Eboli, Cariello prende le distanze da Squillante: Sulla Sanità occorre una svolta

Sanità ad Eboli, occorre una svolta: Cariello(Nuovo Psi) accusa e chiarisce la sua posizione e quella del suo Partito.

Con “un colpo al cerchio e uno alla botte” Cariello abbraccia la protesta in difesa dell’Ospedale di Eboli e prende le distanze dal Direttore Generale dell’ASL Salerno Squillante, dal Partito Fratelli d’Italia, “destra estrema” e le sue “logiche politiche”.

 Massimo Cariello-Antonio Squillante-Pietro Spinelli

Massimo Cariello-Antonio Squillante-Pietro Spinelli

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “Mentre ritengo legittima la lotta della mamme ebolitane, – scrive in una nota il Consigliere comunale Massimo Cariello Capogruppo Consiliare Nuovo PSI – MCD Eboli, con la quale affronta le varie problematiche relative all’Ospedale di Ebolile quali in modo pacifico e costruttivo stanno portando avanti una battaglia per pediatria (su ostetricia mi sembra più difficile, in base ai limiti legislativi votati dalla sinistra), dobbiamo anche pretendere dal Governo Nazionale la fine del commissariamento e lo sblocco delle assunzioni nel settore sanitario.

Non dobbiamo farci sfuggire che ad oggi,  aggiunge Cariello, evidenziando le carenze e le impostazioni che impediscono il miglior funzionamento del PO di Eboli e nello stesso tempo sottolineano una cattiva gestione sanitaria, che nonostante tutto non è riuscita ad offuscare le eccellenze che rendono il Plesso ebolitano meritevole di ogni attenzione – mentre stiamo lottando con le mamme per avere una risposta su pediatria, oltre all’apertura di due reparti essenziali come oculistica e urologia già previsti nel piano, non vi è stata alcuna risposta sulla vera attuazione del piano sanitario ad Eboli, come il rafforzamento dell’emodinamica e della cardiologia Utic, da ottenere con la riduzione delle attività nel plesso battipagliese, elemento cardine dell’accordo sindacale.

presidio al Ruggi-mamme ribelli di Eboli

presidio al Ruggi-mamme ribelli di Eboli

Inoltre, – precisa Cariello riguardo all’assegnazione di sette Cardiologi all’Ospedale San Luca di Vallo della Lucania, evidentemente male informato, siano stati inviati dal Governo Renzi che non ha nessuna competenza avendo egli demandato alla Gestione commissariale che è in capo al Governatore Caldoro, e non dalla direzione Sanitaria dell’ASL di Salerno che al contrario ha tutte le competenze specifiche per farlo – i 7 emodinamisti assegnati dal Ministero sono già stati dislocati dal governo Renzi a Vallo: mi auguro che chi di competenza politica blocchi tale ipotesi o trovi l’immediata alternativa. In merito al potenziamento di Neurologia – testa collo-, ad oggi si svolge attività ambulatoriale con un solo medico; inoltre c’è una diffusa sofferenza delle unità operative mediche per la grave carenza di personale, la sola unita di Nefrologia e Dialisi ha risolto i problemi di logistica e di gestione.

Anche il concentramento ad Eboli delle attività di Neurologia, – prosegue Cariello indicando quelle che sono le mancate promesse che al contrario, sarebbero docute essere quelle famose “contropartite”, che si dovevano assicurare a fronte della rapina dei Reparti di Ostetricia e di Pediatria e della prossima rapina dell’Unità di Anatomopatologia – con la sperimentazione del primo reparto ASL Testa/Collo in collaborazione con il reparto di Otorino maxillo facciale e di Geriatria, sono ad oggi solo fumose promesse. Ricordiamo che l’attivazione della Spoke Neurologica permetterebbe il trattamento a pazienti acuti, vista la difficoltà e la mancanza di posti letto dedicati in Regione Campania.

Il nostro ospedale – prosegue ancora Cariello nell’elencare le buone pratiche che si esercitano nel nosocomio ebolitano – è attualmente riferimento regionale per il trattamento della sclerosi multipla e per le demenze senili. Attualmente vi sono tre progetti regionali già finanziati e con versamenti già avvenuti del 50% del finanziamento stesso:

  • Progetto per la fecondazione assistita in Ginecologia (sarebbe la prima struttura pubblica ad offrire questo servizio alle coppie sterili); Progetto per la Prevenzione dei Tumori del Cavo Orale;
  • Progetto per lo studio di Risonanza Magnetica in ortostasi (unica struttura pubblica campana insieme alla Federico II).
    Pietro Spinelli-Antonio Squillante-Rocco Calabrese

    Pietro Spinelli-Antonio Squillante-Rocco Calabrese

Lo sblocco di questi progetti – accusa Cariello – libererebbe centinaia di migliaia di euro da investire in tecnologia ed in convenzioni con l’Università Federico II di Napoli, per permettere la frequenza ad Eboli di docenti universitari al nostro corso di Laurea in Tecniche di Radiologia nel servizio di risonanza magnetica, per l’esecuzione e refertazione degli esami eseguiti.

La medicina è ridotta a tre medici comprensivo del primario, – aggiunge ancora implacabile il Consigliere del Nuovo Psi Massimo Cariello che non può fre a meno di elencare tutte le mancanze gestionali che senza dubbio restano in capo sia alla Direzione Sanitaria che alla Direzione Generalecon gravissimi problemi per la gestione ordinaria e delle guardie mediche; la endocrinologia svolge attività ambulatoriale con tre medici;  malattie infettive ha perso il responsabile con l’andata in pensione del responsabile Michele Fiore. Tutto questo si riverbera sulle guardie interdivisionali, che assorbono gran parte dell’orario di servizio, riducendo al minimo le attività elettive specialistiche.

– E rispetto alle emergenze che sono state lamentate a seguito delle infezioni attribuite ai recenti sbarchi di cittadini extracomunitari provenienti dalle regioni africane contaminate dall’Ebola Cariello aggiunge ricordando le potenzialità dell’Ospedale di Eboli – Un solo Ospedale in Campania è pronto per affrontare le gravi infezioni provocate dalla Klebsiella e l’Ebola: l’Ospedale di Eboli, ancora un’eccellenza. Nell’Ospedale di Eboli c’é una Struttura di Biologia Molecolare capace di eseguire tecniche in ambiente sicuro ed a pressione negativa, perché è operativo, unico in Italia meridionale, il PCL3 (Phisical Conteinement Level 3): basta solo comprare i reagenti e rafforzare il personale medico e tecnico.

Edmondo_Cirielli_Stefano_Caldoro

Edmondo_Cirielli_Stefano_Caldoro

Oramai da tre mesi l’unità operativa di Endoscopia e Fisiopatologia respiratoria è stata bloccata sui ricoveri per i pazienti in insufficienza respiratoria cronica che devono essere avviati alla ventilazione meccanica. – accusa ancora Cariello sottolineando la mancata attuazione di programmi e di relativi interventi – o Altrettanto grave la gestione dei pazienti sottoposti a procedure invasive di endoscopia toracica: l’equipe medica ed infermieristica è stata dimezzata per mancato riconoscimento dello straordinario ed il massimo assorbimento nelle guardie interdivisionali, con grossi problemi nella gestione degli esami a complessità elevata.

La battaglia di questi giorni per l’ospedale di Eboli – aggiunge conciliante Cariello – deve concentrarsi sulla realizzazione di quanto previsto, a partire dalle unità operative che possono essere un punto di riferimento per la capacita di tenuta del nostro plesso ospedaliero. Le azioni campanilistiche e demagogiche vanno condannate, ma il cambiamento e la riorganizzazione devono procedere coerentemente con quanto previsto, evitando di propagandare reparti e poi lasciarli in balia di una lenta agonia.

Ora, – aggiunge ancora Cariello generalizzando sulle responsabilità della politica e di chi ha gestito la Sanità in Campania – mentre cerchiamo di ottenere ciò che per anni la politica tutta (tranne qualche eccezione) ha taciuto grazie alla battaglia delle mamme, invito tutte le forze politiche a lottare per il potenziamento del nostro plesso, mettendo da parte sia la difesa della Direzione Generale dell’estrema destra solo per logiche partitiche, sia essersi svegliati dopo 9 anni di silenzio assoluto con dichiarazioni populistiche e da campagna elettorale del PD (vero responsabile dello sfascio sanitario in Campania), individuando così un percorso univoco.

Il plesso di Eboli – conclude la lunga nota politica del Capogruppo consiliare del Nuovo Psi Massimo Cariello con la proposta di agganciare i PO della Piana del Sele per le emergenze-urgene, all’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno – è l’unico in grado di garantire l’emergenza/urgenza che l’Università di SalernoSan Leonardo non potrà gestire, in quanto ha assunto una vocazione universitaria volta alla formazione ed alla didattica. La strada maestra dovrà essere quella di stipulare convenzioni con Salerno, per gestire in collaborazione le varie urgenze/emergenze: cardiologia interventistica; nefrologica; neurologica; oculistica, urologica, interventistica respiratoria etc. Il nostro ospedale è già attrezzato e pronto per partire: mancano solo la volontà e le risorse da dedicare”.

Caldoro-Squillante

Caldoro-Squillante

E così Cariello con “un colpo al cerchio e l’altro alla botte“, nel mentre cerca di attribuire tutte le responsabilità al Governo Renzi, consolida il raporto politico con il suo leader Stefano Caldoro, Governatore della Campania e Commissario straordinartio di Governo della Sanità, prende le distanze dalla Direzione Generale e dal DG Antonio Squillante, e da quella che definisce “l’estrema destra che a suo dire difenderebbe la Direzione generale solo “per logiche partitiche” e inaugura il nuovo corso che va nel riconoscimento della giustezza di alcune battaglie che non sono affatto di campanile ma che contrastano altre scelte che al contrario appartengono a “campanili” molto più alti.

Cariello sebbene accusa il Governo Renzi per il blocco del tourover, implicitamente accusa il Governo letta, il Governo Monti e il Governo Berlusconi, ma accusa innanzitutto la Direzione sanitaria e la gestione commissariale perché non si sono avvalse della opportunità di assumere nuovo personale nell’ambito dei parametri del 15% rispetto al personale collocato a riposo, così come ben specifiche ed inequivocabili sono le responsabilità per le somme stratosferiche conferite con un sistema ormai utilizzato “truffaldinamente” per assicurarsi il silenzio e magnificare circa 600 medici che percepiscono tra stipendi e prestazioni aggiuntive in ALPI cifre fino a 300mila euro, negando dall’altra parte prestazioni e servizi ordinari per non pagare poche migliaia di euro di starordinari che lo stesso Cariello evidenzia nella sua nota.

Responsabilità che costano alla collettività lo SCANDALO 75MILIONI di EURO di ALPI che conseguentemete significano tagli a servizi e prestazioni, ivi comprendendo anche chiusura e trasferimento di reparti come Ostetricia e pediatria dall’Ospedale di Eboli a quello di Battipaglia, occorrenti ad occultare questo scandalo. Scandalo a cui partecipa indisturbato e in perfetto regime di conflitto di interesse anche l’abusivo, illegittimo e illegale Commissario al Personale degli Ospedali di Battipaglia, Roccadaspide, Oliveto Citra, dottor Pietro Spinelli, che divide il suo tempo nell’esercitare le sue funzioni di Primario a Vallo della Lucania, di prestatore in Alpi presso l’Ospedale di Battipaglia e di commissario dei tre P.O. della così detta Valle del Sele, uno Speedy Gonzales della Sanità., percependo la modica cifra di 155mila euro nell’anno 2013, incrementando significativamente le sue spettanze rispetto all’anno precedente.

Il nuovo corso di Cariello quindi, lo avvicina alla protesta e lo allontana, come negli ultimi giorni sta facendo anche Caldoro, a quella destra definita Estrema che si rifà al Partito Fratelli d’Italia, ormai Partito alle corde minimale e politicamente isolato ma che ha gestito e ancora gestisce rovinosamente i Trasporti, i servizi, le scuole, l’ambiente, i rifiuti e appunto la Sanità. Insomma c’é tutto e bene da sperare in questa nuova posizione, che se venisse ancora meglio modellata forse ridarebbe i giusti risultati ma chiarirebbe tutti gli equivoci foino ad ora in capo allo stesso Cariello.

Eboli, 22 agosto 2014

15 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. L’equilibrismo di Cariello non sorprende più. Si ricandida a sindaco e tenta di recuperare una immagine dilaniata dai suoi passi del gambero. Povera Eboli

  2. Ma tu guarda si e’ svegliato il brutto addormentato .el bosco.. Pero’ da quello che dicesi vede che e’ ancora assonnato

  3. se il bello salverà il mondo ad eboli siamo spacciati

  4. Articolo molto fazioso e di parte. Si possono condividere o meno le idee del candidato Cariello, ma é molto scorretto a mio avviso l ‘aver pubblicato un articolo criticandolo in siffatto modo. Il giornalista dovrebhe riportare una notizia di cronaca
    ovvero una nota politica in modo pienamente avulso e incondizionato. Le critiche, i giudizi lasciateli a noi, lettori ed utilizzatori del blog.
    Vera e propria barbarie mediatica
    Manzoni avrebbe chiosato: Omnia munda mundis

    • Per “dente avvelenato”,
      l’articolo acui fai riferimento, riporta correttamente e virgolettato tutto il comunicato stampa di Massimo Cariello, ad esso sono stati aggiunti commenti discorsivi e sono state aggiunte notizie di cronaca politica e opinioni, che non si riferiscono a Cariello, così come non sono in discussione e non vengono commentate le idee di Cariello ma il percorso delle stesse, dal quale non si desume, ma si legge chiaramente sia dalle sue critiche per le mancate attuazioni, per i ritardi, per ogni altra cosa ed è lo stesso Cariello che ritiene bisogna dare una “svolta”, così come è lo stesso Cariello che individua in una “estrema destra” una difesa indifendibile del DG Squillante al punto in cui egli stesso scrive “solo per logiche partitiche”.
      Io scomoderei il Manzoni per ricordare invece i tanti “bravi” che circolano in quella destra estrema che dice Cariello e che ormai è minimale ed è individuata come una destrucola ma estremamente pericolosa.
      Le idee di Cariello non sono affatto messe in discussione nell’articolo, indipendentemente se si condividono o meno, che tra l’altro, al contrario invece questa sua posizione, gli consente di riagganciarsi alla Città, e ad allinearsi con il suo carattere gioviale e partecipativo, ma la sua posizione è, malgrado quello che dici è una posizione pubblica e da questa si prende atto che Cariello non vuole più fare l’assist a provvedimenti che vanno contro la sua stessa città e prende le distanze sia dal partito che lui etichetta come di “estrema destra” e dagli uomini di quel partito che difendono quei provvedimenti presi solo “per logiche politiche” come afferma lo stesso Cariello, e questo significa che prende le distanze anche dagli esponenti e dal partito locale di quel partito.
      E sai quale sarà il risultato? Che quel Partito a Eboli prenderà una mangiata di voti lontani da quelli che lo stesso Cariello aveva indirizzato sia pure non apertamente alle ultime elezioni politiche.
      Cariello, per quanto mi riguarda ha fatto bene a scegliere la sua Città piuttosto che tacere su provvedimenti presi da persone che tutto hanno in mente tranne che il bene delle nostre aree, ha fatto bene come ha fatto il Sindaco di Capaccio che ha scelto di essere civico piuttosto che appartenere al PD, e ha fattobene come ha fatto bene Zara a Battipaglia quando ha detto che se deve scegliere tra la Città e il Partito Fratelli d’Italia sceglie la Città, forse Cariello farebbe meglio se chiarisse altre questioni e se abbraccia un progetto civico come candidato a sindaco di Eboli, fa una sua scelta che noi possiamo criticare o meno, ma ne ha pienamente diritto, poi se aggiungi come questi partiti difendono il nostro territorio, ebbene Cariello fa bene ad abbracviare un progetto civico, ma se lo fa lo deve fare con chiarezza.
      In ultimo, la linea politica di questo sito, certo non la si fa dettare a caso e dal primo che arriva, è inequivocabile, è precisa, chi legge lo sa e chi non vuo,capire fa lo gnorri.
      POLITICAdeMENTE è libero da ogni condizionamento e non si fa imboccare da nessuno, i commenti, le opinioni, le critiche a margine di notizie sono trattate con assoluta disparità ma non sono affatto preconcette. Questo sito non è il “bollettino di…..” o “l’eco di …..”, è nato per ofrire uno spazio di cultura democratica e di confronto ma segue anche una visione delle vicende politiche che sicuramente non è il “vangelo” ma non può consentire a nessuno e nemmeno a te di eticchetarne i contenuti come “faziosi” o di “parte”. Se vuoi dettare il tuo “verbo” crea un tuo spazio e mettiti in discussione. Immagino non pubblichersti mai le cose che andrebbero contro quel “verbo”
      E per tornare a Manzoni io scelgo Renzo e Lucia, tu scegli tutti i “bravi” che vuoi.
      Massimo Del Mese

  5. Secondo me, invece, l’ottimo admin ha fatto bene ad esprimere il proprio giudizio sull’operato cariellano. Ma tutti i giornalisti, sia della carta stampata, sia dei blog hanno il pieno diritto di dire la loro sui personaggi che infestano il teatrino della politica locale e nazionale. L’articolista non è mai neutrale. I suoi commenti rispecchiano le proprie idee, convinzioni, cultura e quant’altro. Solo i giornalisti prezzolati e i penniovendoli riportano, invece, le veline che passano loro i padroni del giornale e gli editori.
    Ma non è proprio il caso di Massimo Del Mese che non le manda mai a dire ma che, a volte anche in maniera passionale, esprime giudizi severi, commenta in modo sferzante, fustiga i politici da strapazzo. E fa bene, anzi benissimo. Un giornalista, uno scrittore, un pubblicista asettico esiste solo nella mente vuota di qualche ingenuo consapevole o inconsapevole.
    Eppoi, l’articolo non riguarda affatto una “notizia di cronaca” ma, una presa di posizione del campione nostrano dei politicanti trasformisti.
    Allora che doveva fare admin? Riportare sic et sempliciter la nota di cariello in modo pienamente avulso e incondizionato?
    Ma anche i comunicati stampa del Presidente della Repubblica sono soggetti alle critiche, anche feroci, dei giornalisti!!!

  6. @dente avvelenato è talmente avvelenato che vorrebbe avvelenare tutti quelli che in qualche modo sarebbero contro le sue idee.
    Immaginiamo se a scrivere qualche articolo fosse lui o lei, sarebbero sviolinate e mielinate a tutta birra.
    Forse è questo che vorrebbe fare il dente avvelenato.

  7. Cariello è uno di quei politici che non si fa specie di cambiare opinioni o posizioni, e lo fa come lo fanno tantissimi altri.
    Per noi altri ebolitani in questo momento non può che far piacere se prende le distanze da Squillante e chiunque altro e abbraccia la difesa dell’Ospedale di Eboli. Lo avesse fatto prima, forse non si sarebbe arrivati a tanto.
    Riguardo poi all’articolo di Admin, come al solito è uno spaccato di verità e c’é poco da criticare sulla sua faziosità.
    Le argomentazioni che riporta sono quelle che da un bel pò di tempo scrive a proposito dell’ASL e dell’Ospedale di Eboli.
    La faziosità semmai è di chi vorrebbe occultare queste vicende che hanno dei responsabili ed hanno un nome e un cognome.

  8. Ogni tanto esce qualche scienziato che vuole dettare leggi per occultare comportamenti e azioni politiche che invece vanno evidenziate e rese pubbliche , se per caso dovessero passare inosservate.
    La questione della sanità e del nostro Ospedale è ormai nota a tutti: si cerca di diminuire in tutti i campi medici l’offerta sanitaria pubblica per favorire quella privata.
    In questo o si è d’accordo o si è contrari. Noi non abbiamo ancora capito chi sono i contrari, abbiamo solo individuato chi sono i favorevoli.
    Fino ad ieri sembrava essere favorevole anche Cariello. Oggi mi sembra non lo sia più e sta prendendo delle posizioni.
    L’articolo di Del Mese mette in evidenza questo e noi lo abbiamo capito bene, forse l’unico a non volerlo far comprendere è dente avvelenato, che invece vorrebbe trarne lui delle conseguenze. Lo faccia e lo faccia solo per lui.
    Quando poi arriveremo al regime come già lo hanno vissuto i nostri padri e i nostri nonni allora quelli come dente avvelenato ci daranno le informazioni che vogliono e magari tenteranno anche di avvelenarci con delle belle purghe.
    Vai Del Mese, noi vogliamo la libertà.

  9. Carissimo Massimo, tu sai bene che per motivi professionali ho seguito con molta attenzione le vicende della Sanità ospedaliera ebolitana e che anche se pensionato continuo a seguire con passione. Non entro nel merito delle tue considerazioni in sull'”USCITA” di Cariello, che scaturiscono da un nostro comune sentimento e condivisione, ma non posso fare ameno di fare un modesto commento su quest’ultima uscita di M.C. Molte delle cose che dice SONO GIUSTE, in quanto estrapolate da altre posizioni già note ( es. quelle sulla Klebsiella e sull’Ebola etc.. sono state mie considerazioni su questo blog), quello che non può essere condiviso è proprio il fatto che partendo da cose “giuste” “prende” una posizione politica NON CREDIBILE. Il dr. Cariello, vuole prendere le distanze politiche da Caldoro, Squillante, Cirielli, Lenza etcc….? Allora non è sufficiente “scopiazzare” posizioni note di altre persone, ma basta denunciare l’affossamento del decreto regionale 49/10 fatto dal “suo” Caldoro con l’82/13, basta dare le dimissioni dal “FALSO” partito socialista, basta dimettersi da Consigliere Provinciale e comunale in quanto rappresentante di quella destra di cui non condivide (????veramente????) la posizione relativa alla sanità ospedaliera della Valle del Sele. Dovrebbe essere molto facile per Lui, abbandonare il centro destra visto che ne ha preso le distanze in termini politici e….visto che già a suo tempo ha abbandonato la sinistra rifondatrice comunista senza buoni motivi( almeno io non li conosco…).O….no!!!! Cioè per caso non vuole il buon M.C., cercare dei consensi facili, vista la brutta figura che TUTTO il centrodestra, ha fatto è sta facendo ( vedi partorire in casa)? ma c’ nisciun’ è fesso!!!!!

  10. certo che ci vuole coraggio,io non so come fanno,sono da ammirare per certi versi!
    primo parte dello smarcamento prossimo venturo,dall’ala destra per riportarsi verso dove tutto ebbe inizio?
    DA QUI ALLA PRIMAVERA 2015 CE NE FAREMO RISATE,AMARE!

  11. BENE ADMIN,DICI ANCHE COSE SCOMODE MA VOGLIAMO INFORMAZIONE.
    NELLA COMPAGINE DI DESTRA INCOMINCIANO A PENSARE:
    MA CON CHE FACCIA CI PRESENTIAMO ALLE ELEZIONI?,COME AFFRONTEREMO LA GENTE INFURIATA,SE CHIUDE IL NOSTRO NOSOCOMIO?
    TUTTO IL RESTO,PARCHEGGI ADINOLFI,FUORIUSCITE DI ACQUA ALLA 167,etc,PASSANO SUBITO IN SECONDO ORDINE IN CAVALLERIA,CON RABBIA DEGLI EPIGONI PAESANI DELL’EX CAVALIERE DI HARDCORE!..
    LA SALUTE,DICE IL PROVERBIO E’ LA PRIMA COSA,E NE TG OVINI,O EBOLI SUPPOSTE,FARANNO CAMBIARE OPINIONE.
    IL COMMERCIALISTA EX NUNZIATELLA,DI ANGRI,QUI HA FATTO MALE I CONTI.

  12. Essere presenti. Sempre e comunque!!!!!

    Cariellopensiero.

  13. ….@…..
    Cari ma mica tanto…mi corre l’obbligo di sottolineare che come al solito l’ebolitano e amante dei fessi …o scusate dei forestieri…non di Eboli
    ….posizione di Cariello ottima…posizione di Giorgio Lioi ed altri commentatori non comprensibile posizioni che secondo il mio giudizio fanno ilgioco (politico) di questi uomini …diciamo …di destra estrema che rappresenta 1.4 % alle politica il niente…Lavoriamo tutti insieme x salvate il P.O. di Eboli

  14. ciao a tutti vorrei sapere una cosa ci stava un progetto della regione campania x operatori socio sanitario ke doveva partire asl sa qualcuno mi può dare una risposta grazie solo ki è in grado di rispondermi. grazie

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente