Martedì Consiglio Comunale: della “svolta” o della “sbandata”?

Convocato il Consiglio Comunale della “svolta” o della “sbandata”: Con Polito che aderisce a FLI cambia nuovamente l’assetto della maggioranza.

In Consiglio Comunale si preannuncia guerra: Politica e di posizioni.  Si parlerà di maggioranze, di Piano di Zona, di commercio e di crisi occupazionale, e non poteva mancare, di Fotovoltaico, di Eboli Patrimonio. Intanto l’Amministratore Rubini pare si è dimesso.

Martino Melchionda Consiglio Comunale

EBOLI – Martedì 29 novembre 2011, alle ore 18,00 è stato convocato il Consiglio Comunale con un bel po di punti all’ordine del giorno, così come riportato dall’avviso di convocazione che qui appresso si pubblica.

Sarà una Consiglio particolare o sarà come la maggior parte degli altri che normalmente si tengono senza che vi siano particolari riflessi per la Città. Sicuramente ci sarà una discussione politica atteso che nella giornata di domani la Maggioranza terrà una manifestazione pubblica nell’Auditorium di san Bartolomeo. Manifestazione che parla di “Svolta” e vede impegnati i Partiti PD, API, UDC, che sorreggono la Giunta Melchionda, più Paolo Polito che invece nella giornata di domani mattina ha convocato una conferenza stampa per le 11,00 presso il Bar la Terrazza, per annunciare il suo Passaggio a FLI, il Partito di Fini, ma anche per affermare la sua appartenenza alla Maggioranza.

E’ da scommettere che la parte politica prenderà il sopravvento sugli argomenti, anche perché gli stessi si prestano ad essere affrontati con buona dose di politica. Si parlerà nelle interrogazioni e tra le interrogazioni figurano quelle dei contiani, gruppo di minoranza del PD, sempre più con la “bava alla bocca“, nelle quali si chiede di sapere: del Parco Fotovoltaico e del Polo Didattico; del Centro Commerciale e di commercio in genere; di urbanistica e dei PUA. Mancherà solo di discutere sul cielo.

Polito Paolo

Poi dei vari punti all’ordine del giorno si parlerà anche:  di Eboli Patrimonio in occasione della presentazione della relazione annuale 2011 e triennale 2012-2014 della Società e le relative comunicazioni del Sindaco; del SIIS il servizio idrico; del Forum dei giovani, del Piano di Zona; di lavoro e della crisi occupazionale. Tutta materia che volendo può essere l’occasione per scrivere i libri.

A farla da padrone saranno sicuramente la Eboli Patrimonio, il Piano di Zona e la crisi occupazionale, ma saranno solo lo spunto per dare risposte alla manifestazione della maggioranza dal tema: “Eboli a una svolta“.

Quella della maggioranza più che una “svolta” è partita come coalizione di Centro-sinistra dimezzato senza SEL, Italia dei Valori e La Sinistra, poi con l’adesione dell’UDC è divenuta per 2/3 di centro, e successivamente con l’adesione di Polito al FLI, che non nega il suo sostegno convinto alla maggioranza, è divenuta per i 3/4 di Centro ed il resto di sinistra (PD),  ma con la defezioni al suo interno dei contiani, ormai convintamente all’opposizione e il recente passaggio di Pietro Mazzini all’UDC che rafforza il Terzo Polo. Che confusione, anzi: che casino.

Altro che “svolta“, qui si tratta proprio di una “sbandata“. Una bella sbandata.

Melchionda Martino

Una “sbandata” che non cancella i problemi, semmai li aggrava, perché per parlare di nuovi assetti politici e di “maggioranze variabili” non si affronteranno in maniera esaustiva i problemi reali della Città. Problemi che non possono essere ignorati,  come ad esempio le conseguenze relative a tutto il baccano che è stato fatto in relazione alla Manifestazione di Interesse pubblico Hispalis, alle varie intromissioni e alle varie scorrettezze, chiedendo la sospensione del Bando, che evidentemente, se rispondono al vero, hanno determinato le dimissioni dell’Amministratore della Eboli Patrimonio, Giovanni Rubini.

Intromissioni che influenzeranno in maniera negativa il futuro di quel Bando, e non perché comprende i Prefabbricati Commerciali, per i quali sono in corso trattative per acquisirli da parte di chi li occupa,  sperando che l’intervento “forzato” e interessato di “minimi” esponenti politici non complicano la trattativa, ma per le intromissioni che potrebbero spaventare eventuali investitori. Un danno del quale, i singoli attori politici e l’Amministrazione, Sindaco in testa, non si rendono conto di aver procurato.

Gerardo Rosania

Intromettendosi in una procedura con evidenza pubblica, che tra l’altro riguarda una società a r. l., privata, sebbene a capitale pubblico, che deve osservare oltre che l’indirizzo dell’Amministrazione, suo unico proprietario, le regole del mercato e del Codice civile in materia societaria, e deve darne conto solo ed esclusivamente nei suoi spazi istituzionali, al momento della presentazione del bilancio o del rendiconto annuale, hanno inficiato e non di poco un suo eventuale esito. Indipendentemente dal contenuto della proposta, che si può condividere o meno, presupponendo che il Bando Hispalis stesso sia stato pienamente condiviso dall’Amministrazione Comunale, un diverso esito, rappresenta un danno notevole, e se c’è un danno procurato, chi li paga? Evidentemente ha ragione Rubini a dimettersi se il suo mandato è a sovranità limitata.

Se fossi un imprenditore, non investirei un euro in questa Città. Se fossi un imprenditore poco serio, prima di investire mi preoccuperei di “girovagare” tra Sindaco e qualche consigliere di maggioranza e di opposizione per non avere problemi. E così si alimenta la cacca.

Si parla anche di Piano di Zona, e li ci sono altri problemi che pure meritano di essere approfonditi, e si parlerà per una ennesima volta del Parco fotovoltaico dei Monti di Eboli e come al solito gli interroganti, invece di guardare la luna guardano il dito. E ascolteremo le solite discussioni sulla crisi occupazionale e sui riflessi negativi dopo l’apertura del centro Commerciale Le Bolle.

Massimo Cariello

Sentiremo un sacco di sciocchezze. Avrebbero dovuto pensarci prima, quando la destinazione di quell’area è stata inserita nel PRG, insieme a ben altre due aree, di cui una, tra l’altro, oggetto di contenzioso, che vede il Comune soccombente per diversi milioni di euro, solo perché evidentemente si voleva operare una sorta di “esproprio proletario” ai danni dei proprietari prima e del Comune poi e a favore di alcuni imprenditori, che in quel luogo volevano investire in una analoga struttura al Centro Commerciale Le Bolle.

La crisi occupazionale. C’è un famoso detto che recita: “non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca“, e si aggiunge a spese degli altri. La “botte piena“, perché si è voluto ben 3 aree da destinare a grandi distribuzioni e poi con la “moglie ubriaca“, pretendere di salvaguardare i commercianti e i posti di lavoro che si perderanno a seguito della crisi conseguente del commercio cittadino. Ipocrisia.

E questo è il terreno su cui si affronterà un ennesimo Consiglio Comunale che vedrà da una parte l’Amministrazione “estensibile” asserragliarsi sui propri privilegi e “spartirseli” in una “grotta”, e dall’altra chi sta fuori della “grotta” che vorrebbe entrarci.

……………..  …  ……………….

TESTO DELLA CONVOCAZIONE

Riunione del Consiglio Comunale

del 29 novembre 2011

Il Consiglio Comunale è convocato, presso la Sede Centrale, in seduta pubblica  e in seconda convocazione,  per il giorno    29 novembre 2011, alle ore 18.00 per le Interrogazioni e alle ore 19.00 per la trattazione degli altri punti del seguente

ORDINE DEL GIORNO:

1.    Relazione annuale 2011 e triennale 2012-2014 della Società “Eboli Patrimonio s.r.l.” – Comunicazioni del Sindaco ex art. 18 comma 4 dello Statuto Comunale;

Salvatore Marisei

  1. Approvazione dello schema di convenzione ex art. 30 del D.Lgs n. 267/2000 per l’esercizio coordinato delle funzioni amministrative e la gestione associata dei servizi del Piano di Zona S5 – Legge n. 328/2000 – Presa d’atto verbale del Coordinamento Istituzionale del Piano di Zona dell’Ambito S5;
  2. Modifica Regolamento Forum della Gioventù della Città di Eboli;
  3. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale: Sostegno alle attività del Forum della Gioventù;
  4. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale: Società Eboli Multiservizi S.p.a.;
  5. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale: Ospedale Unico Valle del Sele;
  6. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale: Impianto fotovoltaico di San Donato;
  7. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale: Indirizzo per il sostegno alle Politiche Giovanili e alle attività del Forum della Gioventù.

E’ altresì convocato a seguire, in seduta pubblica e in prima convocazione, per la trattazione degli altri punti del seguente

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Pronuncia mancanza d’interesse acquisizione quota di partecipazione SIIS S.p.a..
  2. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale:  Società Eboli Patrimonio s.r.l..
  3. Mozione ex art. 25 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale:  Crisi occupazionale di Eboli.

Eboli, 23 novembre 2011

16 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Momento di “SVOLTA” o della “SBANDATA”…ennesima “RISATA” mentre a “PIANGERE” saranno i CITTADINI…come sempre d’altronte è ora di dire BASTA.-
    Parliamo ancora di politica.-???.-Ma siamo un po seri x favore eboli solo teatrino della politica e nient’altro.-Non vorrei sembrare un sapientone e tanto meno un megalomane, ma dal dopo Rosania che mi sto occupando un pò di politica e di politici nostrani(FEGATO e STOMACO guaiat ormai)…ma mi dicano un pò i lettori del blog,i cittadini ebolitani e gli stessi politici,quanti cambi di casacche fatte negli ultimi 7 anni qui ad eboli,politici che saltano da uno schieramento all’altro come niente fosse,dimenticando quelle che sono le loro coalizione di appartenenza allora c’è da chiedersi cambiano per il bene di chi.-???.-CERTAMENTE NON PER IL BENE COLLETTIVO DELLA CITTADINANZA,ma solo per curare i propri ORTICELLI.- QUALCUNO mi prende per matto quando dico che non è un COMUNE la città di eboli(minuscola perché tale sta diventando in mano a questi SCIENZIATI della politica), ma solo ed esclusivamente una EBOLI S.R.L gestita dai soliti PAPPONI al potere ,che poi guarda caso sono sempre gli stessi da anni.- Basta guardare gli ultimi eventi dopo la riconfermata carica di Melchionda ,dove stavano certi ILLUSTRI PERSONAGGI .-???…è in quale liste si erano canditati …è con chi.-???.- ma soprattutto in quali coalizioni,allora di che vogliamo parlare,non è nel mio stile fare nomi di illustri personaggi “BALLERINI” per piacerini chiamati “CONTENTINI”.- Io certamente non sono nessuno,ma ho una dignità, la maggior parte di questi signori che siedono a palazzo di città DOVREBBERO VERGOGNARSI,si vergognarsi verso il loro elettorato che li ha votati,be poi vogliamo parlare di Cariello che ha cambiato partito,certamente molti di voi non sono da meno in questo anzi non pochi si sono accomodati alle sedioline della maggioranza dopo che nelle ultime elezioni stavano dalla sua parte. Allora ancora una volta la si chiama ancora politica.-???.-La mia personale era politica se mi sarei accomodato con Melchionda o con Cariello oppure avrei avuto dei benefici.-???…SIGNORI a voi le conclusioni,certamente pover uomo ma con dignità,disoccupato ma con orgoglio…LECCHINACCIO è PROSTITUZIONE non rientra nel mio DNA,per il sottoscritto politica non vuol dire potere ma servizio per la comunità che si RAPPRESENTA ecco perché si dice amministratore cioè il saper amministrare,consultatevi lo zingarelli POLITICUCCI dei mie stivali,cosa vuol dire la parola AMMINISTRATORE…INTANDO ebolitani non ci resta che piangere,io speriamo che me la cavo…come sempre d’altronte ,tanto il cavallo di tutte magiatoie non si è morto mai di fame perché abbituato ad essa,si preoccupassero i Cavalli di cento Padroni che ad un certo punto nessuno li GOVERNO/A.-
    Questa è una mia normale analisi politica,chiamarla politica poi sarebbe offendere quella politica fatta con la “P” maiscola.-
    P.S- andate a verificare che lunghe trafile di cambio di casacche negli ultimi 7 anni di questi ILLUSTRI PERSONAGGI politici ebolitani…ecco OGNUNO a quel che si merita,eboli a loro…PURTROPPO sarebbe il momento di dire BASTA-BASTA-BASTA.-

  2. ???? pregherei l’admin di fornire un servizio di traduzione dei post incomprensibili!

  3. Gentile Compagno Moraniello, apprezzo la tua analisi, anche se con ritardo, di ciò che avviene in questa società di CAMALEONTI. Quando amministravano, in maggioranza o all’opposizione, Antonio Cassese, Vincenzo Sparano, Mario Vignola, Riccardo e Fulvio Scocozza, Tommaso De Angelis, Giuseppe Manzione, Carlo Mazzella, Isaia Bonavoglia, Renato e Gaetano Petraglia, Vito Pompeo Pindozzi, Michele Fiore, Massimo Del Mese, Carmelo Conte, Cosimo Naponiello, Guido Marisei, Vincenzo Aita, Gerardo D’Urso, Bebè Brescia, Pier Donato Lauria e tanti altri che non nomino per brevità e verso i quali mi scuso, questa vergognosa pratica da saltimbanco, voltagabbana e postulanti Politici era abolita dal Dizionario Politico Ebolitano.
    Ci chiamano, in modo sarcastico, quelli della Prima Repubblica, ignorando che, la dignità, l’onesta, l’abnegazione, la moralità, il rispetto, l’educazione e la sincerità, erano doti comuni a tutti gli amministratori Ebolitani.
    Non sono sicuro che leggerai questo mio scritto, il blog stranamente è andato in tilt ed il mio nome non appare nei C”Commenti Recenti”.
    Allego un mia lettera scritta per i miei ex Compagnj Socialista.
    26 novembre 2011 – 05:05

    Leggere il post all’articolo: “Dopo il Parco Fotovoltaico il Polo Didattico. E….. i contiani interrogano il Sindaco”

  4. Costoro tutti continuano a prenderci in giro,chiacchiere ,cambio di partito ,accordi strani e lontani dai loro programmi elettorali dell’ultime votazioni.
    Io dovrei ascoltare costoro che dal 1995 ad oggi coprendosi prima dietro Rosania e poi dietro Melchionda e ancora prima alcuni di loro con il grande Conte hanno distrutto la mia Eboli condizionando la mia vita e quella di tanti altri.Son dei vermi pericolosi e virali,anche se ignoranti aggressivi presuntuosi.
    Il mio appello è ai cittadini ai giovani ebolitani ribellatevi protestate contro costoro non subiteli in silenzio,non capirebbero e fareste il loro gioco.Costor non propongono svolte ne iniziative ne futuro per il paese ma cercheranno solo di mantere il loro squallido potere. Con Bolle è stato dato il colpo finale a un paese in deriva da tempo.Ora si puo considerare Eboli vecchio abbandonato e deserto come Castelgrande o la Roscigno Vecchia,paesi morti senza futuro.Eppure un futuro di cio’ potrebbe esserci basterebbe la buona fede la volonta di cambiare ed investire su cio che si ha ,Ambiente beni culturali tradizioni e storia. Ma Eboli non fa parte del circuito dei comuni del parco turistico dei monti picentini?
    Solo che manca la voglia di fare ma resta solo quella di imbrogliare.
    Cambiamo classe dirigente cambiamo politica di loro si puo fare a meno non prostituiamo i nostri figli con il ricatto e l’illusione fatto ultimamente con Bolle contratti fasulli per 15 giorni per mettere a tacere il clientelismo politico e dopo piu di prima disoccupazione e schiavismo .

  5. speriamo che sbandano tutti e definitivamente

  6. Costoro tutti continuano a prenderci in giro,chiacchiere ,cambio di partito ,accordi strani e lontani dai loro programmi elettorali dell’ultime votazioni.
    Io dovrei ascoltare costoro che dal 1995 ad oggi coprendosi prima dietro Rosania e poi dietro Melchionda e ancora prima alcuni di loro con il grande Conte hanno distrutto la mia Eboli condizionando la mia vita e quella di tanti altri.Son dei vermi pericolosi e virali,anche se ignoranti aggressivi presuntuosi.
    Il mio appello è ai cittadini ai giovani ebolitani ribellatevi protestate contro costoro non subiteli in silenzio,non capirebbero e fareste il loro gioco.Costor non propongono svolte ne iniziative ne futuro per il paese ma cercheranno solo di mantere il loro squallido potere. Con Bolle è stato dato il colpo finale a un paese in deriva da tempo.Ora si puo considerare Eboli vecchio abbandonato e deserto come Castelgrande o la Roscigno Vecchia,paesi morti senza futuro.Eppure un futuro di cio’ potrebbe esserci basterebbe la buona fede la volonta di cambiare ed investire su cio che si ha ,Ambiente beni culturali tradizioni e storia. Ma Eboli non fa parte del circuito dei comuni del parco turistico dei monti picentini?
    Solo che manca la voglia di fare ma resta solo quella di imbrogliare.
    Cambiamo classe dirigente cambiamo politica di loro si puo fare a meno non prostituiamo i nostri figli con il ricatto e l’illusione fatto ultimamente con Bolle contratti fasulli per 15 giorni per mettere a tacere il clientelismo politico e dopo piu di prima disoccupazione e schiavismo .

  7. ma quale sinistra e unità del centro-sinistra, voi con la sinistra non avete niente a che vedere e se non utilizzaste il rosso non si capirebbe che vicollocate a sinistra. E vi dobbiamo ringraziare per i danni che ci avete procurato.

  8. La manifestazione di stasera non la capisco, che senso ha. Dopo il Congresso di SEL che molto abilmente non ha concluso niente, si sarebbe dovuto in chiave politichese continuare a discutere su niente per arrivare all’unità della superficialità e del disinteresse.
    Melchionda dove vuole parare, non si è capito. Glia ltri anche sono incomprensibili e noi ce li meritiamo questi? penso di si.

  9. Per Elio Presutto
    Carissimo Elio,come primo punto mi permetto di dire che quelli che vi definiscono sarcasticamente,quelli della prima repubblica vuol dire che non capiscono un bel fico secco di politica fatta con la “P” maiuscola,anzi avrebbero tanto da apprendere e guadagnare queste “SOTTOSPECIE” chiamati politicucci o amministratori da voi altri, che li avete preceduti in tali funzioni.- Per la seconda repubblica poi ringraziamo ZI Pietro,poverino,lui credeva di eliminare mani pulite,secondo un mio modesto modo di vedere e di analisi politica,mani pulite non è mai finita anzi in aumento in tutti questi anni era solo un modo per far pagare qualcuno è sappiamo benissimo chi,tanto chi di più chi di meno erano rei in molti è non solo lui,per cui grazie al Zi Pietro,un po’ è anche colpa sua se stiamo in queste condizioni.-Nel ringraziarti per il compagno,molti di sinistra scherzosamente mi chiamano il compagno di destra,ma dietro alla parola compagno ci associo il camerata(non estremista,con dialogo) .-I Grandi di ieri sia di destra che di sinistra ci hanno tramandato un messaggio,si quello che le lotti sociali non hanno colori,sono battaglie sociali da VINCERE tutti insieme nell’interesse COLLETTIVO è basta.-Per ULTIMO tutte quelle doti che hai elencato materie sconosciute a questi sono…FONDALMENTE quella chiamata RISPETTO,io personalmente cerco di farne buon uso delle tre ERRE cioè Rispetto,realtà e RESPONSABILITA’ per il sottoscritto sono i tre punti all’ordine del giorno,con tutti,dall’operatore ecologico fino alle massime cariche dello stato,umiltà bellissima parola che va associata ai fatti non alle parole.-Per il dizionario a questi signori gli consiglierei quello per studiare alle medie…SCOLARETTI SCARSI questi amministratori locali.-
    Cordiali saluti con stima ed affetto Franco Moraniello.-

  10. Moranie’ non e’ da te difendere un pluricondannato! Tra quelli che tu e Prosciutto ritenete grandi ci sono i piu’ xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx che le nostre terre meridionali abbia visto nascere! Moranie’ per come stai messo, puoi passare tranquillamente con la sinistra …non se ne accorgerebbe nessuno! Chi condivide idee e logiche da salumeria non puo’ dire di essere uno di destra … la destra di cui parlo io e’ una ideologia che non appartiene ne’ al ‘salame’ ne’ a te se ne condividi la pochezza intellettuale e politica.

  11. Per Elio Presutto…
    Tutto quello che hai scritto non è vero è VERISSIMO.

    Ma con Giancarlo come la mettiamo.?!

  12. X quello che si fa chiamare EZRA POUND (poverino)

    tu con chi sei passato ultimamente(poverino),idee e logiche da salumeria.-???
    la mia pochezza intellettuale e politica.-??? COMPLIMENTI SEI TALMENTE DI DESTRA TALE DA NASCONDERTI NEL PIU’ STUPIDO dell’anonimato,dimmelo di persona visto che hai IL CORRAGGIO di uno di destra…un cosiglio resta nel tuo ononimato fai più bella figura che in identità vera.-

  13. Moranie’ nun fa ‘o malament tu si’ nu bravo guaglione …che vuo’ fa ‘o camurrist’ comm’ ‘o prigioniero politico… tu che dici di essere uomo di destra che hai da spartire con uomo come Prosciutto? Conviene dedicarti al capocollo e allo studio e’ meno pericoloso e fra qualche anno riuscirai a mettere insieme una frase che abbia senso compiuto in un italiano accettabile…. non te la prendere scherzo…e poi uno che scrive come te e’ stato sindaco di questa sfortunata citta’… chissa’ uno di questi giorni potrebbe capitare anche a te! Un’ultima cosa …io non riderei di Ezra Pound …da uno di destra ….Ezra dovrebbe essere considerato un eroe un po’ di rispetto Franctie’!

  14. a tutti
    riesco a capire moraniello, perchè non mi nascondo dietro la scusa della scrittura non comprensibile, questo atteggiamento da intellettuali è anacronistico, e ipocrita da parte vostra che frequentate orgogliosi e copiosi internet che non è l’accademia della crusca

  15. caro anonimo Ezra Pound o vuoi che ti chiamo col tuo vero nome,sai io di problemi non me ne faccio,solo che non ti vorrei far fare una delle tue belle uscite a vuoto come sei abbituato a farlo nel quotidiano,vedi te lo dico con tutta sincerità lascia stare…Buono coi buoni cattivo coi cattivi senza essere ne “malament” o “cammurist” ma semplicemente Franco,per un italiano accettabile prendi esempio da Di Pietro e da molti altri e capirai se ci vuole l’italiano o il cervello,cosa che a te senz’altro e per cui non tanto in buone contidizioni,ti consiglierei una bella rettifica prima di fonderlo del tutto,credimi…per il RISPETTO impara prima cos’è è poi ne parleremo caro Pseudònimo di un Ezrachiè…impara a prenderti responsabilità anche nel scendere a commentare ma sopratutto non strumentalizzare GRADE SCIENZIATO padrone del sapere,tale……da non firmarsi,che RIFIGURA di M….-

  16. Ma vuoi vedere che dopo sette anni questi si ricordano anche dell’interesse pubblico?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente