Primarie PD a Salerno: Folla per Renzi il “bischero”

Il “bischero” riempie il Grand Hotel Salerno e tra sostenitori, ammiratori, simpatizzanti e osservatori, spiega il “suo” PD.

Battute, frecciatine, attacchi frontali, paradossi e frasi ad effetto, Renzi infiamma il popolo del PD e spiega la sua idea di “rottamazione”. “Avverte” D’Alema; abbraccia Pisani, Sindaco di Pollica; conferma la stima a De Luca anche se sta con Bersani; mostra filmati di Troisi e Benigni.

Matteo Renzi Salerno – primarie

SALERNO – Eccolo quà, è arrivato a Salerno, è la seconda volta che Matteo Renzi viene in Città: la prima per presentare insieme al Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca il suo libro “Stil novo“; la seconda, è l’occasione delle primarie del centrosinistra per scegliere il candidato che dovrebbe fare il Presidente del Consiglio nel caso il Centrosinistra dovesse vincere le prossime elezioni generali di primavera 2013.

E’ arrivato il “bischero” ed ha riempito la sala del Grand Hotel Salerno. Una sala piena di sostenitori, di ammiratori, di simpatizzanti, di osservatori, tutti ad ascoltare il “rottamatore” Sindaco di Firenze, che ha costretto il Partito Democratico a cambiare le regole, per far partecipare lui ed altri esponenti del PD alle primarie. Modifiche importanti dal punto di vista politico, poiché lo statuto del Partito consentiva solo al Segretario di partecipare alle primarie di coalizione. Modifiche che lo stesso Renzi non ha accolto con favore, poiché ne sono state introdotte altre che complicano la partecipazione degli elettori.

Ad affollare la Sala Congressi del Grand Hotel Salerno si annoverano: tra i più accesi sostenitori di Matteo Renzi il sindaco di Giffoni Valle Piana Paolo Russomando, il primo cittadino di Atena Lucana Sergio Annunziata, il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, l’ex Assessore del Comune di Eboli ed ora Amministratore Unico della Eboli Patrimonio Vincenzo Consalvo, l’Assessore di Altavilla Silentina Enzo Giardullo, il Consigliere di Campagna Liberato Ceriale, Tonino Scala di Capaccio ed altri. In sala si sono viste tante facce note, dall’ex Sindaco di Salerno Mario De Biase all’ex Presidente della Provincia Angelo Villani, l’ex senatore Gianni Iuliano, al gruppo dei consiglieri dell’area contiana sospesi dal PD capeggiati da Antonio e Federico Conte, Il Consiglieri Mauro Vastola, Mario Di Donato e Luca Sgroia Presidente del Consiglio Comunale di Eboli, ma c’erano anche molti osservatori specie quelli dell’API con l’ex Assessore di Eboli Carmine Magliano e di IDV Giuseppe Manzo di Nocera, il Presidente del Consorzio destra sele Vito Busillo, e molti altri, poi nella hall dell’Hotel parcheggiavano, “distrattamente” molti pidiellini, anche loro osservatori o in attesa di trasmigrare? C’erano anche molti Pulmann con scritte e striscioni inneggianti Renzi.

bersani_de_luca-renzi

Salerno è diventata una tappa importantissima per il PD e per il centrosinistra, se non altri per via della presenza di Vincenzo De Luca, che alle ultime elezioni amministrative ha sigillato la sua vittoria e quella di parte del centrosinistra con oltre il 74% dei voti, sconfiggendo il PDL e la candidato per “conto terzi” del suo rivale politico Edmondo Cirielli.

E tra battute, frecciatine, attacchi frontali, paradossi e frasi ad effetto, Renzi infiamma il popolo del Partito Democratico che da tutta la provincia di Salerno è corso al Grand Hotel Salerno per ascoltare la sua azione di “rottamazione“, oppure solo per ascoltarlo, tenuto conto del forte impatto mediatico che la stessa candidatura Renzi ha suscitato. L’incontro è stato impostato su una comunicazione semplice e intervallato da filmati, partendo dalla parodia di Crozza su Renzi e poi parti di film di Troisi e Muccino. In mezzo anche il brano di una intervista al Presidente del PD D’Alema a La 7. Tutti spot utilizzati ad effetto per intrecciare il suo discorso.

“Se perdo le primarie non farò un nuovo partito o partitino – dice Renzi al termine del suo intervento – Niente scherzi. Se perdiamo si resta, saremo minoranza e staremo lì”. E rivolgendosi al Presidente del PD Massimo D’Alema che in una intervista aveva affermato che una vittoria di Renzi avrebbe significato la fine del centrosinistra dice: “Presidente, se vinciamo, finisce la tua carriera parlamentare non il centrosinistra, e inizia una storia nuova”.

Il suo intervento tra una battutina e l’altra tocca tutti i temi della politica e del paese. Snocciola numeri, dati e percentuali, e indica risoluzioni semplici, da bar, comprensibili a tutti, sembra un Silvio Berlusconi più giovane e di sinistra e sempre con quella sua espressione indisponente, appunto da “bischero” arringa il popolo di Salerno: “Metà Parlamento a Metà prezzo” – per sottolineare come si vuole orientare rispetto alle spese della politica e agli scandali del Lazio, della Lombardia dei Lusi e dei Fiorito, ma anche dei Penati, e di tutti quelli che della politica e dei soldi ne hanno fatto scempio. Ce ne è per tutti, per il PD, il PdL, IdV, per Bertinotti, Pecoraro Scanio, Di Pietro, Scalfarotto, Mastella, tutti che hanno “sistemato” le loro posizioni politiche, e sulle spese lancia la sfida a Pierluigi BersaniMettiamo on line tutte le spese del PD, tutte le fatture emesse per farlo sapere agli iscritti” – e aggiunge – “questa è la rottamazione. Non è un fatto anagrafico o generazionale, ma un cambiamento di stile, di comportamenti e di morale. La nostra generazione fa i convegni, invece dobbiamo metterci la faccia – e precisa strappando un’ovazione – noi ce l’abbiamo messa possiamo anche perdere ma faremo le nostre battaglie lealmente e nel Partito – e ancora un’altra ovazione del pubblico presente – Sono entusiasta di provarci, – e rivolgendosi al Sindaco di Pollica Stefano Pisani, presente in sala, cita Angelo Vassallo, lanciando una frecciatina a Bersani e all’assemblea nazionale del PD, che recentemente ha cambiato le regole delle Primarie dice – il nostro entusiasmo è più forte delle loro regole: si possono fermare i Carri armati, gli eserciti, non le idee“. Conferma la stima per De Luca sebbene questi abbia deciso di appoggiare Bersani alle Primarie e bacchetta il suo Partito e le sue alleanze e la coalizione: «Il centrosinistra per 20 anni si è alleato non per qualcosa ma contro qualcuno. L’unica politica è stata l’antiberlusconismo che ci ha regalato 20 anni di Berlusconi».

“Dalla crisi non si esce con lo spread – dice Renzi – ma con le cose concrete, costruendo Scuole, Asili, strade. E’ così che si crea lavoro ed occupazione. Oggi  ogni bambino in Italia ha un debito di circa 32mila euro, non abbiamo lasciato niente ai nostri figli. Al Sud siamo messi peggio, e specie per il lavoro. Riguardo al lavoro in Campania, nella vostra Regione, 2 giovani su tre non lavorano e riguardo al lavoro femminile è il più basso d’Italia.

E tra un filmato e l’altro, una battuta e l’altra, parla del trasformismo e di etica rispetto ad una cifra impressionante di parlamentari che nel corso della legislatura hanno cambiato casacca, ben 184 parlamentari. Per Renzi è indispensabile mettere un argine a questo fenomeno generativo, e di quì si appella a nuove regole ricorrendo all’etica, alla morale, ma anche ad un codice di cui i partiti si devono dotare, e dopo una serie di dati sull’economia, sui fondi europei e il sistema di divisione degli stessi, ivi compreso l’utilizzo o il cattivo utilizzo sui territori degli stessi, chiude precisando la sua posizione futura, che non sarà come alcuni leader che hanno partecipato a primarie, finiti poi per impaludarsi inghiottiti dal sistema di potere dei partitti stessi, ma di minoranza e di opposizione interna e a conferma della sua candidatura sottolinea l’importanza delle primarie ma anche quella di non mescolare i ruoli: “Le primarie sono importanti, tolgono il potere ai segretari di partito e lo danno agli elettori. – e conclude il suo intervento, con la proiezione del video di un film con Will Smith alla ricerca della felicità, e con una frase ad effetto Renzi aggiunge: “Noi andremo a fare questa battaglia con la serenità di chi non ha nulla da perdere. Non vi chiedo il voto. Non è importante. E’ importante se ci riprendiamo il gusto di inseguire un sogno. Provateci, approfondite quello che proponiamo. Se non vi convincono le nostre idee valutate altro. Ma sfruttate questa opportunità che viene dalle Primarie del Pd ma anche da questo entusiasmo per la politica”. E il rottamatore Renzi chiude il suo intervento mostrando una maglietta che gli è stata regalata dai sostenitori salernitani con su scritto: “Se sono libero è perché continuo a correre”.

……………………..  …  ……………………….

Foto Gallery

Matteo Renzi Salerno Primarie

Matteo Renzi Salerno Primarie

Matteo Renzi Salerno Primarie

……………………..  …  ……………………….

Salerno, 14 ottobre 2012

7 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Il consigliere ebolitano Mauro Vastola (meglio noto come Fra Mauro da S. Giovanni) nella platea pro-rottamatori?? Ad Eboli dovrebbe essere il primo ad essere rottamato!!
    E’ un degno rappresentante di quei poteri forti (in ambito locale) che Renzi (n.b. figlio di un parlamentare democristiano e capo massonico..) vorrebbe eliminare a livello nazionale.
    E’ stato vice-sindaco (il più xxxxxxx in assoluto che abbia avuto Eboli nella sua storia) ai tempi di Rosania e per tre lustri consigliere comunale (a capo di quella xxxxxx,ormai sgretolata,denominata area Cuomo; n.b. il voltagabbana Tonino oggi fa di tutto per non fare ruomore, ma la prossima primavera ci ricorderemo bene di lui).
    E’ ben presente in tutti gli xxxxx della Eboli S.p.A. e “feudatario” della sua uscita autostradale.
    Di sua indicazione (per capire il livello) è l’attuale presidente dell’ASIS, la Sign.a D’Ambrosio, proveniente dal mondo dei tour operator: nulla contro lei da un punto di vista personale,ma quali esperianze/capacità avrebbe nel consorzio di gestione/manutenzione della fornitura idrida?!?
    Per non parlare dell’ultimo assessore all’Ambiente del primo mandato melchiondiano,xxxxxx xxxxxxxx xxxxxxx quanto insignificante:sarà per questo che non ricordo il nome.

    Non sono un pro-renziano ma spero di certo in un rinnovamento della classe dirigente a tutti i livelli e uno sbarramento per quella proveniente dalla stessa “zona”…

  2. E’ più facile far politica con l’invettiva. Basta dar aria ai denti, possedere un ESERCITO mediatico più o meno potente e spregiudicatezza A IOSA. Non importa che dietro ci sia poco o niente. L’importante è stare in televisione dalla mattina alla sera. Non a caso i Casaleggio i Gori per non parlare della corazzata Mediaset sono il “nulla incartato”.
    Non importa che il progetto politico sia pressoché inesistente., allievo del Caimano? O soltanto un tentativo abortito (VDEDI GIORGIO GORI SPIN-DOCTOR)?
    Non ritengo che il popolo piddino sia cosi improvvido da preferenziare il nuovo “campione”della sinistra italica.sembra O FORSE è scontato tutto ciò che dice, come apre bocca si sa dove vuol pare, avesse fatto un discorso intelligente provate a farlo ragionare circa la crisi e come uscirne, un politico, uno che si prepara a dirigere un partito deve, secondo me, avere delle IDEE in testa non delle banalità.
    Renzi,il cavallo di troia della destra nel PD,figlio di un ex parlamentare DC il simbolo del potere x eccellenza,iscritto alla massoneria (come il Cavaliere),proprietario di molte emittenti radiotelevisive in Toscana,come un BERLUSCA,formato BONSAI,se questo è il nuovo che avanza…”SIAMO FRESCHI!”dovrebbe rottamarsi,visto che fa parte della nomenklatura,un “figlio di papa’” che vuole perorare le cause del popolo..poco credibile,a mio umile avviso!
    UN GIORNALE NAZIONALE TITOLAVA COSI,QUALCHE GIORNO ADDIETRO: Firenze, “danno erariale da 6 milioni nella gestione di Renzi in Provincia”
    Il ministero del Tesoro indaga su Florence Multimedia, società in house voluta dall’attuale sindaco fiorentino. Che avrebbe “concesso un irregolare affidamento di servizi per un importo superiore a quello previsto”. Inoltre avrebbe fatto “nomine di soggetti in aspettativa nello stesso ente”
    DI SEGUITO: i cittadini di Firenze gli ha dato un mandato per svolgere le mansioni di Sindaco,non x andare a zonzo per l’Italia….quale coerenza!!! si dimetta da un ruolo ISTITUZIONALE E SI DIA ALLA POLITICA ATTIVA. PECCATO CHE NEL CAPOLUOGO CHE FU DI MICHELANGELO E DEI GENI RINASCIMENTALI, GIA’ MOLTI DIPENDENTI COMUNALI SIANO IN SCIOPERO.
    “E’ mai possibile mai, porco di un cane
    che le politiche in codesto reame
    debban evolversi tutte con comici e bottane?”

  3. ma la volete smettere di fare gli ” STALINISTI ” e riempire di fango, sparlando sulle persone, fino a ieri “pulite” e allineate, oggi …vilipese e ignominiosamente infangate, con calunnie messe in giro dagli stessi compagni di partito ?….Questo e’ ora il disco che gira sul “grammofono” della sede nazionale e Amplificato ( dai ferri vecchi) da rottamare, di quel vecchio “scasso” ?…
    Con le stesse calunnie hanno infangato una grande “comunista” giornalista e scrittrice come ORIANA FALLACI e GIAMPAOLO PANSA solo per aver detto “verita” storiche del vecchio PCI bolscevico.
    Oggi tocca a RENZI….domani tocchera’ al prossimo giovane onesto e serio, che vuole dare una svolta a questo tipo di politica?….E voi reggete il gioco ai “volponi”? Essi conoscono i “terreni” che hanno arato e coltivato dal dopoguerra in poi, e sanno di trovare “L’HUMUS” adatto,dove piantare “MENSOGNE”….sicuri che attecchiranno.
    Non vogliono farvi ragionare con il proprio cervello, altrimenti “rinsavirete”…cosi’ e’ successo con il Bolscevismo e il Fascismo dove a “RAGIONARE” erano il POLITBJURO o MUSSOLINI e tutto il popolo contadino e operaio….batteva le mani.
    Una volta per tutte…non perdiamo questa occasione che quel “BISCHERO” giovane e dalla faccia pulita ci offre….Cogliamola al volo, per il bene dei nostri figli….!

  4. Menzogne, Giovà, non mensogne (pure in maiuscolo)!

  5. io saro’ pure “ignorante” o “smemorato”…..
    Ma tu….Indefinibile… PUNTO… ???
    invece di giudicare o commentare i contenuti dell’articolo….ti soffermi sulle scemenze….per accentuare la tua saccenteria….bravo.! hai vinto prenditi la coppa ?…Io preferisco RENZI proprio perche’ con la sua “intelligenza” non sarebbe caduto cosi’ in basso…Lui dopo tutti gli insulti va’ avanti ignorando le cadute di stile…….

  6. DOMANDA: Ci si può fidare di uno che organizza cene per finanziare il suo pseudo-giro in camper in collaborazione con Davide Serra, la cui società sarebbe controllata da una holding con sede in un paradiso fiscale caraibico ( nelle Cayman e quindi non pafa le tasse in Italia) e che ha contro la maggioranza dei consiglieri (uomini e donne) del suo Comune (FI)?

  7. GRANDE LIOI,INFATTI E’ TUTTA UNA MESSA-INSCENA X QUALCHE CITTADINO CHE ANCORA CREDE ALLE FAVOLE E AI MENESTRELLI…
    RENZI E’ UN PIANO BEN CONGENIATO DAI POTERI FORTI,UN SILVIO GIOVANE CHE UNISCA DESTRA E SINISTRA + IL CENTRO E FARE UN ENORME…CENTROTAVOLA,CHE PAGHEREMO NOI …OVVIO! 🙂

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente