Vecchio e la chiarezza del Nuovo PSI: “Non hanno autorità morale e politica”

“Cariello, alfiere di Rosania, ha appoggiato Melchionda mentre ricopriva la carica di assessore provinciale nominato da Villani; Di Benedetto, responsabile della sconfitta del candidato del PDL Busillo”.

Vecchio: Il nuovo PSI chiede conto della politica del PDL e del suo capogruppo. Queste persone non hanno l’autorità morale e politica, per intervenire nelle vicende politiche del PDL ebolitano, partito di cui non fanno parte e non hanno mai condiviso le lotte politiche.

Fausto Vecchio

EBOLI – Volano gli stracci e si preannunciano scintille dalle parti del Centro-destra, dopo la nota politica del Nuovo PSI, che rivolgendosi al Capo gruppo del PDL Vecchio, circa la sua partecipazione al “Tavolo” tecnico insieme all’Amministrazione e insieme al leader di SEL Gerardo Rosania, chiedeva chiarezza. Chiarezza che spingeva gli stessi a chiedere al coordinatore Provinciale del PDL Antonio Mauro Russo, la convocazione di un direttivo Provinciale per approfondire linee politiche e comportamenti del Capogruppo PDL.

Chiarezza e accuse di poca chiarezza che Vecchio rimanda al mittente e ribaltando le accuse, portando a supporto delle sue tesi l’elenco delle tappe e i relativi percorsi dei due leader del Nuovo PSI Cariello e Di Benedetto, entrambi secondo fausto Vecchio, ritenuti responsabili della sconfitta alle ultime elezioni Amministrative del candidato ufficiale del centrodestra e del PDL Vito Busillo, completamente divaricanti rispetto ai percorsi e alle politiche portate avanti dal Popolo della Libertà.

PDL-Fittasi

Accuse gravi e pesanti che sicuramente lasceranno il segno, ma che mettono in evidenza come il Centro-destra sia diviso al suo interno, e come essi fin dal primo momento hanno fatto registrare ben quattro posizioni: quella di Massimo Cariello e il Nuovo Psi; quella di Vito Busillo e Lazzaro Lenza; quella di Damiano Cardiello; quella di Fausto Vecchio; tutte, oggettivamente poco efficaci quanto disattente e del tutto impreparate ed ininfluenti, consentendo all’Amministrazione Melchionda di spaziare in lungo e in largo, producendo atti non del tutto condivisibili e privi di ogni attento controllo.

Insomma il quadro che si presenta non è dei migliori e le difficoltà non sono dissimili da quelle in cui il PDL e il Centrodestra nazionali versa. Forse si avverte già la sconfitta e si va verso la dissoluzione di un Partito che lo stesso Berlusconi non vede più, tanto che pensa già alla fondazione di un altro Partito che farebbe giustizia delle rappresentanze e punterebbe tutto su volti nuovi. Quali saranno questi volti non è dato sapere, certo quelli chiacchierati non troverebbero posto. Sarà difficile fare un elenco e sarà difficile una nuova convivenza, come dimostra la nota politica del capogruppo Fausto Vecchio.

“Il nuovo PSI, rappresentato dal Cons. Massimo Cariello e dal Segretario Cosimo Pio Di Benedetto, – scrive il Capo Gruppo del PDL Fausto Vecchio a commento delle accuse rivoltegli dal Nuovo Psi di poca chiarezza – chiede al coordinatore provinciale del PDL di intervenire per chiarire la linea politica del partito ad Eboli. Contemporaneamente, da altre parti si chiede di fare chiarezza sulle cause e le responsabilità dell’attuale situazione economico finanziaria del nostro Comune.

Come è noto ormai a tutti, il Comune di Eboli è sull’orlo del dissesto finanziario.

Massimo Cariello

Il piano di risanamento economico che avevamo richiesto pubblicamente all’amministrazione comunale, nel tentativo di scongiurare il disastro economico è una nebulosa e come tale né credibile né attuabile. La responsabilità politica dello stato in cui versa il Comune è certamente imputabile alla politica perseguita dal centro sinistra negli ultimi 15 anni di governo ininterrotto della città.

Mi sembra strano che il nuovo PSI chieda conto della politica del PDL e in particolare del suo capogruppo. – Aggiunge Vecchio chiarendo e rinverdendo alcuni passaggi politici -.

Non ricordo che il consigliere Cariello abbia mai partecipato ad una sola competizione elettorale con il centro destra, né che abbia mai condiviso una battaglia politica con il nostro schieramento. Risulta, invece, che ha avuto ruoli di primo piano ricoprendo incarichi amministrativi apicali nella coalizione del centro-sinistra contribuendo notevolmente, con la sua azione politica, all’incancrenirsi dei problemi della nostra città.

Eboli non ha dimenticato – affonda ancora di più nei ricordi il Consigliere Vecchio – che solo qualche anno fa Cariello dopo essere stato l’alfiere di Rosania ha appoggiato la giunta Melchionda, mentre ricopriva la carica di assessore nominato da Villani alla Provincia.

Per chiarezza – aggiunge Vecchio – ricordo che Cariello è stato assessore di primo piano nella giunta Rosania, quella che ha partorito l’incredibile massa debitoria a causa della vicenda P.I.P (piani insediamenti produttivi) comprendente gli 11 milioni di debiti fuori bilancio che l’attuale amministrazione tarda a riconoscere.

La stessa amministrazione responsabile dei due milioni di Euro vantati dalla ditta Mazzitelli.

La stessa amministrazione che ci ha regalato il debito con l’ARACNE.

Cosimo Pio Di Benedetto

E rivolgendosi a Cosimo Pio Di Benedetto Il  segretario del nuovo PSI pur avendo a cuore le sorti del PDL, alle scorse elezioni amministrative non ha esitato a candidarsi con uno strano raggruppamento, decretando la sconfitta al primo turno del candidato ufficiale del PDL Vito Busillo e consegnando di nuovo la città alla sinistra.

Non credo che queste persone abbiano l’autorità morale e politica, per  intervenire nelle vicende politiche del PDL ebolitano, partito di cui non fanno parte e di cui non hanno condiviso le lotte politiche.

Il PDL e i suoi esponenti – prosegue nelle sue considerazioni politiche  Vecchio – sono gli unici a non avere responsabilità dello sfascio economico e del degrado sociale in cui versa la città di Eboli. Dall’opposizione a cui mi onoro di appartenere come primo eletto dell’intera coalizione di centro-destra, mi sono sempre opposto agli atti che ritenevo contrari all’interesse dei cittadini.

C’è opposizione e opposizione. – Precisa a conclusione della sua durissima nota politica il Capogruppo del PDL Fausto Vecchio che tra l’altro accusa il Nuovo Psi di ingerenza nelle questioni politiche interne del PDL -.

Qualcuno crede in quella urlata, altri come me, pensano che esista anche quella costruttiva e propositiva. Nello svolgimento del mandato di consigliere comunale rammento sempre la differenza tra chi vive di politica e chi vive per la politica. Io appartengo alla seconda categoria e concepisco la politica come servizio.

Al coordinatore provinciale chiederò di “chiarire” come sia possibile che esponenti di un altro partito abbiano ingerenza nelle questioni del nostro partito.

Eboli, 27 settembre 2012

28 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. La nota politica di Fauso Vecchio non fa una grinza. Comprese le sue conclusioni circa l’ingerenza del Npsi nei fatti interni al Pdl ebolitani. Il Vecchio,a differenza del capo npsino, è “vecchia volpe” della politica nostrana. Lo ricordo agli albori,quando militava nella sinistra moderata. Poi,anch’egli fece il “salto della quaglia” sperando di raccogliere benefici maggiori per la sua persona stritolata da capi e capetti diessini.
    Oggi,neanche Fausto Vecchio ha più quell’autorità morale politica che,giustamente rinnega alla banda dei 4.
    Nessuno credo possa rivendicare questa autorità nell’ambito dei partiti di opposizione. Neanche il buon Rosania che si è accomodato ad un tavolo tecnico col PD per allinearsi al vento che spira da Roma.
    Non ne parliamo,poi,dei rappresentanti della maggioranza,intenti solo a programmare il proprio futuro politico. Intanto è sotto gli occhi di tutti lo sfacelo fisico,morale,civile,sociale a cui stanno conducendo la nostra cittadina.
    C’E’ BISOGNO DI UNA NUOVA CLASSE DIRIGENTE.
    Si facciano avanti soprattutto i giovani capaci e non compromessi col potere. Le donne tenute sempre ai margini dell’attività pubblica. Gli onesti che non devono stare più alla finestra a guardare.
    Solo così si potrà prospettare per Eboli un destino diverso e senz’altro migliore.

  2. Da Vecchio iscritto…forse il più Anziano…auspico una unità forte e duratura,
    E’ proprio la mancanza di unità che ci ha danneggiato in passato.
    Vecchio è stato accolto a braccia aperte dal centro-destra seppur proveniente dalla sinistra, dopo aver sfiorato la candidatura a Sindaco dell’Ulivo……
    Poi fu candidato a Sindaco del Centro-destra, a
    riprova di una forte democrazia che regna nel PDL.
    E’ la stessa democrazia che accoglie Massimo Cariello.
    Cariello è parte integrante del PDL anche perchè il nuovo PSI è un ramo dello stesso PDL.
    E’ il più votato del Congresso Provinciale, quindi bisogna prendere atto di tutto ciò.
    E’ membro del Coordinamento provinciale con una rilevante forza e consenso ottenuta col tesseramento recente.
    Fauto Vecchio ha, ed avrà, sempre un posto di rilievo nel PDL anche perchè la Politica è figlia del consenso che anche Fausto Vecchio raccoglie egregiamente.
    Cariello è un cavallo di razza e, oramai, è demagogia parlare di partiti o di schieramenti.
    Abbiamo bisogno di uomini con il consenso e politici validi che riescano ad aggregare più gente possibile.
    Massimo cariello è uno di loro.
    In questo momento è il migliore qualitativamente e quantitativamente.
    Il mio appello da Anziano del PDL è quello di mettere da parte i personalismi e di creare la classe Dirigente che ci manca fortemente.
    Solo con quella possiamo essere in tanti e possiamo portare il PDL ad elevati margini politici e numerici.

  3. QUESTO POSTO E’ STATO OSCURATO IN UNA SOLA PAROLA, RITENUTA GRAVEMENTE OFFENSIVA. I PROSSIMI SE NON SONO ATTINENTI NON SARANNO PIU’ APPROVATI.
    GAETANO CHE SCRIVE E’ BERARDO, GIUSY, SANDRO, ALESSANDRO, GIACOMO ECC. ECC.
    CAMBIA NICK NAME SOLO PER CREARE UN CONSENSO CHE GIRA SOLO SU SE STESSO AGGREDENDO ED INVEENDO OLTRE CHE OFFENDENDO CHI INVECE ESPRIME SOLO OPINIONI DIVERSE.
    UNA PERSONA CHE SI E’ SENTITA GRAVEMENTE OFFESA DA ALCUNE AFFERMAZIONI HA ESPOSTO QUERELA E I POST SARANNO OGGETTO DI INTERESSE DELLA POLIZIA POSTALE.
    SONO VERAMENTE INDIGNATO CHE SI POSSA ARRIVARE A TANTO, E SE SUCCEDE EVIDENTEMENTE NASCONDE ALTRO, ALTRO A NOI DEL TUTTO SCONOSCIUTO, MA CHE METTE IN EVIDENZA SOLO UN GIOCO SPORCO E NIENTE ALTRO
    ……………………………. … …………………………..
    caro Vecchio chi non ha autorità morale(????)e politica sei solo tu nel centro destra, fai l’analisi del sangue a Cariello ma ti sei dimenticato del tuo passato, non capisco tu puoicambiare idea e lui no, tu hai fatto parte dei disastri quando eri assessore socialista carmelitano scalzo(se non ricordo male la sentenza esecutiva della corte dei conti si riferisce a quel periodo)oppure quando ti sei candidato nell’ulivo etc…., sei ridicolo ormai sei finito politicamente e pensi di indebolire Cariello con questi attacchi stupidi, dici cose non vere sul suo passato e lo sai, ma poi non eri tu quello che lo hai sostenuto al ballottaggio e che fino a pochi mesi fà lo sostenevi ovunque? a caro Fausto prendi un pò di vitamine stai perdendo la memoria attento alle troppe “XXXXXXX” ti fanno male.ben vengano questi chiarimenti cosi scompari definitivamente sei solo un subalterno di melchionda senza attributi smettila di attaccare chi ha dimostrato di averli.

  4. QUESTO POSTO E’ STATO OSCURATO IN SOLE DUE PAROLE, I PROSSIMI ANCHE SE CONTERRANNO UNA SOLA PAROLA CHE VIENE RITENUTA OFFENSIVA, INGIURIOSA, DENIGRATORIA E PER NULLA ATTINENTE NON SARANNO PIU’ APPROVATI.
    ALESSANDRO CHE SCRIVE E’ BERARDO, GIUSY, SANDRO, GAETANO, GIACOMO ECC. ECC. CAMBIA NICK NAME PER CREARE UN CONSENSO CHE GIRA SOLO SU SE STESSO AGGREDENDO ED INVEENDO OLTRE CHE OFFENDENDO CHI INVECE ESPRIME SOLO OPINIONI DIVERSE.
    UNA PERSONA CHE SI E’ SENTITA GRAVEMENTE OFFESA DA ALCUNE AFFERMAZIONI HA ESPOSTO QUERELA E I POST SARANNO OGGETTO DI INTERESSE DELLA POLIZIA POSTALE.
    SONO VERAMENTE INDIGNATO CHE SI POSSA ARRIVARE A TANTO, E SE SUCCEDE EVIDENTEMENTE NASCONDE ALTRO A NOI DEL TUTTO SCONOSCIUTO, MA CHE METTE IN EVIDENZA SOLO UN GIOCO SPORCO E NIENTE ALTRO
    …………………………. … …………………………
    ora basta questo è troppo Vecchio non solo è un xxxxxxx xxxxxxxxx ma dimostra con questo comunicato,pieno di attrito ed invidia personale e niente di politico a differenza di quello inviato da Cariello,la sua pochezza politica.
    Se non ricordo male Cariello è iscritto al Pdl ed è stato eletto nel direttivo provinciale del pdl con ben 525 voti di cui ben 424 ad Eboli sostenuto dai consiglieri Busillo e Lenza( non sò se Vecchio sia andato a votare)e anche da altri iscritti storici come Corsetto,Mazzella, Bufano etc, già questo la dice lunga su chi stà con Vecchio e chi invece vuole costrutire la coalizione,ma proprio lui parla di autorità morale(???) si vergogni caro avvocato Vecchio e si dimetta.

  5. Per cortesia,voi iscritti storici del Pdl ci volete spiegare se l’attuale capo del Npsi,di cui siete diventati accesi tifosi, è iscritto anche al vostro partito? Io non ci capisco più niente : è anche membro del direttivo provinciale o no? E secondo il vostro statuto c’è compatibilità o no?

  6. ABBIAMO TOCCATO IL FONDO DELLA MELMA !!!!!
    E’vergognoso e (non) da uno candidato sindaco per ben 2 volte…a sx e a dx…questo denota “ARRIVISMO” a tutti i costi. E’ sospetto il suo avvicinamento a Rosania e Melchionda sotto la regia di qualche PARLAMENTARE !!! Questi “SUBDOLI” tentativi, subito ” sottolineati” dal (disinteressato!!!) primo intervento, ” fa sospettare ” a un attacco “UNISONO”
    contro l’unico che puo’ “scalzarli” da quella poltrona che da quasi 20 anni detengono, avendo distrutto un paese, il commercio, l’assetto urbanistico, sfilacciando, mortificando e prendere per i fondelli il popolo.

  7. -Abbiamo bisogno di uomini con il consenso e politici validi che riescano ad aggregare più gente possibile.
    Massimo cariello è uno di loro.
    In questo momento è il migliore qualitativamente e quantitativamente.- Questo l’ho copiato dal tuo post Antonio Corsetto.
    Antonio davvero pensi questo?
    Mi sorprende molto questo tuo commento.
    Il pdl avrebbe bisogno di altro secondo me ma non ne voglio fare una disputa. Sono solo molto sorpreso dal tuo pensiero.

  8. Caro Lukas, apprezzo il tuo modo pacato di criticarmi.
    Sono un uomo con libertà di pensiero.
    Massimo Cariello l’ho sempre osteggiato quando era Assessore ed io oppositore.
    Sapessi, però, che difficoltà avevo quando dovevo votare contrariamente alcuni suoi atti che ritenevo a servizio della città.
    Mi piaceva la sua politica aggregante (soprattutto tra i giovani)e cercavo di capire perchè a destra non riuscivamo a crescere.
    Poi ognuno ha preso la sua strada.
    Io resto fermo nella mia forza Italia che oggi si chiama PDL.
    Hai ragione…Il PDL ha bisogno “anche ” di altro….non solo di Massimo Cariello.
    Ma è proprio la sua forza trainante che potrà consentirci di essere sempre di più.
    A Vincenzo Cicalese dico che la federazione del PDL comprende il nuovo PSI, che ha chiesto una sua piccola autonomia all’intrno, considerata la sua storicità.Ma è di fatto PDL. Massimo è del PDL.
    Chiudo, a riprova di ciò che ho scritto, ricordando che all’interno del Consiglio Comunale l’unico gruppo consiliare e l’unico partito esistente è proprio il Nuovo Psi.
    Il nostro PDL non ha gruppo e non ha un partito.
    I nostri “ottimi” consiglieri seguono tutte le tematiche attentamente e diligentemente ma non hanno sincronia e non hanno un partito di riferimento alle spalle, per colpa di tutti e di nessuno.
    Ecco perchè bisogna riunirsi tutti esclusivamente nel nel PDL per avere nuovo sostegno e nuova forza di spinta verso il futuro.
    In chiusura, caro Lukas…ti ribadisco il mio pensiero…..Massimo può trascinarci con la sua forza aggregativa.
    Lo ritengo l’unico, attualmente, che produce politica quotidianamente……il resto è solo fumo……….
    Ti abbraccio

  9. Caro Antonio, anche se scrivo con un nick che non mi permette di essere identificato ti assicuro che ci conosciamo e ci stimiamo nella vita reale.
    Premesso ciò tu non sei una persona verso la quale usare toni astiosi perchè non ne dai nessun motivo e quindi ci deve essere, come è giusto che sia tra persone intelligenti, reciprocità.
    Vedi , però, io faccio un discorso di fondo che è il seguente:
    se uno schieramento per venti anni non è riuscito a produrre una figura apicale che si elevasse al di sopra della media e lo va a cercare nel campo avversario non fornisce un’immagine molto positiva.
    Nello specifico devo riconoscere alcune qualità di Cariello che tu hai sottolineato ma il problema anche qui è più sottile.
    Chi aggrega Cariello? Ma li leggi i posts dei suoi sostenitori?
    Ovviamente questo possiamo definirlo un microcosmo ma rende comunque l’idea.
    Cariello per quanto mi riguarda ha delle carenze e delle lacune molto gravi, si sta sforzando di migliorare e questo gli fa onore, ma i leaders devono essere completi o non sono tali. Cariello non è al di sopra della media, ha alcune qualità che come ripeto non ho difficoltà a riconoscere, ma questo non basta secondo me.
    Oggi Cariello non è più , perchè ha commesso una serie abbastanza lunga di errori dall’ultima competizione elettorale ed essendosi esposto ha mostrato molte lacune, quel personaggio politico capace di aggregare così tanti elettori.
    Ha perso Rizzo ( suo fedelissimo) , ha perso l’UDC, gran parte delle persone che si erano candidate nella sua lista civica MCD. Ha deciso di puntare su alcune persone che più che agevolarlo gli provocano danni enormi.
    Conserva il suo zoccolo duro come puoi notare anche qui ma questo non è sufficiente.
    La politica ha delle regole non scritte ma che valgono in valore assoluto. Se perdi un treno in politica difficilmente avrai l’occasione per riprenderlo.
    Ti abbraccio con affetto.

  10. Antonio Corsetto nel suo intervento di grande spessore morale e culturale osserva che “oramai, è demagogia parlare di partiti o di schieramenti” ed auspica una nuova stagione politica tesa a giustificare ed accreditare le singolari aggregazioni che caratterizzano lo schieramento politico della destra ebolitana creando imbarazzo e sconcerto nella sua base più “ortodossa” oltre che contribuire a minarne seriamente la coesione interna.
    Il Corsetto quindi teorizza una nuova concezione della politica in questo che superi addirittura quella del “turiamoci il naso e andiamo a votare” del grande Montanelli. Una politica moderna e spregiudicata al passo coi tempi quindi, basata sul concetto che chiunque abbia un consenso può entrare a pieno titolo nella grande coalizzazione di destra e contare in proporzione al consenso che porta in dote. E se il consenso è rappresentato da voti pescati a sinistra tanto meglio(…o se si preferisce tanto peggio per gli elettori di sinistra). Una politica della “cloacalizzazione” che,cito le sue testuali parole, così “possiamo essere in tanti e possiamo portare il PDL ad elevati margini politici e numerici”.
    Ma qui una domanda nasce spontanea: PER FARE COSA?
    Immagino però che per Corsetto, vecchio e navigato cavallo di razza della destra politica ebolitana, la risposta a questa banale domanda sia solo un insignificante dettaglio da lasciare alla libera interpretazione dell’elettore come utile esercizio di fantasia.

    GAETANO, BERARDO, GIUSY, SANDRO, ALESSANDRO, GIACOMO,ECC., ECC., ECC., ECC., questo è il consenso che avete ed è questo il consenso che vi meritate!!!

    Fausto Vecchio ha ragione! Se nel vostro partito la “dignità” ancora esiste ha un solo nome: VITO BUSILLO.
    Ma nella vostra grande “CLOACALIZZAZIONE DI DESTRA” chi porta quella bandiera non conta nulla,è un perdente come voi, che siete i migliori sponsor di questa sinistra oscena.

  11. Erata corrige ossia inserisco la parola mancante al seguente passaggio:
    ….Il Corsetto quindi teorizza una nuova concezione della politica in questo PAESE…

    P.S.:di solito non intervengo per correggermi ma qusta volta mi sembrava il caso di farlo.

  12. La stima è reciproca…..ma se vuoi possiamo farci una chiacchierata davanti ad un caffè.
    Puoi scrivere in privato su facebook.
    Massimo ha conservato almeno l’80 % dei suo amici dell’Udc e delle sue altre liste.
    E’ cosa naturale perdere qualcuno per strada ma è cosa buona ritrovarne altri, proprio per le capacità aggregative di cui ti parlavo prima.
    Cariello in quanto uomo deve fare degli errori e deve migliorare nella vita politica.
    Il mio è un dato di fatto.
    Abbiamo un Senatore ad Eboli che è Cardiello, CARO AMICO E STIMATO DA ME DA SEMPRE…
    Abbiamo un consigliere Provinciale che è Cariello.
    E’ vero in venti anni abbiamo prodotto poco…ma solo a livello Comunale…che è la nostra bestia nera.
    Abbiamo vinto, però, al Senato, alla Camera, alla provincia con il nostro Presidente Cirielli e con Caldoro alla REGIONE.
    Da qui riparte il nostro ininterrotto cammino…….
    Anzi ti invito a camminare con noi se sei dei nostri….
    Ti aspetto. ciao

  13. x Lukas
    con tutto il rispetto per il Blog che ci ospita…. ma non è qui che possiamo contare i sostenitori o meno di Massimo Cariello.
    Sono solo le urne che decretano gli eletti.

  14. Concordo con Luckas e cerco di aggiungere altre considerazioni.
    Cariello nel PRC era il meno bravo dal punto di vista teorico rispetto a tanti altri giovani rifondatori (non sto a citare i nomi per correttezza)ma aveva delle peculiarità che ad altri mancavano, ad esempio una dinamicità fuori dal normale e la capacità a penetrare in settori sia elettoralmente che socialmente preclusi da sempre ai comunisti. Queste sue capacità sono state alla base delle sue fortune politiche però allo stesso tempo non avendo una solida base culturale e teorica non è riuscito a gestire alcune situazioni.
    Innanzitutto alle scorse elezioni amministrative la sua iper esposizione a destra è stata dannosa, meglio avrebbe fatto a guadagnare voti a sinistra togliendoli a Melchionda e a Rosania e lasciando all’Udc il compito di chiudere il cerchio nel centro destra.
    Inoltre dopo la sconfitta errore più grave è stato quello di abbandonare il centro sinistra spinto più da rancori che gli derivano dalla sua mentalità ultras.
    Al suo posto sarei rimasto a sinistra, avrei consolidato l’esperienza di MCD e guardato a forze politiche come Sel, il cui leader nazionale gli assomiglia molto in quanto a dinamismo. Oggi poteva essere il vero leader del centro sinistra ebolitano in una fase in cui il berlusconismo è superato e la PDL sembra essere in grandissima difficoltà.

  15. https://www.facebook.com/notes/lazzaro-lenza/dialettica-nel-centrodestra-meglio-farla-nel-partito-ma-tante/10151177435354450
    DIALETTICA NEL CENTRODESTRA – MEGLIO FARLA NEL PARTITO – MA TANT’E?!!
    Mi dispiace dover constatare che il discorso politico nel centro destra cittadino si focalizzi su argomenti del tutto marginali, che poco interessano i nostri concittadini alle prese con gravissime difficoltà quotidiane, per colpa di decenni di amministrazioni di sinistra non in grado di creare quelle condizioni di sviluppo necessarie a far superare questo momento di crisi generale. Questo alzare il tono di voce, potrebbe nascondere il rumore di fondo della grave crisi economica e finanziaria che sta vivendo il nostro ente in questi ultimi mesi e, ciò è un pericolo che non possiamo correre. Proprio per questo motivo, segnalo in questa sede di aver convocato per Lunedì p.v. la commissione di Controllo e Garanzia per analizzare e chiarire approfonditamente, la relazione del segretario generale e quella del responsabile della ragioneria circa la condizione di crisi finanziaria del comune. Ho deciso di ricorrere alla commissione in quanto nonostante i miei ripetuti appelli a cui si sono uniti anche quelli di altri membri dell’opposizione, affinché si convocasse una commissione bilancio, ciò non è mai avvenuto e, in questo modo, credo di restituire alla politica e al consiglio comunale quel ruolo che gli proviene dal mandato elettorale. Ho più volte sottolineato la mia posizione circa la totale inutilità del tavolo tecnico, ma purtroppo ho dovuto constatare con stupore che, a mia insaputa, il capogruppo del mio partito, vi ha partecipato. Ancora più stupore ha suscitato poi il comunicato stampa che ho letto in queste ore sui blog e sui giornali (ma perché non parlarne prima all’interno del partito o del gruppo?), sempre a firma del mio capogruppo. Non condivido il tono polemico e neppure la posizione politica dell’avvocato Vecchio (mai espressa in nessuna delle 2 o 3 riunioni di Gruppo che sono state tenute in 3 anni) che usa termini inappropriati e offensivi riferendosi a componenti del NPSI che, ricordo a tutti è parte integrante del PdL. Non condivido quando, ignorando completamente un momento fondamentale della vita democratica del Popolo della Libertà (a cui lui stesso ha partecipato), affermava che il consigliere provinciale Massimo Cariello non ha l’autorità politica di esprimersi riguardo la vita del PdL. Forse ha rimosso o considera non rilevante l’elezione di Massimo Cariello in qualità di membro del direttivo provinciale del nostro partito? Elezione avvenuta con un consenso che non lascia dubbi sulla sua autorità politica e sui doveri che ha nei confronti dei tesserati che lo hanno eletto. Non condivido le parole di Vecchio quando, con tono offensivo, si scaglia contro il segretario del NPSI e contro lo stesso Massimo Cariello definendoli non in possesso dell’autorità morale per parlare. Nel campo della morale e dell’etica, io andrei molto a cauto a scagliare la prima pietra, altrimenti si rischia di scadere nel controsenso e nel grottesco. Ma non mi faccio distrarre da queste piccole, ma fastidiose, beghe di partito e continuerò imperterrito la mia azione di opposizione politica nei confronti di un’amministrazione di sinistra che non ha più idee di come evitare il disastro finanziario.

    Lazzaro Lenza

    Consigliere Comunale Gruppo PdL

    Presidente commissione controllo e garanzia

  16. Caro Antonio, il problema che sta al cuore di questa condizione di disaffezione alla politica è proprio il consenso che sottolineavi.
    È fatto di numeri, a volte altisonanti ma è privo di senso politico, ti ricordo solo che Cosentino e Gambino, 2 persone che personalmente non stimo hanno ottenuto storicamente un mare di consensi, ma non penso possano esser l’esempio di integrità morale attraverso la quale rifondare, o fondare il PdL.
    I numeri sono importanti, fondamentali ma ancora più importante è mirare ad un progetto con tempi più lunghi, ma che possa mirare ad una politica che tenda a discortarsi dal solito scambio di favori che nelle tornateelettorali o nei congressi di partito si mmaschera da consenso.

  17. questo comunicato lascia davvero basiti…e apre nella testa tanti, tanti e tanti interrogativi…

    ma scusate, se è vero che Vecchio negli anni prima di Rosania è stato assessore di sinistra PSI ed è stato lui stesso ritenuto responsabile di aver arrecato danni economici all’ente Comune di Eboli non in una, ma in ben 3 sentenze della Corte dei Conti di cosa parliamo, di quale presunta autorità tecnico-politica si veste?

    se lui stesso ha “saltato” il fosso in anni in cui davvero i partiti esistevano, non come oggi che sn semplici unioni di persone basate più o meno sulla condivisione di un più o meno medesimo progetto, come può oggi ergersi così inopinatamente a paladino e custode dell’ortodossia della Destra?

    se lui stesso, che è capogruppo del PDL, non sa che il nuovo psi è federato e cofondatore del pdl (tanto da ammettere la doppia tessera che ha portato Cariello a rappresentare, eletto dal 90% dei tesserati, Eboli in senso al direttivo provinciale del PDL stesso) dove va? o forse lo sa fin troppo bene e prova a far finta di nulla…ma di cosa parliamo?

    se è salito sul palco, da primo eletto del PDL, a sostenere al ballottaggio per il sindaco della città di Eboli il candidato Cariello e, in contemporanea, il suo candidato alle elezioni regionali Zara nel comizio di chiusura a s.cecilia, come poteva non sapere che chi stava sostenendo era quello che lui afferma oggi? delle due l’una, è in malafede oggi oppure un ingenuo allora?

    ha ragione, forse quando dice che Cariello non ha ancora sostenuto una campagna elettorale amministrativa sotto i vessilli di centrodestra, ma è vero che è stato lui stesso, rappresentativo di centrodestra, a sostenere pubblicamente Cariello al ballottaggio in cambio (così sentivo dire nei bar all’epoca) della poltrona di presidente del consiglio comunale, qualora cariello avesse ottenuto l’investitura a sindaco?

    e perchè solo ora viene in mente a Vecchio che il nuovo psi non avrebbe autorità morale e politica di parlare e criticarlo, forse perchè si è reso conto di essere stato isolato e surclassato nel suo partito stesso e quindi cerca in tutti i modi di schizzare fango intorno, facendosi sfiduciare da capogruppo e così creandosi una via d’uscita per l’UDC che già lo attende?

    e perchè se, così ferocemente, sostiene la linea sacra di Maginot dei valori del PDL, non ha fatto lo stesso quando il partito da lui capeggiato in consiglio comunale si è presentato al consiglio comunale che avrebbe discusso della sua situazione di incompatibilità personale per debiti non estinti verso l’ente, lasciandosi invece salvare dalle assenze del sindaco e di tutto il PD? e come ha ottenuto quelle assenze? c’era un previo accordo o, per caso, tutta la maggioranza consiliare ha avuto il raffreddore il 30 luglio?

    e, infine, è un caso che nel momento di massimo imbarazzo per l’amministrazione sul caso PUA di Fontanelle sia stato proprio lui, che oggi si erge a censore morale di questo o di quello, a lanciare pubblici messaggi amorosi e protettivi al sindaco attaccando il nemico, a questo punto in comune tra vecchio e melchionda, socialista-riformista?

    ps: chiedo scusa per gli eventuali refusi grammaticali, avendo scritto di getto.

  18. Caro Fabio mi duole constatarlo ma della “grande CLOACALIZZAZIONE della destra nostrana” che teorizza quel genio di Corsetto proprio superare certe perplessità in merito ai consensi raccattati a destra e a manca ,sopra e sotto,e da qualsiasi parte vengano, nemmeno tu hai capito niente.
    Con comunista invece questa volta concordo in pieno.
    La sua analisi degli errori commessi da Cariello è onesta e corretta. Peccato perchè poteva essere il leader perfetto di una sinistra alternativa a questa e se non avesse commesso quegli errori difficilmente gli sarebbe sfuggita l’occasione di diventare il prossimo sindaco di Eboli(in una “COALIZIONE” di sinistra).Peccato per lui e forse anche per Eboli ma la coerenza IN POLITICA è ancora un valore…per sua sfortuna!

  19. E’ comparso un altro fustigatore di costumi sullo stile di Catone il Censore,citato da Lenza in altra parte del blog.
    Solo che fa il moralista AD UNA DIMENSIONE.Infatti se la prende solo contro Fausto Vecchio,già abbondantemente bastonato nei precedenti interventi.
    E dei gravi errori politici dell’innominabile leaderino Npsino non diciamo niente?
    Già,dimenticavo,ora a tutti gli effetti è diventato il candidato ufficiale della destra ebolitana!
    Questa volta non posso non concordare con l’analisi puntuale di COMUNISTA.

  20. Caro Compaesano, no credo di aver esternato delle perplessità nei riguardi del commento comunista, probabilmente si tratta di una sintesi storica endemica alla sinistra ebolitana, alla quale, non ho mai partecipato.
    Stavo soloesprimendo un parere contrario rispetto alla mitizzazione dei numeri.
    Saluti i

  21. Sono rammaricato, continuo a commentare attraverso lo smartphone perseverando nelle storpiature grammaticali, chiedo scusa a tutti, contestualmente vi rassicurò, non sono un discepolo del credo masaliano

  22. … questo è certo, Fabio. Ma quanto mi manca l’intervista di masala

  23. PER VEDERE QUANTO CONTINO I “SOCIALISTI” ITALIANI,IN EUROPA E di CHE CONSIDERAZIONE GODINO LEGGETE QUESTO ARTICOLO:
    http://www.repubblica.it/politica/2012/09/29/news/pse_voto_sospeso_per_il_psi_moroso_sulle_rette-43547052/?ref=HREC1-2
    I SOCIALISTI DI DESTRA POI….povero Marx!

  24. …..XXXXXXXXX ….
    PRIMA CON LA GIUSTIZIA MANOVRATA DA UNA “CERTA SINISTRA”…..LI AVETE DISTRUTTI…..
    OGGI DA “INCOSCIENTI” LI DERIDETE PERCHE’ POVERI !!
    …..DI PIETRO HA FATTO “SCUOLA”….PRIMA PROMOSSO ” SENATORE AL MUGELLO “….POI UNICO PARTITO (SALVATO) DA VELTRONI…ABBANDONANDO TUTTI GLI ALTRI PARTITI DI SINISTRA, OGGI SCOMPARSI IN PARLAMENTO… E….VI E’ ANCORA DUBBIO SU CHI MUOVEVA LE FILA ?…E PARLATE PURE ? IO NASCONDEREI LA FACCIA….!
    I SOCIALISTI SEPPUR POVERI, MA CON LA STORIA DI 120 ANNI, HANNO LA FACCIA ANCORA LIMPIDA… VOI NON POTETE NEANCHE SPECCHIARVI,…. CHI RAGIONA ! ….SI SPUTEREBBE IN FACCIA ……
    …….. XXXXXXXXXXXX ………….

  25. caro admin, purtroppo solo oggi ho letto il blog, sono Giusy e non ho nessun nick name comune con altri, mi spiace constatare la parzialità del blog, per quanto mi riguarda da oggi in poi non scriverò + buona giornata.

    • Per Giusy,
      Non sei l’unica Giusy che posta, sicuramente non sei tu, il tuo, quello da cui hai postato oggi non corrisponde a quello di quella Giusy e di un’altra ancora. Nello stesso tempo non riesco a comprendere perché sarei di parte? come lo deduci e da che lo deduci, per aver smascherato un imbroglione che invece poteva dire le cose con il suo nome finto o vero che sia , ma correttamente e da evitare di farsi querelare?
      La mia imparzialità è dimostrata in ogni momento, pubblicando questo e altro.
      Mi dispiace se non intervieni più, nessuno te lo impedirà, ma come al solito, prima di emanare delle sentenze si deve fare tutte le verifiche del caso.
      Buona giornata anche a te.
      PS- dimenticavo di dirti:
      Tu hai postato 5 messaggi, due a nome di Giusy e tre a nome di Giuseppina, e non corrisponde all’altra Giusy, che aveva altri obiettivi e non quelli che hai tu, che interveieni nelle discussioni con le tue opinioni, e nessuno ti dice in termini accusatori che hai altre opinioni.
      Massimo Del Mese

  26. @admin- Mi dispiace solo di aver dialogato qualche volta con questa Giusy o Giuseppina o chi altro diavolo fosse.
    Ma si può arrivare a tanto?
    Non parliamo,poi,dei vari fans del leaderino Npsino che tra poco non esisterà più. Gratta gratta,era sempre la stessa persona!

  27. mi spiace deludervi ma esisto davvero e non ho rapporti con altri nick name, in particolare nè con Alessandro nè con Gaetano, buona giornata e viva la libertà di espressione.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente