARE CARIELLO …. ALMENO PENSA PER EBOLI E GLI EBOLITANI TANTO IL NOME SCELTO DA SALERNO DOVRA? SOLO CONTINUARE A SVENDERE EBOLI. IL NOME CHE USCIRA’ DAL CILINDRO VE LO DIRO’ SU QUESTO BLOG FRA’ 9 GIORNI

    • pietro “the small”, voi puntate contro il pd sulla malagestione innegabile di melchionda, noi sulla svendita degli amici di cariello dell’ospedale, il diritto alla salute e poi….le tante mamme che protestano una brutta cartolina elettorale!
      Riflettici:
      Carissimo,ma tu pensidavvero che una nazione in mano al pd gli ebolitani siano cosi stolti da andare, o my god, contro corrente?
      il suicidio civico sarebbe….
      CARO PICCOLO PIETRO, LA GENTE VUOL VINCERE E NON SPRECARE IL VOTO, DAL CILINDRO USCIRA’ SEMPRE UN PIDDINO,MAGARI, O SICURAMENTE, EX PARLAMENTARE!

  4. CHE VERGOGNA

    • la vergogna è chi vota x ipartiti di plastica, dove la partecipazione è rinnegata, questa è la vera vergogna!

  5. Pare che dopo l’intervento di Cuomo venga riaperto il reparto di pediatria . Dopo la vicenda dell’istituto agrario altra vittoria della concretezza. Cuomo ha svolto finora funzioni che non gli hanno permesso di avere molta vicinanza ai problemi del paese ma da quando se ne sta occupando ha avuto ottimi risultati a scapito di chi vaneggia dicendo di voler bene ad Eboli ed invece si genuflette ai suoi referenti sovraterritoriali per esclusivi interessi personali a danno della comunità.

    • CUOMO E’ UN GIGANTE A CONFRONTO DEI TANTI POLITICUCCI ANSIMANTI, AGRARIO PEDIATRIA, E IN AGGIUNTA, UNA FORTE IMMAGINE LOCALE, E’ CONOSCIUTISSIMO IN PROVINCIA E QUESTO E’ DI PRESTIGIO ALLA CITTA’!

  6. Eboli non è il Quirinale, se il PD crede che con le elezioni di Mattarella combia tutto, personalmente non lo credo. Al governo rimangono sempre le stesse persone, idem a Eboli, tutto si cambi per non cambiare niente. Il gattopardo insegna. Admin fa una analisi esatta….

    • l’elezione di Mattarella è l’onda lunga del pd un partito nazione, berlusconi umiliato ha dato una forte immagine a renzi e a tutta la sua squadra, dunque oramai farà man bassa alle prossime elezioni come niente fosse, gli elettori si concentrano su chi fa massa critica, non vogliono disperdere i consensi fatevene una ragione, il pd sarà per dieci anni il protagonista assoluto a tutti i livelli,a partire 17/5

    • ASLAN IL MOVIMENTO ARANCIONE HA FALLITO, SOLO BLA BLA, IN SPECIE IL CASINISTA CON LA BANDANA CHE SIEDE A NAPOLI, FOSSE UN MIGNOLO DI DE LUCA PASSEREBBE ALLA STORIA, MA TANT’E’…UNA DELUSIONE, A BREVE SLOGGIA E FARA’ L’AVVOCATO, SE LO SA FARE!

  7. Aaa cercasi . xxxxxx xxxxx xxxx xxxx xxxxxx xxxx xxxx x xxxx x x x xxxxx xxxxxxx x x x xxxx xxxx xxxxx x . cerca lavoro . anche come corriere della SDA Bartolini oppure come trattorista oppure come commi’ nei ristoranti.

  8. c’erano sicuramente i tarallucci e il vino

  9. Ettore capisco che fai parte della comitiva che ha amministrato Eboli negli ultimi anni, ma non capisco le tue accuse a cariello visto che abbiamo avuto un sindaco che ha fatto finta di interessarsi dell’ospedale mentre in altre sedi parlava di salvare solo l’ises, e poi il grande senatore Cardiello che dice di stare ai vertici nazionali cosa ha prodotto per l’ospedale ed in questi 20 anni per Eboli?. Allora forse è preferibile mettere Eboli nelle mani delle donne ( sicuramente intellettualmente piu’oneste) ed a sindaco Cariello che l’unico piccolo potere he ha gestito è stato da assessore provinciale al sociale ed i fatti dimosrano che ha fatto tanto per Eboli e gli EBOLITANI

    • Cariello + Caldoro + Cirielli+ Squillante pari son
      =
      chiusura sanità ad eboli!
      Conclusione, da maggio pd al vertice al regione, si cambia solfa!

    • COSA HA FATTO CARIELLO X GLI EBOLITANI,QUANDO ERA ASSESSORE DI PRC ALLA PROVINCIA?… RISPONDI CON FATTI E NUMERI!!!
      ATTENDO OPERE ASSUNZIONI PRESE DI POSIZIONE!

  10. Sentite ma il pd non é quel partito che ha governato Eboli per 10 anni trasformandola in una cosa privata buona solo a fare piaceri agli amici in cambio di potere??? O sbaglio?

    • no! no! non ti sbaglio è proprio quello . ed è per questo che continuerà a vincere e io mi farò ancora più grasso di quanto sono!!!! evviva il pd evviva eboli srl. abbasso il cd e il xxxxxxx.

  11. Che tristezza che la destra ebolitana si affidi ad uno che deve la sua storia politica i voti ed il successo alla parte completamente avversa,una distanza di 180°, che sottolinea la mancanza di personalità nei cosidetti moderati!
    un vizio di fondo che vi porterà a perdere!

  12. ….@….
    Se le voci che circolano in questa giornata, riapertura di pediatria e rafforzamento dell’unita’ di emodinamica presso il P.O. di Eboli, va dato merito al sig. Cuomo di dare inzio seppur sembra con ritardo di una inversione di tendenza dalle precedenti amministrazioni …si era iniziata una campagna di foto con Berlusconi Alfano Caldoro Squillante Spinelli x finire alle sceneggiate di finte occupazzioni che volovano essere rassicuratrici x l’opinione pubblica ma cio non e’ stato, c’e’ bisogno in questo momento storico non felice x Eboli visto i molteplici tentativi di scipparci Ospedali Scuole Giudice di pace Polizia a far diventare Eboli cittadina dormitorio incapace di sfornare cultura e creare condizioni lavoro se le persone candidate sono queste copio un famoso attore comico italiano e meridionalista e scrivo VOTA ANTONIO

  13. Continuando a votare gli stessi soggetti, avrete le stesse politiche e gli stessi identici risultati per i prossimi 5 anni. Nessuno ha voglia di cambiare qualcosa? Nessuno ha voglia di scoperchiare qualche pentola? Quando comincerete a sentirvi corresponsabili di ciò che sta diventando questa città? Vigilare, giudicare e punire i cattivi amministratori non è soltanto un diritto del cittadino ma è soprattutto un dovere.

  14. Chiedete ai candidato Cuomo e Rosaria quanto è stato approvato il famoso decreto 49 della Regione Campania sulla sanità dove siedevano? Il Cariello casa faceva in provincia e il Cardiello al Parlamento. Tutti gli altri amministratori a bocca aperta ad aspettare cosa…..

  15. Cuomo chi? Mi pare veramente paradossale come un politico dove 20 anni di politica non si sia mai visto ma soprattutto io non ricordo una battaglia di Cuomo. Ad eboli meno fai e più sei apprezzato come cerchi di fare qualcosa subito partono critiche e cose varie la dimostrazione sono i candidati di destra e sinistra.

    • non ricordi o perchè non hai memoria storica o perchè sei in malafede:
      Una persona per rimanere tanto tempo al vertice, ob torto collo q.sa ha fatto!
      1-Il reparto di emodinamica è stata una sua battaglia, 2-il finanziamento di due istituti superiori pure,
      3-il salvataggio dell’agrario di pochi giorni fa anche …….e ora una chiccha che darò a breve

  16. il più vicino ai problemi degli ebilitani è stato sempre e solo : Massimo Cariello Mi dite gli altri cosa hanno fatto per gli ebolitani e per Eboli?

    • il più vicino ai suoi interessi forse, il giorno del ballottaggio era di sinistra, la sera a urne chiuse e sconfitta accertata era di destra, se questo è il futuro…

  17. Se l’assunto è che Cuomo non ha fatto nulla per Eboli, cosa su cui concordo e ho cercato di spiegare i motivi, ci fate la grazia di farci capire cosa abbia fatto Cariello? Negli ultimi 5 anni , non vado oltre, a me risulta solo una misera opposizione a Melchionda. Misera nel senso di opposizione senza nessuna efficacia. Cerchi almeno di imparare dai riformisti per i prossimi 10 anni

  18. Credo che le primarie aperte anche ad altri esponenti della “coalizione” che ancora non è stata definita, sia solo il modo per lasciare la porta aperta a qualche illustre eventuale sconfitto, al fine di poter andare in piena autonomia alla consultazione elettorale. Credo che questa soluzione sia la piu’ pasticciata delle soluzioni possibili.

  19. Le primarie sono uno strumento alto di democrazia partecipativa se svolte con regole certe e voto libero (nel senso di non coartato). la differenza sui candidati, oltre ai risultati personali, è nelle modalità di imposizione di una candidatura a sindaco.
    Il sig. Cariello si è autocandidato spaccando il centrodestra che, allo stato, vedrà concorrere due competitor quali Damiano cardiello e il suddetto Cariello. Alla logica della riflessione e della scelta condivisa quest’ultimo ha preferito la forzatura,sicchè la spaccatura era nelle cose.
    L’on. Cuomo avrebbe potuto concorrere con liste civiche, a prescindere dal partito d’appartenenza che, come sappiamo, ad Eboli non ha più riferimenti seri, invece si è messo in gioco accettando di partecipare alla roulette delle primarie con i rischi che ne derivano da eventuali inquinamenti.
    Per quanto riguarda i risultati concreti raggiunti dai due, le ultime vicende, poco note per l’umiltà del candidato Cuomo che di solito preferisce non apparire, sono la dimostrazione delle reali possibilità che si aprono con l’uno o con l’altro.
    I salvataggi in serie (per citare la cronaca degli ultimi mesi) dell’istituto agrario, di pediatria, il rafforzamento di emodinamica, il recupero di posti letto per il nostro presidio ospedaliero, lo stanziamento definitivo dei fondi per la nascita dell’ospedale unico della Valle del Sele in loc.tà Acquarita, contraddistinguono l’operato fattivo del candidato Cuomo pur non rivestendo alcuna carica formale.
    Dell’altro ricordiamo, sempre in riferimento all’ultimo periodo, ciò che non ha fatto…o ha permesso di fare ai suoi compagni di partito, coalizione, nei confronti della nostra amata Eboli, scippi premeditati nella scuola e nella sanità, ambiti storici e valoriali della comunità Ebolitana, Probabilmente il sig. Cariello non sa nemmeno definire le parole “Storia” e “Valore”…! Cordiali saluti

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente