Eboli: Passano in Consiglio Consuntivo e risoluzione sulle Partecipate

Ascoltate le relazioni  del vice Sindaco Di Benedetto, passano agevolmente in Consiglio il Consuntivo di Bilancio e le Società Partecipate.

Seduta serena che approva i due punti finanziari all’Ordine del Giorno, rimandate a data da destinarsi le modifiche al Regolamento del Consiglio Comunale. Il Sindaco Cariello: ”Stiamo ottenendo risultati importanti sia sul profilo finanziario che sulla gestione delle società partecipate!”

Consiglio comunale-consuntivo-partecipate

Consiglio comunale-consuntivo-partecipate

di Marco Naponiello
per (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI- Secondo round del trittico che si consumerà nell’Aula magna del Municipio riguardante le sessioni del Consiglio Comunale. Si è iniziati lunedì u.s. con la discussione sull’area P.I.P., si continua giovedì 19 con il Conto Economico 2016 in abbinamento alla Ricognizione/Revisione delle partecipazioni possedute dal nostro Ente in alcune società pubbliche e  per finire lunedì 23 si avrà un’altra sessione riguardante le zone dell’agro e il loro riutilizzo connesso ad un rilancio socio-economico sempre più pressante di tali aree, ossia:ex Apoff e  San Nicola Varco.

Cosimo Pio Di Benedetto

Cosimo Pio Di Benedetto

Quindi un profilo di taglio esclusivamente finanziario quello in discussione questa sera, che inizia con 19 presenti e 5 assenti e le due veloci relazioni del vice Sindaco e assessore al Bilancio Cosimo Pio Di Benedetto. La Prima riguardante  la Chiusura economico patrimoniale dell’Esercizio 2016, l’amministratore pubblico ha snocciolato un sequela di dati che per comodità riassumeremo in pochi passaggi, ossia nell’intento della Giunta di diminuire il debito pubblico in una ottica di trasparenza e buon andamento della P.A.: ”Il Conto Economico e lo Stato patrimoniale confluiscono nel Rendiconto 2016 cosi come voluto dai nuovi parametri contabili della legge 96/2107, che ha ottenuto il parere positivo del collegio dei revisori contabili con una posta in pareggio di 102 milioni di euro tra crediti e debiti complessivi. Stato patrimoniale: crediti 43 milioni, fondo 23,64 milioni attivo, mentre i debiti sono di 31, invece il patrimonio netto è di 27 milioni al 1 gennaio 2016!” Continua il vice Sindaco che conclude:”Stato patrimoniale gestito dagli stessi principi contabili, il Conto economico è il risultato di esercizio, con 31 milioni di attivo e 29 di negativo al saldo. Abbiamo rispettato i principi di efficacia ed efficienza amministrativa! Senza discussione di merito, si passa subito alla votazione che avrà 14 voti favorevoli e 5 contrari.

consiglio comunale consuntivo

consiglio comunale consuntivo

Secondo intervento, sempre dell’assessore Di Benedetto, ma stavolta su Revisione straordinaria delle partecipazioni ex art. 24, DLgs 19 agosto 2016 n.175, come modificato dal DLgs 16 giugno 2017, n. 100 – Ricognizione partecipazioni possedute”, sempre in ottemperanza ad un dettato normativo, DLgs. 175/2016, ovvero il TUSP (Testo Unico Società Partecipate) il quale si basa sulla valorizzazione delle quote degli Enti pubblici, riversate in tali società con finalità prettamente collettive.Ricordiamo che il mantenimenti di tali quote è riservato a società che svolgono delle finalità essenziali pubbliche, le altre eventualmente devono essere alienate ossia poste in liquidazione, perché non più rispondenti agli interessi generali, sempre nell’ottica dell’efficiacia-efficienza P.A. e razionalizzazione delle risorse –  Di Benedetto poi passa nello specifico: – Noi siamo come Ente nell’ASIS, il consorzio per la rete idrica integrata con il 9,30 per cento, creata nel 2003, in un ambito di area vasta, ATO Sele 4, conferirà i servizi fino al 31/12/36. Del Consorzio area PIP deteniamo l’1,43%, creato in sinergia con gli imprenditori per assegnare lotti a finalità di insilamenti produttivi e opere di urbanizzazione primarie realizzate nel tempo, dunque non abbiamo utilità a rimanerci dentro come Comune e proporremmo la  messa in liquidazione dello stesso. Cosa diversa per la Eboli patrimonio srl dove abbiamo un contenzioso con il Monte dei Paschi che ha costituito ipoteche,creata per la cartolarizzazione dei beni immobili e messa in liquidazione ma vantiamo come Ente crediti per 3ml di €, e la Multiservizi dichiarata fallita con sentenza n°62 del 2015,spero una condivisione ampia sulle scelte da noi operate!

pasquale Infante

pasquale Infante

Interviene Pasquale Infante capogruppo del PD subito a fine discussione, e pone un quesito intrigante, sia alla segretaria Livia lardo, che al ragioniere capo Cosimo Marmora, inerente il consorzio ASIS, ossia: ”il DLgs 175/2016 all’art.24 quinto comma pone un termine ordinatorio o perentorio per la delibera di questa sera, e se cosi fosse, potremmo perdere in futuro, essendo oggetto di sanzione, il diritto di esercitare le nostre facoltà di soci all’interno del sodalizio (voto, alienazione quote etc) , onere che andava ottemperato in data 30 settembre u.s., con trasmissione al MEF (Ministero economia e Finanze) e alla sezione regionale della Corte dei Conti, dunque quello che deliberate stasera è fuori tempo massimo, illegittimo, cosa intendete fare?”

Il presidente Fausto Vecchio ha operato un ruolo di mediatore tra Infante e i tecnici chiamati in causa (sostenuti dai consiglieri di maggioranza Giuseppe La Brocca e Pierluigi Merola), che hanno pacificamente sostenuto di essere un tempo ordinatorio, dunque nessuna perdita (con un Pasquale Infante che per nulla convinto, continuava a sostenere la sua tesi) per il nostro Comune dei diritti sociali ma solo una sospensione dal 30 settembre, sino al 19 ottobre.

Antonio Conte

Antonio Conte

Anche Antonio Conte (capogruppo MDP) invero, si inserisce in questa esegesi giuridica e di fino pone un quesito, a cui non si è data alcuna risposta né dai tecnici né dai banchi della Maggioranza: Diamo per buono il termine solo ordinatorio, ma se nella vacatio temporis di questi 19 giorni ci fossero state delle deliberazioni mentre noi versavamo in quiescenza, altri hanno deciso per noi impegnando cosi il nostro Ente?

Il Sindaco Massimo Cariello infine, ha tenuto un intervento conclusivo estremamente breve e  dopo i ringraziamenti di rito alla sua Maggioranza ha voluto precisare il percorso fruttuoso che a suo dire, la coalizione retta da se medesimo sta raggiungendo in molti ambiti.

Massimo Cariello

Massimo Cariello

Il settore delle Partecipate: noi ci tuteleremo in ogni dove anche giudiziariamente per quel che riguarda la liquidata Eboli Patrimonio srl e gli interessi pubblici che rappresentiamo, ma un percorso importante lo stiamo sviluppando nell’ASIS, dove dopo molti anni stiamo portando a termine opere strutturali, come il collettore fognario di coda di Volpe fino a Campolongo, una società di valenza strategica questa dove operiamo, che serve un ampio territorio. – Poi il Primo Cittadino stempera le polemiche sugli appalti dei parcheggi: – ”Il DLgs 2106, statuisce che le società fallite, come la nostra Multiservizi non potranno tramite nuove società con medesimo oggetto, continuare a erogare i servizi della precedente, dunque la nostra volontà di affidare i parcheggi a terzi è in ottemperanza ad un obbligo normativo; nella stessa stregua di rilancio ed ottimizzazione delle risorse consta lo scioglimento del consorzio Area PIP, cosa che proporrò alla prossima seduta assembleare che si terrà tra qualche giorno! Dopo l’ultimo quesito inevaso e l’intervento del primo Cittadino si passa alle votazioni, le quali portano nel carnet della Maggioranza un facile 15 a 5

L’ultimo punto in agenda il: “Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale”, dopo una sospensione richiesta dal capogruppo UDC, Giuseppe La Brocca, viene unanimemente rimandato, sine die, da tutto il civico consesso per motivi di opportunità politica.

Per terminare, il Consiglio Comunale convocato per le ore 20.00  del 19 ottobre 2017 con  la trattazione del seguente  ordine del giorno, ha avuto tale esito:

  1. Comunicazioni del Sindaco e/o del Presidente;(nessuna)
  2. Chiusura economico patrimoniale dell’Esercizio 2016. Approvazione;(14 favorevoli e 5 contrari)
  3. Revisione straordinaria delle partecipazioni ex art. 24, DLgs 19 agosto 2016 n.175, come modificato dal DLgs 16 giugno 2017, n. 100 – Ricognizione partecipazioni possedute. Provvedimenti. (15 favorevoli e 5 contrari)
  4. Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale – Approvazione. (rimandato unanimemente)

La seduta è stata congedata alle ore 21.45

Eboli, 20 ottobre 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente